Community
 
madame.art
   
 
Creato da madame.art il 02/01/2009

Vernissage

Tutto il bello del mondo. Una galleria virtuale.

 

« *Seduzione femminile »

Triadi

Post n°32 pubblicato il 12 Aprile 2009 da madame.art
 

 

LTRIADE  FEMMINILE
NELLA  MUSICA,  NELL'ARTE,
NELLA  MITOLOGIA,  NELL'IMMAGINARIO  MASCHILE
PARTE PRIMA




I Bagni di Caracalla - Sir Lawrence Alma-Tadema

Il Commento di


Trampolino Tonante 

«Chi ci libererà dei Greci e dei Romani?» Questa l'apostrofe che Jean Marie Clement nel 1800 lanciava in una delle sue Epitres contro l'estetismo neoclassico allora dilagante. Gli teneva bordone, subito dopo la metà dello stesso secolo, il compositore tedesco Jacques Offenbach, il quale una sera, annoiatosi atrocemente per una interminabile e soporifera processione di eroi dell'antichità, alla quale fu obbligato ad assistere, giurò di vendicarsi componendo due famosissime opere, la Belle Hélène e l'Orphèe aux Enfers.

Appena un decennio dopo, nell'Inghilterra di piena epoca vittoriana, Sir Lawrence Alma-Tadema riparava la perdita di memoria del mondo antico illustrando scene di vita nell'antica Grecia e nell'antica Roma. Elaborò con tali parametri opere pervase di "romantico languore e raffinata indolenza". Emergono soprattutto figure femminili dal viso diafano incorniciato da splendide chiome, inserite in ambienti dall'architettura, diremmo pompeiana, come emblemi visivi del sentimento nostalgico del mondo antico.

Il quadro proposto da Madame Art ne è la prova. In primo piano tre splendide figure femminili: una conversazione affabile, una complicità segreta, un rimando inevitabile alla mitologia. Il richiamo suscitato dal quadro è assai allettante e propositivo.

Sarebbe da chiedersi, difatti, per quale ragione, sia nella Mitologia sia nella Letteratura, ma anche in altri campi come le Religioni e la Musica e, a partire inoltre dall'antichità fino ai nostri giorni, ricorra spesso un modulo strutturale elaborato su tre donne, quindi un modulo femminile, nel quale vengono simbolicamente evidenziati i poteri, le caratteristiche, i segni, ad esempio, delle forze della Natura, della memoria del Tempo, del percorso dell'esistenza umana e degli aspetti sovrannaturali.

Sono in genere tre figure femminili organizzate formalmente o, meglio, "specializzate", anche allegoricamente, a compiere determinati interventi oppure a presiedere determinate funzioni della vita o ancora a simboleggiare caratteri e comportamenti di varia natura. Pertanto le caratteristiche peculiari  di questo, che possiamo definire "archetipo" dei vari linguaggi, sono essenzialmente tre: la figura femminile, il numero TRE, il grandissimo potere ad essa attribuito o in alternativa la forte valenza simbolico-allegorica.


L'archetipo della Triade femminile si incontra soprattutto nella Mitologia greca. Vi figurano le
MOIRE, dette anche PARCHE, nate dall'unione incestuosa di Erebo, un'entità cosmogonica preesistente alla Creazione dell'Universo, con la Notte, sua sorella. Alle Moire, rappresentate leggiadramente vestite di bianco, viene attribuito il potere di decidere il Fato degli uomini e forse anche degli Dei. Infatti CLOTO era la Moira che filava il filo della vita, LACHESI colei che lo misurava, ATROPO, la più piccola e la più terribile, colei che lo recideva determinando la fine dell'esistenza: un potere, quindi, veramente immenso. Esiodo, come riporta Robert Graves, narra nella Teogonia che le Moire assegnarono ad Afrodite, (la Venere del mondo romano) un solo comandamento divino, cioè quello di realizzare l'atto d'amore. Ma un giorno Minerva la sorprese mentre tesseva ad un telaio e si lamentò  che costei  tentasse di usurpare le sue prerogative; Afrodite si scusò ma  da allora non alzò più un dito per lavorare.


Il giardino delle Esperidi - Lord Frederick Leighton

Dall'unione di Atlante con Esperide nacquero le tre ESPERIDI: ESPERA, EGLE ed ERITEIDE. Esse vivevano nell'Estremo Occidente del mondo antico e cantando dolcemente erano addette a custodire l'albero delle mele d'oro, posto nel loro giardino. Il Vespro o Vespero, difatti, indica il tramonto ad Occidente del Sole che a sera si tuffa nell'Oceano detto Atlantico, nome derivato da Atlante, il padre, appunto, delle tre Ninfe marine.


Pittore Fiammingo - La Medusa

Le GORGONI, nominate STILO, CURIALE e MEDUSA, erano in origine delle Ninfe marine dall'aspetto bellissimo. Esiodo, ma anche Ovidio nelle Metamorfosi, narra che Atena (era dappertutto!) un giorno sorprese Medusa a far l'amore in uno dei templi dedicati al suo culto, come lo è il Partenone, ad esempio. Fortemente adirata, per vendicarsi tramutò le Gorgoni in mostri alati con gli occhi di fuoco, denti lunghissimi e capelli di serpenti: lo sguardo di fuoco della Medusa, infatti, pietrificava gli uomini finché Teseo riuscì a decapitarla sfuggendo al suo sguardo diretto e guardando l'immagine di lei riflessa in uno specchio.

 


Oreste perseguitato dalle Erinni - William-Adolphe Bouguereau

 

Assai famose nella mitologia sono le tre ERINNI: ALETTO, TISIFONE e MEGERA. Quest'ultima è anche un appellativo molto in voga ai giorni nostri.  Riguardo la loro Origine, Esiodo narra  che Urano, congiuntosi, usando la violenza, con la Terra, generò da questa i Titani.  La Madre Terra per vendicarsi della violenza subita indusse i Titani ad uccidere il loro padre. E così essi fecero. Uno di essi, difatti, sorprese Urano  nel sonno e afferrati i suoi genitali con la sinistra (che da quel momento nelle credenze popolari divenne la mano del malaugurio) glieli recise. Dalle gocce di sangue cadute per terra nacquero le Erinni, ovvero le Furie, deputate a punire i crimini di parricidio e di spergiuro. Grande il potere delle Erinni. Helios, il dio Sole, con il suo occhio rotondo dall'alto del cielo è testimone infallibile di ciò che accade sulla terra. Ma il suo potere è limitato alla sua funzione di dare la luce. Pertanto lui può solo minacciare di non illuminare più la terra; e se decidesse di modificare il suo percorso, le Erinni, senza tardare, lo ricondurrebbero sulla retta via

 


Esiodo e una Musa - Gustave Moreau

 

Nella Mitologia figurano anche le MUSE. Generate dall'unione di Zeus con Mnemosine, in origine erano tre e proteggevano la DANZA, il CANTO e la MUSICA. Successivamente Esiodo estese il loro numero a nove, rifacendosi al Mito che indicava come Zeus avesse amoreggiato con Mnemosine per nove notti. Essendo quindi le nove Muse divenute protettrici di ogni manifestazione del Pensiero, dell'Arte e della Scienza, sono comunque riconducibili ad una struttura triadica.

Un'altra Triade significativa è quella costituita dalle tre ORE. Queste, figlie di Zeus e di Temi, erano divinità minori poste dalla mitologia greca a presiedere, secondo una tradizione, alle dimensioni etiche e politiche delle attività umane sotto i nomi di EUNOMIA (il Buon Governo), IRENE (la Pace) e DIKE (la Giustizia). Secondo un'altra tradizione esse proteggono e celebrano la Natura sotto i nomi di Tallo (la fioritura), Auxo (la Crescita), Carpo  (il Frutto).

 


Dagli esempi riportati, che saranno integrati nel post successivo, da altri ancor più significativi, emerge chiaramente che gli Esseri potenti riguardano esclusivamente l'elemento femminile, mentre è assente del tutto, direi in quello maschile, né vi si scorge alcun sdoppiamento dell'unità o ancor meno una compresenza delle opposte polarità. Si potrebbe affermare che le due facce - femminile e maschile - della simmetria siano situate su due piani opposti, addirittura inconciliabili per le ragioni che vedremo in seguito.


Il Colosseo - Sir Lawrence Alma-Tadema


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

__________________________________


 

ENGLISH VERSION      

__________________________________________

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

robertomostinistradanelboscoasia_doromadonnahorienteilio_2009la.cozzapsicologiaforensegiada81dgl1colucitrampolinotonantesereliberaAgave987maffei2008pensierilungoiltempocafraff
 

___________________________________

Disegno di
Trampolino Tonante 

____________________________________________

 

ULTIMI COMMENTI

AUGURI DI BUON COMPLEANNO HO BISOGNO DI TE PER IMAGE...
Inviato da: trampolinotonante
il 12/04/2014 alle 15:39
 
(Y)
Inviato da: olena63
il 20/09/2013 alle 21:31
 
BUON ANNO 2012... Il nuovo anno arriva senza pretese! Con...
Inviato da: princi2008
il 31/12/2012 alle 14:21
 
Auguri di un eterno arcobaleno: col giallo...
Inviato da: princi2008
il 22/12/2012 alle 07:46
 
Straordinari direi.. Lieto fine settimana, un caro saluto...
Inviato da: princi2008
il 24/11/2012 alle 11:39
 
 
__________________________________

Il suo nuovo sito
e l'ultimo dei suoi lavori:




ROSSO CORALLO

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Il blog di Antonio De Blasi

LE MATITE DELL'ANIMA
e in uno dei siti che lo ospitano



IL RITRATTISTA
_________________________________

 

...........POST CON SCULTURE...........


 
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

FACEBOOK

 
 

 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a
Creative Commons Attribuzione