Community
 
valledelced...
   
 
Blog
Un blog creato da valledelcedrino il 27/08/2008

Valle del Cedrino

Le comunità di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai e Orosei, si impongano per l'altezza delle idee e la dignità dell'espressione, affinchè siano in grado di vedere al dì là dei propri confini.

 
 

 


Gruppo d'Intervento Giuridico


 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: valledelcedrino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 39
Prov: NU
 

 

 
La Baronia è rappresentata alla cronache dai media nazionali e regionali. Siamo raffigurati giornalmente da stimati corrispondenti de L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Pertanto questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le recessioni giornalistiche inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet e dai quotidiani, qualora la loro pubblicazione violasse i diritti d'autore, previa segnalazione, verranno rimosse. Queste testate giornalistiche assumono una posizione di netto privilegio rispetto alle altre forme di manifestazione del pensiero, raccontando e interpretando una loro versione dei fatti, ed ecco perché il diritto alla critica costruttiva la aspettiamo, la pretendiamo dagli utilizzatori di questo libero spazio mediatico, NON sono io che devo convincere all’ennesima verità, siete voi fruitori di questo angolo mediatico che rappresentandovi, aiutate la Nostra comunità, unendoci per abbattere gli ostacoli ideologici e campanilistici che ancora ci separano e non ci portano da nessuna parte. Con sincero rispetto, Vi auguro serenità.
 

 

SERENITÀ E PACE

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine Appunti di una vita dal valore inestimabile Insostituibili perché hanno denunciato il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra di faide e di famiglie sparse come tante biglie su un isola di sangue che fra tante meraviglie fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie di una generazione costretta a non guardare a parlare a bassa voce a spegnere la luce a commentare in pace ogni pallottola nell'aria ogni cadavere in un fosso Ci sono stati uomini che passo dopo passo hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno con dedizione contro un'istituzione organizzata cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro? è nostra... la libertà di dire che gli occhi sono fatti per guardare La bocca per parlare le orecchie ascoltano...Non solo musica non solo musica La testa si gira e aggiusta la mira ragiona A volte condanna a volte perdona Semplicemente Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che sono morti giovani Ma consapevoli che le loro idee Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole Intatte e reali come piccoli miracoli Idee di uguaglianza idee di educazione Contro ogni uomo che eserciti oppressione Contro ogni suo simile contro chi è più debole Contro chi sotterra la coscienza nel cemento Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che hanno continuato Nonostante intorno fosse [tutto bruciato Perché in fondo questa vita non ha significato Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato Gli uomini passano e passa una canzone Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione Che la giustizia no... non è solo un'illusione Pensa prima di sparare Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Pensa.

canzone di Fabrizio Moro

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« ABUSI EDILI: IL CASO OGLIASTRAGaltellì. Consulta giova... »

Chita santa con concerto di Enzo Favata.

Post n°6875 pubblicato il 06 Aprile 2012 da valledelcedrino

dadi venerdì 6 aprile 2012


Orosei, entra nella fase più intensa il programma religioso e laico della ricorrenza.

Entra nella fase più intensa e passionale la Chita Santa oroseina che tra oggi e domenica propone i suoi riti più sentiti e partecipati e una serie di eventi di contorno organizzati dal Comune con il patrocinio della Regione. Appuntamenti che da domenica scorsa si sono alternati, con rigoroso rispetto, alle tradizioni religiose della settimana di Pasqua particolarmente sentite a Orosei dove le confraternite di Santa Rughe, Su Rosariu e Sas Animas tramandano immutate da oltre quattro secoli le liturgie della Passione e della Resurrezione di Cristo. E così dopo i concerti "Il canto sacro, dal Medioevo al gospel" con la cantante Pina Muroni, Luca Sirigu al pianoforte e Giacomina Nanni al flauto traverso, svoltosi domenica scorsa a san Giacomo, e quello di lunedì "Dal canto polivocale al canto polifonico" con il Cuncordu de Orosei, il Coro di Orosei, la polifonica mista Santa Maria del Mare e Sos Cantores de sa Turre, avantieri è stata la volta del teatro con l'azione drammatica tratta da "La comedia de la Passion de nuestro senor Jesu Christo (1674)" di Fra Antonio Maria da Esterzili messa in scena nella chiesa parrocchiale dal Gruppo Teatro di Orosei con la partecipazione del coro Santa Rughe diretti da Bruno Venturi. Una rappresentazione colma di pathos e di poesia elaborata da Venturi (che è anche il direttore artistico della Settimana Santa oroseina 2012). Di contorno a questi appuntamenti e alle processioni, da segnalare le due mostre fotografiche sui riti della Pasqua allestite in via del Mare e nei locali di Su Probanu con gli scatti di Giovanna e Francesco Ungaro, Martino Corimbi, Giovanni Sale, Antonio Farris e Renzo Quaglia. Oggi comunque si entra nel vivo con la rappresentazione de s'Iscravamentu che si svolgerà dalle 17 nella chiesa di san Giacomo e la successiva processione di su Brossolu (il Cristo morto) per le vie del centro storico accompagnata dai canti delle confraternite. Domani alle 21,45 al cineteatro Pitagora in via Nazionale sarà Enzo Favata con il suo concerto multimediale dal titolo "Looking for Eden" (cercando il paradiso) a dare il suo contributo al successo "laico" della Settimana santa oroseina. Insieme al sassofonista jazz algherese si esibiranno Mario Crispi agli strumenti etnici a fiato, Maurizio Corda alle samplers e alle tastiere e Mariano Chelo con una performance di pittura elettronica dal vivo. Al concerto collaboreranno anche il Cuncordu e Tenore de Orosei e il coro femminile Urisè diretto da Daniela Contu. Domenica mattina, infine, in piazza del Popolo dalle 10.30 il rito di s'Incontru concluderà con la solita cornice di fedeli i riti della Chita santa.


di Angelo Fontanesi


Commenti al Post:
untecnicoadirato
untecnicoadirato il 07/04/12 alle 09:09 via WEB
in un periodo tanto critico per i lavoratori mi pare che tutto questo fumo lanciato sugli occhi dei cittadini con matrimoni finti e sfilate di ogni genere serva per cercare di far dimenticare le situazioni drammatiche che molti di noi vivono. Tutti questi articoli fanno alzare il picco personale del mio spreed di sofferenza a livelli impensabili per chi certi problemi non li ha, vuoi per cariche politiche o altro e non se li pone. Le festività pasquali dovrebbero portarci l'agognata serenità e devo dire che fino a poco tempo fa era così, mentre ora almeno per il sottoscritto sa Chitta Santa è un momento di ulteriore angoscia e rievoca quel vecchio detto molto attuale ......spiantato peus de ...escort in Chitta Santa. un tecnico adirato perchè disoccupato
 
scantariata
scantariata il 10/04/12 alle 22:16 via WEB
lasciamo perdere le sfilate che servono solo a buttare fumo negli occhi,senza contare che in un paese di pecore apriamo le porte a ogni pseudostilista venuto da fuori e ci accodiamo come se fosse davvero qualcosa di eccezzionale quel che ci propinano..il concerto del sabato poi lascia il tempo che trova...ricordando che è il sabato santo e di musicale deve avere poco e niente oltre i canti sacri proposti in chiesa...mah!!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 






 

INSTALLATO

14 marzo 2011

 

SALVATORE NANNI: POETA.

 

I COMMENTI DI SPORT.

 

E-MAIL

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

Scudo della Rete

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog