Creato da bonanza76 il 26/03/2009

cazzi e mazzi

storie di rancori malcelati,lavoratori sottopagati e personaggi sottosviluppati...

 

 

Precario

Post n°206 pubblicato il 26 Aprile 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

ogni tanto mi ritrovo a passare da queste parti. scrivo qualcosa perchè ne sento il bisogno. un tempo questo posto era parecchio frequentato. adesso è abbastanza deserto. le relazioni vanno coltivate e forse io non sono proprio bravo in queste cose. ho scritto cose migliori ma forse ero solo più disperato. adesso sono solo molto precario. come questo tempo che continua a fare i capricci. un bacio. con la lingua.

 
 
 

Sorriso

Post n°205 pubblicato il 14 Aprile 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

passo per un saluto veloce. lascio una traccia. sorrido con questo sole anche se dopo tutto questo buio un po' fa male. adesso che sei lontana spero che tu sia felice. io lo sono ma vorrei esserlo con te. pazienza. ci sarà un'altra occasione.

 
 
 

A di attesa

Post n°204 pubblicato il 31 Marzo 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

credevo fosse amore e invece era un calesse. a volte interpretiamo una cosa per un'altra. la vita è strana. io sto bene. qui nello spazio, in assenza di gravità siamo tutti più leggeri. ciao.

 
 
 

Foto ricordo

Post n°203 pubblicato il 18 Febbraio 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

mezzanotte e venticinque. osservo una foto sorridente. una bellezza disarmante. semplice. ciao bimba. domani sarò lontano. 

 
 
 

Cazzi, mazzi e trallallà

Post n°202 pubblicato il 19 Gennaio 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

mangiare davanti alla tv è una delle cose più tristi del mondo. dopo la guerra. e gli stupri. e i politici che si ripropongono in un carosello infinito dentro quella tv che tanto odio. è un cane che si morde la coda. io cosa mordo? avessi almeno una tetta da mordere. nemmeno una caramella. fuori acqua e neve. ieri quasi primavera. non si capisce più un cazzo. o forse sono io che non capisco più un cazzo. meglio non avere a che fare con i cazzi. meglio i pazzi. o i razzi. cazzi mazzi e trallallà. che sabato del cazzo. questa casa sembra una cella. chi dice che in galera si sta bene lo prenderei a calci in culo. amore mio ma dove cazzo sei?

 
 
 

Un altro giorno

Post n°201 pubblicato il 18 Gennaio 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

oggi è un giorno che sembra un altro. il sole scalda e sembra quasi una fredda primavera. alla faccia della neve. giro a vuoto in macchina e cerco non so nemmeno io cosa. lungo la strada puttane a culo nudo offrono i loro servizi. pioppeti e risaie. l' orizzonte è piatto. come la vita in questo scorcio di venerdì. domani è un altro giorno?

 
 
 

Summer on a solitary beach

Post n°200 pubblicato il 10 Gennaio 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

seduto sul divano. la tv accesa che si fa gli affari suoi. da un quadro su una parete Marylin Monroe mi guarda ammiccando. ormai lei non ha più problemi. il quadro vicino è riempito da un Michael Jackson mezzo busto in preda a folle dinamismo. andiamo bene mi  fanno compagnia due morti. di che cosa ha veramente bisogno un uomo per essere felice? felice forse è troppo. diciamo soddisfatto. domanda da un milione. non si trova la risposta. forse queste domande non troveranno mai una risposta. o forse non si vuole trovarla. a volte è più comodo. il dolore a volte è troppo grande. ci vorrebbe una spina da poter staccare a piacimento e non sentire più nulla. Battiato parla di un' estate passata su una spiaggia solitaria. 

 
 
 

L'una di notte

Post n°199 pubblicato il 03 Gennaio 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

non dormo. mi tiene compagnia la centrifuga della lavatrice. potrei fumare una sigaretta. a volte penso che avere smesso sia un peccato. a volte. ho smesso di fare troppe cose. anche di scopare. quasi non mi ricordo più come si fa. dicono che sia come andare in bici; non si dimentica. la lavatrice pare abbia voglia di uscire a fare un giro. ha un gran carattere la mia lavatrice. se avessi una donna la scoperei sulla mia lavatrice. non ho mai scopato su di una lavatrice. quasi sempre a letto. sul divano. al massimo per terra. mai su un aereo o dal dentista o in ascensore. come quei cazzo di tipi in gamba che hanno scopato mille donne in mille posti diversi. il pacchetto di marlboro del mio coinquilino mi strizza l'occhio. fanculo. guardo il cielo e non vedo la luna. e l'una. 

 
 
 

Pioggia

Post n°198 pubblicato il 02 Gennaio 2013 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

piove. decido di lasciare il mondo fuori. un giorno in più o in meno che differenza può fare. oggi sono stato sconfitto. chi se ne frega. l' odore della tua figa ormai è lontano. ne arriverà un' altra che mi farà girare la testa e anche le palle. il mio pensiero di oggi è per tutte le donne bagnate. dalla pioggia. 

 
 
 

L'ultimo giorno dell'anno

Post n°197 pubblicato il 31 Dicembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

è l'ultimo giorno dell'anno
e stiamo aspettando
qualcosa che forse non arriverà
last day blues
vorrei tu fossi qui con me
ma oggi
è l'ultimo giorno dell'anno
e bisogna festeggiare
tu forse con lui
io con il mio blues
last day blues
adesso esco 
lascio a casa il mio blues
e il pensiero di te

 
 
 

Un caffè rumoroso

Post n°196 pubblicato il 26 Dicembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

i vicini di casa rumoreggiano mentre io cerco di dormire all'alba di questo mezzogiorno di questo giorno che ho deciso di far scivolare via come una goccia d' acqua su uno specchio. uno specchio nel quale mi guardo e mi vedo diverso. a volte peggiore a volte migliore. forse la verità si trova davvero nel mezzo. un po' come me, perennemente tra due fuochi e mai tra due fiche. il pensiero di te ed i vicini festosamente rumorosi mi disturbano e quindi mi giro dall'altra parte ma non ottengo il risultato che speravo. i vicini sono ancora lì e la tua figura mi segue come una mezza ombra. non si riesce proprio a fare a meno di cadere in spirali colorate di rosso e blu. il desiderio di te è forte in questo momento. mi alzo. bevo un caffè. che ha il sapore della realtà. i sogni rimangono in un angolo. tutto il resto è intorno a me, nella mia cucina. 

 
 
 

E così viene natale

Post n°195 pubblicato il 25 Dicembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

e cosi' viene natale,
e tutto va bene
lo ha detto il telegiornale,
e allora perche' sto' male
e cosi' viene natale
sacra famiglia
bella famiglia, ma quale
non ha neanche una figlia
chi lo sa' perche'...
solo qui con me...tutto solo...
buon natale a tutti voi,
lo scrivo con il lapis
buon natale a tutti voi,
da adelmo e i suoi sorapis
buon natale a tutti voi,
lo scrivo con il lapis
buon natale a tutti voi,
da adelmo e i suoi sorapis
come vedi e' natale
ed e' l'unico giorno che
io non penso piu' a niente,
non penso piu' a niente...
nemmeno...a te.

 

(Adelmo e i suoi sorapis)

 
 
 

Una canzone blu

Post n°194 pubblicato il 12 Dicembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

una canzone alla radio dice di provare.
forse dovrei farlo.
bisogna osare di più a volte.
baby credo di amarti.
o forse no.
forse amo l'idea che ho di te.
o forse amo il sesso.
mi manchi baby.
ma questo è amore o no?!
mi manchi baby.
ma in fondo io cosa posso darti?
gli altri ridono di me.
perchè non accetto le regole del gioco.
perchè sono un perdente.
adesso esco e smetto di piangermi addosso.
alzo gli occhi.
il sole intona una canzone.
mi manchi baby.
una canzone blu. 

 
 
 

Grigio

Post n°193 pubblicato il 01 Dicembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

che poi a volte sembra di essere sulle montagne russe. un momento ti senti bene e un attimo dopo ti senti sotto terra. con neanche il coraggio e la forza di chiederle se ha voglia di fermarsi a bere un caffè. mica di andare a scopare. un caffè cazzo. le donne. questo pianeta così meraviglioso e così distante. anni luce da me. e poi quella paura di non essere all' altezza. di risultare fuori luogo. sempre. o quasi. mi sembra di avere il cervello in una morsa. quando sembra che le cose funzionano ti rendi conto che sei appena alle fondamenta. grigio fuori e dentro. purtroppo.

 

la vita va avanti amando chi non ci ama e essendo amati da chi non ameremo mai.

(Charles Bukowski)


da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/vita/frase-168505?f=a:161

 
 
 

Grossi grassi culi piatti

Post n°192 pubblicato il 29 Novembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

giravo per cercare un lavoro ma non ci credevo molto la situazione non era di quelle migliori nelle agenzie la polvere la faceva da padrona e le impiegate quasi ti chiedevano cosa cercassi da loro vorrei un lavoro ma non sono molto convinto ero solito dire a quei grossi culi seduti senza troppa voglia su sedie da un tot al tot allora i grossi culi appiattiti alzandosi andavano verso un archivio dove sarebbe finito anche il mio curriculum tra centinaia di migliaia di disperati folli che cercano solo di sopravvivere le faremo sapere se salta fuori qualcosa signor nessuno diceva il grosso culo piatto ma non sono molto convinta che ci sia qualcosa per uno come lei arrivederci forse io invece pensavo che qualcosa per quel grosso culo piatto avrei potuto anche avercelo ma questa è un' altra storia e poi non vorrei essere volgare culo si può dire ma scopare e cazzo si possono dire?

 
 
 

Divagazioni

Post n°191 pubblicato il 20 Novembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

la ragazza mora parla parla e parla mentre la bionda annuisce fingendo attenzione. la mora sembra contenta di raccontare all'amica bionda quello che farebbe e quello che non farebbe mai. la bionda invece mi pare che vorrebbe essere da qualche altra parte. magari con uno di quei tipi un po' big jim o big bamboo o comunque un tipo che non mi assomiglia per niente. la mora più parla più esprime soddisfazione perchè si confida con la super bionda, che come si dice adesso è una tipa molto popolare. effettivamente il suo culo ha una certa personalità. se lo osservo bene, anche attraverso i jeans e con delle scarpe basse ha molto da dire. potrei parlarci per ore con quel culo. ci parlerei di molte cose. per esempio del fatto che venezia è bella ma non ci vivrei o del fatto che non ci sono più le mezze stagioni. di quando si stava meglio quando si stava peggio oppure della torta di mele che ho fatto l'altro giorno perchè ero depresso da fare schifo. già. personalità e carisma. parole vuote. allora mi riempio la testa di merda così non ci penso. ma come al solito ho divagato. vagato. scusa, ho ordinato un caffè. se vuoi anche darmi il tuo numero di telefono io lo prendo. arriva solo il caffè. con un sorriso che mi dice molte cose. ma è meglio non divagare.

 
 
 

Vagabondo

Post n°190 pubblicato il 19 Novembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

girando di città in città
avevo sempre due paia
di scarpe,
le scarpe per-cercare-lavoro
e le scarpe da lavoro.

le scarpe da lavoro erano

rigide, nere
e pesanti.
qualche volta quando
le indossavo
facevano molto
male,
la punta indurita e
contorta.
ma le mettevo
in una mattina
post-sbornia,
pensando: bene,
rieccoci qui
a lavorare per
paghe miserabili
e si suppone tu sia
grato
di questo
(essendo stato scelto
tra una folla
di candidati).
probabilmente era la mia
faccia
più brutta e
onesta.

rimettersi

quelle scarpe
era sempre
un altro duro
inizio.

immaginavo

me stesso
che in qualche modo
riuscivo a
uscirne.
vincendo al
tavolo da gioco
o sul
ring
o nel letto
di qualche ricca
signora.

può essere che l'idea

derivasse
dal vivere troppo tempo
a Los Angeles,
un posto di gran lunga troppo vicino
a Hollywood.

ma scendevo le scale

di quelle stanze in affitto
a ogni nuovo 
inizio,
le rigide scarpe che
mi assassinavano i piedi,
fuori nella luce
del primo 
mattino,

il marciapiede,

la città,
e io ero solo un altro
lavoratore qualunque,
un altro
uomo qualunque,
l'universo
che mi scivolava
attraverso
la testa
e fuori dalle
orecchie,
il cartellino che aspettava
di farmi entrare
ed uscire,
e in seguito
qualcosa da bere e
donne infernali.

scarpe da lavoro

scarpe da lavoro
scarpe da lavoro
e io
dentro di loro
con tutte le luci
spente.

