Alcatraz

INCUBO ITALIANO

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: arte1245
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 30
Prov: CO
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

 

« La paura rende schiaviUn motivo per sorridere ... »

Suicidi legalmente assistiti

Post n°49 pubblicato il 08 Maggio 2012 da arte1245

 

C'è il sacro terrore della morte, ma la morte è un fatto naturale, credo che la morte sia un'amica dell'uomo, perché mette fine a quel grande dolore che è la vita.

Pensando alla morte viene la nostalgia.

Bei tempi quando andavi all’altro mondo per i ca..i tuoi.

L’unica cosa certa dell’unica cosa certa nella vita era che sarebbe accaduto alla sua ora.

Ma tutto si è evoluto, anche il modo di morire.

Ci sono le rianimazioni. Nascono loro e non possiamo morire più in pace noi.

Ti fanno respirare, stabilizzano le tue funzioni vitali e ti mantengono in vita quando saresti morto: una quarta dimensione dello stare al mondo.

A volte questo fa montare la testa ai medici.

Piergiorgio Welby che si commuove per il suo tostapane, rimane imprigionato nel nulla, in un limbo tecnologico, quando dovrebbe incontrare il Creatore.

Chiede a Napolitano di poter morire.

Basterebbe farsi mettere da qualcuno un piede sul tubo ed è fatta.

Ma lui scrive al Presidente che gli risponde, in pratica, che sono caxxi suoi.

Si entra in rianimazione, si prende confidenza con i respiratori, le pompe di infusione, i contro pulsatori aortici, i tubi, gli aspiratori e i materassi antidecubito da ventimila euro.

E’ bello vedere i monitor con le tracce colorate che accompagnano le telecamere in sala operatoria.

Non si venderà più il proprio corpo all’università, lo venderemo a un reality show che quando crepi ti fa l’autopsia in diretta.

Chi deve staccare la spina al morente non siamo noi.

Non voglio crepare pensando al rapporto costi/benefici.

Spegniamo tutto prima che nasca il fitness del cadavere.

Marco Pannella si è offerto di staccare la spina a Piergiorgio Welby.

Io sarei andata oltre, avrei suggerito a Piergiorgio, da subito, di buttare fuori da casa sua la televisione, i giornalisti e tutti i pornografi della morte ma...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: arte1245
Data di creazione: 09/01/2011
 
Citazioni nei Blog Amici: 500
 

 

Blog d'argento

 

 

 

 

IPNOSE GIF

 

MARE

 

BLOG CALAMARO