Fino allo Stremo !

Un Papà che lotta per la felicità di suo Figlio.....

 

 

Si va avanti ma non migliora mai !!

In questo periodo, in cui avevo lasciato il mio blog, pensavo che la situazione era migliorata.
Per il bene di mio figlio cercavo di non vedere tante cose che potevano far del male a me e soprattutto a lui.
Mi era stato detto, che era un metodo che serviva per calmare la situazione perchè uno dei due il più "saggio" (forse), deve fare un passo in dietro.
Ho aspettato, ho fatto passare il tempo, ma non si sono visti i risultati..
Anzi mi sono sentito dire come sempre che sono io quello che provoco, che soffoco, che non faccio vivere e che soprattutto non so fare il padre !
Sono circa sette anni che vedo mio figlio con il contagoccie, come vuole la madre e secondo le sue decisioni, pagando un mantenimento che ormai mi ha reso povero. 
Le ho provate tutte e sto ancora provando ma ogni giorno tutti remano contro, assistenti sociali, psicologi, mediatori, giudici, avvocati.
Dobbiamo seguire una mediazione voluta da un tribunale, dobbiamo portare nostro figlio da una psicologa e insieme fare i colloqui.
Fino ad oggi è andato tutto bene, perchè il mio comportamento è stato quello di cercare di acconsentire tutto per il bene di mio figlio, appena ho cercato di far sentire anche le mie ragioni...... tutto è crollato !!! Le non vuole più fare la mediazione familiare o se si deve fare si devono fare ad incontri separati (come tutti sanno non servono a nulla).

Allora adesso dopo aver lottato tanto tempo, speso tantissimi soldi, è arrivato il momento di fare sul serio !

Se queste Dott.sse ascolteranno la proposta della mia ex moglie a non partecipare agli incontri oppure farli separatamente e non faranno ancora nulla per il bene di un bambino sarò costretto ad individuare una soluzione, per far capire a tutte queste persone che si ostinano a salvaguardare la figura materna ed ostacolare quella paterna senza mai aver preso in considerazione i tanti problemi riconosciuti alla madre.

 
 
 

Poesia per ......

Post n°42 pubblicato il 08 Febbraio 2011 da andreacataciccio
 

Papà dammi la mano

per stare sempre con te.

Tu mi guardi negli occhi

per dirmi di essere forte.

Quando mi prendi sulle tue spalle

Io mi sento grande come un elefante.

Se mi tieni stretto al cuore

sentirò il tuo vero amore.

Per la strada la gente ci guarda

e ci sorride per la nostra somiglianza.

Ma pensa, Papo, che tu sei il mio gicante......

Io sono sempre stato il tuo Re.

 
 
 

Udienza del 09 dicembre

Post n°41 pubblicato il 11 Dicembre 2010 da andreacataciccio

L' udienza del 9 dicembre non è andata come volevo. Ce sempre qualcuno che fa il furbo con con la vita dei bambini. Pensate proprio i psicologi ! Si non ho paura a scrivere questo. Perché ieri la neuropsichiatrainfantile che avrebbe già dovuto depositare a aprile la relazione non lo ha fatto nemmeno questa volta, nei tempi stabiliti. Non solo è stata sollecitata più volte dall' assistente sociale, depositando anche i solleciti. Ma la psicologa a anche fatto arrivare fuori termine di presentazione una nuova lettera dove vuole nuovamente ascoltare nostro figlio.
Chi sarà questa psicologa ! E si è strano prima presenta, poi non presenta, poi non si fa viva, sembra tutto per rallentare qualcosa ! Intanto chi ci rimette chi è ? Un bambino ! Ma non dovrebbe essere proprio lei a aiutarlo e capirlo ? Ma purtroppo in Italia chi ha più "conoscenze" sopravvive. . . .

 
 
 

Udienza del 09 dicembre

Domani 09 dicembre ci sarà nuovamente l'udienza per decidere le modalità di visita per stare con nostro figlio. Come descritto nei precedenti post ci sono stati tanti rinvii perchè gli organi competenti come gli assistenti sociali, neuropsichiatrainfantile e mediatrice familiare non si sono presi mai la responsabilità di scrivere una relazione "dignitosa e umana". Hanno soltanto inviato 10 righe non di più per circa 7 mesi di lavoro per ogni rinvio del tribunale dei Minori. Mi sono trovato la scorsa udienza con un fax arrivato in corte d'appelo il giorno stesso dell'udienza, nel quale erano descritti episodi tra padre e figlio che non posso qui descrivere...
Il giorno 07 dicembre cosa succede secondo voi??
Arriva un fax stavolta al mio avvocato, nel quale descrive comportamenti scorretti verso nostro figlio, sempre da parte mia.

Non lo farei studiare e preferisco impiegare il mio tempo in attività ludiche.
Questo atteggiamento provoca ANSIA e  ANGOSCIA quando rientra a casa dalla madre per non aver svolto i compiti.

QUESTO E' QUELLO CHE ANCHE QUESTA VOLTA PORTERA' IN TRIBUNALE PER POTER CONTINUARE AD ALLUNGARE LE UDIENZE E PER POTER CONTINUARE A PRENDERE IL PROFICUO MANTENIMENTO CHE A LEI INTERESSA.

Ma non tutti sanno che...
Nostro figlio ha poco tempo di permanenza con me (esce da scuola alle 16.20 e deve rientrare presso la madre alle h. 20.30, cenato), svolge regolarmente tutti i compiti del giorno dopo. Ma non può farsi carico dell’arretrato dei giorni precedenti.

LE ANSIE e ANGOSCIE esse hanno cause ben diverse, dovendo nostro figlio convivere con un grave problema in casa.....(che non è la madre) e con una madre che costantemente conculca i diritti dell’altro genitore, con grande dolore per il minore.

Spero che almeno domani i giudici capiscano questa situazione.

Se domani non ci sarà una decisione io non uscirò da quell'aula........
Non accettero nessun rinvio. 

 

 

 

 
 
 

La mensa

Questo anno il bambino deve fare un rientro ha settimana e quindi mangiare a scuola con la mensa scolastica.
Nostro figlio premetto ha un allergia ad un parassita che si trova nel pesce. Quindi senza il mio consenso prima del l'inizio del nuovo anno scolastico la mamma di nostro figlio si è recata presso l'istituto scolastico per effettuare l'esonero alla mensa ! Appena saputo da mio figlio la novità ho chiesto alla mia ex moglie le motivazioni dell'esonero e il perchè non ero stato informato. La risposta è stata che dato l'allergia era giusto che non si rischiava un shock anafilattico... e che non c'era bisogno della mia firma e non era il caso che mi mettessi sempre contro di lei.

Dopo accurati controlli medici sul bambino sul quale risulta l'allergia specificata prima, ma nessun problema se frequenta la mensa scolastica e se non consuma pesce fresco e ben cotto come da certificato medico dell'Istituto I.D.I. di Roma, ho chiesto un incontro con la preside della scuola, il primo è stato negato perchè era troppo impegnata la seconda richiesta è stata con la vicaria della scuola.

La quale ascoltando il problema ha annullato l'esonero che non era valido essendo stato fatto con la sola firma di un solo genitore e ha mandato due raccomandate una a me una alla madre specificando che per l'esonero bisogna firmare entrambe i genitori.

Adesso ci troviamo con questo problema io vorrei che mio figlio andasse a mensa anche per un fatto di socializzazione e non firmo l'esonero, la mia ex moglie non lo lascia a mensa e lo va a prendere durante l'orario di mensa lo porta al parco a mangiare un panino e poi lo riporta a scuola. Quando non può andarlo a prendere non lo manda proprio a scuola.

    Mi sembra assurdo questo atteggiamento non solo cosi nostro figlio perde giorni di scuola, ma anche una socializzazione con i suoi compagni di classe, un padre non può fare nulla se non protestare !

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: andreacataciccio
Data di creazione: 25/03/2007
 

MESSENGER

CONTATTAMI

Aggiungimi a msn
Clicca

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: andreacataciccio
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Etā: 42
Prov: RM
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

andreacatacicciogianluca.tibursiannalisa.idempidesimrosenkarkatarealismoprospero4t.persichellaaleda5virginia.09lamiavocazioneantoidones.tegliaILFIUMEDILEINATALENELCUORE