Creato da alice_s_velata il 06/01/2009

Presente Imperfetto

il riscatto del solito

 

ULTIMI COMMENTI

che piacevole angolino di fresco hai trovato
Inviato da: Epicusia
il 02/08/2017 alle 11:17
 
La sintonia, quella parola che quando ti sembra di averla...
Inviato da: Epicusia
il 02/08/2017 alle 11:03
 
... fatto! molto interessante
Inviato da: alice_s_velata
il 06/07/2017 alle 11:41
 
f. non ho più tuo indirizzo ... altrimenti ti avrei...
Inviato da: alice_s_velata
il 05/07/2017 alle 09:42
 
io ho sempre il solito e-mail f.
Inviato da: f.
il 04/07/2017 alle 11:23
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 91
 

MUSICA DA ASCOLTARE

Fleet Foxes -

"fleet foxes"

 

             ---------------------

Mogway

 

"May nothing but happiness come through you door"

Take me somewhere nice"

             ----------------------

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

DISCLAIMER

The pictures featured on this page belong to their respective owners and are found randomly in the  net. No copyright infringement intended. If you see your picture featured and don't want it to be, send me a message  with your link and I will take it down right away.  Thank you
 

UNA CORTESIA, GRAZIE

Rinnovo l'invito:

 tutti coloro che usufruiscono delle  foto  qui riprodotte, sono cortesemente pregati di utilizzarle un paio di giorni dopo la loro pubblicazione  nel mio blog. Grazie della cortesia.  Alice

 

 

agosto

Post n°4869 pubblicato il 01 Agosto 2017 da alice_s_velata

"L’orchestrina tra i glicini
attira la bufera
d’agosto – estremi applausi
a un valzer che si oscura.
il vento gira in tondo
svita i violini vili
- poi da un cielo di piombo
l’argento scende a fili."

toti scialoja

 
 
 

attimo

Post n°4868 pubblicato il 27 Luglio 2017 da alice_s_velata

"Come dirlo semplicemente
sui miliardi di istanti della nostra vita
quasi tutti sono bolle
che scoppiano subito
Altri – ben pochi – durano per sempre
presi nel fiume che ci porta
sono già l'eternità

Gli istanti in cui
ci si può sentire vicini
agli alberi, agli uccelli
e agli uomini, talvolta

Gli  istanti meravigliosi
in cui si crede di essere in sintonia
con l’universo intero
e – forse – con Dio"

liliane wouters

 
 
 

luglio

Post n°4867 pubblicato il 01 Luglio 2017 da alice_s_velata

"Ma se il tramonto dura sulle cime
degli alberi che chiudono la pianura
soffocata da brume estive, il cielo
è una leggera arida spoglia inerte.

Eterno giorno, che cos’è la morte
quando sui visi radianti si posa
la maschera lucente
del tramonto lentissimo di luglio?

Non c’è memoria più, non c’è speranza
nel transito fatale del tempo."

attilio bertolucci

 
 
 

attimo

Post n°4866 pubblicato il 26 Giugno 2017 da alice_s_velata

buon appetito ...

  di lunedì

 
 
 

domenica

Post n°4865 pubblicato il 25 Giugno 2017 da alice_s_velata

"Sempre quando c'è un vuoto nella tua vita,
riempilo d'amore.
Adolescente, giovane, vecchio:
sempre quando c'è un vuoto nella tua vita,
riempilo d'amore.
E quando saprai di aver davanti a te un periodo vano,
vai a cercare amore.
Non pensare: Soffrirò.
Non pensare: Mi ingannerà
Non pensare: Dubiterò.
Vai, semplicemente, diafanamente, gioiosamente,
alla ricerca dell'amore.
Che indole di amore?
Non importa.
Ogni amore è pieno di eccellenza e di nobiltà.
Ama come puoi, ama chi puoi, ama tutto ciò che puoi...
però ama sempre.
Non preoccuparti della finalità del tuo amore.
Esso porta con sé la sua finalità.
Non considerarlo incompleto perché non trovi risposta alla tua tenerezza;
l'amore porta con sé la propria compiutezza.
Sempre quando c'è un vuoto nella tua vita,
riempilo d'amore."

amado nervo

serena domenica

 
 
 

attimo di sabato

Post n°4864 pubblicato il 24 Giugno 2017 da alice_s_velata

"Nessuna verità può contraddirne un'altra,
la Luce è utile in qualsiasi lampada brilli.
Una rosa è bella in qualsiasi giardino fiorisca.
Una stella ha lo stesso splendore
sia che brilli all'oriente che all'occidente. "

abdu'l baha

 
 
 

estate

Post n°4863 pubblicato il 21 Giugno 2017 da alice_s_velata


 "Estate, lunga una parola:
il vento rivolta il fieno sul colle
e il sole beve al fiume
con calda lingua

Giardini di ciliegi tu doni al giorno
lungo una parola fiorita
e chiami paradiso la breve
notte, per un tratto

il cucù ti suggerisce alto
il suo nome
e tu lo pigli in parola
e lo battezzi nella sua lingua

perfetta estate:
le tue parole
trasportano fieno, e il giorno
è giovane o vecchio
perché tu l'hai chiamato fugace"

christoph meckel

 
 
 

di lunedì

Post n°4862 pubblicato il 05 Giugno 2017 da alice_s_velata

Non sono le meraviglie a mancare,

manca quel meravigliarsi al nostro guardare."

antonio cuomo

 
 
 

attimo di pomeriggio

Post n°4861 pubblicato il 01 Giugno 2017 da alice_s_velata

 "Giugno, bracciate di sole

 nella campagna fiorita, 

 che dirai alla mia anima 

 che ti vuole ascoltare? 

 Che dirai alla mia anima, 

 giugno, di verde vestito?"

concha urquiza
 

 
 
 

momento

Post n°4860 pubblicato il 30 Maggio 2017 da alice_s_velata

"Le piccole cose hanno la loro importanza:

è sempre per le piccole cose che ci si perde."

                      Fëdor Dostoevskij                                                

 
 
 

attimo di domenica

Post n°4859 pubblicato il 28 Maggio 2017 da alice_s_velata

"Mi
piace
chi sceglie
con cura
le parole da non dire
."

 Alda Merini
 
 
 

venerdì pomeriggio

Post n°4858 pubblicato il 19 Maggio 2017 da alice_s_velata

magritte  - la condizione umana

"È necessario che le nuvole fuoriescano anche dalla cornice.

Tutto esce sempre da se stessi:

 il sangue, le lacrime, le nuvole,

 la vita stessa."

frida kahlo

 
 
 

momento

Post n°4857 pubblicato il 16 Maggio 2017 da alice_s_velata

"E l'amore guardò il tempo e rise,

 perché sapeva di non averne bisogno.

Finse di morire per un giorno,

e di rifiorire alla sera, senza leggi da rispettare.

 Si addormentò in un angolo di cuore per un tempo che non esisteva.

 Fuggì senza allontanarsi,

ritornò senza essere partito,

il tempo moriva e lui restava."

luigi pirandello 
 
 
 

attimo di lunedì

Post n°4856 pubblicato il 15 Maggio 2017 da alice_s_velata

"Ci vuole il coraggio ogni giorno, ogni ora, ogni momento.
Coraggio per la demolizione e coraggio per la creazione.
Coraggio dinanzi al ridicolo e coraggio dinanzi all’amore."

giovanni papini

 

 
 
 

attimo

Post n°4855 pubblicato il 24 Aprile 2017 da alice_s_velata

  chiuso per ferie ...

 
 
 

momento di domenica

Post n°4854 pubblicato il 23 Aprile 2017 da alice_s_velata

"Arriviamo al bancone come una nave
che accosta al molo.

Il bar respira il fumo azzurro
di svariati tabacchi
e a mala pena riusciamo a scorgere
i gesti della cameriera.

Si parla di lunghi viaggi
e gli avventori più ubriachi
si guardano nei fantasmi che sorgono
dagli specchi rotti.

All’improvviso si apre una porta
a un colpo di vento
e tutti ci vediamo navigare
in un mare di tenebre
verso la più spaventosa ubriachezza"

marino muñoz lagos

 
 
 

giornata della Terra

Post n°4853 pubblicato il 22 Aprile 2017 da alice_s_velata

 
 
 

attimo di sera

Post n°4852 pubblicato il 18 Aprile 2017 da alice_s_velata

"L'anima mia ha una smania
tale d'altri paesi
che pare senza patria.
Sono in terre lontane, i grandi massi
su cui si posa il mio pensiero.
Uno straniero ha scritto strane frasi
sulla lavagna dura dell'anima mia.
Per notti e giorni sto ad almanaccare
su cose mai successe.
L'anima ha sete. Ma ha bevuto, un giorno."

edith sodergran

 
 
 

lunedì dell'angelo

Post n°4851 pubblicato il 17 Aprile 2017 da alice_s_velata

 
 
 

domenica di Pasqua

Post n°4850 pubblicato il 16 Aprile 2017 da alice_s_velata

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

IltuocognatinoStolen_wordsDREPRESSOcile54alice_s_velataFanny_WilmotEpicusiasabbia_nel_ventooscardellestellemarygio0507martolloxenix1wanted_2013Elemento.Scostante
 

Non tessevo, non lavoravo a maglia,
cominciavo uno scritto, lo cancellavo
sotto il peso della parola
perché l’espressione perfetta è ostacolata
quando dentro sei oppressa dalla pena.
E se l’assenza è il tema della mia vita
– l’assenza dalla vita –
sulla carta viene fuori il pianto
e il dolore naturale del corpo
che sa la privazione.

Cancello, strappo, soffoco
le urla vive:
“dove sei, vieni, ti aspetto
questa primavera è diversa dalle altre”
e al mattino ricomincio
con nuovi uccelli e lenzuoli bianchi
che si asciugano al sole.
Tu non sarai mai qui
ad annaffiare i fiori con la canna
e i vecchi soffitti che gocciolano
impregnati di pioggia
e la mia personalità
ch’è dissolta nella tua
quietamente, autunnalmente...
Il tuo cuore eletto
– eletto perché io l’ho scelto –
sarà sempre altrove
e io taglierò con le parole
i fili che mi legano
a quest’uomo particolare
del quale ho nostalgia
finché Ulisse diventi simbolo di nostalgia
e navighi per i mari
nella mente di ognuno.
Ogni giorno ti scordo
con passione
perché ti lavi dai peccati
del profumo e della dolcezza
e così purificato
entri nell’immortalità.
È un lavoro duro e ingrato.
Unica ricompensa, se alla fine
capirò cosa sia la presenza umana,
cosa sia l’assenza
o come funziona l’io
in tanta desolazione, in tanto tempo
come nulla fermi il domani
il corpo continua a rigenerarsi
si alza e si corica sul letto
quasi abbattuto a colpi d’ascia
a volte infermo a volte innamorato
sempre con la speranza
che quanto perde in tatto
lo guadagni in sostanza.


Katerina Anghelaki-Rooke