Creato da cance69gg il 14/05/2008
Caminada Sementi A-CLUB Suisse Cycling Team
 

I miei link preferiti

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

spinnato3frankistenfabiobittagios2008guidogranditomcat01grandemugelloannalais71carlottapatripier542008LYBRA2000redgirl747gufetta75bizzogreen
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Primo centro stagionale per Team RDZI-Caminada sementi con Guido Grandi

Post n°33 pubblicato il 15 Aprile 2009 da cance69gg

Lunedi 13 Aprile 2009 si è corsa la classica gara di Pasquetta e di apertura del calendario UDACE Como in quel di Lurago d’Erba con il Trofeo HYPO Bank riservato alla categoria cicloamatori svoltasi su di un circuito impegnativo da percorrere cinque volte per un totale di circa 75 km.

A salire sul gradino piu’ alto del podio nella gara Comasca è stato Guido Grandi portacolori del Team RDZI Caminada Sementi A-CLUB ottenendo cosi la prima vittoria assoluta della stagione.

Per quanto riguarda la cronaca della corsa, subito dopo pochi km dal via, sul tratto piu’ impegnativo del circuito, inizia la fuga piu’ importante risultata poi decisiva della giornata, s’involano in tre Guido Grandi, G.Luca Vezzoli Campione Italiano di categoria e Moretti bresciano del team Arka accumulando un vantaggio superiore al minuto e trenta secondi.

Il vantaggio accumulato ha permesso loro di giungere al traguardo posto sullo strappo finale nel centro di Lurago a giocarsi la vittoria di giornata, allo sprint s’impone Guido Grandi su G.Luca Vezzoli e Moretti.

Grande soddisfazione per tutto il Team Caminada Sementi A-CLUB che vede un suo portacolori salire sul gradino piu’ alto del podio, ora si attendono importanti appuntamenti in ambito Granfondo subito a partire da Domenica prossima con la GF STOCKALPER e la successiva con la seconda prova di Coppa Lombardia a Salo’ in provincia di Brescia.

Alle prossime news……aggiornate su  www.punto09.com

 

Ufficio stampa

Team RDZI Caminada Sementi / A-CLUB

 
 
 

Primo podio stagionale per TEAM RDZI CAMINADA SEMENTI - ACLUB

Post n°32 pubblicato il 05 Marzo 2009 da cance69gg

Domenica 01 Marzo 2009 si è corsa la seconda prova del Circuito Giro delle Regioni con la GF Val di Cecina in quel di Cecina (LI) ed è arrivato il primo importantissimo podio stagionale per il Club Svizzero Team RDZI-Caminada Sementi.

A salire su gradino piu’ alto del podio ottenendo la vittoria nella categoria M2 è stato Daniele Zucconi autore di una prova molto positiva tenendo conto della penalizzante griglia di partenza in cui era stato inserito.

Autore di una gara tutta in rimonta ha portato Daniele sino a pedalare in compagnia del compagno di squadra Guido Grandi a ridosso delle prime posizioni del gruppo nel percorso Gran Fondo di km 125 con un dislivello di ca. 1500mt

Altro atleta a salire sul gradino piu’ basso del podio della categoria M3 è stato appunto Guido Grandi anche lui autore di una confortante prova in vista dei prossimi appuntamenti gran-fondistici nazionali e internazionali.

Da segnalare anche l’ottima prestazione della “Pink Lady” del Team Roberta Rezzonico che ha onorevolmente chiuso la prova sul percorso della medio fondo di 89 km con decimo posto di categoria dando dimostrazione di carattere visto le difficili condizioni in cui si è svolta la manifestazione.

La gara è risultata essere molto impegnativa non tanto dal punto di vista altimetrico ma dal punto di vista nervoso dovuto in gran parte dalle condizioni atmosferiche avverse, dal percorso insidioso causa una forte pioggia battente che ha accompagnato i corridori nelle ultime ore di corsa e dall’elevato numero di partecipanti…2500 al via !

Ora appuntamento alla GF GEPIN a Celle Ligure il prossimo 15 Marzo….sperando in un altro podio di squadra !!!

Alle prossime news……aggiornate su  www.punto09.com

 
 
 

Esordio stagione 2009 Team RDZI Caminada Sementi - ACLUB

Post n°31 pubblicato il 14 Febbraio 2009 da cance69gg

Con l'edizione 2009 della GF Laigueglia è iniziata una nuova stagione agonistica del panorama ciclistico amatoriale.


Con l'occasione ha esordito anche il neonato Team RDZI Caminada Sementi - ACLUB rappresentato nell'occasione dagli atleti Daniele Zucconi, Roberta Rezzonico, Raffaele Caminada, Saul Arias, Fabrizio Castano e Guido Grandi.


La gara si é sviluppata su di un tracciato di 115km con un dislivello complessivo di 1200m che per essere all'inizio della stagione é risultato essere abbastanza impegnativo ma comunque anche molto veloce soprattutto la prima parte sull'Aurelia.


La gara è stata combattuta con tentativi di fuga iniziali dove Guido Grandi si è inserito nell'unica fuga importante prima dell'inizio della prima salita.


La prima salita ha dato lo scossone in testa al gruppo dove i migliori hanno preso subito il largo mentre Guido e Daniele sono riusciti a rimanere nel secondo gruppetto ad inseguire.


Gli altri del team navigavano pressoché a centro del gruppone compresa Roby autrice di una prestazione davvero convincente.


Sulla seconda salita  il gruppetto si rompeva ancora di piu' dove il migliore dei nostri Daniele riusciva a rimanere sempre nelle prime posizioni mentre Guido rimaneva attardato nel gruppetto immediatamente dietro, seguono Saul, Roby con il fido gregario di giornata Raffaele e poi Fabrizio.


All'arrivo le posizioni degli atleti del Team sono state molto soddisfacenti, Daniele 60° ass. e 8° M2, Guido 110° ass e 7° VET1, Saul 304° ass e 34 MG,  Roby 15° Woman, Raffaele 247° VET1 e a seguire Fabrizio.


Tutto sommato ottimo esordio, dato il periodo e le condizioni atmosferiche che hanno ritardato il raggiungimento di una condizione buona.


Il prossimo app.to sulle strade delle GF è per il 01 Marzo con la GF Val di Cecina.


Alle prossime news.

 
 
 

DAMIANO CUNEGO "VOLA" CON LA SUA GRAN FONDO

Post n°21 pubblicato il 22 Maggio 2008 da cance69gg

Scritto da Gias   
giovedì 22 maggio 2008
- Gli organizzatori di Sport Events particolarmente soddisfatti per la 3.a edizione
- Percorsi rivisti per la gara del 2008, sono tre e tutti molto spettacolari
- Il campione di Cerro sarà al via con alcuni "gregari" della Lampre
- Le iscrizioni chiuderanno il 4 giugno o al raggiungimento dei 2500 atleti
Lo scorso anno la Gran Fondo Damiano Cunego, gara organizzata da Sport Events, fu l´occasione per vedere da vicino il campione di Cerro Veronese reduce dalle fatiche del Giro d´Italia. Quest´anno, invece, la terza edizione dell´evento (in programma per domenica 8 giugno) sarà buona per fargli l´"in bocca al lupo", in vista di un´estate che potrebbe davvero essere ricca di successi per il biondo corridore veronese. Tifosi di Damiano ed appassionati di ciclismo saranno al via della Gran Fondo dedicata al loro beniamino che, proprio dalla sua Verona e dalla sua granfondo, spiccherà il volo verso Tour de France, Olimpiadi e Mondiali. Sicura la partecipazione  alla "grande boucle", non ancora quella a Pechino e Varese, chiaramente subordinata alle convocazioni del CT azzurro Franco Ballerini, anche se il Cunego visto in questo avvio di stagione sembra aver già fornito abbondanti garanzie, già trionfatore alla Amstel Gold Race, terzo alla Liegi-Bastogne-Liegi e primo nel ranking UCI.
I trionfi di questo inizio stagione sembrano aver rafforzato il legame tra Cunego, i suoi tifosi e gli amanti delle due ruote, tant´è che, ad oggi, le iscrizioni hanno già superato quota 2000 e, secondo le proiezioni, andranno a superare i 2150 partenti di un anno fa, numero che già allora fu considerato un grande successo. Quest´anno la chiusura delle iscrizioni è in programma al raggiungimento di quota 2500 e non è detto che, se il trend nei prossimi giorni rimarrà questo, si possa anche chiudere in anticipo (attualmente il termine è fissato per il giorno 4 giugno).
La GF Cunego sembra dunque aver preso la ruota buona, pronta a lanciarsi nell´ennesima fuga, verso un´ottima riuscita del terzo episodio della corsa. E quella del 2008 sarà un´edizione all´insegna del numero 3, perché tre sono anche i percorsi di gara e, come se non bastasse, pure le vittorie finora conquistate da Damiano (oltre alla Amstel, ha già chiuso a braccia alzate anche al Gp Klasica di Primavera e alla quinta tappa del Giro dei Paesi Baschi).
Cunego che, così come un anno fa portò con sé l´amico e collega Leonardo Bertagnolli (corridore trentino della Liquigas), quest´anno sarà seguito da tre o quattro compagni della Lampre: tra qualche giorno si sapranno anche i loro nomi.
Come si diceva, tre saranno i tracciati di questa terza edizione, tutti rinnovati e con l´assoluta novità di un corto di 62 km (960 metri di dislivello), l´ideale per chi non si sentisse nella gamba i 150 km del lungo (3510 metri di dislivello) o i 92 km (1740 metri di dislivello) del medio. Tre diversi modi per esserci, per rispondere presente all´appello di Damiano.
E molti sembrano essere anche i cicloamatori attirati dall´altra grande novità di quest´anno, ovvero la Cronoscalata "Trofeo Berner". Dieci chilometri di salita cronometrati, con una speciale classifica a parte, destinata chiaramente agli scalatori.
Non resta che partecipare, con l´appuntamento fissato per domenica 8 giugno alla caserma G. Duca di Montorio, nella periferia di Verona, sede dell´85° RAV che ospiterà partenza ed arrivo della gara, grazie alla gentile concessione del colonnello Girolamo Demasi.
Info:
www.granfondodamianocunego.it

 
 
 

.....100% in accordo con le dichiarazioni.....

Post n°19 pubblicato il 21 Maggio 2008 da cance69gg

Il tedesco dell'Astana, favorito della crono, va già duro con Riccò: "Parla troppo, è troppo piccolo. Non è un campione, non può vincere il Giro. Io punto su Di Luca"

Andreas Klöden è nato il 22 giugno 1975. Ansa
Andreas Klöden è nato il 22 giugno 1975. Ansa
PESARO, 20 maggio 2008 - Sembra uno dei lanzichenecchi di Albrecht Dürer. Andreas Klöden è calato in Italia per una razzia. Ha vinto il Romandia. Ora vuole il Giro d’Italia. È il favorito di oggi.
Klöden, si presenti.
"Sono nato il 22 giugno 1975 a Mittweida, in Sassonia. A 13 anni sono andato a Berlino Est. A 14 ho visto cadere il Muro. Lì ho passato 15 anni. Da 5 vivo a Kreuzlingen, nella Svizzera tedesca, sul lago di Costanza. Con mia moglie Bettina e due bimbe: Felicitas, 6 anni, e Letizia, 3 anni. Amo la musica techno e la discesa sugli sci: ho fatto la Streif a Kitzbühel, mi piace Bode Miller. Tifo Bayern: Luca Toni è un fenomeno. Il mio modello era Indurain...".
Vive in esilio accanto a Jan Ullrich?
"A due chilometri da casa sua. Siamo amici. Quando corro, mia moglie va a casa di Sara, la moglie di Jan".
Perché ha lasciato la Germania?
"Perché i giornalisti tedeschi hanno ucciso il ciclismo. Al Mondiale di Stoccarda ho goduto nel vedere Bettini vincere e mimare la fucilata sul traguardo. Ullrich è stato trattato peggio di Basso".
I giornali tedeschi hanno parlato della T-Mobile, per cui lei ha gareggiato per otto anni, dove si è praticato il doping di squadra. Sinkewitz ha accusato anche lei.
"Ha accusato anche Bettini ed era una bolla di sapone. Io ho sempre lavorato pulito. In questa stagione ho subito 22 controlli, 7 da parte della mia squadra. L’Astana ha delegato una ditta tedesca, la Pwc, per i test antidoping. Sono controllato da 5 enti: Wada, Uci, Pwc, la federazione svizzera, e la Nada, l’ente tedesco. Noi dell’Astana siamo testati meglio di quasi tutte le squadre al Giro. Qui solo 4 squadre hanno un vero sistema di controllo: Slipstream, High Road, CSC e Astana. Riccò e Rebellin non sono controllati come me. Per non parlare della squadra di Priamo".
Chi è il vero capitano dell’Astana?
"Siamo in tre: Contador, Leipheimer e io".
Quando ha saputo che avrebbe corso il Giro?
"Domenica 4 maggio. Stavo per andare in vacanza. Non conosco le montagne. E questo è un handicap".
Chi è il suo favorito per la vittoria finale?
"Di Luca. Ha già vinto e ha l’aiuto di Savoldelli, un uomo intelligente, prezioso".
Di Luca, per simmetria, sostiene che il favorito sia lei.
"Sono motivato. Darò il meglio. Spero di vincere. Ma non è un Giro per me. Le salite corte sono più adatte agli italiani, a Di Luca, che è esplosivo".
Lei, 183 centimetri per 62 chili, ha il più favorevole rapporto peso-potenza, questo fa la differenza in montagna.
"Preferisco le salite lunghe, le tappe dove conta la resistenza. Il Giro ha salite più corte e più ripide del Tour".
Conosce l’Italia?
"Mi sono allenato sul Lago Maggiore. Ho vinto la Tirreno-Adriatico. Mi piace la gente, aperta e socievole. E c’è un buon cibo".
Che possibilità ha Contador?
"Se fosse al 100 per cento, avrebbe già vinto. Non ho mai visto un talento così grande".
Come giudica Riccò?
"Parla troppo ed è troppo piccolo. Parla male di Contador, che ha già vinto il Tour. Non è un campione. E non può vincere il Giro".
Chi può vincere?
"Di Luca, Contador, Leipheimer, Savoldelli, Simoni, Menchov, Klöden. Nibali ha talento: può finire nei cinque".
Ora la crono scoprirà i valori. I più pericolosi?
"Savoldelli, Leipheimer, Menchov, Contador, Bruseghin. Il percorso è bello".
Dove si deciderà il Giro?
"Nelle ultime due tappe di salita, Monte Pora e Tirano".
Pensa ai Giochi olimpici di Pechino?
"Mi piacerebbe fare le due gare su strada. Ma non per la Germania. Il sogno è irrealizzabile. Con la Germania ho chiuso".

 
 
 
Successivi »