 

(Charles Bukowsky)

 
 
 

Porno tu

Post n°189 pubblicato il 16 Novembre 2012 da bonanza76

Ehi ragazzi dove andiamo
Dai che andiamo al cinema

Si però che film guardiamo

Uno di quei porno assatanati

Con le fige tutte nude

Oh yeah
Zozze vacche lesbiche puttane
Oh yeah
Mi è venuto un colpo quando ho visto
Ahi me
La faccia di mia madre in primo piano sullo schermo
Con la broda che le cola in gola
Mammina sei tu
Mamma adorata sei li
E i miei amici son qui

Quando io ti ho visto quella sera non ho avuto più parole

Per esprimer tutto il mio stupore ho detto wuarp
Io che ti credevo una fata
Se un’attrice affermata
Una professionista di successo
Sei un cesso


Son sconvolto e son distrutto

E ti affetti del prosciutto

Poi a letto me ne torno

Tiri fuori il tuo giornale porno

Con le solite zozzone

Oh yeah
Che le vedi in ogni posizione
Oh yeah
Guarda quella bionda è proprio bella
Ahi me
Ma la guardo bene ha una faccia assai carina
Non si può sbagliare quella li è mia sorella Marina
Ha solo undici anni Marina
Con l’orsacchiotto Marina

Quando io ti ho visto quella sera non ho avuto più parole

Per esprimer tutto il mio stupore ho detto wuarp
Io che ti credevo una fata
Se un’attrice affermata
Una professionista di successo
Sei un cesso


Non è mica tanto bello esser figli di una star

Non son cose che piacere di sicuro posson far

Dopo tutto quelle donne che non han pudore alcuno

Di sicuro sono mamme zie sorelle di qualcuno


Quel qualcuno potresti esser proprio tu
E forse anche tua madre fa i bocchini alla tv

Ricordati che tu la stai facendo lavorare

Ogni volta che un film porno tu guardare


(Paolino Paperino Band)

 
 
 

Primo pomeriggio

Post n°188 pubblicato il 06 Novembre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

il sole splende alto nel cielo accarezzandomi la testa come una donna dopo l'amore che non c'è adesso solo una strada in salita da percorrere cercando di venirne fuori interi ma sì dai che domani sarà migliore ma io vivo ora e non domani e adesso il sole splende più forte e vedo tutto più chiaro come la polvere che al buio non si vede e questi pensieri che vanno troppo veloci e non si riescono a fermare sulla carta altrimenti potrebbero essere delle cose bellissime come quei sorrisi così belli che fanno male e i tuoi capelli neri e i tuoi occhi grandi e adesso quasi non mi ricordo il tuo viso si sfuoca mentre cerco di immaginarti di una bellezza che mi toglie il fiato e mi sale quella cosa lungo la schiena che poi ho voglia di prenderti e mangiarti tutta dio mio che cos'è questo desiderio che ti allontana di più da me anni luce e poi

 
 
 

Un caffè senza idee

Post n°187 pubblicato il 30 Ottobre 2012 da bonanza76
 
Tag: cazzi, mazzi

il freddo arriva senza avvisare e il vetro della macchina è ghiacciato come questo caffè freddo che mi servi distratta senza guardarmi e io chissà cosa pensavo stupido come spesso mi succede i films alla televisione mica nella vita ma io la tv non la guardo preferisco guardare te mentre sorridi oppure mentre fai quel movimento con la testa di lato mi piace tanto e i tuoi capelli neri e mossi come il mare in inverno sento il profumo della tua pelle e oggi mi manchi ancora un po' ma ho deciso di non vederti che forse è meglio se penso ad altro e mi distraggo scrivendo cazzate a mano libera senza pensarci troppo oppure leggendo un libro ma faccio fatica a leggere che non trovo uno scrittore adesso che mi piaccia e allora quasi quasi mi faccio un caffè da solo e penso alle tue t

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bonanza76seby180parrotta77liviana611eyesofastrangerlaeternaanmicupramarittimaelisabetta.carrozzomia.euridicefiorbellinicassetta2tommasopacillo1967simoelettricistaagela.klainminieri.francesco
 

ULTIMI COMMENTI

Bacio Bon
Inviato da: terruncella
il 15/12/2014 alle 11:46
 
Bon siamo giunti alla befana...ciao da Palermo.
Inviato da: ...
il 06/01/2014 alle 17:45
 
idem ... ... però vederti è stato bello.. tu, comunque,...
Inviato da: dancewiththesun
il 06/11/2013 alle 18:03
 
ormai siamo a novembre e tra non molto è natale... e io sto...
Inviato da: bonanza76
il 03/11/2013 alle 15:46
 
mmmhhh!... siamo a ottobre quasi novembre..e tra non molto...
Inviato da: dancewiththesun
il 20/10/2013 alle 21:07
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom