Creato da W_Kurtz il 28/05/2008

Clandestino

Mi vida va prohibida dice la autoridad

 

 

« La Verità che ricordavoApe regina del business »

Imbrocchiamola

Post n°10 pubblicato il 08 Settembre 2008 da W_Kurtz
Foto di W_Kurtz

di Manuela Cartosio

Bere l'acqua del rubinetto, invece della minerale in bottiglia, è un atto di educazione civica. Da insegnare nelle scuole. Tornando tra i banchi, gli scolari di Desio troveranno una novità: brocche, una ogni quattro alunni, piene di ottima acqua del rubinetto. L'iniziativa è promossa da «Brianzacque», l'azienda che gestisce la rete idrica della Brianza. In futuro, promette l'azienda, sarà estesa alle scuole di ogni ordine e grado dei 52 comuni della futura provincia di Monza-Brianza. Per tranquillizzare qualche mamma iperapprensiva, l'Asl farà periodici controlli sulla qualità dell'acqua distribuita nelle brocche e per certificare la pulizia dei contenitori. Il fine dell'iniziativa è duplice: sensibilizzare i ragazzi all'uso consapevole e responsabile di un bene comune, convicerli a smetterla con la minerale.
Liscia o gasata, è inutilmente costosa e inquinante, perché prima viaggia per centinaia di chilometri sui tir e poi riempie le discariche di plastica. Solo il 5% dell'acqua messa in rete da Brianzacque è utilizzata per bere o cucinare. E' verosimile che la media nazionale sia analoga: siamo un popolo di gran bevitori di minerale, a tutto vantaggio delle multinazionali dell'acqua in bottiglia. Nel 2007 in Italia sono stati imbottigliati 12 miliardi di litri di acqua minerale. Per quantità assoluta siamo il quinto maggior consumatore di acqua minerale al mondo, ma sale al terzo posto (dopo Emirati Arabi e Messico) per consumo pro capite (in media ogni italiano ciuccia 202 litri di minerale l'anno).
Si riferiscono al 2006, ma restano validi, i dati contenuti nel dossier «Un paese in bottiglia» diffuso da Legambiente lo scorso marzo, in occasione della Giornata mondiale dell'acqua. Il rapporto censisce 189 fonti attive e 304 marche di acque minerali che generano un volume d'affari di 2,2 miliardi di euro. I canoni che le industrie pagano alle Regioni per attingere l'acqua minerale alle fonti si aggirano sui 3-5 centesimi ogni mille litri: non bastano neppure a coprire i costi sostenuti dagli enti pubblici per smaltire le bottiglie pet che sfuggono alla raccolta differenziata. Solo il 35% delle bottiglie di plastica va al riciclaggio (ci sono forti dubbi che una parte finisca comunque sottoterra). Sapendo che per produrre un chilo di pet (polietilene tereftalato) servono circa due chili di petrolio, è possibile stimare l'impatto ecologico delle sole bottiglie di plastica. Nel 2006 in Italia sono state utilizzate 350 mila tonnellate di pet, con un consumo di 665 mila tonnellate d petrolio e un'emissione di gas serra di circa 910 mila tonnellate di CO2 equivalente. Più difficile (ma basta un'occhiata alle autostrade piene di tir carichi di bottiglie) stabilire l'inquinamento prodotto dal trasporto su gomma dell'acqua minerale.
Solo il 18% delle bottiglie viaggia sui treni. I consumatori babbioni pensano che l'acqua in bottiglia sia più sicura dell'acqua del rubinetto. Convinzione rafforzata da un marketing martellante, fatto di raffiche di spot con testimonial famosi e messaggi pubblicitari sul filo dell'inganno. Solo in pubblicità l'industria dell'acqua in bottiglie investe 370 milioni l'anno. Dispongono di risorse assai più scarse le campagne di varie associazioni a favore dell'acqua «del sindaco». Una, lanciata da Legambiente e Altroconsumo, si chiama «Imbrocchiamola» ed è rivolta a ristoranti e bar perché servano ai clienti acqua corrente.
L'iniziativa brianzola porta le brocche nelle scuole. Con la speranza che i ragazzi conquistati all'acqua del rubinetto disintossichino i genitori che si fanno di minerale.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ventasunlumelara.lori07coscritti84W_Kurtzanima.e.carneosm0siirishroseh_lunaanimula.blandulaaquilafenice
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom