Creato da beside_me il 10/05/2013

beside_me

telling stories between colours and photography,some words are flowers of silence.

 

Collins Avenue

Post n°85 pubblicato il 30 Settembre 2014 da beside_me

Percorrevamo Collins Avenue,ed eravamo a due passi dall'Oceano,

quando Francesca si fermò,e guardandomi negli occhi mi chiese a cosa pensassi,

ogni tanto infatti mi perdevo nei pensieri assentandomi completamente..quello era

uno di quei momenti.Avevamo da poco finito di mangiare un gelato per assimilare un

po' di quegli zuccheri di cui avevamo bisogno per combattere un altro pomeriggio di

caldo infernale.Miami è meravigliosa,ma d'estate il caldo è insopportabile.Le dissi che

che ero felice e allo stesso tempo incredula,che da lì a poco avrei visto l'oceano..che

mai e nemmeno lontanamente avrei immaginato di riuscire  a sopportare 11 ore di 

volo,non io che amo avere sempre una finestra aperta nella mia vita..perchè ho un

bisogno costante "di nutrirmi di aria"..E aggiunsi alla fine che il mio silenzio e la

conseguente distrazione,erano strettamente legate,al mio desiderio in quel momento

di dare un nome a quella emozione che mi esplodeva dentro,quel fuoco che mi

percorreva la pelle invisibile dell'anima..Ecco,non ci riuscivo.Quel giorno tutto

era stato perfetto,anche l'incontro con questo potenziale cliente,ed il mio inglese,

quanto ho amato quella conversazione in inglese,mi faceva sentire viva ,come se

la mia passione per le lingue avesse finalmente trovato la sua dimora,in quel luogo

che ancora porto nel cuore.

Francesca insisteva..ma io quel giorno ,quando poi raggiunsi l'oceano,e mi sedetti

sulla sabbia,perdendomi nel colore di quel mare,ebbi l'illuminazione e la conferma

che "nelle cose che non hanno nome"ho scoperto,ritrovato,vissuto ,gustato e amato

la parte migliore di me.

 
 
 

(radici)

Post n°84 pubblicato il 29 Settembre 2014 da beside_me

“…l’amore è una pazzia temporanea, erutta come un vulcano e poi si placa, e quando accade bisogna prendere una decisione. devi capire se le vostre radici si sono intrecciate al punto da rendere inconcepibile una separazione.

Perchè questo è l’amore.

Non è l’ardore, l’eccitazione, le imperiture promesse d’eterna passione,

 il desiderio di accoppiarsi in ogni minuto del giorno.

Non è restare sveglia la notte a immaginare che lui baci

ogni angolo del tuo corpo.

 No, non arrossire, ti sto dicendo qualche verità.

Questo è semplicemente essere “innamorati”.

una cosa che sa fare qualunque sciocco.

L’amore è ciò che resta quando l’innamorato si è bruciato;

ed è sia un arte sia un caso fortunato.

Ci sono radici che si protendono sottoterra l’una verso l’altra

e quando i bei fiori cadono si scopre che si è un albero solo,

non due.

Ma volte i petali cadono senza che le radici si siano intrecciate…”

 dal FILM  ”Il mandolino del Capitano Corelli

(mentre il muschio cresce senza radici,e conserva il suo profumo..il fiore di loto,vive in luoghi stagnanti e nonostante ciò,conserva la sua bellezza,che meravigliosa brilla...radici o non radici..l'amore esplode,come quei sorrisi che sanno di cose buone e affondano il loro significato più profondo "nella sorgente"di noi stessi,in quei luoghi che scegliamo e proteggiamo).

 

 
 
 

(Dentro la tasca di un qualunque mattino.)

Post n°83 pubblicato il 27 Settembre 2014 da beside_me

Quando ti viene nostalgia non è mancanza.È presenza di persone, luoghi, emozioni che tornano a trovarti. (Erri De Luca)(Ogni viaggio ha un senso se lascia impronte di emozioni nel cuore)

 
 
 

(la domanda impossibile)

Post n°82 pubblicato il 25 Settembre 2014 da beside_me

E’ una delle cose più difficili

comunicare qualcosa che non richiede solo l’uso accurato delle parole,

 ma anche un’accuratezza di percezione che è al di là delle parole,

e un sentimento, una sensazione di intimo contatto con una realtà.


Jiddu Krishnamurti, La domanda impossibile

 
 
 

(voce del colore e della poesia)

Post n°81 pubblicato il 24 Settembre 2014 da beside_me

La poesia è stata la ragione della mia vita:

è lei che alla mia vita ha dato un senso,

 un orientamento, un ordine interno.

Dunque mi ha tormentato, illuminato e sostenuto.


Poiché amo molto il colore dei monti,

quell’azzurro turchino che sa di fresco

e di lavato e che vien fuori soprattutto dopo la burrasca,

 credo si ritrovi spesso, nella mia produzione poetica,

l’azzurro, il blu, questa tonalità che appartiene non tanto,

forse, alla radiosità del mattino quanto alla profondità.

 Lo spazio profondo ha questo colore,

 che poi diventa anche quello del tempo.

Tempo e spazio sono inscindibili.

Quando io penso al tempo lo penso di quel colore.


Spazio Stelle Voce. Il colore della poesia , 

 Mario Luzi e Doriano Fasoli

 
 
 
Successivi »