Creato da biangege il 29/12/2009

Bian e Gege

I diari di viaggio di due mototuristi

 

« 26 febbraio 2012: altro ...11 marzo 2012: dunque, i... »

10 marzo 2012: due ruote, due poli, due ali

Post n°36 pubblicato il 10 Marzo 2012 da biangege
 

Dunque vediamo, il 232 parte da Novara FNM alle 9.08 e passa da Galliate alle 9.17, mentre il 223 proviene da Saronno e passa da Ponte Ticino alle 9.38: allora se arrivo all'autogrill di Novara alle 9.10 vedo passare il 232 dal PL, e poi vado a Ponte Ticino a veder passare il 223... "Potato potato potato": questa volta non mi freghi, Harleysta in nero, esco anche io alle 8.30... Due ruote e la strada.

L'idea era buona, e mi sono anche alzato per tempo, ma poi sono andato a fare il pieno e mi sono detto "ma perchè bruciare benzina per una sparata seppur breve in autostrada? Un treno al PL di Galliate lo becco quando vado a Torino in auto, basta che mi organizzi bene".

E allora con molta calma ho scaldato l'olio per la solita Cusago-Cisliano, deviando poi per Vittuone, Inveruno, Castano Primo ed arrivare a Turbigo, fermandomi a Ponte Ticino, in tempo per vedere un airone volare basso sul fiume, una foglia di quercia portata dalla corrente e... Due poli, quelli della corrente continua, ed ecco il 223 puntualissimo... peccato che le nuove composizioni TSR non abbiano il fascino delle care EB700, ormai praticamente dismesse. Il ponte in ferro compie sessant'anni, ma li porta molto bene.

Non si poteva non uscire in moto anche oggi, complice la giornata tersa, e perchè non ripescare il piacere del fotosafari ferroviario? Però, guarda quanti aerei scendono verso Malpensa... e oltrepasso allora un presunto confine, sperticato dalla provincia prealpina per eccellenza, accanto a boscaglie che fanno indovinare strutture nascoste quanto i templi Khmer nella foresta cambogiana, deve essere zona militare ma non ci sono divieti, uno scatto non me lo vieta nessuno.

Due ali che rombando ti passano sopra, la Ferno-Vizzola Ticino passa rasente al reticolato dell'aeroporto, il Monte Rosa appena distinguibile nella foschia, e fusoliere multicolori che arrivano o partono da e per luoghi lontani, qualche padre ha portato qui il figlio a vedere i giganti dell'aria.

Ultimo strappo fino a Tornavento: il Villoresi è bello pieno, il Naviglio in secca, il Ticino è sempre il Ticino di prima, il ponte di Oleggio non è messo bene come quello di Turbigo, necessiterebbe di una mano di minio... ridiscendo per Nosate, Castano, Cuggiono, circonvallo Magenta, attraverso Robecco, devio per Cassinetta (imperdibile): un resto di muro in un campo mi incuriosisce, cosa sarà mai stato? Mah...

Ancora una dozzina di km e sono a casa, avevo solo voglia di girellare un po' con la scusa di due foto. Dunque, per domani, il 10023 passa da Malnate alle 9.33...

La galleria fotografica

Tutti gli itinerari

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Peter.Pan7biangegeStolen_wordsElemento.Scostantedistintanimalacky.procinopaneghessaslavkoradicSky_Eagleleoneleone3GothMakeUpNewman26oscardellestellenovufficiobrianzadaunfiore
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK