Ovvio e dintorni 2

Questo blog è nato come raccolta di poesie di Anonimo Procidano, ora in uscita il libro che che contiene alcune delle poesie del blog più altre inedite. Ma quest'anno il blog è aperto un po' a tutto e tutti, non solo poesie ma anche pensieri e articoli e chiunque può scrivere non solo commenti ma anche postare ciò che preferisce, che sia un immagine, un pensiero o altro. Buona lettura!

 

DOVREBBERO SORRIDERE SEMPRE COSÌ...

 

NON VOLTIAMOCI DALL'ALTRA PARTE

 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

...

Post n°97 pubblicato il 30 Luglio 2009 da andreamoccia77

Dio, ti prego,

più che misericordia

per la nostra peccaminosità,

mostra benevolenza

per la nostra stupidità.

 
 
 

Dio è amore...

Post n°96 pubblicato il 28 Luglio 2009 da andreamoccia77

Forse la volontà di Dio, non significa obbedire a Dio, ma praticare la stessa volontà divina nell'amore per l'altro.

 
 
 

Riflessioni 2° parte

Post n°95 pubblicato il 25 Luglio 2009 da andreamoccia77

Basta una piccola

frazione di tempo

per generare un figlio,

a volte,  però,

non basta una vita

per imparare ad amarlo...

 
 
 

Riflessioni/ 1° parte

Post n°94 pubblicato il 24 Luglio 2009 da andreamoccia77
 

Tutti gli uomini

hanno un posto

presso Dio.

Nessun Dio

ha un posto

presso gli uomini...

 

 

Ci sono uomini

che credono di

poter fare a meno

di Dio.

Dio, al contrario,

si ostina a

non voler fare

a meno degli uomini

E' questa la vera differenza

tra potere e volere,

tra presunzione umana

e umiltà divina.

 

"Di seguito alcune riflessioni forse provocatorie ma...."

 

Il Figlio del falegname

si lasciò inchiodare alla Croce,

inchiodò Dio al ruolo di Padre

e lo schiodò da quello di irresponsabile burattinaio.

 

Giuseppe fù davvero un padre putativo,

poichè permise che Gesù, suo figlio naturale,

scegliesse Dio quale Padre educativo....

 

Nessuno è più Giuseppe,

fieri del nostro bene , dei figli ambiamo essere,

se non proprio Dio, idoli quantomeno.

 

 

L'uomo dice al figlio:

ubbidisci, da grande capirai.

L'uomo risponde al Padre:

non ti ubbidisco

se prima non capisco.

 

 

 

 

 

 
 
 

Ricordo...

Post n°93 pubblicato il 30 Giugno 2009 da andreamoccia77

In ricordo di Guerino

A guardarle quelle

tue mani grandi e nodose,

era scontato pensarle

capaci sol di maneggiar

vanga e piccone,

non certo pennelli di pittore

e piccoli bulini da scultore.

Destava meraviglia,

saper che dipingevi sulla tela,

e scolpivi la pietra

e anche il legno.

Piccone oppur pennello,

erano per te strumenti d’arte.

Perché, Guerino, il cuore

era d’artista , nobile

e altruista.

E proprio il cuore,

il tuo nobile cuore,

sembra che al fin

t’abbia tradito.

Ma, solo sembra,

giacchè lui, il cuore,

ti ha condotto là

dove s’apprezza meglio

l’arte più vera

che tu avevi:

l’umiltà.

 

 
 
 

Dottrine

Post n°91 pubblicato il 08 Giugno 2009 da andreamoccia77

La dottrina cristiana

ci ha fatto conoscere

l'uguaglianza,

la dottrina democratica

dovrebbe insegnarcene

l'utilizzo

 
 
 

Ipocrisia e convegni

Post n°87 pubblicato il 25 Aprile 2009 da andreamoccia77
 

Occhi sbarrati
su un abisso di vita
una vita sgranata
perchè malnutrita
non sol di cibarie
ma ancor più di gioie
un eterno destino
dove anche il vicino
ti sente nemico
perchè quel vicino
è anch'esso un mendico.
Non muta preghiera
non urlo silente
nulla più esce
dai deboli petti
dai milioni di inermi
guardiani del mito di Dio
prigionieri del mito dell'Uomo
Gli abbiam tolto l'amore
e lasciato il dolore,
gli abbiam tolto l'amore
e lasciato il rancore.
Ricompensa e giustizia
nel regno dei cieli
potere e ricchezza ai cattivi del mondo
che sembrano buoni
perchè fanno convegni
d'ogni forma d'amore indegni.
Dove l'ipocrisia
si spande come letame
dove l'ipocrisia
fa spreco di fondi per la fame
dove si ossequiano i forti
e si umiliano i morti
dove non c'è timor di Dio
ma vanagloria dell'io
dove l'umana presenza
non colma di Dio l'assenza
dove rincula l'umanità
verso l'antica animalità

 
 
 

In ricordo di una persona cara

Post n°86 pubblicato il 19 Aprile 2009 da andreamoccia77

A Memena

 

Sul grande letto

ancor più piccola sembri.

E l’ora del commiato

ma il tuo grande cuore

si ostina a non lasciar

color che amasti.

Ne amasti tanti e.. tanto.

Or tutti ti stiamo dattorno

nessuno però sgrana

un rosario di preghiera.

I nostri ricordi sono

i grani del vero rosario

e a raccontarli nasce

un’unica preghiera:

compensala Signore

dell’amor che ci ha dato.

 

 

 

 
 
 

Dio

Post n°85 pubblicato il 11 Aprile 2009 da andreamoccia77
 

L'oggetto più piccolo
visto da osservatori diversi
e da diverse angolazioni,
è sempre descritto in
modo equivoco.
Dio, l'indfinibile
per Sua stessa natura,
ci ostiniamo a volerlo
definire in modo univoco.

 
 
 

Popoli e Democrazia

Post n°84 pubblicato il 08 Aprile 2009 da andreamoccia77
 

Un popolo che non crede

nella Democrazia

è un popolo che non

crede in se stesso.

Chi crede in se stesso

non si rende

schiavo di nessuno.

 
 
 

Leggi

Post n°83 pubblicato il 06 Aprile 2009 da andreamoccia77

I codici che

contemplano la legge:

"una vita per una vita"

appartengono ai popoli

che rendono merce

i valori.

 
 
 

nascere...morire

Post n°82 pubblicato il 06 Aprile 2009 da andreamoccia77

Nascere è

un evento

miracoloso.

Morire è

pura formalità.

 
 
 

Città

Post n°80 pubblicato il 31 Marzo 2009 da andreamoccia77
 

La città dell'utopia

è promessa alle

generazioni future.

La città di Dio

è promessa ai trapassati.

Se non mi è dato comunque di

conoscerle

tanto vale

tendere a quella

che mi offre la

speranza di esserci anch'io

 
 
 

L'ovvio

Post n°77 pubblicato il 24 Marzo 2009 da andreamoccia77
 

Cercai la verità

il fine ed il principio,

il senso d'ogni cosa

con Fede e con Ragione

con altri e ancor da solo,

speravo e disperavo,

lo scettico ed il credente,

dentro di me fuggivano senza tregua,

finché bramai l'oblio,

qualunque panacea.

Ma quando lo scoprii,

sapete voi dov'era?

Proprio davanti agli occhi

e aveva per nome:

l'ovvio, lo stesso nome mio...

 
 
 

Da Lucy a Cristo

Post n°76 pubblicato il 21 Marzo 2009 da andreamoccia77
 

Darwin ci ha

indicato come

si è evoluto il

contenitore biologico.

Cristo ci ha indicato

come può evolversi

il contenuto spirituale.

 

Ben duemila anni prima:

sforzati di passare

per la porta stretta"

 

 

Da Lucy (la nostra

antenata ominide)

a Cristo, questo

è il percorso

che Dio ha tracciato

per l'uomo.

La libertà degli

uomini, consiste

nel progredire

o regredire

verso un modello

o l'altro.

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: andreamoccia77
Data di creazione: 30/01/2009