Blog
Un blog creato da valledelcedrino il 27/08/2008

Valle del Cedrino

Le comunità di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai e Orosei, si impongano per l'altezza delle idee e la dignità dell'espressione, affinchè siano in grado di vedere al dì là dei propri confini.

 
 

 


Gruppo d'Intervento Giuridico


 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: valledelcedrino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etā: 39
Prov: NU
 

 

 
La Baronia è rappresentata alla cronache dai media nazionali e regionali. Siamo raffigurati giornalmente da stimati corrispondenti de L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Pertanto questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le recessioni giornalistiche inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet e dai quotidiani, qualora la loro pubblicazione violasse i diritti d'autore, previa segnalazione, verranno rimosse. Queste testate giornalistiche assumono una posizione di netto privilegio rispetto alle altre forme di manifestazione del pensiero, raccontando e interpretando una loro versione dei fatti, ed ecco perché il diritto alla critica costruttiva la aspettiamo, la pretendiamo dagli utilizzatori di questo libero spazio mediatico, NON sono io che devo convincere all’ennesima verità, siete voi fruitori di questo angolo mediatico che rappresentandovi, aiutate la Nostra comunità, unendoci per abbattere gli ostacoli ideologici e campanilistici che ancora ci separano e non ci portano da nessuna parte. Con sincero rispetto, Vi auguro serenità.
 

 

SERENITĀ E PACE

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine Appunti di una vita dal valore inestimabile Insostituibili perché hanno denunciato il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra di faide e di famiglie sparse come tante biglie su un isola di sangue che fra tante meraviglie fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie di una generazione costretta a non guardare a parlare a bassa voce a spegnere la luce a commentare in pace ogni pallottola nell'aria ogni cadavere in un fosso Ci sono stati uomini che passo dopo passo hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno con dedizione contro un'istituzione organizzata cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro? è nostra... la libertà di dire che gli occhi sono fatti per guardare La bocca per parlare le orecchie ascoltano...Non solo musica non solo musica La testa si gira e aggiusta la mira ragiona A volte condanna a volte perdona Semplicemente Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che sono morti giovani Ma consapevoli che le loro idee Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole Intatte e reali come piccoli miracoli Idee di uguaglianza idee di educazione Contro ogni uomo che eserciti oppressione Contro ogni suo simile contro chi è più debole Contro chi sotterra la coscienza nel cemento Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che hanno continuato Nonostante intorno fosse [tutto bruciato Perché in fondo questa vita non ha significato Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato Gli uomini passano e passa una canzone Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione Che la giustizia no... non è solo un'illusione Pensa prima di sparare Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Pensa.

canzone di Fabrizio Moro

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« PALLAVOLO. Il Club Volle...Irgoli. Nuovi finanziame... »

A Orosei si mangia rumeno.

Post n°6919 pubblicato il 17 Aprile 2012 da valledelcedrino

dadi martedì 17 aprile 2012


Anche i baroniesi presi per la gola da Geanina.

Giovane donna apre un negozio di prodotti tipici della sua terra d'origine

Geanina Burlacu, commerciante, vuole soddisfare i palati dei suoi 256 connazionali che risiedono a Orosei, ma non solo. E ha aperto un negozio in pieno centro.

Un piccolo paese di provincia, una ridente perla della costa centro-orientale della Sardegna, Orosei si è rivelato un porto sicuro per centinaia di famiglie di stranieri: 498 gli immigrati residenti; di questi, 257 anime sono di nazionalità rumena. Un numero importante, tanto da poterla considerare una rilevante comunità, a cui è fiera di appartenere Geanina Burlacu, naturalizzata oroseina circa quattro anni e mezzo fa. La giovane donna si distingue per la sua vena imprenditoriale. Sulla scia di alcuni suoi connazionali residenti in altri comuni della Sardegna (Olbia, Oristano e Cagliari, per citarne solo alcuni), Geanina decide, sostenuta emotivamente ed economicamente dal marito, di dare vita al suo sogno. Si chiama Play Mioritic; nato il mese scorso, è il primo negozio di alimentari romeni. A ospitarlo è un colorato vano di circa 60 metri quadrati nella centralissima via Nazionale.
SAPORI DELL'EST. Un ricco banco frigo refrigera salumi di carne suina e pollame salati, aromatizzati e stagionati e formaggi ovini e caprini. In un robusto scaffale in legno, disposto a L, sono esposti dolciumi, sottaceti, prodotti in scatola, condimenti e spezie. Queste ultime, custodite in delle semplici bustine, balzano all'occhio per i loro sgargianti colori, rosso e giallo. Scelta non casuale, vista la loro peculiarità di essere piccanti. Un'invitante commistione di sapori e profumi che richiama quotidianamente un considerevole numero di clienti: protagonisti, i rumeni, affezionati da sempre agli alimenti della loro amata terra, che non solo nutrono il corpo, ma anche l' anima, in quanto intrinseci alla loro cultura; non mancano comparse locali e occasionali turisti allettati dalla curiosità.
LE DIFFICOLTÀ. «Non è stato facile avviare l'attività», racconta Geanina. «Le difficoltà maggiori sono legate agli elevati costi di importazione. In Sardegna - dice la giovane commerciante - non ci sono dei depositi cui attingere; quelli più facilmente raggiungibili si trovano a Roma. Due sono quelli di fiducia in questa fase iniziale: la “Roma..nia” e il “Raal Italia”».
GLI INTENTI. La sfida imprenditoriale è nata con intenti precisi. «Ho voluto rispondere alle esigenze alimentari della grande comunità rumena e allo stesso tempo proporre una novità a chi non conosce questi prodotti», precisa Geanina. Primo bilancio? La giovane rumena si ritiene pienamente soddisfatta del suo operato, grazie al positivo feedback della gente.
Geanina è un esempio di integrazione riuscita a Orosei. Ma tutta la comunità rumena - dagli operai che lavorano nell'edilizia e nell'industria estrattiva alle badanti - è inserita bene nel tessuto sociale di un paese che sa accogliere.


di Agostina Dessena

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 






 

INSTALLATO

14 marzo 2011

 

SALVATORE NANNI: POETA.

 

I COMMENTI DI SPORT.

 

E-MAIL

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

Scudo della Rete

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog