Creato da arw3n63 il 27/06/2012

COME UN'AQUILA

Il volo della mente: incessante, instancabile, senza meta e senza confini, senza vertigini, e maestoso come un'aquila eterna. Jim Morrison

 

« Il ballottaggioIl cambiamento »

La gioia d'invecchiare

Post n°1126 pubblicato il 11 Maggio 2017 da arw3n63
 

L’inconscio collettivo, superando la paura della decadenza fisica e spirituale, ha inventato storielle in cui i vecchi vengono esaltati con modi arguti. Ecco sei di queste storielle, oltre a un racconto indù e a una storia sufi, in cui il personaggio di una certa età sfoggio di una saggezza e una delicatezza esemplari.

 

1. L’uomo più vecchio del mondo riceve la visita di un giovane giornalista, iperattivo e impetuoso.

“Signore, lei che è arrivato a vivere un così grande numero di anni, ha un metodo da consigliare?”

“Sì. Ho un metodo.”

“E qual è?”

“È semplicissimo: non contraddico mai nessuno.”

“Soltanto questo? Non è possibile!”

“Sì, sì, non è possibile.”

 

2. L’uomo più vecchio del mondo ha sempre avuto successo in tutto

quello che ha fatto. Un giovane giornalista gli domanda:

“Qual è il suo segreto?”.

“Il segreto dei miei successi è la pazienza con cui faccio quello che devo fare.”

“Davvero è questo? Non vorrà mica dirmi che potrebbe, per esempio, trasportare l’acqua dentro un colino?”

“Sì che posso farlo, a patto di aspettare pazientemente che l’acqua si geli.”

 

3. L’uomo più vecchio del mondo ha ammassato una immensa fortuna. Un giovane giornalista gli domanda:

“Come è riuscito a guadagnarsela?”.

“Mi sono arricchito vendendo piccioni viaggiatori.”

“E quanti ne ha venduti?”

“Uno solo, ma è sempre tornato indietro.”

 

4. Un vedovo sta a casa con tutta la sua famiglia, figli, nuore, nipoti. Il datore di lavoro di suo figlio viene a prendere il caffè. Hanno preparato per lui una grande torta. Tutti sono molto nervosi, soltanto il vecchio mantiene la calma... Con fare cerimonioso, le donne portano in tavola il dolce. Lo tagliano a fette, ma si dimenticano di darne una al vecchio. Mentre gli altri mangiano, il vecchio a un tratto solleva il piatto e dice umilmente: “Scusate, a qualcuno serve un piatto pulito?”

 

Un vecchio è invitato a cena a casa di una signora molto avara. Lei gli versa una tazza di tè e gli serve una fetta di pane tostato con sopra un sottile strato di miele. Vedendo la scena, il vecchio le dice:

“Oh, signora, lei è davvero generosa! Ha soltanto un’ape e mi ha regalato tutto il suo miele!”.

 

Un vecchio va a prendere il nipotino a scuola. Una madre esce dall’edificio dicendo a suo figlio:

“Bambino negligente, va’ a lavarti le mani! È orribile avere le mani così sporche!”.

Il nonno dice al nipote:

“Ragazzino, va’ a lavarti le mani: è bellissimo avere le mani pulite”.[…]

Tratto da: Cabaret Mistico- Jodorowsky

 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: arw3n63
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: EE
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vololowmonellaccio19orsobianco.amlunetta_08riccardo081257isryolgy120tiffanplfosco6Web_Londonestinetteearw3n63Lutero_Paganocaiodentato
 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

IN LETTURA

Sette racconti, sette storie, sette viaggi verso non si sa dove. Intorno a ognuno di noi, dentro a ognuno di noi, c’è sempre una parte oscura, un lato in ombra che la luce della ragione ha timore di illuminare per paura di ritrovarsi sconfitta. E in questa zona buia e fantastica si muovono i personaggi di questa antologia, uomini e donne che si trasformano in vittime o carnefici quando si trovano all’improvviso di fronte a un mondo sconosciuto, a un nuovo volto nello specchio, a quella cupa forma di angoscia che solo l’incomprensibile può trasformare in orrore.

 

 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 74
 

LETTURE UTILI E LINK

 

Come usare la rete per arricchire
le proprie esperienze
e relazioni personali.

Ciò che serve sapere
e i manuali tecnici non dicono.

Cose da fare, e cose da non fare,
per muoversi nella rete utilmente,
piacevolmente e senza fastidi.


Per leggere il libro online il link:http://www.gandalf.it/uman/capitoli.htm

 

 

 

 

hit counter