Blog
Un blog creato da valledelcedrino il 27/08/2008

Valle del Cedrino

Le comunità di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai e Orosei, si impongano per l'altezza delle idee e la dignità dell'espressione, affinchè siano in grado di vedere al dì là dei propri confini.

 
 

 


Gruppo d'Intervento Giuridico


 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: valledelcedrino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etą: 39
Prov: NU
 

 

 
La Baronia è rappresentata alla cronache dai media nazionali e regionali. Siamo raffigurati giornalmente da stimati corrispondenti de L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Pertanto questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le recessioni giornalistiche inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet e dai quotidiani, qualora la loro pubblicazione violasse i diritti d'autore, previa segnalazione, verranno rimosse. Queste testate giornalistiche assumono una posizione di netto privilegio rispetto alle altre forme di manifestazione del pensiero, raccontando e interpretando una loro versione dei fatti, ed ecco perché il diritto alla critica costruttiva la aspettiamo, la pretendiamo dagli utilizzatori di questo libero spazio mediatico, NON sono io che devo convincere all’ennesima verità, siete voi fruitori di questo angolo mediatico che rappresentandovi, aiutate la Nostra comunità, unendoci per abbattere gli ostacoli ideologici e campanilistici che ancora ci separano e non ci portano da nessuna parte. Con sincero rispetto, Vi auguro serenità.
 

 

SERENITĄ E PACE

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine Appunti di una vita dal valore inestimabile Insostituibili perché hanno denunciato il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra di faide e di famiglie sparse come tante biglie su un isola di sangue che fra tante meraviglie fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie di una generazione costretta a non guardare a parlare a bassa voce a spegnere la luce a commentare in pace ogni pallottola nell'aria ogni cadavere in un fosso Ci sono stati uomini che passo dopo passo hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno con dedizione contro un'istituzione organizzata cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro? è nostra... la libertà di dire che gli occhi sono fatti per guardare La bocca per parlare le orecchie ascoltano...Non solo musica non solo musica La testa si gira e aggiusta la mira ragiona A volte condanna a volte perdona Semplicemente Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che sono morti giovani Ma consapevoli che le loro idee Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole Intatte e reali come piccoli miracoli Idee di uguaglianza idee di educazione Contro ogni uomo che eserciti oppressione Contro ogni suo simile contro chi è più debole Contro chi sotterra la coscienza nel cemento Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che hanno continuato Nonostante intorno fosse [tutto bruciato Perché in fondo questa vita non ha significato Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato Gli uomini passano e passa una canzone Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione Che la giustizia no... non è solo un'illusione Pensa prima di sparare Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Pensa.

canzone di Fabrizio Moro

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Messaggi del 09/07/2012

Orosei. Ringraziamenti per la giornata ecologica del 7 luglio 2012

Post n°7365 pubblicato il 09 Luglio 2012 da valledelcedrino

 

Valle, come mia consuetudine, ringrazio tramite il tuo blog, tutti i partecipanti alla giornata ecologica di sabato scorso, come puoi notate da queste  foto, cosa che mi ha estremamente fatto piacere, e la partecipazione di tanti ragazzi/bambini, residenti a Sos Alinos e Orosei,  che è stata di gran lunga superiore alle altre giornate ecologiche passate. Parlando con chi gli accompagnava mi è stato riferito che son stati loro stessi che hanno chiesto ai genitori di poter partecipare. Questo mi ha reso estremamente felice, in quanto sono loro il nostro futuro, dimostrando, più di qualche adulto, quell'attenzione che l'ambiente merita,che spesso noi grandi non siamo in grado di avere.



Un grazie va a tutti i partecipanti, specialmente ai componenti e ai vari ospiti del Campeggio sa Prama, per la sensibilità dimostrata e per la loro bravura a coinvolgere i loro ospiti a partecipare ad iniziative del genere. Mi preme sottolineare che il litorale con annesse strade che va da Cala Liberotto  a sa Mattanosa è stato ripulito grazie a queste persone e grazie ad alcuni bambini della borgata. Per quest'area mi aspettavo una partecipazione dei locali considerevole, cosa che non è avvenuta, nonostante più volte siano stati loro a sollecitarmi una giornata ecologica, nonostante quest'ultima sia stata molto più pubblicizzata di quelle passate.


Invece l'area che va dalla spiaggia di Fuile Mare fino alla spiaggia del Miraggio (perdonami ma mi sfugge il nome della spiaggia), questa è stata ripulita da bambini di Orosei accompagnati da alcuni loro genitori e da qualche forestiero e da alcuni miei amici. Uno dei forestieri partecipanti è un ragazzino di Bologna di 11 anni, che ha convinto i nonni a partecipare, nonostante la loro anziana età. Anche qui mi aspettavo una presenza molto più massiccia di tutte le persone che hanno le abitazioni li, ma si vede che non considerano i loro quartieri un bene da preservare e da rendere più vivibile.
Vedete solo quando si fanno giornate del genere ti accorgi di cosa sia capace certa gente, i rifiuti raccolti di certo non erano materiale portato in tali siti da forestieri, ma la maggior parte di essi erano rifiuti domestici, abbandonati dai proprietari delle ville che si affacciano su queste aree, quindi questo la dice tutta su come viene considerato il nostro territorio da tanti proprietari di seconde case.


Vorrei ulteriormente aggiungere che, tanti di questi più volte si sono presentati in comune, alla mia presenza o alla presenza del sindaco, lamentando il fatto che i siti dove loro trascorrono le vacanze estive, sia una pattumiera a cielo aperto, però  in pratica, non facendo niente perché cosi non sia, certo questo non ci esime come amministrazione comunale, dalle nostre grandi responsabilità, ma di certo una buona parte di essa dipende sopratutto dall'inciviltà di una parte di proprietari di alcune ville.

Scusandomi con tutte le persone civili di Orosei e non, e vi posso garantire che sono la stragrande maggioranza, ma ribadendo fortemente quella che è realmente la realtà dei fatti, (perdonatemi il gioco di parole).

Grazie a tutti, Giacomo.

 
 
 

A Orosei una stagione con tante ombre.

Post n°7364 pubblicato il 09 Luglio 2012 da valledelcedrino

dadi lunedì 9 luglio 2012


Iti Hotels: alberghi sparsi nell'isola; ma il turista di fascia medio bassa comincia a disertare.

«Il turismo di fascia medio bassa non è più roba per la Sardegna. E se quest'anno riusciremo a pareggiare i bilanci tra ricavi e costi sarà già un successo. Ma non sarà facile. Su questo segmento delle vacanze la flessione rispetto alla passata stagione è sensibile. E il 2011 non è stato certo un anno da record». L'analisi sintetica e impietosa è di Piero Loi, contitolare della Iti Hotels, colosso internazionale della vacanze con strutture alberghiere sparse nei quattro angoli del mondo. Oltre una dozzina i loro alberghi nell'isola per un totale di circa 10mila posti letto. Dalla Costa Smeralda sino ad Orosei, con un range di clientela ampio per un'offerta turistica variegata che va da residence a 4 stelle agli alberghi di lusso da 5 stelle extra e oltre. «Sulla fascia alta e medio alta riusciamo a tenere i numeri degli anni scorsi - dice !'imprenditore turistico oroseino - ma in quella media e medio bassa (dove mettono sul mercato isolano circa 6000 posti letto, ndc) siamo ormai irrimediabilmente tagliati fuori. Impossibile stare dietro a un mercato globalizzato gestito da pochi grossi intermediari. In questo periodo una settimana "all inclusive" in un albergo a 4 stelle lusso a Gerba in Marocco costa tra i 350 e i 400 euro, viaggio compreso, in Egitto tra i 450 e i 500. Noi in Sardegna, nella stessa categoria ricettiva e alte stesse condizioni, pur utilizzando tutte le leve e le promozioni possibili e immaginabili non riusciamo a scendere sotto i 600/700». Manco a dirlo è il costo del viaggio a scavare il gap incolmabile. Sia che si usi l'aereo o la nave. «Per essere ancora concorrenziale bisognerebbe garantire la gratuità del viaggio per chi viene in Sardegna - è la proposta provocatoria di Loi - o mettere in piedi flotte aree e navali che garantiscano una reale continuità territoriale a costi contenuti e non solo per i residenti. Ma così non è, e se a tutto Ciò si aggiunge il carico fiscale in costante aumento i conti sono presto fatti». Eppure l'isola continua a mantenere un alto indice di gradimento tra i villeggianti ma che diventa appetibile solo per chi ha un portafoglio di tutto riguardo e pieno magari di valuta pregiata. Ma che sceglie gli hotel più esclusivi. Quelli che fanno charme e copertina, ma che non fanno indotto diretto e lasciano poca ricchezza diffusa nel territorio. E le conseguenze si incominciano a toccare con mano: quest' anno le assunzioni stagionali sono in drastica diminuzione sia come numero che come periodo e tutta l'economia che vive all'ombra del turismo di massa va a rilento quando addirittura non decolla.

 


Il piccolo lusso dell'albergo difuso "Mannois".

Orosei. Anche il "piccolo" premia il lusso. La nota in controtendenza a Orosei viene dall'albergo diffuso Mannois: quattro case del centro storico ristrutturate con gusto e trasformate in residenze con 70 posti letto. Quasi sempre al completo. «Abbiamo una clientela di fascia medio alta spiega il titolare Toto Chessa che preferisce la riservatezza e ama il contatto con il territorio". E che è disposta a pagare tra le 90 e i 100 euro a notte giusto per dormire e una fugace colazione.  

di Angelo Fontanesi


 
 
 

Orosei. Torneo di calcio a 7, iscrizioni in scadenza

Post n°7363 pubblicato il 09 Luglio 2012 da valledelcedrino

dadi lunedì 9 luglio 2012


Scadono oggi le iscrizioni al torneo di calcio a 7 organizzato dal nuovo direttivo della Fanum Orosei che prenderà il via mercoledì al campo sportivo di Foiai. L'iniziativa rientra nel programma di autofinanziamento promosso dalla nuova dirigenza.

di Angelo Fontanesi


 
 
 
 






 

INSTALLATO

14 marzo 2011

 

SALVATORE NANNI: POETA.

 

I COMMENTI DI SPORT.

 

E-MAIL

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

Scudo della Rete

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog