http://4.bp.blogspot.com/-KFYAecqfyeg/UtuirMMrdhI/AAAAAAAACEs/Ib3JHoLQGfk/s1600/ros084.gif


http://4.bp.blogspot.com/-KFYAecqfyeg/UtuirMMrdhI/AAAAAAAACEs/Ib3JHoLQGfk/s1600/ros084.gif

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag

 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

 

SE TI PIACE VOTALO
G
RAZIE


web

Super Blog Web

Tra i primi 10

Primo di categoria

100000 punti ottenuti

50000 punti ottenuti

10000 punti ottenuti

In classifica

Blog Gold

Blog d'argento

 

http://img17.dreamies.de/img/55/b/sn2uby9dg1m.gif

 

http://www.santacroceonline.com/2004/news/apr/1_15/settimanasanta/foto_passione/colomba.gif

 

 

 

 

 

 

 

 


http://www.auguripasqua.com/accessori/domenica-palme.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 


https://madeinbrescia.files.wordpress.com/2011/03/ramo-olivo.jpg

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 



 


 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

MI DAI IL TUO VOTO? GRAZIE

classifica

 

http://www.santacroceonline.com/2004/news/apr/1_15/settimanasanta/foto_passione/colomba.gif

 

 

 

 

 

 

 

 


http://www.auguripasqua.com/accessori/domenica-palme.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 


https://madeinbrescia.files.wordpress.com/2011/03/ramo-olivo.jpg

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 



 


 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Dio: Padre, Figlio, Spirito Santo
mistero e ricchezza di relazione

Vangelo Giovanni 16,12-15

Ho ancora molte cose da dirvi, ma ora sarebbe troppo per voi; quando però verrà lui, lo Spirito della verità vi guiderà verso tutta la verità. Non vi dirà cose sue, ma quelle che avrà udito, e vi parlerà delle cose che verranno. Nelle sue parole si manifesterà la mia gloria, perché riprenderà quello che io ho insegnato, e ve lo farà capire meglio. Tu

tto quello che ha il Padre, è mio. Per questo ho detto: lo Spirito riprenderà quello che io ho insegnato, e ve lo farà capire meglio.

http://www.santacroceonline.com/2004/news/apr/1_15/settimanasanta/foto_passione/colomba.gif

UN SORRISO

Donare un sorriso Rende felice il cuore. Arricchisce chi lo riceve Senza impoverire chi lo dona. Non dura che un istante, Ma il suo ricordo rimane a lungo. Nessuno è così ricco Da poterne fare a meno Né così povero da non poterlo donare. Il sorriso crea gioia in famiglia, Da sostegno nel lavoro Ed segno tangibile di amicizia. Un sorriso dona sollievo a chi è stanco, Rinnova il coraggio nelle prove, E nella tristezza è medicina. E poi se incontri chi non te lo offre Sii generoso e porgigli il tuo: Nessuno ha tanto bisogno di un sorriso Come colui che non sa darlo.

 
Creato da: AngelaUrgese2012 il 28/08/2012
Pensieri Meditati

 

 

Buon week end

Post n°249 pubblicato il 22 Luglio 2017 da AngelaUrgese2012

Risultati immagini per immagini buon week end 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

virtù umane

Post n°248 pubblicato il 21 Luglio 2017 da AngelaUrgese2012
 

 

virtù umane

“Le virtù umane sono attitudini ferme, disposizioni stabili, perfezioni abituali dell’intelligenza e della volontà che regolano i nostri atti, ordinano le nostre passioni e guidano la nostra condotta secondo la ragione e la fede. Esse procurano facilità, padronanza di sé e gioia per condurre una vita moralmente buona.

L’uomo virtuoso è colui che liberamente pratica il bene.

Le virtù morali vengono acquisite umanamente. Sono i frutti e i germi di atti moralmente buoni; dispongono tutte le potenzialità dell’essere umano ad entrare in comunione con l’Amore divino” (1804).

Il testo ci dice che siamo noi a decidere se vivere in modo superficiale questa straordinaria e irripetibile vita, o se vogliamo darle un senso.

San Tommaso d’Aquino ha compilato trattati sulle virtù cardinali o madri, spiegando anche ciò che ne deriva da ogni singola virtù.

“Per la prudenza:

Le parti integrali sono principalmente tre: la memoria del passato, la conoscenza del presente e la previsione del futuro.

La docilità, la solerzia, la riflessione, la circospezione, la cautela o precauzione.

Le parti soggettive sono: la prudenza del singolo, la prudenza familiare, la prudenza politica (che relaziona il singolo con la comunità), la prudenza governativa, propria di chi governa.

Le parti potenziali sono il buon consiglio, il buon senso e la discrezione.

Per la giustizia:

Le parti integrali sono racchiuse in questo principio: fa il bene ed evita il male.

Le parti soggettive sono la giustizia generale o del bene comune, la giustizia distributiva, la giustizia comparativa, la giustizia sociale.

Le parti potenziali sono la religione, la pietas, l’osservanza, la riverenza, l’obbedienza, la veracità, l’affabilità, la liberalità.

Per la fortezza:

Non ha parti soggettive.

Le parti integrali e le parti potenziali sono le medesime: la magnanimità, la magnificenza, la pazienza, la longanimità, la perseveranza e la costanza.

Per la temperanza:

Le parti integrali sono il pudore e la honestas (bellezza spirituale o morale).

Le parti soggettive sono l’astinenza, la sobrietà, la castità e la pudicizia.

Le parti potenziali sono la continenza, la mansuetudine, la clemenza, l’umiltà, la studiosità, la modestia corporale, l’eutrapelia, la modestia nell’ornamento”.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Strada facendo

Post n°247 pubblicato il 20 Luglio 2017 da AngelaUrgese2012
 

http://www.feelingrose.com/E_Cards/Buongiorno/BG_8.jpg

Strada facendo, predicate il Vangelo 

 Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 10,1-7) 

In quel tempo, chiamati a sé i suoi dodici discepoli, Gesù diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, colui che poi Lo tradì. Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il Regno dei Cieli è vicino». Parola del Signore

Riflessioni

Il fatto di avere dato a dodici uomini presi tra il popolo, “il potere di scacciare gli spiriti immondi e di guarire ogni sorta di malattie e di infermità”, manifesta che Gesù è seraficamente un Essere superiore agli uomini stessi, e non è sufficiente considerarlo solo un Profeta di Dio.

I grandi Profeta dell’Antico Testamento avevano manifestato le opere di Dio con miracoli straordinari, mostravano che erano stati inviati a predicare e la loro mediazione tra Dio e il popolo suscitava frutti spirituali. Essi però avevano dei limiti, erano sottomessi alla Volontà di Dio.

La predicazione di Gesù è diversa, ovviamente unica, irripetibile. Non solo le sue parole diventava efficaci nelle persone disponibili, quelle più docili ad accogliere la Grazia di Dio. Inoltre Gesù manifesta un potere sovrumano, non ricevuto da nessuno ma ha l’autorità di investire altri del suo potere Onnipotente.

Soffermiamoci sull’autorità di compiere miracoli che Gesù diede ai Dodici.

Non li invia solamente a predicare il suo Nome, Egli sa bene che occorrono le prove da offrire alla gente che incontreranno e la più evidente prova è la sospensione della legge fisica, chiamato miracolo. Questo avviene in un miracolo compiuto da Gesù, anche dai Dodici e da tutti i Santi che si sono donati pienamente alla causa del Vangelo.

Con questo potere di compiere miracoli, i Dodici sono creature trasfigurate ma sempre molto umani perché deve arrivare la Pentecoste, quindi tra Loro troviamo il traditore e altri dieci che fuggono quando si compie il più atroce dei delitti della storia umana: il deicidio.

Con i miracoli che compiono, gli Apostoli sono in parte trasfigurati ma non completamente, è già un inizio brillante che però fa emergere anche molte lacune, tra cui la superbia e la vanità. Gesù non li ha messi alla prova, è però necessario renderli capaci di manifestare l’Onnipotenza di Dio con i miracoli per accreditare, avvalorare, proprio la Persona di Gesù e il Vangelo che predica.

I grandi Santi che hanno ottenuto miracoli per le loro lunghe preghiere e penitenze, erano molto spirituali e l’umiltà li rendeva ancora più piccini quando Dio si manifestava con i miracolo. La differenza tra i Santi venuti dopo Gesù e gli Apostoli che rimasero tre anni insieme a Gesù, si trova nella formazione spirituale.

I Santi ottenevano e ottengono miracoli dopo decenni di sacrifici, digiuni e una preghiera che coinvolge tutta la Loro vita, mentre gli Apostoli con i miracoli cominciarono a capire l’Onnipotenza di Gesù, perché Lui compie grandi miracoli e dà ai seguaci le stesse capacità.

Gesù però opera in prima persona, mentre gli Apostoli operano nel Nome di Gesù.

Ognuno di noi può ottenere grandi miracoli, principalmente per sé, e già questo è un successo enorme. È possibile ottenere miracoli, questo bisogna memorizzarlo molto bene, ed ogni cristiano se entra e rimane in comunione con il Signore, scopre che pregare è una gioia e chi non prega è sempre triste e depresso.

“Strada facendo, predicate che il Regno dei Cieli è vicino”.

Questo deve essere il messaggio dei veri cristiani.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Alzati e cammina

Post n°246 pubblicato il 06 Luglio 2017 da AngelaUrgese2012
 

Alzati, prendi il tuo letto e va' a casa tua 

 

Resero gloria a Dio
che aveva dato un tale potere agli uomini.

 

 Dal Vangelo secondo Matteo. (Mt 9,1-8)

 

In quel tempo, salito su una barca, Gesù passò all’altra riva e giunse nella sua città. Ed ecco, gli portavano un paralitico disteso su un letto. Gesù, vedendo la loro Fede, disse al paralitico: «Coraggio, figlio, ti sono perdonati i peccati». Allora alcuni scribi dissero fra sé: «Costui bestemmia». Ma Gesù, conoscendo i loro pensieri, disse: «Perché pensate cose malvagie nel vostro cuore? Che cosa infatti è più facile: dire “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Alzati e cammina”? Ma, perché sappiate che il Figlio dell’Uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati: Alzati -disse allora al paralitico-, prendi il tuo letto e va’ a casa tua». Ed egli si alzò e andò a casa sua. Le folle, vedendo questo, furono prese da timore e resero gloria a Dio che aveva dato un tale potere agli uomini. Parola del Signore

 

Commento

 

Ecco una pagina meravigliosa che ribadisce la potenza della Fede. Questo miracolo invita ad una riflessione prolungata per un duplice intervento del Signore sul paralitico, ma tutti i miracoli di Gesù presentano lunghe tematiche da approfondire.

 

Innanzitutto, rilevo la bontà di Gesù quando vede il paralitico disteso su un letto, in quel malato il Signore ci dice che vuole guarire tutti gli ammalati, ma devono chiedere il miracolo con Fede e dice anche che tutti i grandi peccatori paralizzati nello spirito sono invitati da Lui a rialzarsi.

 

Sia il paralitico disteso su un letto, sia i peccatori sprofondati nei vizi, necessitano degli aiuti degli altri, per il corpo e per l’anima.

 

Viene evidenziata l’importanza della preghiera di intercessione, ruolo primario rivestito dalla Madonna, dai Santi e dai buoni cristini.

 

In questo miracolo Gesù gioisce nell’avvertire l’intensa Fede degli amici del paralitico, di coloro che con ammirabile carità trasportano l’ammalato davanti a Lui. Tutto è bello per il Signore, tranne la condizione fisica del paralitico e provvede senza sentire alcuna richiesta di aiuto.

 

“Coraggio, figlio, ti sono perdonati i peccati”.

 

Si conoscono persone che perdonano i loro nemici, che cercano una buona riconciliazione, ma non si comprende la possibilità in un uomo di perdonare i peccati commessi da un peccatore. Occorre l’autorità per perdonarli e questa arriva solo da Dio, ma anche un falso profeta può dire di poterlo fare.

 

Cosa occorre per dimostrare di possedere la vera autorità? L’Onnipotenza di Dio, e Gesù in questo miracolo oltre a guarire l’anima, guarisce anche il corpo e il paralitico ritorna a camminare. La guarigione dell’anima non viene evidenziata all’esterno, mentre la guarigione del corpo è sotto gli occhi di tutti.

 

A Gesù preme guarire l’anima del paralitico del Vangelo come anche tutte le anime dei viventi di questo mondo, ma il paralitico cerca la guarigione, ed anche se non possiede una Fede profonda, il fatto di acconsentire di  presentarsi dinanzi a Gesù, è un merito che viene premiato.

 

Oggi non si parla quasi più dell’anima, ne parlano forse di più gli avversari di Gesù che i cristiani.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Salve

Post n°245 pubblicato il 29 Giugno 2017 da AngelaUrgese2012

Un Pensiero
Se perdi il senso soprannaturale della tua vita, la tua carità sarà filantropia; la tua purezza, decenza; la tua mortificazione, idiozia; la tua disciplina, frusta; e tutte le tue opere, sterili.
(
San Escrivà de Balaguer)

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

MI DAI IL TUO VOTO? GRAZIE

classifica

 

 

 

http://4.bp.blogspot.com/-KFYAecqfyeg/UtuirMMrdhI/AAAAAAAACEs/Ib3JHoLQGfk/s1600/ros084.gif


http://4.bp.blogspot.com/-KFYAecqfyeg/UtuirMMrdhI/AAAAAAAACEs/Ib3JHoLQGfk/s1600/ros084.gif

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.santacroceonline.com/2004/news/apr/1_15/settimanasanta/foto_passione/colomba.gif

 

 

 

 

 

 

 

 


http://www.auguripasqua.com/accessori/domenica-palme.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 


https://madeinbrescia.files.wordpress.com/2011/03/ramo-olivo.jpg

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 



 


 

MI DAI IL TUO VOTO? GRAZIE

classifica

 

http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR0bEBl3lrbK7GFL3pmjRYLd919HeUBhvyfohdjk-pquND7j5ghsg

Ti adoro, o Croce Santa, che fosti ornata del Corpo Sacratissimo del mio Signore.
Coperta e tinta del suo Preziosissimo Sangue.
Ti adoro, mio Dio, posto in Croce per me.
Ti adoro, o Croce Santa,per amore di Colui che è il mio Signore. Amen.

 

http://img28.dreamies.de/img/978/b/2vn2b434bxx.gif

 

 

Ultimi commenti

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

MI DAI IL TUO VOTO? GRAZIE

classifica

 

http://www.santacroceonline.com/2004/news/apr/1_15/settimanasanta/foto_passione/colomba.gif

 

 

 

 

 

 

 

 


http://www.auguripasqua.com/accessori/domenica-palme.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 


https://madeinbrescia.files.wordpress.com/2011/03/ramo-olivo.jpg

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 



 


 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Lo Spirito Santo
vi insegnerà ogni cosa.


DAL VANGELO SECONDO
(Gv 14,15-16.23b-26)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».
Parola del Signore.