Creato da alice_s_velata il 06/01/2009

Presente Imperfetto

il riscatto del solito

 

ULTIMI COMMENTI

grazie several, sereno fine settimana anche a te
Inviato da: alice_s_velata
il 20/04/2018 alle 10:09
 
che bello ritrovare Diego Valeri ... non lo leggevo da...
Inviato da: several1
il 18/04/2018 alle 16:26
 
grazie... un saluto
Inviato da: alice_s_velata
il 09/04/2018 alle 23:20
 
Che bell'immagine quella del verde che avvolge i muri...
Inviato da: Mr.Loto
il 09/04/2018 alle 18:08
 
grazie, ricambio gli auguri
Inviato da: alice_s_velata
il 06/04/2018 alle 10:47
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 91
 

MUSICA DA ASCOLTARE

Fleet Foxes -

"fleet foxes"

 

             ---------------------

Mogway

 

"May nothing but happiness come through you door"

Take me somewhere nice"

             ----------------------

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

DISCLAIMER

The pictures featured on this page belong to their respective owners and are found randomly in the  net. No copyright infringement intended. If you see your picture featured and don't want it to be, send me a message  with your link and I will take it down right away.  Thank you
 

UNA CORTESIA, GRAZIE

Rinnovo l'invito:

 tutti coloro che usufruiscono delle  foto  qui riprodotte, sono cortesemente pregati di utilizzarle un paio di giorni dopo la loro pubblicazione  nel mio blog. Grazie della cortesia.  Alice

 

 

momento

Post n°4894 pubblicato il 23 Aprile 2018 da alice_s_velata

22 aprile 2018

 
 
 

attimo

Post n°4893 pubblicato il 20 Aprile 2018 da alice_s_velata

 

"quanta vita può esserci, chiusa nei cassetti?

forse l'intero universo non è che un cassetto  chiuso,

un ricordo di se stesso?"

lars gustafsson

 

 
 
 

attimo

Post n°4892 pubblicato il 14 Aprile 2018 da alice_s_velata

lena mackow

"Sono  giorni dolcissimi

questi che ci preparano le piogge

dolcissime di aprile.

 Luce bianca

filtrata da nebule bianche,

appena un sospiro di vento

che si sprigiona dal cuore del mondo.

In quest'ora del tempo

il vecchio mondo, come il vecchio Adamo,

ha un cuore giovanetto:

quel suo cuore (o Leopardi!) d'una volta."

diego valeri

 
 
 

momento

Post n°4891 pubblicato il 12 Aprile 2018 da alice_s_velata

 

"Mi fanno paura gli specchi, questi esseri
che, dopo essere stati fatti in mille pezzi,
seguitano ad esistere in ogni loro frammento.

Assomigliano troppo a un cuore."

alfonso brezmes

 
 
 

attimo

Post n°4890 pubblicato il 08 Aprile 2018 da alice_s_velata

 

Aprile è arrivato. E come dire che non è crudele?
Ci sono fiori (anche se non lilla), come per spezzare il cuore.
Quell'altro papavero di carne e sangue che è il cuore.
Ci sono fiori di mille colori alle finestre,
nelle aiole,
corolle sulle acque fluenti e sulle acque stagnanti,
e corolle sui mulinelli delle acque.

Brucia il rosso dei gerani contro il muro,
e quel rosso acceso mi fa male, invecchio.
Non sono più l'uomo di una volta,
eppure ugualmente mi chino per annusare le viole.

mario rivero

 
 
 

Pasqua

Post n°4889 pubblicato il 01 Aprile 2018 da alice_s_velata

 

Mykola Pymonenko (1862-1912)
“Easter morning prayer in Malorosia” (1891)

A Pasqua resuscitano le cicale
— sepolte 17 anni allo stadio larvale —
milioni e milioni di cicale
che cantano e cantano tutto il giorno
e la notte stanno ancora cantando.
Solo i maschi cantano:
le femmine sono mute.
E non cantano per le femmine perché sono anche sorde.
Tutto il bosco risuona del canto
e soltanto loro nel bosco non lo sentono.
Per chi cantano i maschi?
E perché cantano tanto? E cosa cantano?
Cantano come trappisti nel coro
davanti ai loro Salteri e agli Antifonari
cantano l’Invitatorio della Resurrezione.
Alla fine del mese il canto diventa triste,
e uno a uno tacciono i cantori,
e poi se ne sente soltanto qualcuno,
e infine nessuno. Hanno cantato la resurrezione

ernesto cardenal

 

 
 
 

primavera

Post n°4888 pubblicato il 20 Marzo 2018 da alice_s_velata

"quando sono uscito

nei prati di primavera

a cogliere violette,

mi sono divertito così tanto

 che sono restato  fuori tutta  notte."

akahito

 

 

 

 
 
 

in ricordo

Post n°4887 pubblicato il 14 Marzo 2018 da alice_s_velata

"Ricordatevi sempre di guardare le stelle, non i piedi . Provate a dare senso a ciò che vedete e domandatevi cos’è che fa esistere l’universo; siate curiosi; e per quanto difficile la vita possa sembrare, sappiate che c’è sempre qualcosa da poter fare, o nella quale possiate avere successo. Importa solo che voi non vi arrendiate .”

 

stephen hawking

 
 
 

momento

Post n°4886 pubblicato il 01 Marzo 2018 da alice_s_velata

 

"Poi malgré tout è fine febbraio o marzo:
la primavera non c’è ancora,
c’è, trepidante, quella numinosa nebula,
quel fuoco bianco nell’aria,
quelle velature seta e argento,
tutto ciò che desidera il senso
ci sia
in questa piega dell’anno, tutto,
la prima barca, il primo verde dei salici,
la prima ruota d’acqua
alla virata dell’armo.
C’è tutto, tutto.
Tutto incredibilmente."

mario  luzi

 
 
 

ritorno

Post n°4885 pubblicato il 17 Febbraio 2018 da alice_s_velata

"Ho un cuore eremita. Sono
impastata di silenzio e di vento.
Sono antica."
mariangela gualtieri

 
 
 

momento

Post n°4884 pubblicato il 09 Febbraio 2018 da alice_s_velata

 

"Ognuno deve avere
una stanza tutta per sé.
E un cortile azzurro
dove far passeggiare i dubbi.

Oltre il sole
vivranno il desiderio
e la nostalgia
della prima parola.

E il sorriso
che si è perduto
e che non si ritrova più.

Ma dolce sarà
l’ombra della sera,
dietro le nubi,
aperta come un giglio."

montserrat abellò

 
 
 

attimo di febbraio

Post n°4883 pubblicato il 01 Febbraio 2018 da alice_s_velata

 

"sta' attento quando il sole obliquo di febbraio

versa sui pergolati

un torrente di luce"

william cullen bryant

 
 
 

attimo

Post n°4882 pubblicato il 14 Gennaio 2018 da alice_s_velata

...  a presto

 
 
 

attimo

Post n°4880 pubblicato il 08 Gennaio 2018 da alice_s_velata

"Eccoti qui a riempire la giornata
di cose e di rammendi
da fare tra ferita e ferita
aspettando che finisca l'attesa
che arrivi la sorpresa d'un avviso
l'offerta d'una mano per carezzarti il viso
la voce d'un umano.

E la sera trascorre
per giungere alla sfera
del silenzio

nel tempio."


lucio mariani

 
 
 

epifania

Post n°4879 pubblicato il 06 Gennaio 2018 da alice_s_velata

enid m. chadwick, My Book of the Church’s Year (London : Mowbray, 1948)

"Magi, voi siete i santi più nostri,

 i pellegrini del cielo, gli eletti,

l’anima eterna dell’uomo che cerca,

solo Iddio è luce e mistero."

padre david maria turoldo

 
 
 

momento

Post n°4878 pubblicato il 02 Gennaio 2018 da alice_s_velata

"Fragile come una corteccia, il giorno sta in silenzio.
Al suo interno il sole, bianco, totalmente bianco.
E anche la neve è bianca, gli alberi, i tetti, la neve.
E anche questo secondo, è bianco, questo momento"

jan skacel

 
 
 

1 gennaio

Post n°4877 pubblicato il 01 Gennaio 2018 da alice_s_velata

 
 
 

attimo

Post n°4876 pubblicato il 28 Dicembre 2017 da alice_s_velata

"Lascia che passino questi giorni,
lascia che passino questi anni,
e intanto
godi il regalo della luce
del cielo di dicembre,
tanto discreta
che è quasi solo trasparenza,
non dà fastidio ed è bellissima.
Lascia che passino questi anni,
pochi altri ancora,
sii paziente e aspetta
con la sicurezza che con essi
si sarà compiuto
definitivamente tutto."

angel gonzales

 
 
 

Santo Natale

Post n°4875 pubblicato il 24 Dicembre 2017 da alice_s_velata

 

"Per un miracolo, quali gli ingredienti? Il vello
del pastore, un pizzico appena di presente, un briciolo
di ieri, e alla manciata del giorno che verrà aggiungi
a occhio una fetta di cielo più quell’assaggio di pura vastità.
E si compie il miracolo. Perché i miracoli,
attratti dalla terra, serbano gli indirizzi,
anelando talmente a svolgere la prescritta funzione
da giungere a destinazione perfino nel deserto.
E se vai via di casa – accendi, al momento
del commiato, le quattro candele di una stella
perché illumini un mondo vuoto di realtà,
mentre ti segue con lo sguardo per l’eternità."

iosif brodskij

 
 
 

inverno

Post n°4874 pubblicato il 21 Dicembre 2017 da alice_s_velata

"Come un fanciullo che da un lungo viaggio
stanco ritorna al paese natio,
e dorme e si riposa,

così tranquillo, placido e sereno
è l’inverno che torna."

takuboku ishikawa

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

massimocoppaalice_s_velatatiffanplje_est_un_autreboezio62Narcysseseveral1vivodi_folliasabbia_nel_ventolimoarancioxxdolcesalatoxxparacelso0vololowarchetypon
 

Non tessevo, non lavoravo a maglia,
cominciavo uno scritto, lo cancellavo
sotto il peso della parola
perché l’espressione perfetta è ostacolata
quando dentro sei oppressa dalla pena.
E se l’assenza è il tema della mia vita
– l’assenza dalla vita –
sulla carta viene fuori il pianto
e il dolore naturale del corpo
che sa la privazione.

Cancello, strappo, soffoco
le urla vive:
“dove sei, vieni, ti aspetto
questa primavera è diversa dalle altre”
e al mattino ricomincio
con nuovi uccelli e lenzuoli bianchi
che si asciugano al sole.
Tu non sarai mai qui
ad annaffiare i fiori con la canna
e i vecchi soffitti che gocciolano
impregnati di pioggia
e la mia personalità
ch’è dissolta nella tua
quietamente, autunnalmente...
Il tuo cuore eletto
– eletto perché io l’ho scelto –
sarà sempre altrove
e io taglierò con le parole
i fili che mi legano
a quest’uomo particolare
del quale ho nostalgia
finché Ulisse diventi simbolo di nostalgia
e navighi per i mari
nella mente di ognuno.
Ogni giorno ti scordo
con passione
perché ti lavi dai peccati
del profumo e della dolcezza
e così purificato
entri nell’immortalità.
È un lavoro duro e ingrato.
Unica ricompensa, se alla fine
capirò cosa sia la presenza umana,
cosa sia l’assenza
o come funziona l’io
in tanta desolazione, in tanto tempo
come nulla fermi il domani
il corpo continua a rigenerarsi
si alza e si corica sul letto
quasi abbattuto a colpi d’ascia
a volte infermo a volte innamorato
sempre con la speranza
che quanto perde in tatto
lo guadagni in sostanza.


Katerina Anghelaki-Rooke