Zacinto mia

Ciò nonostante ognuno, se non proprio felice, almeno non è infelice. E tira avanti.

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 37
 

 

LA POLITICA DEL FIGLIO UNICO

Post n°400 pubblicato il 09 Febbraio 2018 da Oxumare81

Il ginecologo ha detto a mia moglie che la sua fertilità è piuttosto scarsa e probabilmente andrà presto in menopausa. Nessuna novità. Queste cose sono spesso ereditarie e sua mamma ha avuto lo stesso problema. Abbiamo anche fatto fatica ad avere nostro figlio per cui, due anni dopo, la situazione non può essere che peggiorata. Il ginecologo sostiene che, senza il ricorso alla fecondazione assistita, non rimarrà incinta un'altra volta. 

Subito mia moglie ha detto che vuole ricorrere a questa tecnica per avere un altro figlio. Mi sono sentito messo alle strette e non mi piace. Il ginecologo non mi deve dire cosa devo o non devo fare. Ha detto cose ovvie. Secondo me non si può escludere a priori un concepimento naturale. Mai dire mai. E poi io non voglio tornare a due, tre anni fa quando abbiamo fatto un primo tentativo di fecondazione assistita, visite continue, ansie, esami del sangue, sempre aggrappati alla speranza, prima della fecondazione, poi dell'attecchimento, poi della mia prosecuzione della gravidanza, salvo poi scoprire che si era interrotta naturalmente. Ci siamo rivolti ad un altro centro, ci facevano avere rapporti quando dicevano loro, esami un giorno sì è uno no da loro, alla fine la fecondazione assistita e la gravidanza che ha portato a nostro figlio. Ho accettato perché eravamo senza figli e rischiavamo di restarlo. Ora un figlio lo abbiamo e ne siamo molto felici. Perché tornare in quel vortice di ansia, medici, esami, dove nulla è naturale per una cosa che dovrebbe essere naturale? Io vorrei un altro figlio, ma naturalmente. Un figlio non è un diritto, se viene, bene, altrimenti, me ne faccio una ragione. Ho già un figlio che mi rende felice. 

Mia moglie ha obiettivo che, rifiutando di fare la fecondazione assistita, decido anche per lei, che invece vorrebbe farla subito. Mi dispiace che se la prenda così, ma è più forte di me, non ce la faccio a tornare indietro. 

 
 
 

PENSARE A SE STESSI

Post n°399 pubblicato il 23 Gennaio 2018 da Oxumare81

L'altro giorno mia moglie s'è messa a leggere col tablet a letto la mattina presto e io le ho chiesto di non farlo perchè non riuscivo a prendere sonno. Non l'avessi mai detto! Mi ha accusato di pensare solo a me stesso.

Proprio io, che praticamente non ho hobby e, quando torno dal lavoro, sto a casa la sera e non ho mai un momento per me? Proprio io che esco sempre con lei? Proprio che le sono stato vicino quando si è ammalata, che l'ho accompagnata al lavoro per un anno prima di entrare in ufficio? Proprio io che ho accettato la sua scelta di licenziarsi?

Se l'è presa anche con sua mamma perchè ieri aveva un impegno ma lei non poteva tenere il bimbo. Ha commentato che sua madre non l'aiuta abbastanza, che pensa solo a se stessa. Forse, se dice la stessa cosa per due persone diverse, pretende un po' troppo?

Ma preferisco lasciar correre, già ho i miei problemi al lavoro, dove mi sento poco valorizzato, mia nonna non sta bene in questi giorni e anche la cagnolina ha un grosso problema alla schiena.

 
 
 

BUON ANNO

Post n°398 pubblicato il 15 Gennaio 2018 da Oxumare81

All'inizio di ogni anno ci si fa sempre gli auguri. Si fanno ancora al 15 gennaio? Spero di sì!

L'anno non è iniziato nel migliore dei modi. Io, che non mi ammalavo mai, sono stato male subito dopo Natale e anche la scorsa settimana. Starò invecchiando! D'altra parte ci tengo a rientrare presto al lavoro perchè ho tanto da fare e a casa mi annoio. Non ho proprio nulla da fare. Rientrando in ufficio, però, mi ritrovo addosso i consueti malumori e il clima di rancore e invidia. E' troppo chiedere un lavoro sereno, disinteressato, dove non ci sono gelosi ed arrivisti? So già che è troppo e dovrò adattarmi per altri 30 anni. Tra poco è il 18 gennaio. Chissà cosa succederà il 18 gennaio del 2018? In quella data nel 2016 avevo firmato il provvedimento di assegnazione come responsabile dell'ufficio di Brescia, nel 2017, esattamente un anno dopo, è uscito l'ordine di servizio che lo chiudeva e restavo a bocca asciutta. Tremo al pensiero di cosa succederà quest'anno.

Mia sorella continua a fare la gelosa e ieri ha litigato con mio fratello, rinfacciandogli un po' le stesse cose che aveva detto a me un mese fa. Almeno con me pare che le cose vadano meglio, ma non si può ogni volta aver paura della reazione della propria sorella. Non si può stare attenti a cosa si fa o non si fa. Non si può il giorno di Natale continuare a guardare l'orologio nella speranza che la giornata finisca il prima possibile e si possa tornare a casa propria.

 
 
 

2017 ADDIO

Post n°397 pubblicato il 29 Dicembre 2017 da Oxumare81

Tra poco più di due giorni potrò dire addio al 2017. A questo punto dell'anno mi capita di fare un bilancio di quello che mi è successo. 

Mio figlio, il dono più bello del 2016, cresce, grazie a Dio sta bene. In compenso, in quest'anno il lavoro non mi ha dato praticamente nulla. Sono rientrato a Milano, ma con un ruolo meno qualificante rispetto a quello che avevo a Brescia. Non ho ottenuto ciò che mi era stato promesso. Possono dare la colpa a risorse umane, a progetti più ampi di riorganizzazione, ma avrebbero potuto darmi almeno il premio a fine anno. Invece niente. Silenzio totale dai parrucconi di Roma. Chiusi nel loro palazzo a far nulla, centinaia di dirigenti super pagati che se ne fregano di noi che lavoriamo. Oltretutto mia moglie non se l'è sentita di ritornare al lavoro. So che probabilmente sarebbe stata male come nel 2014, ma non so se, come quando è quale altro lavoro troverà. Non ho totalmente digerito questa decisione. Speriamo che il 2018 porti novità positive, ma per me è per lei, soprattutto in ambito lavorativo. 

 
 
 

BUON NATALE

Post n°396 pubblicato il 24 Dicembre 2017 da Oxumare81

È Natale ogni volta che sorridi ad un fratello e gli tendi la mano. 

È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare l'altro. 

È Natale ogni volta che non accetti quei principi che relegano gli oppressi ai margini della società. 

È Natale ogni volta che speri con quelli che disperano nella povertà fisica e spirituale. 

È Natale ogni volta che riconosci con umiltà i tuoi limiti e la tua debolezza. 

È Natale ogni volta che permetti al Signore di rinascere per donarlo agli altri. 

(beata madre Teresa di Calcutta) 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Oxumare81
Data di creazione: 13/08/2007
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

peppino.loiaconoIltuocognatinoamorino11NarcysseOxumare81Profiloattivoamoon_rha_gaioRoHarLuansa007vita1954ccamilla077annamercolinoslavkoradictheblackshiversRavvedutiIn2
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom