Un po' di noi...

Libri, articoli e altro di Andrea e Daniela

 

I NOSTRI LIBRI

- Caro amico ti ho ucciso (NOVITA' 2016)

- Milano criminale (NUOVA EDIZIONE AGGIORNATA, 2015)

* * * * * * * * * * * * * * *

- I 100 delitti di Milano (2014)

* * * * * * * * * * * * * * *

- I personaggi più malvagi della storia di Milano (2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Milano giallo e nera (2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Gli attentati e le stragi che hanno sconvolto l'Italia (2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Le famiglie più malvagie della storia (2011, II edizione)

* * * * * * * * * * * * * * *

- 101 personaggi che hanno fatto grande Milano (2010)

  

* * * * * * * * * * * * * * *

- Il grande libro dei misteri di Milano risolti e irrisolti (2006, III edizione)

 

* * * * * * * * * * * * * *

- Milano criminale (2005,  esaurito)

 

Per maggiori dettagli, vai al Tag Libri e pubblicazioni

 

I LIBRI DI DANIELA

- La vita che non c'è ancora (2015)

- Le grandi donne di Milano (2007, II edizione)

  

- L'eterno ritorno, un pensiero tra "visione ed enigma" (2005)

 

I LIBRI DI ANDREA

I grandi delitti italiani risolti o irrisolti (NUOVA EDIZIONE AGGIORNATA, 2013)

* * * * * * * * * * * * * * *

- Bande criminali (2009) 

* * * * * * * * * * * * * * *

 

- I grandi delitti italiani risolti  o irrisolti (2005, esaurito)

 

* * * * * * * * * * * * * * *

 

 - La sanguinosa storia dei serial killer (2003, esaurito)

 

 

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lo.stracciacuoribianco_e_nero1accorsiferroil_pablopsicologiaforenseSpettaCheArrivoStolen_wordslaeternaaliasnovelubopoFanny_WilmotPedro1977mc964gesu_risortoannunz1
 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

 

Infanzia, Saggese (Lista Maroni) in Consulta del Garante

Post n°1958 pubblicato il 29 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

"Tutelare i minori coinvolti in separazioni conflittuali"

«Accolgo la nomina di componente della Consulta del Garante dell’infanzia come un riconoscimento all’attività svolta in Consiglio regionale sulle tematiche riferite ai genitori separati con figli minori»: il consigliere regionale del Gruppo “Maroni Presidente” Antonio Saggese commenta così la sua designazione odierna nella commissione consultiva del Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Lombardia.
«Il 50% dei casi segnalati al Garante dell’infanzia di Regione Lombardia – ricorda Saggese – riguarda minori coinvolti nei procedimenti di separazione conflittuale dei genitori e nelle difficoltà di questi ultimi a relazionarsi con i servizi sociali. Ritengo che questo sia più che sufficiente per affermare la necessità di intervenire con strumenti capaci di ridurre la conflittualità e sviluppare percorsi indirizzati alla mediazione. Il mio auspicio – aggiunge il consigliere regionale della Lista Maroni – è quello di poter contribuire a stimolare misure e interventi che riducano lo stato di malessere dei minori e dei loro genitori quando si interfacciano con i servizi di assistenza sociale e giungere a spendere meglio i 130 milioni di euro che oggi mantengono - dietro l’allontanamento dai loro cari - molti di questi minori presso le comunità e case-famiglia lombarde, quando basterebbe lasciarli presso le loro famiglie con l’ausilio di una assistenza anche di natura domiciliare nei casi eccezionali».

 
 
 

"Puliamo il mondo", Toia: grazie ai volontari presenti sull'Olona

Post n°1957 pubblicato il 26 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

"L'inquinamento del fiume è anche una questione di senso civico"

«Grazie e complimenti a chi questa mattina era presente. Iniziative come questa non possono che trovare il mio pieno appoggio e sostegno. Un plauso agli “Amici dell’Olona” e ai volontari che, oggi ma non solo, dedicano il proprio tempo alla pulizia e alla rimozione di tutto quello che altri lasciano nell’alveo del fiume e sulle sponde limitrofe»: Carolina Toia, consigliere regionale del Gruppo “Maroni Presidente”, ringrazia così quanti hanno aderito a Legnano all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo”.
«Pensare che durante le operazioni di pulizia siano stati recuperati, tra pannolini e scarti di ogni genere, anche una Vespa e un aratro mi lascia senza parole – prosegue Carolina Toia –. È chiaro dunque che il problema dell’inquinamento dell’Olona - alla risoluzione del quale stiamo lavorando in Regione da ormai tre anni, con l’approvazione di una risoluzione ad hoc e lo stanziamento di fondi destinati al risanamento del fiume - non riguarda solo gli scarichi che rilasciano sostanze e scorie inquinanti nelle acque, bensì anche l’educazione (meglio, la maleducazione) dei singoli cittadini, che senza buon senso e rispetto civico alcuno, sporcano e inquinano liberamente e deliberatamente quanto invece dovrebbe essere rispettato, custodito e protetto».
«Ben vengano dunque mattinate come questa – conclude la consigliere regionale della Lista Maroni – che sensibilizzano la popolazione, la avvicinano al fiume ed educano al rispetto per il nostro ambiente».

 
 
 

Lombardia, approvato Programma regionale della mobilità e dei trasporti

Post n°1956 pubblicato il 22 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Daniela Maroni: pianificazione e progettazione a beneficio di tutti gli utenti

«Oggi siamo a un giro di boa importante, che guarda alla mobilità condivisa e sostenibile, con l’impegno di Regione Lombardia a rendere i trasporti più fruibili in sicurezza sia in ambito di revisione del materiale rotabile sia nel comparto viabilistico, contesto pedemontano e metropolitano, dove opereremo con attività di manutenzione, ripristino più efficace e creazione di nuovi itinerari. Obiettivo: evitare le attuali, frequenti congestioni e perdite di tempo, con ricadute negative in termini economici e ambientali». Il Consigliere segretario Daniela Maroni (Gruppo “Maroni Presidente”) commenta così l’approvazione in Consiglio regionale del Programma della mobilità e dei trasporti.
«Con questo provvedimento, dopo ben 30 anni, riprendiamo il discorso sulla progettualità della mobilità e dei trasporti in Lombardia – sottolinea Daniela Maroni –. Entrando nell’ambito specifico del territorio comasco, si rende indispensabile, in un’ottica di sostenibilità ambientale, rendere maggiormente appetibile la linea ferroviaria Como-Lecco, un asse ferroviario che se ben organizzato, oltre a mettere in comunicazione i due capoluoghi, potrebbe connettere in maniera sinergica anche la città di Erba. Sarebbe un volano economico per tutta l’area attraversata dalla linea ferroviaria, oltre a contribuire a ridurre il traffico su gomma privato, con un conseguente beneficio anche in termini di qualità dell’aria. L’asse ferroviario Como-Lecco, in connessione con Erba e coordinato con TPL su gomma, favorirebbe un miglior utilizzo da parte dei pendolari (lavoratori e studenti) decongestionando le strade dell’area».
«In ambito stradale – prosegue il Consigliere segretario di Regione Lombardia – sarebbe opportuno rivedere le logiche di promozione dell’utilizzo della tangenziale di Como, gravata oggi da un pedaggio elevato che ne connota uno scarso utilizzo e una conseguente inefficace sostenibilità economica; tutto questo, insieme al differimento del secondo lotto della tangenziale, complica ulteriormente la situazione viabilistica generale di tutta l’area comasca».
«La Regione – conclude Daniela Maroni – si farà parte attiva nell´indirizzare gli Enti locali verso una pianificazione e progettazione a favore di una mobilità proattiva, a beneficio di tutta l´utenza generale, ma favorendone una migliore fruizione per le persone anziane, i passeggeri a mobilità ridotta e i passeggeri disabili, garantendo inoltre un accesso migliore all´infrastruttura».

 
 
 

Liceo Cavalleri di Parabiago, Toia (Lista Maroni): promessa matenuta

Post n°1955 pubblicato il 20 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

"Studenti già nelle aule, impegno continua per lavori esterni"

«La promessa che abbiamo fatto a marzo è stata mantenuta: i lavori, riavviati dopo anni di interruzione, sono stati ultimati nei tempi previsti e la città di Parabiago può finalmente disporre di una struttura moderna, all’avanguardia, che sia in grado di accogliere al meglio gli studenti del suo liceo». È quanto sottolinea Carolina Toia, Consigliere regionale del Gruppo Maroni Presidente, dopo il sopralluogo da lei svolto questa mattina con la senatrice Laura Bignami nella sede del Liceo Scientifico, Linguistico e delle Scienze Umane “C. Cavalleri” di Parabiago (Mi), inserito alla fine degli anni Novanta in un progetto di ampliamento fermatosi per lungo tempo, prima della sospirata ripresa dei lavori avvenuta la scorsa primavera.
«Il bilancio del sopralluogo di oggi è molto positivo – rimarcano Carolina Toia e Laura Bignami –. Le aule sono state ultimate in tempo per l’inizio del nuovo anno scolastico e i ragazzi hanno già potuto cominciare a farvi lezione. Si tratta già di un gran risultato se si pensa a tutti i problemi del passato e ai conseguenti disagi legati all’illuminazione, agli infissi, alle tapparelle, ai servizi igienici. Rimangono da completare soltanto i lavori all’esterno della struttura, previsti entro la fine di ottobre».
«Da parte nostra – aggiunge la Consigliere regionale della Lista Maroni – continueremo a monitorare il cantiere fino alla completa ultimazione dei lavori, come abbiamo fatto seguendoli passo dopo passo in questi anni. Nell’attesa, esprimiamo la nostra soddisfazione per aver contribuito in maniera costruttiva a sbloccare il cantiere a distanza di ben 17 anni dalla sua apertura, in seguito agli incontri avuti con la Città Metropolitana e con l’azienda vincitrice dell’appalto. Un impegno perseguito nell’interesse primario dei ragazzi e dei docenti: è giusto e doveroso che dispongano di una sede e di strumenti adeguati per svolgere al meglio le lezioni».

 
 
 

Coppa Bernocchi, Toia (Lista Maroni): vetrina eccezionale per Legnano

Post n°1954 pubblicato il 19 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

"Grande giornata di sport, orgoglio ed emozioni"

«Anche quest’anno la Coppa Bernocchi ha rappresentato per Legnano una straordinaria vetrina di portata mondiale. La manifestazione non ha tradito le attese, regalando emozioni a quanti hanno seguito la gara. Posso dirmi a ragione fiera e orgogliosa, e come me tutti i legnanesi, di appartenere a questa città nel giorno in cui diventa teatro di un evento sportivo così rilevante». Carolina Toia, Consigliere regionale legnanese del Gruppo “Maroni Presidente”, commenta con queste parole la 98.a edizione della corsa ciclistica, competizione sia pre-mondiale che pre-europea, svoltasi a Legnano (Mi).
«La Lombardia si conferma terra del grande Ciclismo e palcoscenico ideale per i campioni di questo sport – riprende Toia –. Come da tradizione, la mitica Bernocchi ha richiamato migliaia di appassionati sportivi, e non solo, sulle strade di Legnano, da dove è partita e dove i corridori hanno tagliato il traguardo. Ancora una volta, il contributo offerto da Regione Lombardia al Trittico lombardo, per il quale ringrazio il presidente Roberto Maroni e l’assessore allo Sport Antonio Rossi, si è rivelato prezioso e utile per promuovere il nostro territorio a livello nazionale e internazionale, esercitando un forte richiamo su di esso, con un conseguente, significativo indotto sotto il profilo turistico».
«In conclusione – aggiunge Carolina Toia – ritengo doveroso fare i miei complimenti per questa grande giornata di sport alle società sportive che organizzano la corsa, in particolare al presidente e ai soci dell’Unione Sportiva Legnanese, e naturalmente al vincitore Giacomo Nizzolo».

 
 
 

Trasporti, Brenno (Co) inaugura green station per mobilità sostenibile

Post n°1953 pubblicato il 15 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Daniela Maroni: "Volàno di crescita per importante tratta Como-Lecco"

Cultura, storia e un po’ di curiosità: sono gli ingredienti che hanno portato alla realizzazione della green station del sentiero Pedemonte ferrovia Como-Lecco, un itinerario che ripercorre la storia del territorio lariano. Alla serata di presentazione – questa sera alle 19 a Brenna (Co) – ci sarà anche il Consigliere Segretario della Regione Lombardia Daniela Maroni che, da oltre un anno, lavora sul progetto di mobilità della tratta considerando il tragitto un asse strategico di comunicazione.
«Siamo partiti più di un anno fa con l’amministrazione di Alzate Brianza e coinvolgendo poi tutte le altre che gravitano attorno al tracciato – spiega Daniela Maroni –. L’incontro di oggi è una conferma che oltre al normale traffico pendolare, la tratta può e deve servire anche l’utenza turistica. In questo ambito abbiamo da poco attivato una sinergia con altri soggetti proprio per dare vita a un progetto di attrattività del territorio in chiave turistico-storico-culturale. Un piano di attrattività integrata del territorio potrebbe far crescere nei numeri l’utenza turistica, con conseguente maggiore domanda di posti treno: un fattore, questo, che darebbe lo spunto per sollecitare maggiori investimenti sulla tratta, che è un collegamento importante tra i due capoluoghi, caratterizzati da un elevato pendolarismo. L’incremento dell’offerta di trasporto pubblico su ferro sarebbe un incentivo alla mobilità sostenibile con conseguente riduzione della mobilità individuale e dell’inquinamento, a tutto vantaggio della qualità di vita e dell’aria del nostro territorio. Questa linea ferroviaria – conclude il Consigliere Segretario – potrebbe rappresentare per il territorio un volano di crescita in termini economici».

 
 
 

Trasporti, sì unanime in Lombardia a mozione per piano strategico su mobilità elettrica

Post n°1952 pubblicato il 08 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Toia (Lista Maroni): Regione diventi capofila nella mobilità sostenibile

«La Lombardia deve diventare la regione capofila nella mobilità sostenibile»: è quanto auspica Carolina Toia, consigliere regionale del Gruppo “Maroni Presidente” e prima firmataria della mozione per lo sviluppo di un piano strategico per la mobilità elettrica, approvata oggi all’unanimità dal Consiglio regionale.
«Pochi giorni fa il presidente americano Obama ha annunciato al G20 in Cina la ratificazione da parte degli Stati Uniti e della Cina dell’accordo di Parigi sul clima: l’accordo segnerà un punto di svolta per il nostro pianeta – osserva Carolina Toia –. La mozione, scritta con l’ausilio del collega Antonio Saggese e con il prezioso contributo di esperti in materia, riprende in maniera concreta la missione che Parigi ha tracciato. La lotta all’inquinamento non può ridursi al mero blocco del traffico quando si superano i limiti di legge per le emissioni atmosferiche, o all’introduzione di “ticket di ingresso” nelle maggiori città, ma passa attraverso investimenti legati a piani infrastrutturali, secondo una seria e lungimirante strategia volta ad incentivare la realizzazione e l’utilizzo di mezzi di trasporto sostenibili».
«A differenza di altri Paesi europei, l’Italia è ancora arretrata in tema di politiche e strategie collegate alla mobilità sostenibile – prosegue la consigliere della Lista Maroni –. La Lombardia, “motore dell’Europa”, deve diventare un esempio virtuoso e concreto di mobilità sostenibile, nonché la regione capofila, anche in considerazione del fatto che di recente la Giunta regionale ha approvato le linee guida sull’infrastruttura di ricarica elettrica. Con questa mozione si vuole stimolare la Giunta a sviluppare un piano strategico a medio/lungo termine per la mobilità elettrica e per il futuro della politica dei trasporti pubblici e privati della Lombardia, che possa divenire impulso per la nostra economia e che investa nella sua globalità il trasporto su gomma. Ringrazio – conclude Toia – tutti coloro che hanno contribuito alla stesura della mozione, dagli esperti alle associazioni ambientaliste, da Class Onlus a GreenLandMobility, per avere contribuito a dare alla mozione un contenuto propositivo e pragmatico».

 
 
 

Scuola, Daniela Maroni incontra l'assessore Aprea

Post n°1951 pubblicato il 07 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

"Rapido intervento per le cattedre scoperte nel Comasco"

Non solo attenzione alle cattedre, ma anche a una serie di servizi complementari quali il trasporto dei ragazzi e dei bambini disabili: è quanto emerso dall’incontro tra il Consigliere Segretario Daniela Maroni (nella foto) e l’assessore regionale all’Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina Aprea sulle criticità nelle scuole comasche. A giorni, è stato annunciato, l’Ufficio scolastico regionale interverrà per cercare di porre rimedio ai problemi emersi.
«La scuola di qualità è sicuramente una priorità per Regione Lombardia e non può essere un provvedimento del Governo a bloccare un sistema che, ad oggi, ha funzionato in modo eccellente – commenta il Consigliere segretario Daniela Maroni –. Oggi però il problema da affrontare è molto serio e, come sempre, a pochi giorni dall’apertura delle scuole non sembra trovare soluzione. Questa mattina ho incontrato l’assessore Aprea che mi ha assicurato tempi rapidi per l’assegnazione dei fondi per il trasporto degli studenti disabili. Un passo importante per aiutare e sostenere le famiglie».
L’altro problema è quello degli insegnanti mancanti. «Non possiamo arenarci sul fatto che mancano i docenti e non è una sola questione di assegnazioni di cattedra – continua Daniela Maroni –. La scuola deve dare certezze e assicurare un buon risultato perché gli studenti di oggi saranno gli imprenditori e i professionisti di domani. Valentina Aprea mi ha assicurato che si mobiliterà per intervenire e incontrare i responsabili dell’Ufficio scolastico regionale per cercare di porre rimedio a questo problema nel minor tempo possibile. Una rassicurazione per le decine di famiglie che potranno riacquistare un po’ di serenità e sperare che già da lunedì l’allarme docenti sia rientrato».

 
 
 

Vigili del Fuoco volontari esclusi dal terremoto del Centro Italia

Post n°1950 pubblicato il 06 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Magoni (Lista Maroni): "Risorsa fondamentale, vengano integrati in seconda fase di intervento"

«Spero che il mancato coinvolgimento dei vigili del fuoco operativi nei distaccamenti volontari sia esclusivamente imputabile ad una presenza già massiccia del corpo in quelle zone. Altrimenti non comprenderei le ragioni per le quali sono stati esclusi operatori che hanno ampiamente dimostrato di saper svolgere quei compiti in modo impeccabile». È il commento di Lara Magoni, Consigliere regionale del Gruppo Maroni Presidente, a margine della richiesta di chiarimenti pervenuta qualche giorno fa dal Vicepresidente nazionale dell’Associazione italiana dei vigili del fuoco volontari, Rolando Fagioli, in merito all’esclusione del gruppo dai primi interventi nelle zone del Centro Italia colpite dal terremoto.
«Siamo ben consapevoli – precisa Lara Magoni – che in questo caso si tratti di un’emergenza molto diversa rispetto a quella dell’Aquila, con numeri di sfollati sicuramente inferiori. Dopo la circolare dello scorso 25 agosto ad opera del Comandante generale ai singoli distaccamenti, nella quale si prevedeva l’aggregazione di due soggetti volontari nelle colonne mobili, un po’ tutti si attendevano un adeguamento a tale informativa. Ad oggi, invece, dal dipartimento non vi sono state indicazioni in tal senso».
«Sono sicura – continua la Consigliere regionale bergamasca – che si sia trattato solo ed esclusivamente di una questione organizzativa e che verrà riconosciuto l’importante apporto di questi gruppi volontari, che già lavorano su tanti fronti distinguendosi per dedizione e professionalità. Ritengo che il loro contributo possa andare ad aggiungersi allo straordinario lavoro che stanno compiendo gli operatori già presenti in quelle terre e che, senza sosta, stanno dimostrando una professionalità d’intervento esemplare sotto gli occhi di tutti».

 
 
 

Sospensione trasporto pubblico in montagna, interrogazione in Regione

Post n°1948 pubblicato il 05 Settembre 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

Magoni: "Situazione inaccettabile, chi vi abita merita rispetto non chiacchiere"

«Ho vissuto in prima persona i disagi che hanno affrontato i cittadini e i turisti che hanno deciso di trascorrere le loro vacanze sulle nostre montagne. È inaccettabile che ancora una volta si registrino situazioni imbarazzanti, degne di un Paese che non può definirsi civile. Il servizio di trasporto è un biglietto da visita fondamentale e la garanzia della sua offerta deve rappresentare un principio imprescindibile per tutti». È il duro commento di Lara Magoni, Consigliere regionale del Gruppo Maroni Presidente, prima firmataria di un’interrogazione urgente sostenuta da maggioranza e opposizione al Pirellone che sarà discussa martedì prossimo in Aula, sul le criticità subite dal trasporto pubblico locale di montagna nella provincia di Bergamo.
«In questi mesi la situazione, già penalizzata durante tutto l’anno – precisa la Magoni – è peggiorata ulteriormente creando ancor più disagi senza la garanzia neanche di servizi minimi, soprattutto nelle giornate di maggior flusso turistico. Il tutto a discapito dell’intero indotto economico che già con fatica tenta di rialzarsi date le avverse condizioni di crisi degli ultimi anni. Nonostante gli enormi sforzi di Regione Lombardia, i tagli del Governo centrale stanno creando ciò che temevamo già da qualche tempo: una totale paralisi che vede un servizio di trasporto pubblico ridotto all’osso in alcune aree montane. Tutto questo con l’avvicinarsi dell’anno scolastico, nel quale numerosi studenti non vedono garantita una loro giustizia sociale».
«Desidero ringraziare i tanti sindaci, penso al sindaco di Selvino solo per citarne uno – continua la vice-campionessa del mondo di sci – che in queste settimane, nonostante gli esigui bilanci comunali, hanno cercato di garantire almeno un servizio minimo a proprie spese. Chiederò al Consiglio regionale che venga garantita una somma specifica, all’interno del contributo elargito, da destinare esclusivamente al trasporto pubblico di montagna. Prima delle tante e importanti progettualità turistiche – conclude Lara Magoni – dobbiamo garantire ai nostri cittadini un servizio degno di potersi definire dignitoso».

 
 
 

Carceri, Fanetti (Lista Maroni): approvati in assestamento di bilancio importanti provvedimenti per i detenuti della Lombardia

Post n°1947 pubblicato il 12 Agosto 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Nell’assestamento al bilancio di previsione finanziario 2016-2018 della Regione sono stati inseriti e approvati alcuni importanti provvedimenti destinati ai detenuti della Lombardia. Con un mio ordine del giorno viene chiesta la garanzia della continuità delle attività svolte a sostegno dell’integrità psico-fisica, quali quelle svolte nei centri diurni, che riguardano persone borderline a rischio di suicidio, come pure le attività degli Agenti di Rete, strumento imprescindibile nelle politiche trattamentali a favore dei detenuti finalizzate al loro pieno rientro nella società e nello sviluppo di percorsi che riducano al minimo il rischio di recidiva»: è quanto sottolinea il consigliere regionale del Gruppo “Maroni Presidente” Fabio Fanetti, presidente della Commissione speciale sulla situazione carceraria in Lombardia.
«Con deliberazione assunta dalla Giunta, inoltre – prosegue Fanetti – sono stati investiti ben 10 milioni di euro sul POR FSE (Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo) 2014/2020 relativamente alla inclusione sociale e alla lotta alla povertà, in particolare per quanto concerne interventi di accompagnamento all’inclusione socio-lavorativa delle persone (minori e adulti) sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria e per l’implementazione delle buone pratiche della giustizia riparativa».

 
 
 

Assestamento di bilancio, Galli (Lista Maroni): Regione penalizzata da legislazione nazionale

Post n°1946 pubblicato il 11 Agosto 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Con costi lombardi, risparmio di 82 miliardi»

«La prima manovra di assestamento si colloca in un momento di crisi economica ancora in atto e trova la Regione responsabilmente mantenere inalterata la realizzazione del Programma Regionale di Sviluppo (PRS) nei cinque anni del mandato. La manovra tiene conto della definitiva entrata in vigore del vincolo costituzionale del pareggio di bilancio e il conseguente divieto di prevedere investimenti coperti con debito. Dal rendiconto del 2015 abbiamo avuto modo di constatare che il nostro Ente ha potuto ricorrere e finanziare per l’ultima volta gli investimenti attraverso l’indebitamento, perché la norma finanziaria statale del pareggio di bilancio toglie la facoltà a partire da quest’anno. Il mantenimento degli equilibri di finanza pubblica sottrae “agibilità” a una Regione virtuosa come la nostra». Così Stefano Bruno Galli, a capo del Gruppo consiliare “Maroni Presidente”, sulla prima manovra di assestamento del bilancio della Regione Lombardia.
«La relazione di accompagnamento – prosegue Galli – mette in evidenza le difficoltà dei vincoli posti dalla normativa relativa al pareggio di bilancio che non consentono, con la normativa attualmente in vigore, di impegnare la spesa finanziata dall’avanzo vincolato 2015, pena un peggioramento dei saldi degli equilibri contabili. Questa premessa per rappresentare le difficoltà che subisce il nostro Ente a causa di una insensibile legislazione nazionale opprimente, di cui anche il Collegio dei Revisori dei Conti ha preso atto. Nonostante i vincoli non si è agito sulla leva tributaria, né sul bilancio di previsione né nel primo assestamento di bilancio e in particolare nella manovra si aggiorna il saldo finanziario, si rideterminano i residui e la giacenza di cassa, allineandoli al rendiconto appena approvato».
«Se analizziamo l’output pubblico, calcolato nell’analisi prodotta da Confcommercio su dati Istat (cioè quanto spenderebbe ciascun italiano per servizi pubblici in più di quanto spenderebbe se gli fossero offerti al costo più basso possibile), attualmente acquistato dai cittadini italiani di tutte le regioni se fosse pagato ai costi unitari sostenuti dai cittadini lombardi, si otterrebbe un risparmio di circa 82 miliardi di euro all’anno. Tutto questo – conclude il capogruppo della Lista Maroni – riporta alla nota questione del “residuo fiscale” che lasciamo quotidianamente nella voragine del bilancio nazionale».

 
 
 

"Franco Tosi", Toia: bene incremento fondi regionali per sviluppo economico e competitività della Lombardia

Post n°1945 pubblicato il 10 Agosto 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Un buon risultato, che ci incoraggia nel perseguire l’obiettivo di mantenere a Legnano la sede di un’azienda storica e di primaria importanza per il territorio qual è la “Franco Tosi” »: così Carolina Toia, consigliere regionale legnanese del Gruppo “Maroni Presidente”, commenta l’approvazione, avvenuta oggi in Consiglio regionale, di un incremento pari a 1,5 milioni di euro delle risorse destinate alla missione “Sviluppo economico e competitività” del territorio lombardo.
«Un emendamento della maggioranza all’assestamento al bilancio di previsione finanziario 2016-2018 prevede di incrementare di 1,3 milioni di euro le risorse destinate nel 2016 alla ricerca e innovazione e di altri 200 mila euro quelle per l’industria, le Pmi e l’artigianato – spiega Carolina Toia –. L’emendamento è stato approvato anche grazie al voto favorevole del Gruppo consiliare “Maroni Presidente”. Le risorse disponibili potranno servire, fra gli altri scopi, anche a venire incontro alle necessità della “Tosi” e a scongiurare così il suo trasferimento da Legnano, come ipotizzato dalla proprietà. L’emendamento al bilancio approvato rafforza le politiche della Regione volte a sviluppare l’economia del territorio lombardo e segue di pochi giorni l’audizione, da me richiesta, in Commissione Attività produttive e Occupazione sul possibile trasloco dell’azienda-simbolo legnanese».
«Trova così conferma una volta di più – conclude Toia – la volontà dell’Ente regionale di interessarsi dei problemi delle aziende lombarde e di fare tutto il possibile per trovare soluzioni e offrire le risorse necessarie a metterle in atto. Non ci siamo dunque limitati a promettere sostegno durante l’audizione, ma abbiamo prontamente dato seguito alle parole con i fatti, incrementando di ben 1,5 milioni le risorse destinate a sviluppo economico e competitività».

 
 
 

Galli: nessun avvicinamento tra il mio Gruppo e Forza Italia, lavoriamo compatti a fianco del presidente fino al 2018 e oltre

Post n°1944 pubblicato il 09 Agosto 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Nella mia qualità di presidente del Gruppo Consiliare “Maroni Presidente”, secondo gruppo di maggioranza nel Consiglio regionale lombardo, smentisco categoricamente e con fermezza le indiscrezioni giornalistiche che vorrebbero una marcia di progressivo avvicinamento sino alla fusione della Lista Maroni in Forza Italia. Semmai potrebbe essere vero il contrario… Non solo, ma all’interno del Gruppo non vi è alcuna rissosità né divisione: lavoriamo tutti compatti, al fianco del Presidente Maroni. Sarà così fino alla fine della legislatura, fino al 2018 e anche oltre. Non abbiamo assolutamente bisogno di una casa perché questa è la nostra casa, in un rapporto di feconda e leale collaborazione sia con i “cugini” della Lega Lombarda-Lega Nord, sia con gli alleati di Forza Italia e Lombardia Popolare». Così Stefano Bruno Galli (nella foto), a capo del gruppo consiliare “Maroni Presidente” nel Consiglio regionale della Lombardia.

 
 
 

Assestamento di bilancio, Saggese (Lista Maroni): investimenti confermati nonostante i tagli e senza nuove tasse

Post n°1943 pubblicato il 08 Agosto 2016 da accorsiferro
 
Foto di accorsiferro

«Una gestione finanziaria prudente, equilibrata e flessibile, che nonostante le crescenti difficoltà mantiene gli investimenti, senza agire sulla leva tributaria»: è il giudizio espresso da Antonio Saggese (nella foto), consigliere regionale del Gruppo Maroni Presidente, sulla prima manovra di assestamento del bilancio della Regione Lombardia.
«La manovra di assestamento – ha detto Saggese nel corso del suo intervento nell’Aula del Consiglio regionale – si colloca in un momento di crisi economica ancora in atto e trova la Regione impegnata a restare fedele alla realizzazione del Programma Regionale di Sviluppo (PRS) adottato all’inizio della legislatura. A fronte di sempre minori risorse destinate agli Enti territoriali, l’assestamento non solo non fa leva su manovre tributarie, ma trova risorse da destinare ai servizi sanitari: dei 150 milioni di euro previsti in investimenti Regione Lombardia, a riprova della sua attenzione per i cittadini, ne destinerà, nell’anno 2016, 10 milioni all’ambito sanitario, garantendo così opere di ristrutturazione e manutenzione, nuove attrezzature, adeguamenti alla normativa in materia di sicurezza e nuove edificazioni di Enti sanitari».
Saggese ha poi rimarcato alcune peculiarità lombarde, quali l’enorme residuo fiscale della Lombardia, pari a 54 miliardi di euro annui, e i tempi di pagamento delle fatture da parte dell’Ente regionale, che avvengono con 13 giorni di anticipo rispetto alla scadenza: «Non è solo l’espressione di una gestione finanziaria efficiente – ha commentato il consigliere della Lista Maroni – ma anche di un sostegno alle difficoltà finanziarie delle imprese che prestano beni e servizi al sistema regionale, affinché non siano lasciate sole nella gestione del loro circolante e dei loro investimenti».

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: accorsiferro
Data di creazione: 04/03/2006
 

IL FILM CHE ABBIAMO VISTO IERI SERA

http://www.primissima.it/images/hv_covers/inn_dvd.jpg

Innocenti bugie*

Legenda:

** = merita
* = non merita

 

I LIBRI CHE STIAMO LEGGENDO

Andrea:
Stefano B. Galli
Serve un no
(Rubbettino)

 

I NOSTRI LIBRI PREFERITI

Anna Karenina di Lev Tolstoj

Assassinio sull'Orient-Express di Agatha Christie

Cime tempestose di Emily Bronte

Dieci piccoli indiani di Agatha Christie

Genealogia della morale di Friedrich Nietzsche

Guerra e pace di Lev Tolstoj

Illusioni perdute di Honoré de Balzac

Jane Eyre di Charlotte Brontë

Le affinità elettive di Johann W. Goethe

Madame Bovary di Gustave Flaubert

Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov

Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse

Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

 
Citazioni nei Blog Amici: 3