Creato da arw3n63 il 27/06/2012

COME UN'AQUILA

Il volo della mente: incessante, instancabile, senza meta e senza confini, senza vertigini, e maestoso come un'aquila eterna. Jim Morrison

 

Le liti di cortile della bassa

Post n°1150 pubblicato il 03 Luglio 2017 da arw3n63
 

[….]Ci vorrebbe un grandissimo poeta, un Omero, uno Shakespeare, per parlare in modo degno ed adeguato di quelle liti di cortile della bassa, che s'iniziavano quasi sempre da un nonnulla: un panno steso, un pollo morto, un bambino morsicato da un cane e poi duravano per secoli, con un accumulo tale di odio tra le parti in causa che, se pure non arrivava a produrre morti sgozzati e finali da tragedia, sarebbe  stato comunque sufficiente per dare forma logica e significato ai piú atroci massacri della storia; qui infatti, nelle liti di cortile, che l’odio umano si raffina e si esalta fino a raggiungere vette insuperabili, diventa un assoluto. E’ l’odio puro: astratto disincarnato, disinteressato,  quello  che muove l'universo, e che sopravvive a tutto.

L'amore umano, tanto cantato dai poeti, a confronto dell’odio è quasi un fatto inesistente: un granello d'oro nel grande fiume della vita, una perla nel mare del nulla e niente più. Anche le liti dell’acqua, pur nascendo da cause d’interesse, del tutto prive di elementi ideali, potevano tuttavia raggiungere ed anzi spesso raggiungevano una loro oscura, negativa grandezza. In più, avevano risvolti di tipo sociale, di lotta tra le classi e cose simili, che hanno a che fare con la storia; essendo tutte le coltivazioni di qui, e sopra tutte la coltivazione del riso, legate alla presenza, particolarmente cospicua in questa parte della pianura di acque fluviali e sorgive: ne consegue che i padroni veri della bassa non erano i padroni della terra, allora ancora suddivisa in molte proprietà piccole e minime, ma erano i padroni dell’acqua cioè l’ingente e ramificatissima rete di fontanili e rogge, cavi e cavetti, diramatori e scolmatori, e così via, che era ed è, per l’economia di questa zona, l’equivalente di ciò che è la circolazione del sangue per il corpo umano.

Pochi padroni e assai potenti:  la Curia vescovile, i grandi feudatari novaresi e lombardi, l’Opera del Duomo, i Domenicani, i Gesuiti, l’Ospedale con la Pia Casa…Contro costoro si lottava, nella bassa, in due tempi e in due modi. Innanzitutto, di giorno: i contadini, riuniti nelle rispettive comunità, s’appellavano al tribunale di Novara per avere l’acqua che necessitava  alle colture, al giusto prezzo; e poi di notte, s’arrangiavano  per loro conto ad aprire varchi abusivi nelle rogge o a scardinare le chiuse, lasciando spesso all’asciutto le risaie dei vicini e compiendo altre prodezze, che sarebbero troppo lunghe da elencare ora. Accadeva così che dal tronco originario d’una lite d’acqua germogliassero, come rami dalla capitozza del salice, decine e decine d’altre liti: del proprietario dell’acqua contro singolo contadino, del contadino contro la sua comunità, dei contadini tra loro e contro ignoti, delle comunità contro altre comunità, o contro singoli contadini; che le chiuse dei cavi e delle rogge fossero spesso vigilate- come oggi sono vigilati gli uffici postali, e gli sportelli delle casse di risparmio e delle banche- da bricconi  armati fino ai denti, assoldati dai proprietari delle acque per dissuadere i ladri con la loro presenza, o per punirli se la dissuasione non avesse dato i risultati sperati, che ogni tanto-date le premesse, la conclusione è inevitabile- ci scappasse il morto.

La Chimera- Sebastiano Vassalli

 
 
 

Qual è il confine tra cura ed accanimento terapeutico?

Post n°1149 pubblicato il 29 Giugno 2017 da arw3n63
 

 

Credo che il confine tra accanimento terapeutico e cura sia molto sottile e ci si aggrappi a tutto pur di sperare…..sperare  in cosa?

Allungare la vita di qualche giorno? Mese? Oppure anni? Chi può saperlo, neanche i medici che più di una volta han sbagliato le previsioni. Allungare la “vita” in un paziente fortemente debilitato e affetto da demenza senile  che va avanti da quasi un mese solo  con idratazione e glucosio e antibiotici. Nessuno può saperlo, tanto che per ben due volte l’avevano dato per spacciato.

Non ce l’avrebbe fatta secondo i medici….eppure ha superato  il momento critico….avrebbe già dovuto essere sepolto da venti giorni, e invece è sopravvissuto e poi  ancora all’inizio di questa settimana …nuova crisi respiratoria e broncopolmonite, per i medici non avrebbe superato la notte…invece…

Invece lui è così attaccato alla vita che  non vuol proprio abbandonarla…farfuglia, sorride, si volta a guardare quando gli parli.

Qualche anno fa quando era pienamente cosciente e consapevole ci avrebbe fatto il gestaccio “Tiè! Andatevene tutti a…muoio quando lo dico io! Neanche  all’Inferno mi vogliono!” nel suo dialetto,  perché nei momenti in cui pare migliorare è reattivo, non si lascia andare, non si abbandona alla morte…. chissà se cosciente di quel che gli accade o no, io penso di sì che in alcuni momenti di lucidità capisca, be’ riesce ancora a stringere la mano dei figli e non si può lasciarlo morire di fame, ma al momento non si può praticare una peg e il sondino gastrico significherebbe legarlo ad un letto, sarebbe una violenza.

E la vecchiaia con certe patologie, come la demenza  ad esempio, non ha cure ne guarigioni….il “traguardo finale” è una realtà che però noi occidentali fatichiamo ad accettare, si vorrebbe che il proprio caro viva il più a lungo possibile anche se “vita” non la si può più definire, ma d’altra parte l’etica, la coscienza, le leggi attuali e l’attaccamento dei famigliari si aggrappano a qualunque mezzo pur di mantenere in vita.

Ma se invece fosse proprio lui che volesse continuare a vivere? E lo sta manifestando in ogni modo, attraverso un fisico che non si arrende?

Ecco perché ci vorrebbe un testamento biologico.

 

 
 
 

OM mantra meditativo

Post n°1148 pubblicato il 28 Giugno 2017 da arw3n63
 

OM·

Contrazione di AUM· il puntino rappresenta il silenzio.

Come già detto è un suono primordiale che aiuta la meditazione,  il mantra dei mantra e la vibrazione  prodotta è in grado di apportare benefici al sistema energetico, corpo e mente.

Secondo la tradizione si dice che l’universo sia nato da questa vibrazione.

Lo cantiamo alla fine della pratica di yoga e anche questa settimana l'abbiamo ripreso l'argomento nell'ultima lezione di questa stagione.

Dicevo in un post precedente che è anche una sillaba sacra che si collega al divino.

Se si collega al divino:

A= Brahama, il Dio creatore

U=Vishnu, il Dio che conserva

M= Shiva, il Dio che distrugge

• = il puntino, che va al di là, la realtà oltre le divinità

Se si considera gli stati della vita:

A= rappresenta il presente

U= rappresenta il passato

M= il futuro

• = la realtà che va oltre il tempo e lo spazio

Se si considera l’energia:

ogni sillaba rappresenta i tre Guna (energie materiali che influenzano la vita degli esseri viventi)

A=Tamas, rappresenta l’ignoranza, l’inerzia , l’oscurità.

U= Rajas, attività, passione

M= Satua, rappresenta luce, verità, purezza

• = il suono silente, rappresenta la coscienza pura che trascende i guna.

Se si considerano i vari livelli di coscienza:

A= la veglia

U= il sonno

M= il sonno profondo

• = il silenzio tra un mantra e l’altro, trascende dagli altri tre.

 

 

 
 
 

L'esercito del selfie

Post n°1146 pubblicato il 25 Giugno 2017 da arw3n63
 

https://youtu.be/FQkaH5ppFek

Hai presente la luna alla sera, intendo quella vera?

Siamo l'esercito dei selfie

Di chi si abbronza con l'iPhone...

Ma non abbiamo più contatti

Soltanto un Like ad un altro post...

 
 
 

Notti bianche

Post n°1144 pubblicato il 25 Giugno 2017 da arw3n63
 

Ieri sera...notte bianca.Tutti nelle piazze e per le vie, balli, spettacoli, musiche.

Meno male c'era pure una brezza che rinfrescava.


Immagine dal web

E settimana prossima si replica!

 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: arw3n63
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: EE
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Terzo_Blog.Giusarw3n63sblogNonnoRenzo0monellaccio19lunetta_08ottavia4Web_Londonsagredo58Narciso_Alereginatoysbernardi2atapoLutero_Pagano
 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

IN LETTURA

 

 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

LETTURE UTILI E LINK

 

Come usare la rete per arricchire
le proprie esperienze
e relazioni personali.

Ciò che serve sapere
e i manuali tecnici non dicono.

Cose da fare, e cose da non fare,
per muoversi nella rete utilmente,
piacevolmente e senza fastidi.


Per leggere il libro online il link:http://www.gandalf.it/uman/capitoli.htm

 

 

 

 

hit counter