Creato da arw3n63 il 27/06/2012

COME UN'AQUILA

Il volo della mente: incessante, instancabile, senza meta e senza confini, senza vertigini, e maestoso come un'aquila eterna. Jim Morrison

 

« La gioia d'invecchiareModi di pensare »

Il cambiamento

Post n°1127 pubblicato il 11 Maggio 2017 da arw3n63
 

Finalmente ancora pochi giorni e il “cambiamento” sta per arrivare.

Come ogni cambiamento che si rispetti comporta modificare qualcosa  e ci possono essere dei disagi.

L’ambiente va preparato.

E così dopo trent’anni  passati a cucinare, mangiare, cresciuto i figli, i compiti, la tv…insomma quasi una vita “insieme” è giunto il momento di separarsi, sì perché finirà giù in cantina dai miei.

Tutti a dirmi “Ma come hai fatto finora senza la lavastoviglie?”

Ebbene come ho fatto?

Be’…olio di gomito e lavaggio a mano, ma ora che l’età avanza, la famiglia cresce e nessuno vuol più prestarsi a lavaggi manuali  quindi…è giunta l’ora di cambiar la cucina!

Finalmente anch’io avrò la mia lavastoviglie! Così anche i figli sentiranno meno la mia mancanza quando farò qualche piccola fuga vacanziera.

Già ma si parlava di modifiche e disagi… i disagi….cucina mezza smontata per qualche giorno per poter procedere ai lavori di modifica e imbiancatura.

Preparare l’ambiente significa svuotare  i pensili e basi, ammucchiare tutto dentro scatole e scatoloni…a proposito…stamattina non trovavo più il coperchio “usomano” di una pentola, in quale armadio, scatolone sarà finito?

 ‘Ammazzate ma quanta roba (inutile) ci stava dentro agli armadi?

Qualcosa da buttare o eliminare c’è di sicuro, intanto una bella imbiancata alle pareti e soprattutto dietro ai pensili che per 30 anni mai smontati non  hanno più visto un pennello o un rullo.

Quindi…aiuto elettricista….aiuto imbianchino, cioè Lui imbianca e io aiuto a reggere la scala, il secchio del colore…sissamai…a smontare i pensili e poi a ripulire.

A proposito dopo mezz’ora di ricerche il coperchio è stato ritrovato sano e salvo sul fondo di una base ma ormai era già stato rimpiazzato da un altro.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: arw3n63
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: VA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

arw3n63pa.ro.lemonellaccio19lunetta_08sagredo58sbloglibrobloge_d_e_l_w_e_i_s_sestinetteeatapoNarciso_Aleblumannaroisrypaperinopa_1974
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

DA LEGGERE

 

 

 

IN LETTURA

http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/files/2010/04/pane-e-bugie-165.jpg

“Il pesto è cancerogeno. Lo zucchero bianco: per carità! Meglio quello di canna. Il glutammato fa malissimo… E gli spaghetti radioattivi? Ah no, io compro solo pane biologico, prodotti locali e di stagione”inizia così la quarta di copertina di Pane e Bugie scritto da Dario Bressanini.

Non si tratta di un libro che affronta solo il discorso sull'alimentazione, ma racconta di quel che sembra essere ancora più nocivo di alcuni alimenti: i pregiudizi, gli interessi e i miti che li circondano.

Questo libro è una sorta di ‘vaccino’ contro i pericoli della cattiva informazione.

Si tratta insomma di andare oltre i luoghi comuni per rispondere all’interrogativo:

Mi stanno raccontando la verità?

Porsi la domanda è un primo passo molto importante”.

 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 74
 

LETTURE UTILI E LINK

 

Come usare la rete per arricchire
le proprie esperienze
e relazioni personali.

Ciò che serve sapere
e i manuali tecnici non dicono.

Cose da fare, e cose da non fare,
per muoversi nella rete utilmente,
piacevolmente e senza fastidi.


Per leggere il libro online il link:http://www.gandalf.it/uman/capitoli.htm

 

 

 

 

hit counter