Blog
Un blog creato da valledelcedrino il 27/08/2008

Valle del Cedrino

Le comunità di Galtellì, Irgoli, Loculi, Onifai e Orosei, si impongano per l'altezza delle idee e la dignità dell'espressione, affinchè siano in grado di vedere al dì là dei propri confini.

 
 

 


Gruppo d'Intervento Giuridico


 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: valledelcedrino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: NU
 

 

 
La Baronia è rappresentata alla cronache dai media nazionali e regionali. Siamo raffigurati giornalmente da stimati corrispondenti de L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Pertanto questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le recessioni giornalistiche inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet e dai quotidiani, qualora la loro pubblicazione violasse i diritti d'autore, previa segnalazione, verranno rimosse. Queste testate giornalistiche assumono una posizione di netto privilegio rispetto alle altre forme di manifestazione del pensiero, raccontando e interpretando una loro versione dei fatti, ed ecco perché il diritto alla critica costruttiva la aspettiamo, la pretendiamo dagli utilizzatori di questo libero spazio mediatico, NON sono io che devo convincere all’ennesima verità, siete voi fruitori di questo angolo mediatico che rappresentandovi, aiutate la Nostra comunità, unendoci per abbattere gli ostacoli ideologici e campanilistici che ancora ci separano e non ci portano da nessuna parte. Con sincero rispetto, Vi auguro serenità.
 

 

SERENITÀ E PACE

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine Appunti di una vita dal valore inestimabile Insostituibili perché hanno denunciato il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra di faide e di famiglie sparse come tante biglie su un isola di sangue che fra tante meraviglie fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie di una generazione costretta a non guardare a parlare a bassa voce a spegnere la luce a commentare in pace ogni pallottola nell'aria ogni cadavere in un fosso Ci sono stati uomini che passo dopo passo hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno con dedizione contro un'istituzione organizzata cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro? è nostra... la libertà di dire che gli occhi sono fatti per guardare La bocca per parlare le orecchie ascoltano...Non solo musica non solo musica La testa si gira e aggiusta la mira ragiona A volte condanna a volte perdona Semplicemente Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che sono morti giovani Ma consapevoli che le loro idee Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole Intatte e reali come piccoli miracoli Idee di uguaglianza idee di educazione Contro ogni uomo che eserciti oppressione Contro ogni suo simile contro chi è più debole Contro chi sotterra la coscienza nel cemento Pensa prima di sparare Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Ci sono stati uomini che hanno continuato Nonostante intorno fosse [tutto bruciato Perché in fondo questa vita non ha significato Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato Gli uomini passano e passa una canzone Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione Che la giustizia no... non è solo un'illusione Pensa prima di sparare Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare Pensa che puoi decidere tu Resta un attimo soltanto un attimo di più Con la testa fra le mani Pensa.

canzone di Fabrizio Moro

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

Week end cestistico Pall. Orosei-Arcipelago La Maddalena

Post n°11630 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino



Dopo la sosta Pasquale Orosei e l'arcipelago de La Maddalena, due delle piu belle localita della Sardegna, daranno vita tra oggi e domani a una due giorni cestistica con sfide incrociate.

S'iniziera' oggi a Palau alle ore 18 dove si disputera' la prima giornata dei play out Under 13 tra i nostri gialloblu e il Basket Insieme di coach Roberto Ugazzi, squadra che schiera ragazzini di Arzachena , Palau e La Maddalena seguendo un progetto davvero encomiabile di unione sportiva dei comuni.

Domattina alle ore 11,30 sara a Orosei a ospitare la squadra maddalenina della Nova nella terz'ultima giornata dell Under 14 con i nostri gialloblu alla ricerca del ritorno alla vittoria dopo le due sconfitte consecutive con Dinamo 2000 e Terzo Tempo Sassari. Per l'occasione si saluta con piacere dopo lungo infortunio il recupero di Walid Saki, giocatore di origine marocchina fondamentale sotto le plance e assente da piu di un mese.

BASKET INSIEME (Arzach.-Palau- La Madd) vs PALLACANESTRO OROSEI
sabato 18/04/2015 - 18:00
PALAZZETTO DELLO SPORT VIA DELLE GINESTRE SNC PALAU (OT)

PALLACANESTRO OROSEI vs NOVA LA MADDALENA
domenica 19/04/2015 - 11:30
PALESTRA COMUNALE VIA NAZIONALE OROSEI (NU)

nella foto a destra Walid Saki in compagnia del campione dell'Armani Milano e della Nazionale Alessandro Gentile

 
 
 

OROSEI. Consiglio comunale «In Baronia vogliamo l'acqua di Su Gologone»

Post n°11629 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di sabato 18 aprile 2015

Se a Siniscola si cerca una soluzione sulle bollette pazze dell'acqua, con l'amministrazione comunale impegnata a definire con Abbanoa un accordo, a Orosei ieri è partita l'iniziativa unitaria dei cinque sindaci della valle del Cedrino per ottenere l'acqua di Su Gologone. In un partecipatissimo consiglio comunale convocato in sessione straordinaria urgente dal sindaco Franco Mula, è stato votato un ordine del giorno, condiviso anche dalle amministrazioni comunali di Galtellì, Irgoli, Loculi e Onifai, in cui si dichiara alla Regione che l'acqua della diga di Pedra 'e Othoni non è adatta per scopi umani. «Non siamo noi a dirlo - spiega il primo cittadino di Orosei - ma le molteplici analisi fatte sui prelevamenti. Inoltre, per Su Gologone non è vero che Oliena sia contraria alla nostra soluzione, anche perché la sorgente assicura una portata d'acqua che basta al fabbisogno anche del nostro territorio». Ieri mattina sempre a Orosei, in tal senso, c'è stato un summit tra lo stesso Mula e i vertici di Abbanoa da cui è emerso che un eventuale cambio di strategia sullo sfruttamento delle risorse idriche deve passare attraverso una rivisitazione del piano regionale della gestione delle acque, ormai vecchio di trent'anni. Un problema che ieri sera, durante il Consiglio, non è stato affrontato anche per l'assenza dell'assessore regionale Paolo Mannichedda, impossibilitato a presenziare a causa di impegni istituzionali. Lo stesso assessore regionale si è però impegnato a prendere parte all'incontro pubblico fissato per il prossimo 27 aprile.

Fabrizio Ungredda

 
 
 

Alluvione, assegno di solidarietà a tre aziende di Orosei e Bitti

Post n°11628 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di sabato 18 aprile 2015

Aiuti alle imprese danneggiate: Confindustria e Cgil, Cisl e Uil raccolgono 500 mila euro

L'assegno della solidarietà viene consegnato nelle mani di tre imprenditori di Orosei e Bitti, tra i più danneggiati dalla devastante alluvione del 18 novembre 2013. Cinquecentomila euro raccolti in tutta la Sardegna per iniziativa di Confindustria e di Cgil, Cisl e Uil hanno faticato a superare tortuosità burocratiche e imposte del 4 per cento versate allo Stato che pure del disastro sardo si dimentica in fretta. «Stato e Regione non sono intervenuti, ma lo Stato ci mette lo zampino che la dice lunga sulla pressione fiscale nel nostro Paese. La solidarietà paga il prezzo della burocrazia», sottolinea non a caso Roberto Bornioli, presidente di Confindustria, lieto ieri di donare l'assegno alla Tre C Prefabbricati e alla Simg Marmi di Orosei e al panificio Bulloni di Bitti.
I FONDI Una fetta va anche a beneficio di un'impresa oristanese e di due galluresi. Duecentomila euro sono destinati ai lavoratori, il resto va alla Protezione civile. Le attività di Orosei e di Bitti sono quelle che subiscono più danni e si dividono 95 mila euro: servono al riavvio del ciclo produttivo e al ripristino di macchinari e impianti.
IMPRESE DEL MARMO «Non era mai successa una cosa simile a quella del 2013, eppure siamo a Orosei dagli anni Settanta. La diga va saputa gestire in certi eventi e l'alveo del fiume tenuto pulito per evitare che si ripetano situazioni simili», dice Gianni Buonfigli della Simg che dà lavoro a 140 persone ed esporta il marmo in tutto il mondo. Quella drammatica sera fa in tempo a sbaraccare il cantiere, appena un amico dal municipio di Orosei lo avverte che la piena è ormai a Galtellì. «In dieci minuti abbiamo sgomberato, in venti è arrivata la piena», ricorda. Danni enormi al punto che quel cantiere è ancora chiuso e i lavoratori sono concentrati di un altro, a monte. «Tanta gente è venuta a darci una mano, la solidarietà ci ha dato molto coraggio. Non sentirsi soli è molto importante», sottolinea Buonfigli apprezzando la generosità dei privati senza tacere la delusione legata alle banche che nulla fanno per venire incontro. «Ci siamo rimboccati le maniche da subito», dice Lisa Meles, vedova di Pasqualino Contu, l'imprenditore che non regge al disastro della sua azienda, la Tre C Prefabbricati, e muore suicida. «Abbiamo voluto mandare avanti l'azienda e ci stiamo riuscendo: abbiamo avuto un incremento abbastanza notevole tra il 2014 e il 2015, sono orgogliosa e voglio ringraziare tutti perché i gesti solidali contano molto e gli imprenditori ci sono stati vicini», sottolinea la donna che dà lavoro a 15 dipendenti.
IL PANIFICIO Si riprende anche l'azienda Bulloni, danneggiata da una frana. Occupa trenta dipendenti, produce pane carasau e lo vende in Europa, Giappone, Usa, Emirati arabi, Australia. «Abbiamo avuto la solidarietà del paese e di Confindustria. Siamo ripartiti dopo un po' di giorni proprio grazie alla solidarietà e alle commesse che nonostante tutto arrivavano», dice Katia Bulloni. Le immagini che testimoniano il disastro di quel giorno, nel frattempo, si spengono e la voglia di ripartire, che vale anche per le realtà di Torpè sostenute dall'Ance guidata da Peppino Mastio, già proietta le imprese nel futuro.


Marilena Orunesu

 

 
 
 

La solidarietà di Confindustria

Post n°11627 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 18 aprile 2015


Consegnati 95mila euro a tre imprese di Orosei e Bitti danneggiate dall'alluvione del 2013

Con coraggio e tanta forza di volontà si sono rimboccati le maniche e a testa china hanno fatto ripartire le loro attività, devastate dalla furia del ciclone Cleopatra. Ma nei loro confronti non è mai mancata la solidarietà della società civile, delle altre imprese e dei loro lavoratori. Solidarietà che si è trasformata in un contributo concreto di 95mila euro. Tanto è stato donato a Tre C prefabbricati e Simg marmi di Orosei e al panificio Bulloni di Bitti, aziende leader del Nuorese associate alla Confindustria, pesantemente danneggiate dall'alluvione del 18 novembre 2013. All'indomani di quel terribile nubifragio che ha lasciato profonde ferite nel territorio e listato a lutto l'isola, il sistema regionale di Confindustria, insieme alle associazioni territoriali e alle segreterie regionali di Cgil Cisl e Uil avevano attivato una raccolta fondi per aiutare le imprese associate colpite dall' alluvione. Ieri, nella sede di via Veneto, il presidente di Confindustria Sardegna centrale, Roberto Bornioli, insieme al direttivo, ha consegnato l'assegno di solidarietà a Lisa Meles della Tre C prefabbricati, a Gianni Buonfigli della Simg marmi e a Katia Bulloni del panificio Bulloni di Bitti. Alle tre imprese del Nuorese è stato assegnato un contributo totale di 95mila euro ripartito in modo proporzionale al danno subito per sostenere il riavvio del ciclo produttivo e il ripristino di macchinari, impianti e stabilimenti. «In questi mesi, l'associazione si è attivata in vario modo per dare una mano ai nostri imprenditori che con grande coraggio, determinazione e tenacia hanno riavviato le attività - ha spiegato Bornioli -. All'indomani dell'alluvione, le aziende si sono ritrovate con stabilimenti e uffici completamente allagati, macchinari e impianti inutilizzabili. Un duro colpo per le imprese già alle prese con una crisi economica tra le peggiori dal dopoguerra. A fronte della grande solidarietà delle associazioni, della società civile e dei privati che hanno sostenuto le aziende a ripartire, dobbiamo registrare l'assoluta inerzia dello Stato che nonostante gli annunci non ha ancora finanziato gli indennizzi promessi a imprese e cittadini», ha denunciato il presidente. Che ha sottolineato anche come la stessa solidarietà abbia pagato il prezzo della burocrazia, sia in termini di tempo, con lentezze procedurali e intoppi amministrativi («avremo voluto assegnare il contributo già diversi mesi fa»), che di pressione fiscale, avendo versato un'imposta del 4% sul contributo di solidarietà. Grazie alla generosità di centinaia di imprese e lavoratori dell'isola, sono stati raccolti complessivamente quasi mezzo milione di euro, di cui 135mila assegnati alle imprese (sei in tutto nell'isola), 200mila ai lavoratori, e la restante parte è destinata a interventi di interesse pubblico che saranno concordati con la Protezione civile.

di Tiziana Simula

 
 
 

SCUOLA. Istituto tecnico Satta, i colloqui nelle sedi di Nuoro e di Orosei

Post n°11626 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 18 aprile 2015


La dirigente scolastica dell'Itc "Salvatore Sarta" informa i genitori degli alunni che i colloqui si svolgeranno secondo il seguente calendario. Sede di Nuoro: lunedì 20.04.2015 ore 14.45 - 17.15 tutte le classi dei corsi A - B; martedì 21.04.2015 ore 14.45 - 17.15. tutte le classi dei corsi ET - HT – 1^C – 2^C. Sede di Orosei: giovedì 23.04.2015 ore 14.30 - 17.00 tutte le classi dei corsi Aor e Bor. Durante i colloqui il coordinatore di classe consegnerà ai genitori le pagelline e la scheda degli esiti degli interventi didattico-educativi dopo gli scrutini intermedi.

 
 
 

OROSEI. Scacchi, il successo di 24 giovani promesse

Post n°11625 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 18 aprile 2015


Hanno registrato un grande successo, i campionati regionali giovanili studenteschi di scacchi che si sono svolti in questi giorni a Orosei. Coinvolti bambini e ragazzi dell'Istituto Comprensivo G.A. Muggianu di Orosei. Quattro le squadre selezionate ai campionati provinciali che si sono svolti nell' auditorium dello stesso istituto il 19 Marzo: due squadre delle Primarie, maschile e femminile, e due squadre della Secondaria di Primo grado, maschile e femminile. Si è trattato, in tutto di 24 alunni che, accompagnati dalle insegnanti, hanno raggiunto l'Istituto "Don Deodato Meloni" di Nuraxinieddu con coetanei provenienti da tutta la Sardegna. Più di trecento sono stati i giovani che si sono sfidati nella fase regionale con la speranza di arrivare a quella nazionale. Emozioni e ragione hanno accompagnato gli alunni di Orosei nella loro prima disputa regionale dopo un corso di soli tre mesi tenutosi a scuola dall'Istruttore Federale Federico Giannoni. Ma ecco i nomi dei componenti delle squadre che hanno disputato le Regionali e che pur non avendo raggiunto i primi posti in classifica hanno disputato un campionato di tutto rispetto e arricchito il loro bagaglio di esperienza. Primarie Maschili: Cambone Fabio, Bua Moreno, Zola Samuel, Carrone Giovanni, Russo Lorenzo, Dessena Giuseppe. Primarie Femminili: Biscu Maria, Derosas Letizia, Cambone Martina, Cherchi Eula, Gaias Emma, Contu Erika. Secondarie di Primo Grado Maschili. Boe Jordan, Biscu Gianni, Lai Pietro, Manca Lorenzo, Zheng Dali, Mula Jan Robert. Secondarie di Primo Grado Femminile: Di Lucia Arianna, Musio Giulia, Loddo Marianna, Disi Giulia, Saba Ylenia, Lai Gaia.

Nino Muggianu

 
 
 

Loculi, aprono le adesioni ai nuovo concorso fotografico

Post n°11624 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 18 aprile 2015

Nuovo evento per l'Archivio Fotografico Popolare e per il Comune di Loculi. Si tratta di un concorso fotografico gratuito, che è rivolto a tutte le persone residenti nel territorio regionale, senza limiti di età. I primi tre vincitori del concorso fotografico riceveranno in premio diversi prodotti enogastronomici del territorio barionese. Per tutti gli altri partecipanti all'iniziativa, invece, non ci saranno premi gastronomici ma la possibilità di vedere le loro opere esposta nel corso di una mostra che si terrà a Loculi alla fine di giugno, durante le giornate di Primavera in Baronia. Secondo quanto è stato stabilito dal regolamento del concorso, l'iscrizione dei partecipanti all'iniziativa e l'invio delle foto dovrà avvenire solo ed esclusivamente tramite mail al seguente indirizzo: info@comune.loculi.nu.it  I termini per partecipare all'evento scadono il prossimo 24 maggio. Il bando completo e la relativa documentazione necessaria per parteciparvi potranno essere scaricati dal sito internet ufficiale del Comune di Loculi.

Nino Muggianu

 
 
 

Orosei, museo itinerante

Post n°11623 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 18 aprile 2015


Il Museo CasaSoddu, associazione di promozione sociale, con sede a Orosei, anche nel 2015 proseguirà con il progetto Clone Archeotour una sorta di museo itinerante. Il paese che ospiterà CasaSoddu sarà Selegas, nella Trexenta. L'esposizione di una parte della collezione, relativa alle riproduzioni di navicelle, guerrieri e bronzetti della Civiltà Nuragica, si terrà oggi, nei locali della ex ludoteca comunale, in via conte Cao a Selegas, a partire dalle ore 9 alle ore 13 e dalle 15 alle 18, con visita guidata.

Nino Muggianu

 

 
 
 

IRGOLI. MODELLO ISEE

Post n°11622 pubblicato il 18 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di sabato 18 aprile 2015

Il Centro servizi per il lavoro di Siniscola ha concordato con il Comune di Irgoli che, ai fini della stesura delle graduatorie relative ai cantieri comunali di prossima attivazione, Il termine ultimo ed improrogabile per la presentazione del modello ISEE, per chi non l'avesse presentato, è fissato per le ore 12 del 24 aprile. Per info rivolgersi al CSL di Siniscola: 0784. 238947; siniscola.csl@provincia.nuoro.it

 

 
 
 

Movimento Popolare Baroniese per il Diritto all’Acqua Buona e Sana

Post n°11621 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

COMUNICATO STAMPA

Positivo il bilancio della prima assemblea pubblica nei locali dell’ex-Cinema Pitagora di Orosei promossa dal Comitato provvisorio del Movimento Popolare per il Diritto all’Acqua Sana e Buona, costituitosi qualche giorno or sono in Baronia.

Assemblea partecipata con almeno 500 persone che per due ore e mezza hanno ascoltato con attenzione i qualificati e accalorati interventi da parte dei componenti del Comitato del Movimento, di semplici cittadini che, con forza, hanno ribadito il loro no all’acqua inquinata che da trent’anni viene erogata nelle case della Baronia e di alcuni amministratori pubblici del territorio che hanno cercato di spiegare le ragioni dei ritardi da parte della Regione e degli Enti preposti alla fornitura di acqua sana e potabile.

La presenza massiccia della popolazione ha evidenziato una crescente contestazione verso le politiche degli amministratori, locali e regionali, che da oltre trent’anni si riuniscono nei tavoli dei consigli comunali, provinciali e regionali, ma che mai hanno risolto il problema, evidenziata soprattutto dai cittadini intervenuti che a gran voce hanno chiesto le dimissioni dei sindaci del territorio.

Di fatto in tutti gli interventi, anche in lingua sarda, è stata ribadita la paura che si ha dell’acqua attualmente erogata, che può essere la causa di malattie gravi e che è ora di rifiutarla, perché si vuole l’acqua buona che sgorga dalla fonte di su Gologone, un’acqua che va a finire vergognosamente in un fiume inquinato.

La serata si è conclusa con le proposte per le azioni che si dovranno intraprendere, nel proseguo della lotta, tra le quali spiccano la proclamazione di uno sciopero generale e una marcia di protesta verso il Palazzo della Regione Sardegna.

 

Martino Corimbi, addetto stampa del Movimento

tel. 339.4648549

e-mail: movimentoabbavona@gmail.com

 
 
 

«Acqua da Su Gologone»

Post n°11620 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di venerdì 17 aprile 2015


OROSEI. Contestato l'approvvigionamento dalla diga inquinata sul Cedrino

Emergenza idrica, cinquecento cittadini in assemblea

Perché i paesi della Bassa Baronia continua a bere l'acqua altamente inquinata della diga del Cedrino mentre resta non sfruttato il lago carsico di Su Gologone? Una domanda rilanciata mercoledì scorso da cinquecento cittadini presenti a Orosei all'assemblea indetta dal neonato movimento popolare per il diritto a S'abba vona . Sull'onda dei disagi per le recenti ordinanze di non potabilità, nel dibattito è stata più volte richiamata la responsabilità della classe politica incapace di risolvere il problema. «In questa situazione di stallo - ha sottolineato il portavoce del comitato Martino Corimbi - a pagare le conseguenze sono le popolazioni dell'intera valle del Cedrino che continuano ad essere approvvigionate dalla diga di Pedra 'e Othoni, una cloaca a cielo aperto che ogni giorno lancia segnali inquietanti legati alla presenza di batteri e di sostanze chimiche e tossiche».
POLEMICHE Il confronto è diventato acceso con l'intervento del sindaco di Orosei Franco Mula (presente all'incontro insieme ai colleghi Giovanni Santo Porcu di Galtellì e Giovanni Porcu di Irgoli e al consigliere provinciale Gesuino Beccari) che, palesemente irritato dalla presa di posizione del movimento spontaneo, ha illustrato tutte le iniziative intraprese dal Comune per far fronte alle emergenze idriche ripetute nel tempo. Un impegno che si concretizzerà oggi in una riunione del Consiglio comunale convocata proprio per rilanciare la proposta di approvvigionamento da Su Gologone, allargata a tutti gli amministratori della Bassa Baronia e di Oliena e degli assessori regionali alla Sanità Luigi Arru e ai Lavori pubblici Paolo Maninchedda.
RISCHI PER LA SALUTE Quanto una soluzione sia urgente lo ha dimostrato l'intervento nel dibattito del chimico Marco Saba che ha messo in evidenza i rischi legati all'eccessiva carica batterica e all'alto tasso di alluminio rilevato spesso nelle acque del Cedrino che alla lunga «provocano gravi conseguenze alla salute come il disturbo all'apprendimento nei bambini, confusione, disorientamento, perdita della memoria e possono essere causa del morbo di Parkinson».
MOBILITAZIONE Alla fine del dibattito, sopite le polemiche, è emerso con forza l'obiettivo comune. Lo stesso Martino Corimbi, infatti, ha parlato di «impegno parallelo: gli amministratori facciano i loro passi istituzionali, ma noi non staremo a guardare e pretendiamo risposte rapide, disposti ad avviare forme di protesta sempre più eclatanti fino ad arrivare, se servirà, a una marcia su Cagliari».

Fabrizio Ungredda

 
 
 

Paesaggi e biodiversità autentici, decolla il progetto "Uranos"

Post n°11619 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di venerdì 17 aprile 2015


Galtellì, la nuova proposta pilota dei Borghi autentici d'Italia per pianificare le risorse disponibili

Porcu: «Un programma virtuoso per studiare le azioni di,sviluppo atte a rafforzare l'attrattività»

Una nuova idea di tutela del paesaggio e delle bio diversità. Presentato il progetto pilota per il comune di Galtellì del progetto "Paesaggio e biodiversità autentici". "I luoghi devono parlare agli uomini e gli uomini devono parlare ai luoghi". E con questa citazione di Arminio che si muove e articola Uranos, il nuovo progetto strategico Bai all'interno del quale, sulla base del nuovo "Manifesto Borghi Autentici", si inserisce l'innovativo progetto "Paesaggio e biodiversità autentici". A Galtellì, lo scorso 14 aprile, si è svolto l'incontro tra i Comuni sardi che partecipano al progetto per discutere e approfondire lo stato di attuazione e le sue prospettive. Nell'ottica di un paesaggio inteso come sintesi tra le istanze estetico, percettive, naturalistiche, ambientali e storico sociali, prendono il via politiche pubbliche e locali finalizzate a tutelare e preservare la bio diversità e sostenere azioni di sviluppo capaci di rafforzare l'attrattività del contesto e migliorare la vita della comunità. "Paesaggio e bio diversità autentici" è un percorso tecnico e strategico per pianificare al meglio le risorse disponibili, per integrare e rendere efficiente la programmazione locale e supportare interventi di miglioramento dei patrimoni naturalistici e paesaggistici presenti. «Un vero e proprio percorso virtuoso» come ha evidenziato il sindaco di Galtellì, Giovanni Santo Porcu, introducendo i lavori della giornata. I tecnici Bai hanno illustrato il progetto pilota per il Comune di Galtelli (Regolamento del verde, capitolato tecnico, Prce - Piano di Ripristino Corridoio Ecologico e Dossier di pianificazione strategica sul paesaggio) che fungerà da punto di riferimenti del lavoro in corso anche per gli altri Comuni. Si tratta di un laboratorio di innovazione sostenibile in cui sperimentare soluzioni, idee e progetti per mettere a punto un modello di uso del suolo a ridotto impatto ambientale, affinchè il paesaggio venga considerato sempre più un bene comune nella disponibilità di tutti i cittadini residenti e temporanei e che si rafforzi la resilienza nella comunità e la capacità amministrativa pubblica nei confronti del cambiamento del clima e per far fronte in modo efficace ai fenomeni di dissesto e/o agli eventi problematici o estremi sul piano meteorologico e naturale. A chiudere i lavori alla presenza degli amministratori dei comuni che hanno aderito al progetto, dei tecnici comunali che si occupano delle materie discusse e dei comuni che intendono intraprendere il progetto pilota, il vicepresidente nazionale Renzo Soro, è tornato sugli importanti temi del Manifesto dei Borghi

di Nino Muggianu

 
 
 

Riprendono le demolizioni anche a Orosei

Post n°11618 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di venerdì 17 aprile 2015



foto di repertorio

Non solo il caso di Budoni- Tanaunella: In questi ultimi giorni le demolizioni sono riprese anche in un altro fronte caldo: quello di Orosei. Ieri mattina, in udienza, lo stesso procuratore di Nuoro, Andrea Garau, discutendo un caso specifico, ha ricordato come negli ultimi tempi abbia convocato i capi degli uffici tecnici di diversi comuni della provincia di Nuoro per fare il punto della situazione, ma anche spiegato che la Procura, più volte, ha invitato i proprietari degli abusi edilizi a demolire gli abusi, «perché altrimenti la giustizia avrebbe fatto da sè e accollato loro anche le spese di demolizioni». . Ma a quanto pare, In tanti, nella provincia di Nuoro, non hanno ottemperato a questa richiesta, così la Procura in queste ore sta facendo entrare In azione il suo apparato per le demolizioni. I proprietari degli abusi, tuttavia, stanno provando a opporsi a. questi provvedimenti presentando una richiesta formale in tribunale e chiedendo di bloccare le demolizioni. Ma la Procura va avanti. Ieri mattina, una di queste vicende, è stata discussa in aula davanti al giudice monocratico Tommaso Bellei. Riguarda il caso della proprietaria di una casa di Orosei, nella zona di Santa Maria 'e mare, colpita nel 2008 da un provvedimento di demolizione perché la casa era risultata abusiva. «L'indagata - ha spiegato il procuratore – ha costruito, poi ha buttato giù solo In parte, poi ha ricostruito. Masi può essere presi in giro in questo modo?». La demolizione, dunque, va avanti.

Valeria Gianoglio

 
 
 

Da Castelfidardo nuovo organetto per musicisti sardi

Post n°11617 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di venerdì 17 aprile 2015


IRGOLI. Oggi a Nuoro prime prove con lo strumento voluto dal suonatore Lorenzo Chessa

Lorenzo Chessa, organettista di Irgoli, oggi al teatro Eliseo di Nuoro presenta il progetto musicale “Ichnos, un organetto per la Sardegna” e lancia una nuova sfida che nasce dal rapporto di collaborazione con la Beltuna, azienda che dal 1982 produce fisarmoniche diatoniche di alta qualità. «Lorenzo è venuto da noi a Castelfidardo - dicono dalla Beltuna - per visitare la nostra fabbrica intuendo subito che uno strumento di grande qualità come quello da noi prodotto, con le opportune modifiche, necessarie a soddisfare le esigenze del mercato sardo, avrebbe avuto un enorme valore e sarebbe stato accolto con grande successo nella sua regione. Insieme abbiamo progettato e realizzato un nuovo organetto col nome di “Ichnos” che significa appunto evoluzione». Giuliano Marongiu presenta l'evento, alle ore 16,30: tra i relatori anche Ottavio Nieddu. Il Duo Puggioni, ospite d'onore, sarà testimone di una serata che vedrà alternarsi sul palcoscenico, accompagnati da coppie in abito tradizionale, alcuni dei musicisti più rappresentativi dell'Isola. Chessa è uno degli organettisti più conosciuti e apprezzati. La sua voglia di sperimentare nuove soluzioni musicali ha favorito l'incontro con l'azienda di Castelfidardo. «La riuscita del progetto - spiegano dalla Beltuna - è dovuto al rapporto che si è instaurato tra costruttore e artista. Lorenzo Chessa è riuscito a trasmetterci il gusto estetico e musicale di questo splendido genere folkloristico di una delle più belle regioni d'Italia. Il modello “Ichnos” è caratterizzato da bassi profondi ma reattivi, un musette vibrato ma non stridente, una tastiera leggera e scorrevole così come le parti meccaniche che si distinguono per la loro fluidità. Lo strumento vanta un'ottima tenuta d'aria. Sono caratteristiche che rendono le voci pronte alle forti sollecitazioni tipiche del genere musicale sardo e che fanno del modello “Ichnos” uno strumento sorprendente per l'artista. La cassa di risonanza è prodotta con legni massello di pregiate qualità e decorata con disegni che ricordano i tipici decori degli abiti tradizionali sardi».

Roberto Tangianu

 
 
 

ESORDIO NEL CAMPIONATO REGIONALE FIT PER LA SQUADRA FEMMINILE UNDER 12 DEL CIRCOLO TENNIS OROSEI.

Post n°11616 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

Martedì 14 Marzo 2015, ad Olbia, si è disputata la prima partita del Campionato Regionale Under 12 F.I.T.. La squadra femminile del Circolo Tennis Orosei, composta da Arianna Di Lucia e Laura Chessa, ha affrontato la squadra del Tennis Club Terranova. Le due giovani tenniste, nella loro prima esperienza agonistica, hanno dimostrato grande grinta sia nelle partite singolari, sia nel doppio dove è emerso uno spirito di squadra degno di nota. L'emozione della "prima volta" però, si sa, gioca sempre qualche scherzo e in questo caso ha prevalso. Infatti, nonostante l'ottima prestazione tecnica Arianna ha perso 2 - 1  mentre Laura 2 - 0.

Le due giovanissime avranno la possibilità di rifarsi domani, sabato 18 Aprile, nella partita che si disputerà in casa, presso il campo di Piazza Genova ad Orosei alle ore 16:00. In questa occasione, la squadra di Orosei giocherà contro l'A.s.d. Ipertennis di Sassari.

Pertanto, Vi aspettiamo numerosi a tifare le giovani tenniste oroseine.

 
 
 

IRGOLI. MODELLO ISEE

Post n°11615 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

da LA NUOVA SARDEGNA di venerdì 17 aprile 2015

Il Centro servizi per il lavoro di Siniscola ha concordato con il Comune di Irgoli che, ai fini della stesura delle graduatorie relative ai cantieri comunali di prossima attivazione, Il termine ultimo ed improrogabile per la presentazione del modello ISEE, per chi non l'avesse presentato, è fissato per le ore 12 del 24 aprile. Per info rivolgersi al CSL di Siniscola: 0784. 238947; siniscola.csl@provincia.nuoro.it

 
 
 

IRGOLI, CANTIERE COMUNALE

Post n°11614 pubblicato il 17 Aprile 2015 da valledelcedrino

da L’UNIONE SARDA di venerdì 17 aprile 2015

Il Centro servizi per il lavoro di Siniscola ha concordato con il Comune di Irgoli che, ai fini della stesura delle graduatorie relative ai cantieri comunali di prossima attivazione, il termine ultimo ed improrogabile per la presentazione del modello Isee, per chi non l'avesse presentato, è fissato per le 12 del 24 aprile. Per informazioni rivolgersi al Csl di Siniscola 0784-238947 e siniscola.csl@provincia.nuoro.it

 
 
 

CS Paesaggi e Biodiversità

Post n°11613 pubblicato il 16 Aprile 2015 da valledelcedrino

Una nuova idea di tutela del paesaggio e delle biodiversità

Presentato il progetto pilota per il Comune di Galtellì del progetto “Paesaggio e biodiversità autentici”

 "I luoghi devono parlare agli uomini e gli uomini devono parlare ai luoghi". E’ con questa citazione di Arminio che si muove e articola URANOS, il nuovo progetto strategico BAI all’interno del quale, sulla base del nuovo “Manifesto Borghi Autentici”, si inserisce l’innovativo progetto "Paesaggio e biodiversità autentici".  A Galtellì, lo scorso 14 aprile, si è svolto l’incontro tra i Comuni sardi che partecipano al progetto per discutere e approfondirne lo stato di attuazione e le sue prospettive. Nell’ottica di un paesaggio inteso come sintesi tra le istanze estetico - percettive, naturalistiche - ambientali e storico sociali, prendono il via politiche pubbliche e locali finalizzate a tutelare e preservare la biodiversità e sostenere azioni di sviluppo capaci di rafforzare l’attrattività del contesto e migliorare la vita della comunità. "Paesaggio e biodiversità autentici" è un  percorso tecnico e strategico per pianificare al meglio le risorse disponibili, per integrare e rendere efficiente la programmazione locale e supportare interventi di miglioramento dei patrimoni naturalistici e paesaggistici presenti. Un vero e proprio “percorso virtuoso”, come ha evidenziato il sindaco di Galtellì, Giovanni Santo Porcu, introducendo i lavori della giornata. I tecnici BAI hanno illustrato il progetto pilota per il Comune di Galtellì (Regolamento del verde, capitolato tecnico, PRCE - Piano di Ripristino Corridoio Ecologico e Dossier di pianificazione strategica sul Paesaggio) che fungerà da punto di riferimenti del lavoro in corso anche per gli altri Comuni. Tra i documenti presentati in sede, il Regolamento Comunale del Verde, Capitolato tecnico e PRCE (Piano di Ripristino Corridoio Ecologico dei Comuni) per i comuni di: Laconi, Masullas, Neoneli, Olzai, Orotelli, Sorradile. I tecnici BAI, dott. D. Natale, dott. A. Petrocelli e l'Arch. G. Roccasalva, incaricati nell'ambito del PdS,  hanno inoltre illustrato il programma di attività per il completamento dei contenuti del progetto pilota per tutti i Comuni nel quadro delle prospettive del progetto strategico BAI "URANOS: cielo, territorio e comunità". Si tratta di un laboratorio di innovazione sostenibile in cui sperimentare soluzioni, idee e progetti per mettere a punto un modello di uso del suolo a ridotto impatto ambientale, affinchè il paesaggio venga considerato sempre più un "bene comune" nella disponibilità di tutti i cittadini residenti e "temporanei" e che si rafforzi la "resilienza"nella comunità e la capacità amministrativa pubblica nei confronti del cambiamento del clima e per far fronte in modo efficace ai fenomeni di dissesto e/o agli eventi problematici o estremi sul piano meteorologico e naturale. A chiudere i lavori, alla presenza degli amministratori dei comuni che hanno aderito al progetto, dei tecnici comunali che si occupano delle materie discusse e dei comuni che intendono intraprendere il progetto pilota, il vicepresidente nazionale Renzo Soro, è tornato sugli importanti temi del Manifesto dei Borghi. Presentato a Scano Montiferro lo scorso 27 febbraio e approvato all'Assemblea Nazionale di Capracotta  del 28 marzo, rappresenta il cardine sul quale si articolano i progetti strategici che si attuano in Sardegna con il Piano delle Strategie. Grande attenzione, in chiusura, anche alle Comunità Ospitali che rimettono l'ospite al centro di quella cultura dell'accoglienza che contraddistingue la nostra Isola.

 
 
 

Incontro con Don Gianni Sini...Parliamo di esorcismo

Post n°11612 pubblicato il 16 Aprile 2015 da valledelcedrino

Interessante incontro domani pomeriggio, presso la chiesa SS.Crocifisso alle ore 18:30, con Don Gianni Sini. Sacerdote dal 20 settembre 1980, già Docente al Liceo Classico di Tempio, è stato anche Rettore del Seminario Diocesano di Tempio Pausania e Cappellano del carcere “La Rotonda“ di Tempio Pausania per circa dieci anni. Membro dell'Associazione Internazionale degli Esorcisti, é l’esorcista incaricato della Diocesi di Tempio-Ampurias. Esercita dalla fine degli anni ’80.

Tante le famiglie che si approcciano a questo credo, per cercare aiuto, soluzione per alcune problematiche.

Per capirne di più si invita a partecipare....

 
 
 

Riflessione

Post n°11611 pubblicato il 16 Aprile 2015 da valledelcedrino

Non so bene chi, o cosa, abbia stravolto,  il mio profilo Facebook.

Sono due giorni che non posso accedere al social network, sicuramente non sarà questo increscioso contrattempo mediatico che rovinerà la mia vita.

So solamente, che la mamma sei cretini è sempre incinta.

 
 
 
Successivi »
 
 






 

INSTALLATO

14 marzo 2011

 

SALVATORE NANNI: POETA.

 

I COMMENTI DI SPORT.

 

E-MAIL

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

Scudo della Rete

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog