Un blog creato da ass_ViaPalmieri il 15/08/2009

Via Palmieri

Strada d'Arte

 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

cosa abbiamo realizzato

2008

8 DICEMBRE- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE- MOSTRA MAESTRO MALECORE19/23 DICEMBRE – 29/30 DICEMBRE- NATALE IN VIA PALMIERI . 2° ED-  MOSTRA DEL BIO E DEL DOLCE NATALIZIO- PATROCINIO COMUNE DI LECCE- P.TTA FALCONIERI21 DICEMBRE- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE- S.E. COSMO FRANCESCO RUPPI- ARCIVESCOVO DI LECCE INAUGURA LA MOSTRA DI ICONE DEL MAESTRO ALFREDO SFILIO

 

 
 
 
 
 
 
 

2009

10 FEBBRAIO – CONVEGNO. L’ASTROLOGIA NELL’ANNO DELL’ASTRONOMIA. - CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE-

5-9-10 MAGGIO- CONVEGNO ETIOPIA, STORIA E CULTURA- MOSTRA ICONE ETIPOCHE- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE-

18/24 MAGGIO- MOSTRA- LUIGI CANNONE E LA SUA ARTE- - CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE-

30/31 MAGGIO- MOSTRA-  I COLORI DI GRAZIA RICCARDO-- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE-

4 LUGLIO- NOTTE BIANCA- MOSTRA FOTOGRAFICA -WORKING ROM A CURA DI PAOLO MARGARI- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

24/25/26 AGOSTO- LE TRE NOTTI DI SANT’ORONZO- ARTE SOTTO LE STELLE- EVENTO-

24/30 AGOSTO- BALCONI D’ORIENTE DI MASSIMO MARANGIO- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

19 SETTEMBRE/ 4 OTTOBRE- MOSTRA- IL PITTORE DEGLI OCEANI: ORONZO DE MATTEIS- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE-

11/30 NOVEMBRE- INCONTRI DI PREGHIERA- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

 
 
 
 
 
 
 

prossimamente

11/30 DICEMBRE- NATALE IN VIA PALMIERI 3° ED

13 DICEMBRE/ 6 GENNAIO 2010- UN PRESEPE IN VIA PALMIERI- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

22 DICEMBRE- CERIMONIA- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

2010

8/15 GENNAIO - MOSTRA COLLETTIVA- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

22/24 GENNAIO- MOSTRA PERSONALE DI GRAZIA MARANGI- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

5/12 MARZO- MOSTRA PERSONALE DI GRAZIA RICCARDO- CHIESA SAN GIOVANNI DI DIO- LECCE

 

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

 

 

mostra la fede

Post n°47 pubblicato il 07 Dicembre 2009 da ass_ViaPalmieri

collettiva d'arte dal 4 al 10 dicembre : opere di Maurizio Muscettola- Grabriella Legno- Monica Lisi- Laleh Davoudi

 
 
 

13 novembre: Puglia Fuori Strada

Post n°46 pubblicato il 11 Novembre 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Il Grifone arte contemporanea- Ass. Via Palmieri strada d’Arte

 

Venerdì 13 novembre 2009 h. 18.00

Chiesa San Giovanni di Dio

Via Palmieri, 43

Lecce

 

Presentano

 

Puglia fuori strada (Progedit ed.)

Di Vittorio Stagnani e Corrado Palumbo

 

Introduce Monica Taveri

Intervengono

Riccardo Rella (presidente dello Speleo Trekking Salento)

Prof.ssa Rita De Matteis

Saranno presenti gli autori e l’editore Gino Dato

 

 

Venerdì 13 novembre ancora un incontro interessante nella Chiesa di San Giovanni di Dio (Ex Istituto Margherita). Il libro Puglia Fuori Strada, raccoglie le avventure e le scoperte di Vittorio Stagnani in una Puglia che non è quella delle cartoline e degli itinerari ufficiali, ma la terra dei sentieri e dei tratturi, dei boschi e delle pietraie, delle dune e delle gravine; la Puglia selvaggia che possiamo percorrere a piedi o a cavallo. Dal Gargano, passando per le Murge, dalle gravine della "Civiltà Rupestre", sino alle Serre Salentine, Stagnani, di volta in volta in compagnia dei soci del Cat (Club Amici del trekking) di Bari, di gruppi di cavalieri, di altri viaggiatori, in una semplice passeggiata o escursione, s'è intrufolato dove questa terra risuona ancora di leggende e misteri. Singolari appunti di viaggio sono inoltre i suoi acquerelli che corredano il volume. Dalle pagine scaturiscono emozioni, luci, sapori, personaggi, luoghi e momenti offerti a piene mani. Nel libro, vi è una selezione di notizie storiche, geologiche e architettoniche, paesaggistiche, e curiosità tali da renderlo adottabile, come testo di lettura, nelle scuole. In Appendice, a cura di Corrado Palumbo, una descrizione analitica dei principali Itinerari. Nel corso della serata dia proiezione degli acquerelli che illustrano il libro.

 

Info: lealidipandora@libero.it/ cell. 3395607242

 
 
 

Mostra: Longinos a Lecce presso la Chiesa San Giovanni di Dio

Post n°45 pubblicato il 08 Novembre 2009 da ass_ViaPalmieri
 
Foto di ass_ViaPalmieri

 
Il Grifone Arte Contemporanea

Presenta

LONGINOS: COLORI DELLA SPERANZA

19/25 novembre 2009 h 18,30

Chiesa San Giovanni di Dio

Via Palmieri, 43– Lecce

Si apre il 15 novembre presso la Chiesa San Giovanni di Dio (Ex Istituto Margherita) la mostra dell’artista africano Longinos. La mostra è organizzata dalla Galleria Il Grifone Arte Contemporanea con il Patrocinio e il sostegno della Provincia di Lecce.

Phyllis McDowell sosteneva, nel suo libro Acrylics Workshop, che “I colori hanno un potente effetto sull’animo”.

LONGINOS NAGILA parlando della sua arte spiega: “I miei quadri raccontano sempre le storie delle persone che ho incontrato, le loro lotte quotidiane, le emozioni e i sentimenti. Preferisco l’Impressionismo al Realismo perché il Realismo ha a che fare con la perfezione, mentre l’Impressionismo coi sentimenti, che per me sono piú importanti della perfezione. Scelgo soggetti umani nei miei quadri per via delle loro attività e dinamismo.Dipingo donne per le loro linee curve: movimento e dinamismo; gli uomini sono ‘lineari’ nella forma ed hanno poche attività che non sempre catturano l’attenzione. Uso colori complementari ed analoghi, per giocare con i sentimenti così che lo stato d’animo del dipinto venga poi trasmesso al pubblico che porto in modo differente attraverso l’uso delle trame sulle tele, aggiungendo motivi africani per dar loro il senso d’appartenenza all’Africa. Le mie opere sono il mio archivio storico”

Scheda:

LONGINOS NAGILA Nato a Budalangi, nel Busia District, nel 1986. Nel 1989 la famiglia si trasferisce, per cercare lavoro, a Nairobi. Durante l’infanzia si impegna a modellare bambole con l’argilla scura, abbondante nella stagione delle piogge. Frequenta la scuola elementare alla St. John Informal School, a Korogocho, dove l’interesse per l’arte cresce e frequenta le lezioni di disegno. Quando il governo decide di eliminare il disegno dal piano di studio non smette di disegnare, anche quando entra a Ruaraka High School, si esercita a casa. Successivamente frequenta l’istituto d’arte Buru Buru Institute, facendo come prime materie “disegno e pittura” e “Multi-Media Crafts”.

Inizia a pensare ad una mostra vera e propria nel 2008 e decide di tenerne una in Korogocho – qualcosa che mai era stato fatto prima. La mostra, dal titolo Storie dal Ghetto, la Bellezza dalla Povertà, ha come obbiettivo creare un legame tra differenti generazioni di artisti in Korogocho, incoraggiandone la collaborazione. La mostra mette insieme quattro artisti e un gruppo di musicisti da Korogocho, la band The Hope Raisers Music Group. Sono apparsi in Art Scene, un programma sull’arte di KNT TV (Kenya Television Network, così che gli abitanti di Korogocho hanno avuto l’opportunità durante la mostra di vedere le loro vite su tela in stili diversi. Dopo la mostra LONGINOS è stato invitato dalla BBC World Service per essere uno dei cinque giovani da differenti parti del mondo per discutere in merito ai giovani ed alla loro responsabilità in Have Your Say, su BBC World. Con il tema Bellezza dalla Povertà, hanno dipinto la vita positiva del ghetto. oltre a creare una Consapevolezza dell’Arte nella comunità.  Dice Longinos: “Abbiamo avuto un’opportunità di mostrare alla gente che il Ghetto non è solo sede di criminali o cattivi, ma anche case della creatività che non si possono paragonare alle altre aree. Alla comunità è stata mostrata la bellezza che i Ghetto possiedono e quanta energia si può indirizzare in buoni canali. Questa mostra è stata una rivelazione degli artisti nei Ghetto e per la prima volta che i loro lavori sono stati raccolti e mostrati alla comunità che ha avuto tempo di interagire con gli artisti e che sta lentamente abbracciando l’arte, imparando ad apprezzare, e rispettare, gli artisti….”

Abbiamo intervistato LONGINOS e questo è quello che dice: “A  Korogocho vivono 150.000 persone. Le famiglie abitano in case di 10 piedi per 10 piedi. Questo accade a Korogocho, ma pure in altri bassifondi come Kibera, Mathare e Mukuru. Quello che si può scorgere dall’esterno, guardando verso Korogocho, è povertà e depravazione.

I giovani rappresentano la maggior parte della popolazione vivono da soli, o condividendo una stanza con il resto della famiglia, affrontando la sfida della disoccupazione, della sicurezza e della mancanza delle abilità di base per creare auto-occupazione. A causa dell’alto tasso di disoccupazione giovanile, alcuni si sono arresi ed hanno deciso di dedicarsi al crimine o alla prostituzione. Questo ha portato molti di loro sulla via del crimine e della prostituzione incrementando la morte per AIDS e sotto al fuoco della polizia, Tuttavia, come si dice, alla fine del tunnel c’è sempre la luce

Benché siano dotati artisticamente in molti campi; questi talenti rimangono come tesori nascosti che se portati alla luce possono aiutare nel processo di trasformazione sia individuale che collettivo. Evidente è il problema della mancanza di risorse per assistere i giovani nella scoperta di differenti discipline artistiche da trasformare in fonti di introiti.

Per combattere la mancanza di aiuti da parte delle istituzioni e delle realtà commerciali diversi artisti con vari background si sono uniti per una mostra d’arte di una settimana. Non essendosi mai tenute mostre d’arte a Korogocho l’episodio ha avuto tra gli abitanti la forza di una tempesta. Differenti opere di differenti stili sono state presentate alla mostra, e soprattutto una performance musicale dal vivo di un gruppo musicale di giovani da Korogocho.

organizzazione: Ass. Le Ali di Pandora

Info: monica@galleriailgrifone.it - cell. 3209654542 

 
 
 

Un Presepe per la VIA

Post n°43 pubblicato il 24 Settembre 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

ASSOCIAZIONE “STRADA D’ARTE VIA PALMIERI”

Via Palmieri  53/55- 73100 Lecce

Segreteria: Tel. 328 2206350- mail ass_viapalmieri@libero.it

L’associazione no profit “Strada D’Arte Via Palmieri”, costituitasi nel 2007, che ha come scopo e finalità la promozione e tutela di Via Palmieri di Lecce nonché la valorizzazione e lo sviluppo del centro storico con la creazione di una strada D’Arte dove si coniughino proficue sinergie tra l’arte, i preziosi e originali manufatti artistici e la scenografia di una strada densa di storia.

Da sempre nel Salento la costruzione del presepe è un atto di condivisione sia della famiglia che dell’intera comunità dove passione e legami si rinvigoriscono nel nome della tradizione e dell’identità. Per questa ragione l’associazione Strada D’arte in Via Palmieri, con il patrocinio del Comune di Lecce, indice il 1° concorso nazionale per la progettazione e realizzazione di “Un Presepe per la Via” che vede il Progetto e la realizzazione di un presepe all’interno dello spazio gestito dall’Associazione, per delibera Comunale, Chiesa San Giovanni di Dio sita in Via Palmieri a Lecce.

Per aderire al Concorso “Un presepe per la Via” 1° edizione:

1) La partecipazione al Concorso è libera e gratuita.

2) Il concorso è aperto anche alle scuole di ogni ordine e grado e ad ogni realtà comunitaria e aggregativa.

3) Il concorso è aperto a tutti i cittadini Italiani e stranieri

4) Ogni autore può partecipare con più progetti da inviare, con acclusa scheda di iscrizione, tramite  mail: ass_viapalmieri@libero.it o direttamente a: “Associazione Strada D’arte in Via Palmieri” Via Palmieri 53/54- 73100 Lecce entro il 30 ottobre 2009, intestando “Un presepe per la via”

5) Il progetto scelto sarà realizzato nella Chiesa S Giovanni di Dio, sita in Via Palmieri a Lecce.

6) Ogni autore dovrà garantire la paternità del progetto e dovrà impegnarsi nella realizzazione in loco dello stesso senza pretendere alcun compenso

7) Il progetto sarà valutato secondo i parametri elaborati da una commissione e saranno considerati soprattutto l’originalità dell’idea, la sintonia con la struttura, la scenografia, la prospettiva, la proporzione, la colorazione, il paesaggio e il senso artistico e spirituale che il presepe esprime.

8) Il vincitore sarà premiato con un oggetto artistico, targa e pergamena.

9) I dati personali forniti saranno trattati unicamente per le finalità del concorso

10) Per partecipare al concorso occorre accettare, in ogni sua parte, il presente regolamento

Allegare domanda di iscrizione

Tutte le informazioni utili per partecipare al Concorso presepi sono disponibili sul blog http://blog.libero.it/ViaPalmieri/

Info: Carlo Faiulo 328 2206350

Il presidente

Carlo Faiulo

 

 
 
 

Un Presepe per la VIA

Post n°42 pubblicato il 24 Settembre 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Strada D’arte In Via Palmieri

Via Palmieri 53/54

73100 Lecce

Concorso “Un presepe per la Via” 1° edizione:

Regolamento

1) La partecipazione al Concorso è libera e gratuita.

2) Il concorso è aperto anche alle scuole di ogni ordine e grado e ad ogni realtà comunitaria e aggregativa.

3) Il concorso è aperto a tutti i cittadini Italiani e stranieri

4) Ogni autore può partecipare con più progetti da inviare, con acclusa scheda di iscrizione, tramite  mail: ass_viapalmieri@libero.it o direttamente a: “Associazione Strada D’arte in Via Palmieri” Via Palmieri 53/54- 73100 Lecce entro il 30 ottobre 2009, intestando “Un presepe per la via”

5) Il progetto scelto sarà realizzato nella Chiesa S Giovanni di Dio, sita in Via Palmieri a Lecce.

6) Ogni autore dovrà garantire la paternità del progetto e dovrà impegnarsi nella realizzazione in loco dello stesso senza pretendere alcun compenso

7) Il progetto sarà valutato secondo i parametri elaborati da una commissione e saranno considerati soprattutto l’originalità dell’idea, la sintonia con la struttura, la scenografia, la prospettiva, la proporzione, la colorazione, il paesaggio e il senso artistico e spirituale che il presepe esprime.

8) Il vincitore sarà premiato con un oggetto artistico, targa e pergamena.

9) I dati personali forniti saranno trattati unicamente per le finalità del concorso

10) Per partecipare al concorso occorre accettare, in ogni sua parte, il presente regolamento

 
 
 

Concorso Un Presepe per la VIA

Post n°41 pubblicato il 24 Settembre 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

  

Scheda di iscrizione

 

 

Cognome___________________________________________Nome________________________________________

 

Ente/Associazione/Scuola/___________________________________________________________________________

(eventuale)

 

Indirizzo _________________________________________________________________________________________

 

Recapito telefonico_________________________________________________________________________________

 

Recapito E_mail___________________________________________________________________________________

 

Sinossi del progetto_________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

(In allegato progetto)

 

 

Data _____________________________________________Firma__________________________________________

 

 Si informa che i dati personali forniti saranno trattati unicamente per le finalità del concorso

 

 
 
 

info

Post n°40 pubblicato il 24 Settembre 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Carissimi,

si riaprono le iscrizioni per aderire all'Ass. Strada d'arte via G. Palmieri. Accorrete ad iscriverVi ;)) per informazioni rivolgersi a Carlo Faiulo 328 2206350

 
 
 

Il Teatro dei Burattini di Alice Michol Pietroforte

Post n°39 pubblicato il 25 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

25,26 agosto

p.tta Panzera

ore 21.00

Alice Michol Pietraforte presenta: Il teatro dei burattini

 

ALICE MICHOL PIETROFORTE

Burattinaia formatasi presso il "Granteatrino Casa Di Pulcinella" di Bari.

Autrice, regista, animatrice di spettacoli di Teatro di Figura:

"Il Principe Infarinato", che conta più di quattrocento repliche

"Il Mulino segreto", spettacolo nato all'interno di un laboratorio nell'ambito di un progetto sulla legalità;

"La strana storia di Peppino il Burattinaio", spettacolo per attori e burattini, incentrato sul tema dell'ecologia.

"Una fantastica bugia" breve performance con burattini, con la musica originale del pianista Braian Guerra.

Si esibisce e ha partecipato a rassegne dedicate all'infanzia, festival di artisti di strada e di Teatro di Figura, manifestazioni pubbliche e private, scuole e nei reparti pediatrici.

Specializzata nella creazione e nella conduzione di laboratori creativi per bambini, laboratori teatrali, di costruzione

ed animazione di burattini, di lettura creativa, di giocoleria, pittorico-artistici.

E' anche pittrice, illustratrice, attrice e cantante. 

"IL Principe Infarinato"

Il vecchio re Spartaco è disperato perché l'unica figlia che ha, la dolce Rosetta, è innamorata di un giovane fornaio del paese Beppe.

Beppe l'ha conquistata con la sua gentilezza, a suon di serenate, con  calde pagnotte che impasta pensando a lei, fra mille sospiri.

Purtroppo il re è allergico ai poveracci, vuole che sua figlia sposi un ricco principe.

Sembra che il desiderio del re stia per essere esaudito quando da un paese lontano giunge a corte un ricchissimo principe, il Principe Fetecchia...

Beppe viene a sapere che il re aveva cercato per anni una sfera tutta d'oro, un'oggetto preziosissimo di cui narravano antichi racconti ma  neanche il più valoroso dei suoi cavalieri era riuscito a trovarla.

Decide così di tentare l'impresa e di partire alla ricerca della sfera, è l'unica speranza che gli rimane. 

Salutata Rosetta, si mette in viaggio con il suo aiutante Briciola.

La principessa riesce a farsi promettere dal re che chiunque ritrovi la sfera, diventerà suo sposo.

Sfortunatamente anche Fetecchia viene a conoscenza dell'oggetto prezioso e della promessa fatta da Rosetta.

Riuscirà il nostro caro Beppe a trovare la sfera prima di Fetecchia?

Uno spettacolo divertente fra baguette e filoni... fra principesse e stegoni!

 
 
 

PROGRAMMA

Post n°38 pubblicato il 19 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

24 agosto

Ore 19,00 - mostra - Ricordanze” di Monica Taveri, Ilenia Durante, Ambra Biscuso - Galleria Il Grifone- Via Palmieri

Ore 19,00 - mostra -Tra Tormento e sentimento” di Enzo Gruosso - Galleria Bludicielo Via Euippa, 5

Ore 19,00 - mostra -“Balconi d’Oriente” di Massimo Marangio - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 19,30 - Artisti di strada - Murga percussioni e danza - Partenza porta Napoli in itinere fino a via Palmieri

Ore 20,00 - estemporanea - Artisti in_azione Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Oronzo De Matteis, Mario Donno, Antonio Esposito, Chekos’art, Bruno Lala, Andrea Laudisa, Gianluca Macari, Massimo Marangio, Gianfranco Margiotta, Maria Gabriella Marra, Maurizio Muscettola, Orodè,  Alessandro Ortona, Papes, Mimino Profilo,  Monica Taveri - Via Palmieri

Ore 20,30 - libri - Paolo Rausa con “L’ombra della sera” di Fernando Rausa - Galleria Bludicielo- Via Euippa, 5

Ore 20,30 - body paint- Daniela Cecere Andrea Laudisa  - p.tta Panzera

Ore 21,00 - jam session - Stefano Caputo e Gabriele Muja Chitarra pianoforte - P.tta Panzera

Ore 21,30 - jam session - Antonio Frisino - P.tta Falconieri

Ore 21,30 - jam session - Checco Leo - Chitarra flamenco - Inizio via Palmieri

Ore 22,00 - performance -Stanze Sonore” con Ruggio Luisa Congedo Dario - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

 

25 agosto

Ore 19,00 - mostra - Ricordanze” di Monica Taveri, Ilenia Durante, Ambra Biscuso - Galleria Il Grifone- Via Palmieri

Ore 19,00 - mostra -Tra Tormento e sentimento” di Enzo Gruosso - Galleria Bludicielo Via Euippa, 5

Ore 19,00 - mostra -“Balconi d’Oriente” di Massimo Marangio - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 19,30 - Artisti di strada - Murga percussioni e danza - Partenza porta Napoli in itinere fino a via Palmieri

Ore 20,00 - estemporanea - Artisti in_azione: Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Oronzo De Matteis, Mario Donno, Antonio Esposito, Chekos’art, Bruno Lala, Andrea Laudisa, Gianluca Macari, Massimo Marangio, Gianfranco Margiotta, Maria Gabriella Marra, Maurizio Muscettola, Orodè,  Alessandro Ortona, Papes, Mimino Profilo,  Monica Taveri Via Palmieri

Ore 20,30 - body paint - Daniela Cecere e Andrea Laudisa - p.tta Panzera

Ore 20,30 - libri - Paolo Rausa presenta “L’ombra della sera” di Fernando Rausa - Galleria Bludicielo Via Euippa, 5

Ore 21,00 - jam session - Checco Leo - Chitarra flamenco - Inizio via Palmieri

Ore 21,00  - Il teatro dei burattini di Alice Michol Pietroforte- p-tta Panzera

Ore 21,00 - jam session - Stefano Caputo e Gabriele Muja Chitarra pianofort - P.tta Panzera

Ore 21,30 - Performance - Aqva et focu: androgenia creativa dell’essere di Mirko Gabellone - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 21,45 - libri - Federica Ventola legge “Il canto delle sirene” di Maria Corti - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 22,00 - libri - Giuseppe Conte e L’olio della Poesia Non finirò mai di scrivere sul mare - con Giuseppe Conte - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 22,30 - libri - Giuseppe Conte “Luoghi. E sogni dispari” - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 23,00 - performance – Psicho- reading - Manieri Massimiliano- Galleria Il Grifone

 

26 agosto

Ore 19,00 - mostra -Ricordanze” di Monica Taveri, Ilenia Durante, Ambra Biscuso - Galleria Il Grifone- Via Palmieri

Ore 19,00 - mostra -Tra Tormento e sentimento” di Enzo Gruosso - Galleria Bludicielo Via Euippa, 5

Ore 19,00 - mostra -“Balconi d’Oriente” di Massimo Marangio - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 19,30 - Artisti di strada - Murga percussioni e danza - Partenza porta Napoli in itinere fino a via Palmieri

Ore 20,00 - estemporanea - Artisti in_azione: Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Oronzo De Matteis, Mario Donno, Antonio Esposito, Chekos’art, Bruno Lala, Andrea Laudisa, Gianluca Macari, Massimo Marangio, Gianfranco Margiotta, Maria Gabriella Marra, Maurizio Muscettola, Orodè,  Alessandro Ortona, Papes, Mimino Profilo,  Monica Taveri - Via Palmieri

Ore 21,00  - Il teatro dei burattini di Alice Michol Pietroforte- p-tta Panzera

Ore 21,00 - libri-Leggibile” del Laboratorio di scrittura creativa Liceo Classico P. Colonna Galatina - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 21,00 - jam session - Checco Leo - Chitarra flamenco - Inizio via Palmieri

Ore 21,15 - performance- Nel Nome del Silenzio” di Lorenzo Augusto Prete - p.tta Panzera

Ore 21,30 - libri - “La tana del Polpo” di Roberto Valentini” - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Ore 21,30 - jam session - Stefano Caputo e Gabriele Muja - P.tta Panzera

Ore 22,00 - performance -Fur ewig 2” con Elio Coriano - p.tta Panzera

Ore 22,30 - performance - La notte dei silenzi vv. 407/408 Officina della Parola -  p.tta Panzera

Ore 22,45 - performance - Tarantolata con Anime bianche - p.tta Panzera

 
 
 

libri- Maria Corti letta da Federica Ventola

Post n°37 pubblicato il 19 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

 Federica Ventola legge “Il canto delle sirene” di Maria Corti -

Ore 21,45

Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Prima raffigurate nell'antica Grecia come uccelli rapaci con testa e bionda chioma di donna, poi dal Medioevo in avanti come donne a coda di pesce, le sirene sono da sempre con insidioso canto simbolo della seduzione intellettuale. Nei quattro episodi del libro, che vanno dai remoti tempi omerici all'oggi, Maria Corti illumina quella strana avventura di seduzione per cui "Sirene e naviganti si desideravano reciprocamente". Gli esiti sono fabulosi, drammatici o ironici, tutti conditi da un sottile chiacchierio delle Divine. Prefazione di Cesare Segre.

 
 
 

performance: Lorenzo Augusto Prete

Post n°36 pubblicato il 18 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Nel Nome del Silenzio” di Lorenzo Augusto Prete -

Ore 21,15

p.tta Panzera

 
 
 

L'angolo d'Autore: Roberto Valentini “La tana del polpo”

Post n°35 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Roberto Valentini “La tana del polpo” Il racconto tragicomico di una dissoluzione familiare

26 agosto ore 21,30

Chiesa San Giovanni di Dio

Laureato in Italianistica a Bologna, Roberto Valentini è l'ideatore di Carlo Castelli il giornalista detective protagonista di alcuni romanzi ambientati in provincia di Modena. Nel 2008 ha pubblicato Scimpru (Dario Flaccovio Editore) con protagonista e tematiche differenti.

 
 
 

L'angolo d'autore:Paolo Rausa L’ombra della sera

Post n°34 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri

 Paolo Rausa

L’ombra della sera di Fernando Rausa

Art gallery blu di cielo

24/25 agosto

ore 20,30

Fernando Rausa (1926-1977) nasce nel Salento, a Poggiardo, dove è vissuto sempre tranne la parentesi di lavoro in Argentina. Autodidatta, animato da una forte sensibilità sociale, ha avuto sempre la passione per la scrittura che si è tradotta nella pubblicazione di quattro libri di poesie.

 
 
 

Poesia: Giuseppe(Peppino) Conte “Luoghi. E sogni dispari”

Post n°33 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri

Luoghi e sogni dispari. Giuseppe Conte- di Antonio Errico

 

Poi un giorno o l’altro si arriva sempre al punto in cui si comincia a domandarsi che senso hanno avuto le parole, a  che cosa sono servite tutte quelle parole che sono costate notti d’insonnia, scommesse perdute in partenza con le immagini che passavano dentro gli occhi e non si fermavano.

Allora, a quel punto, ci si chiede che cosa si è riusciti a dire mettendo una dietro l’altra le parole, a volte in versi, a volte in prosa, non importa, a volte con felicità, a volte con disperazione, senza indulgere mai, senza rinunciare, tentando l’azzardo di una metafora, l’apparente semplicità di una favola.

A quel punto, quando le domande cominciano a bussare forte e a pretendere risposte con concetti semplici, con espressioni chiare, si prende consapevolezza che il tempo del gioco – ingenuo e bellissimo – con le parole si è concluso. A quel punto si comprende che bisogna pretendere dalle parole tutto quello che possono dare. Niente di meno ma neanche niente di più. Che dalle parole si deve pretendere onestà. Che onestà bisogna restituire. Prima di ogni cosa. Più di ogni cosa.

Questo pretende Giuseppe Conte con il suo libro di versi intitolato “Luoghi. E sogni dispari” (Edizioni del pescecapone, 2008). S’impone che le sue parole abbiano l’onestà di confessare che ci sono cose che non è possibile dire: certe sensazioni, emozioni, certi trasalimenti, certi stupori, certi stordimenti, certi ricordi. Che, per esempio, l’amore non si può raccontare: la sua dolcezza, i suoi furori, i tentativi di rivolta, qualche tensione verso il disamore, tutto quello che si riesce a strappare al tempo e che dal tempo viene strappato, giorno per giorno. La poesia, per Conte, è un nodo che si stringe tra la propria dimensione dell’essere e la dimensione dell’essere di un altro, di chiunque in qualche modo ci riguardi, abbia con noi una relazione determinata dal senso che si attribuisce ai gesti, agli sguardi, agli accadimenti consueti o inconsueti, alle fortune e alle sfortune, a ciascun istante di ogni giorno. Giuseppe Conte sa perfettamente che una poesia si può scrivere soltanto dopo aver vissuto, oppure mentre si vive. Sa che così dev’essere e che quando accade che sia diversamente, la poesia è soltanto un artificio, un coccio di bottiglia, un miserevole imbroglio.

Questo libro di Giuseppe Conte è accompagnato da due interpretazioni che ne rivelano acutamente i motivi essenziali , i moventi primari: una nota critica – definita pensiero – di Giovanni Pellegrino e un’immagine di copertina di Carlo Bevilacqua.

Pellegrino individua con chiarezza e precisione i nuclei tematici di fondo e le tracce semantiche più marcate della poetica di Conte; individua ,peraltro, il legame con il paesaggio e lo struggente desiderio di altrove, “ un contrasto drammatico che lega Conte al novecento poetico salentino”; Bevilacqua- che frequentando la bottega del padre Fernando ha imparato che fotografia e poesia hanno la stessa matrice - simbolizza nelle dita che grattano la pietraia il lavoro di ogni facitore di versi.

Conte riconferma il suo passo poetico leggero, l’andamento narrativo, una elaborazione testuale che privilegia i passaggi graduali, la consequenzialità dei movimenti del discorso, la struttura sorvegliata, il lessico accurato. Ribadisce i temi della necessità della memoria e dell’urgenza della parola poetica, la sua insostituibile complicità, il suo costituirsi come condizione fondante di ogni agire e di ogni pensare.

Per Conte la poesia è una sublimazione del tempo: un verso solo può comprendere innumerevoli storie, può essere il procedimento che coagula la molteplicità delle esperienze, che mette in relazione la realtà delle cose e la loro finzione, la percezione della finitudine con l’illusione dell’infinito, il passato e il presente che si rappresentano con le loro analogie e le loro differenze, l’emozione e la ragione che consentono di confondere o di discernere, il sogno di ogni giorno con l’insonnia di tutta la vita. La poesia è il trabiccolo che porta il poeta lontano e che poi lo riporta al punto da cui è partito, una fantasticheria che gli regala un cuore di carta che “ prende fuoco col primo respiro del sole”, un mazzo di carte taroccate per far vincere chi non accetta la sconfitta, “ ma che mette da parte quando incontra uno che sceglie/ l’arcobaleno”.

 
 
 

Poesia:G iuseppe Conte- Non Finirò mai di scrivere sul mare

Post n°32 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Vincitore dell'OLIO della Poesia 2009

Giuseppe Conte (Porto Maurizio , Imperia, 15 novembre 1945) è uno scrittore e un poeta italiano.

Nato da madre ligure e da padre siciliano, Giuseppe frequenta a Porto Maurizio la scuola elementare e quella media dimostrando presto un particolare interesse, oltre che per la geografia e l'astronomia, soprattutto per la musica.

Frequenta in seguito il "Ginnasio-Liceo De Amicis" ad Oneglia dove nascono i primi interessi letterari. Si esercita in questi anni alle prime traduzioni dall'inglese, compone i primi versi, alcune opere teatrali e la bozza di un romanzo sullo stile di Laurence Sterne che, insieme ad Omero, Shakespeare, Goethe, Foscolo e Shelley, hanno una particolare rilevanza nella sua prima formazione.

Legge con passione le opere di Mallarmé, di Baudelaire, di D.H. Lawrence e di Henry Miller e inizia a sentire il desiderio di diventare scrittore.

Nel 1962 si reca a Parigi e a Londra e fa l'esperienza di frequentare una scuola estiva di inglese a Bath dove risiede presso una famiglia.

Nel 1964, dopo aver ottenuto la Maturità classica, si reca nuovamente a Parigi e nell'autunno si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia presso l'Università statale di Milano e risiede in un pensionato per studenti a Sesto San Giovanni.

Nel 2006 vince con Ferite e rifioriture il Premio Viareggio sezione poesia

 

 
 
 

Performance: Officina della Parola

Post n°31 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Officina della parola (Ambra Biscuso, Daniela Cecere, Rosanna Gesualdo, Andrea Laudisa, Masssimiliano Manieri, Luca Nicolì, Ivan Serra)

Ore 22,30 - performance - La notte dei silenzi vv. 407/408 Officina della Parola -  p.tta Panzera

 
 
 

Performance: Luisa Ruggio Dario Congedo

Post n°30 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Luisa Ruggio Dario Congedo

24/08/009 h 22,00/23,30

Chiesa S. Giovanni di Dio

Stanze sonore”
Luisa Ruggio – Dario Congedo
(Reading musicale in duo)

Luisa Ruggio (giornalista e scrittrice)
Dario Congedo (drums, electronics)

“Stanze sonore”, il progetto ispirato al secondo romanzo di Luisa Ruggio, “La nuca” edito da ControLuce, propone la fusione tra il suono acustico delle percussioni del musicista Dario Congedo e il reading estemporaneo, per voce dell’autrice, dei brani tratti dall’ultimo capitolo del libro ispirato alla vita immaginaria dell’alchimista di Soletum, Matteo Tafuri, astronomo e letterato.
Sullo sfondo la proiezione del suggestivo cortometraggio ispirato all’opera.

Luisa Ruggio: giornalista e scrittrice, vive e lavora a Lecce, firma la direzione della Sezione Cultura per il Tg8, editorialista per importanti testate giornalistiche e riviste letterarie, webmaster del laboratorio di scrittura on-line “Dentro Luisa” in cima alla classifica dei blog più letti d’Italia, tiene seminari sulla scrittura creativa in tutta Italia. Ha scritto saggi sul cinema e la psicanalisi editi da Manni. “Afra” il suo primo romanzo, edito da Besa, ha vinto tre premi letterari ispirando il lavoro teatrale “Pescatori” dell’attrice lombarda Carmen Piga e una retrospettiva danzata per la Biennale di Venezia 2007, Sezione Coreografi, diretta da Ismael Ivo.

 
 
 

Performance: Massimiliano Manieri

Post n°29 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Psicho-reading

di

Manieri Massimiliano

25/08

ore 23.00

Galleria Il Grifone

Psycho Reading. Meccanica dell'ascolto in condizioni inusuali, a cura di Massimiliano Manieri autore/performer dall'originale mood espressivo. L’appuntamento alle 20.00, a Noci, Palazzo della Corte per una serata futurista-connettivista all'insegna della vitalità creativa che pone l'accento sulle nuove forme di sperimentazione poetica. La direzione artistica è affidata al giovane autore Antonio Natile, già noto per la riuscitissima manifestazione poetica estiva "Sempre nuova è l'alba".

Massimiliano Manieri è poeta di lungo corso, oramai, fidato ed affidabile nello scoccare della lingua, che s’affina e trova le giuste “penne” per farsi. Certo la biro è desueta ma crediamo non abbandonata del tutto, il Pc, la telecamera, le diavolerie digitali insomma, gli sono più congeniali nel dovere di mischiare col e nel corpo ogni istante che l’attraversa.
Se lo vedi camminare in abiti “borghesi” già t’accorgi del suo calibro. Un dandy!? Forse, come a voler stabilire una priorità di stile? Di costruzione? Di sapienza? Oculato performer, questo si, lo possiamo affermare con certezza. Nulla dato al caso, al deboradre del segno, al vuoto dovere! Egli crea con la voce e col silenzio, nella fretta e nell’attesa, nel divenire e nello sprofondo della pausa. Prolifico crea, se guardate bene in questa pagina compare in tre eventi. E in altri l’abbiamo segnalato, giorno dopo giorno. Inesausto! Canto, recitativo, in solo e in coro, grandi doti di un equilibrismo creativo che sa quali corde e in quali e per quali risorse agire.
(m.m.)

 
 
 

Performance: Mirko Gabellone

Post n°28 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri
Foto di ass_ViaPalmieri

Gabellone Mirko

Performance

25/08/ 21,30

Chiesa S. Giovanni di Dio

Aqva et focu: androgenia creativa dell’essere 

Un dì nella notte dei tempi aqva e focu  erano un tutt’uno, un unico essere ancestrale, un equilibrio che si ardeva fino alle ceneri nella passione del fuoco e che si rigenerava nella fluidita’  vitale dell’acqua.

Ma la mal saggezza di un dio minore, di un dio discorde volle spezzare quest’equilibrio folgorati dalla disillusione del non essere piu un’unicita’  cercarono di re-entrare in fusione

Ma la vana collisione tra i due esseri, fatta di versi d’acqua e di fuoco, non fara’ altro che marcare l’unicita’ dei due,  unici e divisi, opposti nell’eternita’

 

 
 
 

performance Daniela Cecere Andrea Laudisa

Post n°27 pubblicato il 17 Agosto 2009 da ass_ViaPalmieri

Daniela Cecere Andrea Laudisa body paint

p.tta Panzera

24/25 agosto

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

ATTENZIONE ATTENZIONE

La Chiesa di San Giovanni di Dio, in Via Palmieri, è disponibile anche come spazio espositivo per artisti emergenti, convegni, e seminari.

 
 
 
 
 
 
 

ISCRIZIONE

Carissimi,

si riaprono le iscrizioni per aderire all'Ass. Strada d'arte via G. Palmieri. Accorrete ad iscriverVi per informazioni rivolgersi a Carlo Faiulo 328 2206350

 

 
 
 
 
 
 
 

ARTE SOTTO LE STELLE

ARTISTI PARTECIPANTI

Performance poetico_visive con: Anime Bianche (Bianca Berloco, Daniela Bray, Erica Rizzo,Luigi Marra), Artisti di Strada Murga percussioni e danza, Body Paint con Daniela Cecere ed Andrea Laudisa, le azioni poetiche di: Elio Coriano, Mirko Gabellone, Massimiliano Manieri, Officina della Parola (Ambra Biscuso, Daniela Cecere, Rosanna Gesualdo, Andrea Laudisa, Masssimiliano Manieri, Luca Nicolì, Ivan Serra), Orodè, Alice Michol Pietroforte, Lorenzo Augusto Prete, Luisa Ruggio e Dario Congedo

L’angolo d’Autore con: Giuseppe Conte, Giuseppe (Peppino) Conte, Paolo Rausa, Roberto Valentini, Federica Ventola

Nel corso della serata saranno letti Brani da “Leggibile” testo del Laboratorio di scrittura del Liceo Classico Colonna Galatina

 
 
 
 
 
 
 

ARTE SOTTO LE STELLE

Mostre: “Ricordanze” di Monica Taveri, Ilenia Durante, Ambra Biscuso - Galleria Il Grifone- Via Palmieri

           Tra Tormento e sentimento” di Enzo Gruosso - Galleria Bludicielo Via Euippa, 5

            Balconi d’Oriente” di Massimo Marangio - Chiesa S. Giovanni di Dio - Via Palmieri

Artisti in_azione: Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Oronzo De Matteis, Mario Donno, Antonio Esposito, Chekos’art, Bruno Lala, Andrea Laudisa, Gianluca Macari, Massimo Marangio, Gianfranco Margiotta, Maria Gabriella Marra, Maurizio Muscettola, Orodè, Alessandro Ortona, Papes, Mimino Profilo, Monica Taveri

Jam session con: Stefano Caputo, Gabriele Muja, Antonio Frisino, Checco Leo

 
 
 
 
 
 
 

SI SONO AGGIUNTI: GRAZIA SPINELLI

Frequenta l'Istituto D'Arte G. Palmieri di Lecce. Ha partecipato a estemporanee

 
 
 
 
 
 
 

SI SONO AGGIUNTI: MARIA GABRIELLA MARRA

La pittura ?"E' più forte di me "  -dice Maria Gabriella Marra-"Mi costringe a dipingere quello che vuole".Accade così che quest'artista solitaria e orgogliosa delle propie origini,veda nella pittura "la sintesi delle cose" della vita in tutte le sue manifestazioni, lasciandosi trasportare dai suoi oggetti e dalle atmosfere della sua tavolozza esattamente come farebbe un romanziere con i suoi personaggi. ( Viviana  Luzzato)                                                                                                                    

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

emanuela.demitrifrancartoemideusgeotaskaldo.liberatoreelisabergaminopipptrincheramaryrezacatamo105paola.bove79mau1063arnold.aEchoMarcelalias7900dolphinsweet74
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom