Community
 
pensaresenz...
   
 
 
 

Ultime visite al Blog

stanislaoricciardistellinablu25pensaresenzapensareeliodocdaunfioreEddie_Cranecolucipippolenci3plane_Bantropoeticopoeta.72fabiotiganiNera_Mentecristina_70dairydaisy
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Ultime visite al Blog

stanislaoricciardistellinablu25pensaresenzapensareeliodocdaunfioreEddie_Cranecolucipippolenci3plane_Bantropoeticopoeta.72fabiotiganiNera_Mentecristina_70dairydaisy
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Creato da: pensaresenzapensare il 15/01/2011
la personalità è solo un inganno, perchè noi non siamo una persona ma molte persone

 

 

5XMILLE -PRIMA STELLA-FIRST STAR

Post n°63 pubblicato il 13 Aprile 2014 da pensaresenzapensare
Foto di pensaresenzapensare

GRAZIE al Tuo AIUTO possiamo TRASFORMARE la Sofferenza
IN LUCE di SPERANZA.
Con il Tuo Aiuto formiamo una SQUADRA CAPACE di portare
AIUTI CONCRETI !
Ieri eravamo presenti per aiutare i Terremotati dell'Emilia Romagna,
Oggi siamo presenti per il Sri Prema Charitable Village dove stiamo realizzando il Villaggio della Carità con Ambulatorio Pronto Soccorso, Orfanotrofio, Scuola, Mensa, Alloggi e Area attività di Volontariato.
Diffondi l’iniziativa, passa parola !
Via Alfonso Lamarmora 2 - 13900 Biella (BI) - www.laprimastella.org

Basta una firma ed il codice fiscale dell’associazione di volontariato LA PRIMA STELLA-THE FIRST STAR nella dichiarazione dei redditi.
Codice fiscale
900 500 700 29

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

riflessioni del giorno

Post n°61 pubblicato il 17 Marzo 2014 da pensaresenzapensare

Tutte le persone, giovani ed anziani, hanno bisogno di nuove comprensioni,
di una nuova educazione.
Se tenete a ciò che è vecchio, avrete come risultato una vita ordinaria.
La vecchia vita comincia con gioia e finisce con sofferenze, malattie e morte.

Nelle attuali condizioni della vita la Natura rimarrà chiusa.

Perché?

Perché le persone non sono ancora pronte per comprendere i suoi segreti.

§

*PETER DEUNOV// Beinsa Douno*
Maestro Spirituale di Omraam Mikhaël Aivanhov

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

pensiero del giorno

Post n°59 pubblicato il 28 Novembre 2013 da pensaresenzapensare

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

l'uomo che sputò in faccia al Buddha

Post n°58 pubblicato il 02 Novembre 2013 da pensaresenzapensare



Il Buddha era seduto sotto un albero a parlare ai suoi discepoli.
Arrivò un uomo e gli sputò in faccia.
Egli si asciugò, e chiese all'uomo, "E poi? Cosa vuoi dire dopo?"
L'uomo era un po' perplesso perché non si aspettava che, dopo aver sputato sul volto di qualcuno, gli si chiedesse: "E poi?"
Non era mai successo in suo passato.
Aveva insultato persone e loro si erano arrabbiati, avevano reagito.
Ma Buddha non è come gli altri, non si è arrabbiato, né in alcun modo offeso.
Ma ha detto semplicemente: "E poi?"
Non c'è stata alcuna reazione da parte sua.

I discepoli del Buddha si arrabbiarono, reagirono.
Il suo discepolo più vicino, Ananda, disse, "Questo è troppo, e non possiamo lo tollerare.
Deve essere punito per questo. In caso contrario tutti potranno iniziare a fare cose come questa.

Buddha disse: "Tu taci.
Non mi ha offeso, ma sei tu ad offendermi.
Lui è nuovo, un estraneo.
Deve aver sentito dalla gente qualcosa di me, che questo uomo è un ateo, un uomo pericoloso che sta gettando la gente fuori dal loro sentiero,
un rivoluzionario, un corruttore.
E in lui potrebbe essersi formata una qualche idea, un concetto di me.

Egli non ha sputato su di me,
lui ha sputato sulla sua nozione.
Ha sputato sulla sua idea di me, perché lui non mi conosce affatto,
così come può sputare su di me?

"Se ci pensi profondamente" Buddha disse, "ha sputato sulla propria mente.
Io non sono che parte di lui, e posso vedere che questo povero uomo deve avere qualcos'altro da dire,
perché questo è un modo di dire qualcosa.
Sputare è un modo di dire qualcosa.
Ci sono momenti in cui senti che il linguaggio è impotente: nell'Amore profondo, nella rabbia intensa, nell'odio, in preghiera.
Ci sono momenti intensi in cui il linguaggio è impotente.

Poi si deve fare qualcosa. Quando si è arrabbiati, profondamente arrabbiati, si colpisce la persona,
ti sputano addosso, lui sta dicendo qualcosa.
Lo posso capire.
Deve avere qualcosa di più da dire, è per questo che sto chiedendo, ..."E poi?"

L'uomo era ancora più perplesso!
E Buddha disse ai suoi discepoli: "Sono più offeso da voi, perché voi mi conoscete, e avete vissuto per anni con me e ancora reagite."

Perplesso, confuso, l'uomo tornò a casa.
Non riuscì a dormire per tutta la notte.

Quando vedi un Buddha, è difficile, impossibile dormire nello stesso modo in cui dormivi prima.

Più e più volte era ossessionato da questa esperienza.
Non riusciva a spiegare a se stesso, quello che era successo.
Egli era tutto tremante e sudato.
Non aveva mai incontrato un uomo così, lui aveva mandato in frantumi la sua mente e il suo intero modello, tutto il suo passato.

La mattina dopo era di nuovo lì.
Si gettò ai piedi di Buddha.
Buddha gli chiese ancora: "E poi? ...
Anche questo è un modo per dire qualcosa che non si può dire con il linguaggio.
Quando arrivi e tocchi i miei piedi, stai dicendo qualcosa che non si può dire, perchè tutte le parole diventano un po'strette.
Buddha disse:" Guarda, Ananda, questo uomo è di nuovo qui, sta dicendo qualcosa.
Questo uomo è un uomo di profonde emozioni".

L'uomo guardò il Buddha e disse: "Perdonami per quello che ho fatto ieri".

Buddha disse: "Perdonarti?
Ma io non sono lo stesso uomo a cui hai fatto qualcosa.

Il Gange continua a scorrere, non è mai il Gange di prima.

Ogni uomo è un fiume.
L'uomo che sputa non è più qui.
Non vedo proprio nessuno come lui, ed io non sono la stessa cosa, tanto è successo in queste 24 ore!
Il fiume ha scorso così tanto.
Quindi non posso perdonarti perché non ho nessun rancore contro di te. "

"E anche tu sei nuovo.
Vedo che non sei lo stesso uomo che è venuto ieri,
perché quell'uomo era arrabbiato e lui ora, si sta chinando ai miei piedi, tocca i miei piedi.
Come può essere lo stesso uomo?
Tu non sei lo stesso uomo, quindi cerchiamo di non pensarci più.

Queste due persone, l'uomo che ha sputato
e l'uomo su cui sputare,
entrambi non sono più...!

Vieni più vicino.
Parliamo di qualcos'altro"....
E TUTTO RITORNO' ARMONIA

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

veritas

Post n°57 pubblicato il 28 Ottobre 2013 da pensaresenzapensare

LA "VERITA'" FA MALE...FINCHE' NON LA SI "COMPRENDE".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »