Creato da biangege il 29/12/2009

Bian e Gege

I diari di viaggio di due mototuristi

 

« 14-17 aprile 2017: Ancor...26 aprile 2017: Firefox,... »

20 aprile 2017: pensieri dopo Parigi

Post n°188 pubblicato il 24 Aprile 2017 da biangege
 

Eravamo stati molto colpiti dall'attentato di Nizza del 14 luglio 2016, in un luogo che conosciamo benissimo e in cui era presente, quella sera stessa, anche la madre di Gege che si era allontanata solo pochi minuti prima del tragico evento per fortunata casualità. Da allora abbiamo annotato, in segno di riconoscimento alle vittime, tutte le date degli attentati di matrice fondamentalista e oltranzista causati da un'interpretazione distorta e razzista della religione.

Oggi un'altro attentato ha scosso la sera parigina, altra città che amiamo molto, e un poliziotto è rimasto ucciso. Non pubblicheremo più le date dei futuri attentati per non far diventare questo blog (nato come diario di viaggio e poi diventato anche diario di vita) un bollettino di guerra, ma vogliamo dare un messaggio di fratellanza basandoci su questo video che ci è stato passato via Whatsapp e che abbiamo ritrovato su Youtube e sul sito ufficiale (di un motore di ricerca di viaggi, bella idea di marketing):

Ora, fuor di retorica e di esigenze di copione (certe posizioni sono perlomeno definibili come presuntuose) non siamo molto lontani dalla realtà: molta gente ragiona come i protagonisti di questo filmato... ma se a noi divessero chiedere qualcosa circa le nostre origini, cosa significa rispondere "Io sono italiano"?

Vediamo... tra storia e mito nel sud Italia di certo sono passati i Fenici, poi i Greci, qualche colonia Cartaginese e poi anche i Romani che si vogliono far discendere da Enea, esule della guerra di Troia (e quindi turco). Al nord nello stesso periodo c'erano popolazioni come i Cimbri e i Celti Insubri. A metà strada, i misteriosi Etruschi.
I Romani se ne sono andati in giro a colonizzare mezzo mondo riportando prigionieri di guerra e schiavi, poi sono iniziate le scorrerie degli Arabi a sud e, a nord, delle genti germaniche (Goti e Longobardi), armoricane (Galli) e addirittura pannoniche (Unni)... magari anche qualche Mongolo.
In periodi più recenti, e si va al Rinascimento, i famigerati Lanzichelecchi (Landsknecht, ma perchè no anche Land's Knights) erano germanici; i Franchi e gli Spagnoli se ne sono andati anch'essi in lungo e in largo.
Arriviamo all'Ottocento, con Napoleone, i Savoia e i Francesi tutti da una parte, Francesco Giuseppe, Radetsky e gli Austroungarici dall'altra a contendersi il nord Italia, idem nella Prima Guerra Mondiale con l'apparizione sul Piave e sul Carso delle armate Statunitensi da una parte e dei Serbo-Croati dall'altra. Non parliamo della Seconda Guerra Mondiale dove nei corpi di spedizone alleati c'erano anche i Neozelandesi, i Gurkhas e i Brasiliani (sì, sono andati a farsi massacrare sulla Linea Gotica)...

Bene, non volete che qualcuno di questa variegata congenie abbia... lasciato un po' del suo DNA tra le genti italiche? E chissà che il genio e la creatività di noi italiani non siano anche frutto di questo gran miscuglio di geni, che ci ha portato ad essere dei genii.

E' proprio vero: un mondo aperto comincia con una mente aperta.

SIamo italiani, cittadini tutti di questo piccolo pianeta (grazie JFK)

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIME VISITE AL BLOG

biangegeStolen_wordsElemento.Scostantedistintanimalacky.procinopaneghessaslavkoradicSky_Eagleleoneleone3GothMakeUpNewman26oscardellestellenovufficiobrianzadaunfioregrillo.e
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK