GOCCIA DAL ANIMA

"Affinché ogni giorno il nostro “essere speciali” illumini il cammino delle persone che ci Amano.. e ci Rispettano…Sempre "

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

VARIE

 

 

blog.libero.it/adry1962

 

POESIA DEL GIORNO

Se la prima regola dell'amicizia e' quella di coltivarla, la seconda regola e' quella di essere indulgenti quando la prima e' stata infranta.
 

 

TEOREMA D AMORE

Post n°301 pubblicato il 04 Gennaio 2016 da adriana.meneguzzo
 
Tag: amore

Sei il sole che si allontana
dal mio orizzonte,
per diventare poi
il sogno della notte
che non mi fa dormire,
e la sofferenza,
sagomata da punto interrogativo
diventa il teorema
più difficile da risolvere:
senza di te, come posso fare?!
Sei il sole che si avvicina
nel mio orizzonte,
per diventare poi
la realtà splendida
che non mi fa dormire,
e la gioia,
sagoma emozionata
diventa la più facile risposta ...

 
 
 

SCUSAMI

Post n°300 pubblicato il 04 Gennaio 2016 da adriana.meneguzzo
 
Tag: vita

 

Non voglio infastidirti
ma... non posso lasciarti
sola

Sola

con il tuo smarrimento

A te

povera crista
non ho niente da dire
e ne, da rimproverare

Parlerò al tuo cuore
attraverso i tuoi occhi

Parlerò dai tuoi occhi
che a te
negano il vero.

"Ti prego, non lasciare appassire questo fiore"

 

 
 
 

Chi sono io per essere così brillante, stupendo, pieno di talenti e favoloso?

Post n°299 pubblicato il 25 Settembre 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: varie

La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati. La nostra paura è di essere potenti al di là di ogni misura.

È la nostra luce, non la nostra oscurità a terrorizzarci maggiormente.

Noi ci chiediamo: "Chi sono io per essere così brillante, stupendo, pieno di talenti e favoloso?".

In realtà dovremmo chiederci: "Chi sei tu per non esserlo?"

Tu sei figlio di Dio. Il tuo giocare in piccolo non serve al mondo. Non c'è nulla di illuminato nel ridursi perché gli altri non si sentano insicuri intorno a te.

Siamo nati per rendere manifesta la gloria di Dio che è dentro di noi. Essa non è solo in alcuni: è in tutti!

E quando permettiamo alla nostra luce di risplendere, inconsciamente diamo agli altri il permesso di fare la stessa cosa.

Nel momento in cui siamo liberi dalle nostre paure, la nostra presenza libera automaticamente gli altri.

Nelson Mandela

 

 
 
 

I blocchi di dolore

Post n°298 pubblicato il 25 Settembre 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: varie

"Quando i blocchi di dolore, di dispiacere, rabbia e disperazione si fanno più forti e più grossi, premono per salire nella coscienza mentale, nel soggiorno a reclamare la nostra attenzione. Essi desiderano emergere, ma noi non li vogliamo, perchè ci fanno stare male solo a vederli.
Non avendo nessuna voglia di affrontarli, usiamo riempire il soggiorno con altri ospiti: prendiamo in mano un libro, accendiamo la tv, andiamo a fare un giro in macchina... qualunque cosa pur di tenere occupato il soggiorno.
Abbracciare il tuo dolore e il tuo dispiacere con l'energia della presenza mentale è esattamente come massaggiare la coscienza invece che il corpo.
Quando togli l'imbargo e i blocchi di dolore affiorano ti tocca soffrire, almeno un po', non c'è modo di evitarlo. Occorre imparare ad abbracciare questo dolore. Dopo che avrai abbracciato per qualche tempo i tuoi dolori, essi torneranno in cantina e si ritrasformeranno in semi.
Se invitiamo il seme della paura ad uscire allo scoperto, siamo anche meglio equipaggiati per prenderci cura della rabbia.
E' la paura a generare la rabbia: quando hai paura non sei in pace e questo tuo stato diventa il terreno dove la rabbia può crescere.
La paura si fonda sull'ignoranza, mancanza di chiara comprensione.
Immergi quotidianamente la tua rabbia, la tua disperazione, la tua paura in un bagno di presenza mentale: la pratica di invitare i semi ogni giorno per abbracciarli è molto salutare.
Dopo svariati giorni o settimane di questa pratica, avrai generato una buona circolazione nella tua psiche. La presenza mentale lavora come un massaggio delle formazioni interne, dei tuoi blocchi di sofferenza. Questi devono poter circolare liberamente, dentro di te, possono farlo soltanto se non ne hai paura. Se impari a non avere paura dei tuoi nodi di sofferenza, puoi imparare anche ad abbracciarli con l'energia della consapevolezza e a trasformarli."

 
 
 

Perchè questo dolore straziante rimane?

Post n°297 pubblicato il 25 Settembre 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: vita

Ciò che vorrei eliminare è il dolore, è una parola "misteriosa", enigmatica, ma che poi tutti conosciamo che quando sentiamo arricciamo il naso, e diciamo:" già lo so come ti senti".Non vorrei che scomparissero tutti i dolori,ci sono alcuni dolori che sarebbero sofferenze che servono alla nostra crescita servono in modo che maturiamo che iniziamo a capire che il dolore non è un paio di jeans,una magliettina, un telefono che non si può comprare ed avere. Vorrei eliminare,cancellare e non conoscere il dolore perché secondo me c'è differenza tra dolore e sofferenza, il dolore, si proprio il dolore è quello straziante, quello che prova una madre alla perdita di un figlio, quello che prova una famiglia quando vede sparire il proprio caro, il dolore è quello di una persona che si ammala di cancro, il dolore è questo,il dolore è quello che riesce a separare una famiglia anche se rimane "unita" la porta a chiudersi a riccio,il dolore è vedere partire un padre un figlio per la guerra,il dolore è non poter dare da mangiare al proprio figlio e vederlo morire, il dolore è la violenza su una donna. Vorrei che sparisse tutto questo dolore straziante che porta le persone ad andarsene.

 
 
 

QUAL'E' LA COSA PIU' FORTE ?

Post n°296 pubblicato il 04 Settembre 2014 da adriana.meneguzzo
 

Un giorno un ragazzo chiese al vecchio saggio del paese...quale fosse la cosa più forte.

Il saggio dopo qualche minuto gli rispose:
Le cose più forti al mondo sono nove:
"Il ferro è più forte, ma il fuoco lo fonde.
Il fuoco è forte, ma l'acqua lo spegne.
L'acqua è forte ma nelle nuvole evapora.
Le nuvole sono forti ma il vento le disperde.
Il vento è pure esso forte ma la montagna lo ferma.
La montagna è forte, ma l'uomo la conquista.
L'uomo è forte ma purtroppo la morte lo vince".
"Allora è la morte la più forte!"
- lo interruppe il ragazzo -
"No" - continuò il vecchio saggio -
"l'amore... sopravvive alla morte!"

 

 
 
 

COME SI FA' AD IMPARARE AD AMARE ?

Post n°295 pubblicato il 04 Settembre 2014 da adriana.meneguzzo
 

Un giovane discepolo andò dal saggio e gli disse:
"Maestro ditemi una parola.
Quando un uomo ama è sa di essere amato è la persona più felice di questo mondo.
Ma come si fa ad imparare ad amare?"
"Beh", rispose il saggio,
"potresti iniziare a mettere in pratica queste regole:

1) Non dare mai un'immagine falsa di se stessi.
2) Dire sempre di sì, quando è sì, e no, quando è no.
3) Mantenere la parola data, anche e soprattutto se costa.
4) Guardare gli altri ad occhi aperti, cercando di conoscere i pregi e i difetti.
5) Accogliere degli altri non solo i pregi ma anche i difetti e viceversa.
6) Esercitarsi a perdonare.
7) Dare agli altri il meglio di se stessi, senza nascondere loro i propri difetti.
8) Riprendere il rapporto con gli altri anche dopo delusioni e tradimenti.
9) Imparare a chiedere scusa, quando ci si accorge di aver sbagliato.
10) Condividere gli amici, vincendo la gelosia.
11) Evitare amicizie possessive e chiuse.
12) Dare agli altri anche quando gli altri non possono darci niente."

Il discepolo con uno sguardo perplesso disse:
"Sono regole belle ma difficili da vivere!"

"Perché, chi ti ha detto che amare è facile?", rispose il saggio.
"Non esiste l'amore facile, non esiste l'amore a buon mercato.
Non esiste la felicità facile, non esiste la felicità comprata a prezzi di saldo.
Tutti cercano l'amore ma pochi sono disposti a pagare il prezzo per ottenerlo: il sacrificio!
Imparare ad amare richiede un lungo cammino e un lungo tirocinio.
E' difficile, ma non impossibile!"
" Quando potrò dire a me stesso di aver imparato ad amare?" disse il discepolo.

" Mai. Perché la misura dell'amore è amare senza misura".

 

 
 
 

La speranza va a fondo

Post n°293 pubblicato il 04 Settembre 2014 da adriana.meneguzzo
 

La speranza va a fondo.
Un barcone affollato
di migranti bambini, uomini e donne
nel nostro Mediterraneo
rotta di speranza e morte.
E' affondata
storie, volti, nomi.
E' affondato
dolore
Un paio di mutandine azzurre galleggiano....
E' comunque una sconfitta dell'umanità
Pensare anche con il cuore è fondamentale.

 
 
 

SSacrificio

Post n°292 pubblicato il 09 Agosto 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: varie

Diffidate di coloro che predicano l'idea del sacrificio. Ciò che in realtà vogliono è che qualcuno si sacrifichi per loro.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

 
 
 

Ognuno ha la propria storia

Post n°291 pubblicato il 09 Agosto 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: varie

"Prima di giudicare la mia vita o il mio carattere... Mettiti le mie scarpe, percorri il cammino che ho percorso io. Vivi il mio dolore, i miei dubbi, le mie risate... Vivi gli anni che ho vissuto io e cadi là dove sono caduto io e rialzati come ho fatto io... Ognuno ha la propria storia. E solo allora mi potrai giudicare.

 
 
 

Aforisma

Post n°290 pubblicato il 09 Agosto 2014 da adriana.meneguzzo
 

 
 
 

La mia vita

Post n°289 pubblicato il 21 Luglio 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: vita

la mia vita
accucciato in un angolo
ascolto la voce della vita
al disfarsi della sera.
sono un'anima fragile, scarnata,
che si accende
ad ogni bagliore di stella.
deluso e sconfitto
mi accascio a volte
senza più sogni.
riaccendo poi luci sconfinate
di un cielo pieno di astri
e vivo ogni giorno
sempre
come fosse l'ultimo
nel mio dolore assetato
di speranze.

 
 
 

Nel Silenzio dell’anima

Post n°288 pubblicato il 21 Luglio 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: anima

Là dove il silenzio è l'anima di tutto, dove il cielo entra nel cuore e diventa universo, dove una lacrima sublima l'anima, dove il vento si ferma e il tempo non esiste più, dove l'istante è eternità, là il mio affetto resterà... Per sempre...

 
 
 

La possibilità

Post n°287 pubblicato il 18 Giugno 2014 da adriana.meneguzzo
 
Tag: vita

Affrontiamo la realtà. In tutta onestà la possibilità che il destino possa influire sull'amore è piuttosto blanda. In un mondo dove la popolazione è di poco inferiore ai 7 miliardi di individui, quali sono le probabilità che l'amore della vostra vita o che la vostra anima gemella stia vivendo nella vostra stessa località, per non parlare dello stesso continente? Di solito, le persone sposano quelle che vivono nello stesso ambiente, e la maggioranza dei 6,8 miliardi di persone sulla Terra non sono inclini a lasciare i loro paesi natii. Ciò significa che il destino deve accertarsi che a un certo punto della propria vita il proprio predestinato debba vivere a portata di mano in modo tale che ci si possa incontrare a vicenda.

 
 
 

amore

Post n°286 pubblicato il 18 Giugno 2014 da adriana.meneguzzo
 

L'amore vero, è il cammino in due verso la luce di un ideale comune.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: adriana.meneguzzo
Data di creazione: 17/05/2011
 

           

Mi lascio accarezzare dalle tue onde. Brividi. Il tuo continuo movimento culla i miei pensieri e li porta via laggiù, dove l'orizzonte si confonde con il cielo

 

           

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

gilambro2007pinnamariafranc.m1gigantel.lundolceintrigo24adriana.meneguzzocara.callarasflaiobastardofuoriPICCOLAVIOLETTA6AngelaUrgese2012fscocammarataseforadgl9VirginiaG65pass27
 

 

X TE CHE SEI ENTRATO QUI

                               

 

Sono io... ci sono giorni in cui vorrei piangere...poi basta un ricordo, un'emozione, un sorriso, un profumo e si riaccende dentro me la speranza e i miei pensieri