Community
 
Whilky
   
 

ArcheoWeb

Archeologia, ambiente e territorio: news, informazioni, discussioni, risorse, viaggi.

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 
immagine 
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

NON BUTTARE MAI NULLA IN MARE!

 

ArcheoWeb

 

ARCHEOCLUB D'ITALIA

Archeoclub d’Italia è una associazione culturale che rappresenta un grande movimento di opinione pubblica al servizio dei beni culturali e ambientali.
Le molteplici attività di volontariato che si articolano in assoluta conformità alle esigenze sempre diverse dei Comuni italiani, pongono Archeoclub d’Italia in primo piano assoluto tra le associazioni di settore e lo rendono il luogo naturale di aggregazione per tutti coloro che hanno a cuore il futuro del nostro grande patrimonio culturale.

Vai al sito internet: www.archeoclubitalia.it

 

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

immagineIl nuovo Ministero per i Beni e le Attività Culturali, istituito nell'ottobre 1998, riunisce diverse competenze nel settore della cultura, dello spettacolo, della tutela del paesaggio e della vigilanza sugli organismi sportivi.

immagine

Vai al sito internet: www.beniculturali.it

 

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ARCHEOLOGI

L’Associazione Nazionale Archeologi è una associazione professionale senza fini di lucro che intende riunire e rappresentare gli archeologi operanti in Italia per promuovere e tutelare gli interessi di una categoria fin troppo bistrattata, facendo sentire alle istituzioni forte la presenza e la voce delle migliaia di archeologi che ogni giorno nel nostro paese operano nei settori più vari per la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico italiano.

Vai al sito internet: www.archeologi.org

 

RISORSE BIBLIOGRAFICHE ON-LINE

immagine

L'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (ICCU ) assume il compito di catalogare l'intero patrimonio bibliografico nazionale.

Questo obiettivo è oggi perseguito grazie ad una strategia di forte cooperazione tra le biblioteche. Risultato di tale cooperazione è la realizzazione del Servizio Bibliotecario nazionale (SBN), la rete informatizzata di servizi nazionali alla quale sono collegate biblioteche dello Stato, degli Enti locali e delle Università, che contribuiscono alla creazione del catalogo collettivo nazionale in linea gestito dall'Istituto.

Vai al sito internet: www.iccu.sbn.it

 

UNIVERSITÀ DI MACERATA

Dipartimento di Scienze Storiche e Archeologiche dell'Antichità

il Dipartimento è sorto nel 1995 dalla fusione di due precedenti Istituti, quello di Archeologia e quello di Storia Antica, dei quali ha fatto proprie, continuandole, alcune iniziative di ricerca.

Vai al sito internet: www.unimc.it/web_9900/prov_dip/archeol/Dipa_arc.htm

 

AMNESTY INTERNATIONAL

immagineAmnesty International è un’organizzazione non governativa indipendente, una comunità globale di difensori dei diritti umani, fondata nel 1961 dall’avvocato inglese Peter Benenson, che lanciò una campagna per l’amnistia dei prigionieri di coscienza. Conta attualmente quasi due milioni di soci, sostenitori e donatori in più di 140 paesi. La Sezione Italiana di Amnesty, costituitasi nel 1975, conta oltre 80.000 soci.

Vai al sito: www.amnesty.it

 

EMERGENCY

immagineEmergency è un'associazione italiana indipendente e neutrale.
Emergency offre assistenza medico - chirurgica gratuita e di elevata qualità alle vittime civili delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.
Emergency promuove una cultura di solidarietà, di pace e di rispetto dei diritti umani.
Vai al sito: www.emergency.it
 

Webcounter

 
 

 

« Essere archeologoProfessionisti nei Beni ... »

Eccezionali ritrovamenti ad Orvieto

Post n°155 pubblicato il 02 Settembre 2008 da Whilky
 
Foto di Whilky

Più di un'importante scoperta segna la campagna di scavo 2008 di Campo della Fiera, ad avvalorare sempre più l'ipotesi che si tratti realmente del luogo scelto dagli Etruschi per la localizzazione del Fanum Voltumnae, il grande santuario della loro Dodecapoli. "Nomino un luogo importante, non nomino il Fanum – ha detto con una legittima punta di provocazione la Prof.ssa Simonetta Stopponi, direttrice degli scavi (nella foto seduta al computer), nel concludere la sua relazione per la presentazione ufficiale dei risultati - Se gli scettici ancora ne dubitano ci dimostrino il contrario".


Il ritrovamento più sensazionale è senza dubbio quello di un magnifico busto marmoreo, sotterrato a seguito di una damnatio memoriae, non distrutto forse proprio per la sua bellezza, ma sistemato con estrema pietas con il capo appoggiato a un cuscino di pietra, quasi desiderando e prefigurando il futuro rinvenimento dei posteri. Secondo l'ipotesi messa a punto dal Prof. Filippo Coarelli, illustre etruscologo, attraverso una serie di esclusioni e deduzioni, si tratta con ogni probabilità di un busto dell'imperatore Geta, figlio di Settimio Severo e fratello minore dell'imperatore Caracalla, ucciso e colpito da damnatio il 27 febbraio dell'anno 212. Il ritratto, dunque, dovrebbe essere stato eliminato e nascosto nei primi giorni del marzo 212, per riaffiorare oggi, a quasi duemila anni di distanza, nel suo prezioso splendore. Ad avvalorare l'ipotesi, oltre a varie supposizioni che fanno identificare il busto per un personaggio giovane della dinastia dei Severi, il fatto che sembra somigliare all'unica effigie di Geta che possediamo, quella appena decifrabile su una moneta. Per il resto, la scoperta di Orvieto (nella foto successiva) è quanto mai sensazionale, proprio perché di Geta non esiste alcun ritratto marmoreo originale.

Molti e quanto mai significativi gli altri ritrovamenti archeologici, tutti di epoca romana perché ormai appartenenti allo strato più superficiale dello scavo: anche questo, secondo la Prof.ssa Stopponi, un significativo indizio scientifico verso l'avvaloramento del Fanum, in quanto abitualmente i Romani cancellavano i luoghi di culto degli Etruschi e invece, in questo caso, una volta deportati gli Etruschi a Volsini, proprio per l'importanza del luogo ne avrebbero continuato la frequentazione. A testimoniarla, anche quest'anno sono stati ritrovati numerosi reperti di uso votivo: vasi autoctoni, bronzetti, vasi greci, basamenti di altari, un basamento con pernio per una grande statua, volti sereni di antefisse e una maschera più inquietante di Gorgone (nella foto che segue), mosaici. Queste evidenze si aggiungono a quelle notevolissime degli anni scorsi, come ad esempio il basamento di un grande edificio nella parte meridionale dello scavo, un altare etrusco di larghe dimensioni, altri altari etruschi su pavimenti evidentemente bruciati da sacrifici votivi, una grande fontana circolare con gocciolatoio a forma di testa di leone, frammenti statuari in marmo greco, matrici di antefisse: tutti reperti che avvalorano l'ipotesi di un luogo di culto molto importante, nato nel VI secolo a. C. e frequentato, come dimostra il ritrovamento della Chiesa di San Pietro in Vetere, fino all'età medievale.

Di grande rilievo in questa campagna 2008, oltre al già citato busto della prima età imperiale, il ritrovamento di 214 monete romane che raffigurano i magistrati monetari, tra cui una con un ritratto di Augusto, poste in uno scrigno di fronte a un altare di cui era già stata ritrovata la pietra forata che serviva da coperchio. Preziose e rare, infine, le iscrizioni etrusche rinvenute, tra cui un hapax che sembra alludere al padre degli dei e dunque, per estensione, al Dio a cui il fanum era dedicato.



Indipendentemente dalle lunghe e forse ormai oziose diatribe sul Fanum, il grande sito di Campo della Fiera, in cui le indagini archeologiche sono in corso dal duemila, conferma il suo indubbio rilievo: ben tre ettari di assoluto spessore archeologico, che come ha sottolineato nell'odierna conferenza stampa la Dott.ssa Mariarosaria Salvatore, Soprintendente per i Beni Archeologici dell'Umbria, andranno restaurati, valorizzati e offerti alla fruizione all'interno del già costituito Parco Archeologico di Orvieto e dell'Orvietano. Impegno, questo, che è stato assunto dal Prof. Giuseppe Della Fina, in duplice veste di etruscologo e assessore ai Beni Culturali. Della Fina ha infatti informato che si andrà a ratificare il decollo del Parco nel prossimo Consiglio Comunale di settembre e che la Prof.ssa Stopponi, appassionata protagonista di tanti ritrovamenti orvietani a partire dallo scavo di Cannicella iniziato nel '77, sarà membro del Comitato scientifico del PAAO.

Il sentito ringraziamento della Sovrintendente Dott.ssa Salvatore e della Prof.ssa Stopponi è andato al Monte dei Paschi di Siena, primo e importante sponsor degli scavi condotti dall'Università di Macerata, al Comune di Orvieto e alla Comunità Montana per la collaborazione, a tutti gli archeologi che da tempo affiancano la Professoressa nella direzione dello scavo, ai numerosi studenti delle Università italiane e straniere che in questi anni hanno prestato la loro opera negli stage di scavo estivi per portare alla luce questo notevole patrimonio. Un particolare ricordo è andato infine a Francesco Satolli, il giovane archeologo medievalista orvietano recentemente scomparso, appassionato protagonista di tante campagne estive. A lui è stata dedicata la campagna di scavo 2008, con il lungo, sentito e commosso applauso che ha concluso, con l'intervento di numeroso pubblico, la presentazione.

Fonte: Orvietonews

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: Whilky
Data di creazione: 15/12/2006
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
immagine 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

elia.tagliaviafaidametommasoconidipaola1965ptepnaporesinart2006deltarosso16g_dimarzioarcheo1989mia_posta2009covragiorgiogerrysalviilenia.diacofrancesca.dimagottuso.angela
 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 41
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Whilky
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 36
Prov: MC
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
immagine
 

IN PRIMA LINEA PER DIFENDERE LA NATURA

Il World Wide Fund for Nature è la più grande organizzazione mondiale dedicata alla conservazione della natura. Grazie al supporto di quasi 5 milioni di persone, lavora incisivamente in quasi 100 paesi. In oltre 40 anni di attività, ha contribuito alla tutela degli ambienti naturali più minacciati della Terra e alla salvaguardia di molte specie animali a rischio di estinzione. Il WWF Italia è una organizzazione che, con l'aiuto dei cittadini e il coinvolgimento delle imprese e delle istituzioni, contribuisce incisivamente a conservare i sistemi naturali in Italia e nel mondo.

immagineVai al sito internet: www.wwf.it

 

GREENPEACE

immagine

Con quasi tre milioni di sostenitori in 160 paesi, Greenpeace è uno dei più grandi movimenti ambientalisti del mondo.  Si ispira ai principi della nonviolenza; è indipendente da qualsiasi partito politico; non accetta aiuti economici né da governi né da società private e si finanzia esclusivamente con il contributo di singoli individui che ne condividono gli ideali e la missione.

Vai al sito internet: www.greanpeace.it

 

LIPU

immagine

"Non possiamo fare a meno della natura, in nessun modo.
La nostra stessa salute dipende dalla qualità dell'ambiente, l'aria, l'acqua e il cibo sono fondamentali per noi come per tutti gli esseri viventi.
Per questo la LIPU ha deciso di intervenire con forza per progettare, insieme a tutti coloro che la sostengono, un futuro diverso dove la natura recuperi il suo ruolo insostituibile.
Lo scopo della nostra associazione è quello di realizzare azioni concrete per difendere la natura selvatica e tutte le creature che vi abitano, con particolare attenzione nei confronti degli uccelli che fungono da ottimi indicatori ambientali."
 
 

Vai al sito internet: www.lipu.it 

 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Blog-Show la vetrina italiana dei blog!

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom