Community
 
anga
   
 
Creato da anga il 22/02/2012

cenere & filtri

consunzioni quotidiane

 

 

mumble mumble ...

Post n°15 pubblicato il 27 Maggio 2013 da anga
Foto di anga

... mumble ...

 
 
 

qualcosa di più

Post n°13 pubblicato il 21 Ottobre 2012 da anga
Foto di anga

Mi è capitato spesso di dirimere opposte pulsioni, sentimenti e inclinazioni: l'incertezza mi governa spesso. Persino il mio umore si rotola dubbioso nel sole del primo mattino, lancia lo sguardo attorno con aria assonnata e infine si lascia catturare dalla prima veloce strizzata d'occhi. Ma cosa descrivo! La fragilità o la duttilità? Ancora dubbi.

Stamattina è una di quelle volte in cui ho la netta sensazione di poter fare qualunque cosa, senza per questo avere una ragione che lo abbia motivato. Mi dico che dovrei approfondire questa ragione e sicuramente ne troverei il moto iniziale, il primo vero spunto. Invariabilmente scopro, o forse me ne sono convinta, che l'unica ragione che mi muove è sempre quella del "fare", magari con un progetto dietro, piccolo o grande.

Mi arrabbio, anche, quando qualcuno si oppone o intralcia i miei programmi. Perché c'è una piccola lezioncina da imparare e non voglio essere disturbata, un ordine da eseguire nel modo più corretto. Ecco che mi avvicino alla ragione con un flashback: mi vedo genuflessa all'età più o meno di 8 anni, nel giorno delle prove della mia prima comunione.

Un momento della mia vita così importante, perché pensavo di doverci credere in Dio. Eh sì, mi avevano raccontato che l'incontro mi avrebbe cambiato in positivo, e le mie fantasie in proposito erano abbastanza precise, anche se alcune cosette non mi erano proprio chiare: per esempio come mi avrebbe parlato Dio. Avrei sentito la sua voce nelle orecchie oppure nel mio cervello, come un tuono che risuona o un bisbiglio appena percettibile?

La delusione fu grande, ma la mia natura ostinata mi portò avanti ancora qualche anno nella ricerca di questo Dio universalmente riconosciuto; dopo aver ridimensionato le mie aspettative e con la crescita ho sperato in qualcosa di più profondo di una voce nella mia testa. Inutile dire che non è mai arrivato, al suo posto una sana quanto disillusa visione dell'esistenza con un fine apparentemente senza fine.

Ora mi tocca fare la parte che in Blade Runner  fa l'androide quando versa le sue lacrime quasi umane insieme alle piogge acide di un cielo senza sole. Quindi se la nostra parte in questa vita è semplicemente quella di portare avanti l'evoluzione con le frustrazioni del caso perché affannarmi a cercare un'altra ragione? Sorrido e penso che la consapevolezza, nella vita delle persone è sempre tanto, tanto deprimente. Poi penso che dovrei studiare un po' di filosofia, o forse psicologia (chissà) ché mi aiuterebbero a passare il tempo che mi rimane da vivere; potrebbero colmare un piccolo grande vuoto che la crescita nuda e pura non sa riempire. Quel posto in fondo all'anima, pronto per sistemare qualcosa di più.

 
 
 

gatto, mamma e tiramolla

Post n°12 pubblicato il 30 Settembre 2012 da anga
Foto di anga

Sorseggio il bicchiere di caffè, finalmente il gatto è uscito. Fuori c'è vento, ma l'aria sembra come lavata dalla leggera pioggia. E piove ancora, ma a tratti, come se il cielo scherzasse col vento e non volesse veramente farsi scuro. Quest'aria lievemente umida, porta ancora promesse di gioco e spensieratezza, fa respirare la pelle accarezzandola. Questa mattina nuvole-e-vento mi piace, stranamente.
Penso all'essere meteoropatici, cosa veramente significa, se esiste sul serio una patologia segnata dai cambi di stagione, eppoi c'è la luna, e chissà cos'altro. Ho mandato giù l'ultimo sorso di caffè e considero il mio umore con il distacco necessario per avviare la giornata proficuamente. Stare qui con mia madre sembrava una piccola necessaria, segregazione e invece assaporo la mia libertà perduta, rinfresco i pensieri dei vecchi tempi, valuto più cose scegliendole una per una, con la necessaria attenzione. E lo so che è merito della mia mamma. Del suo essere semplicemente qui, ora, con tutte le sue connessioni radicate dentro un corpo sconnesso: questo denso miscuglio che fa emergere elementi a tratti intensi e rivelatori. L'amore porta sempre in posti sconosciuti, quasi non ci si accorge di esserne parte. Io mi meraviglio della mia inconsapevolezza quando mi accorgo che ne traggo beneficio. Il mio tempo qui sembra elastico come Tiramolla.

 
 
 

acqua e mulino

Post n°11 pubblicato il 04 Settembre 2012 da anga
Foto di anga

Fine estate. Temporale notturno con lampi e tuoni straordinariamente incalzanti, di quelli che sollecitano tutte le fantasie infantili, le più remote, e le riportano in vita come nuove; quelle poi, come acqua nel mulino, danno forza ai pensieri depositati in fondo alla memoria, li sollevano e in successione meticolosa, apparentemente casuale questi prendono forma di ricordi registrati, solo temporaneamente dimenticati. Alcuni sono stati corrotti dalle fantasie che li avevano generati e allora sono distorti, come vecchie romantiche biciclette arrugginite. Altri sono così netti e decisi, implacabili nella loro verità, che gridano nelle orecchie con tutto il silenzio della loro impotenza e mi costringono ad alzarmi dal letto. Eccomi, lasciatemi in pace ora.

 
 
 

appetiti

Post n°10 pubblicato il 05 Agosto 2012 da anga
Foto di anga

Si può conoscere una sola persona profondamente nella propria vita, a volte neanche quella. Ovviamente sto parlando di un partner o un'amica/o caro. Se il concetto si declina sulle conoscenze meno profonde che coronano la nostra esistenza è difficile credere che poche righe scambiate con perfetti sconosciuti attraverso un portale sociale come quello che ci contiene possano considerarsi una "conoscenza", però sono un contatto. Siamo così fragili e bisognosi; i nostri appetiti (nel vero senso della parola) altro non sono che una replica infinita dei bisogni primari della nostra breve (forse non così breve) esistenza. Un latte che cerchiamo come nell'indimenticabile sequenza della mega-mammella di Woody Allen: bisogno e minaccia. Scrivo questo dopo l'incertezza se rispondere o no a un messaggio da uno sconosciuto. E ovviamente parlo per me. :-)

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Disoccupandabal_zacmadmax.roangaWIDE_REDkremuziodaunfiorebadessa.per.casofalco58dglcortomaltese.rmmipiace1956PSICOALCHIMIEiw0goy0ulisse.61espero0
 

ULTIMI COMMENTI

ma quanto pensi... :-)
Inviato da: badessa.per.caso
il 12/11/2013 alle 22:45
 
sei animale e donna insieme. questo è il punto. tira un...
Inviato da: badessa.per.caso
il 09/11/2012 alle 00:25
 
^________^ ahahaha aaaa!
Inviato da: BobSaintClair
il 08/11/2012 alle 09:55
 
Sai che certe volte mi sento più animale che donna?!...
Inviato da: anga
il 05/11/2012 alle 11:51
 
il fatto è che la ragione non basta. serve anche il...
Inviato da: badessa.per.caso
il 05/11/2012 alle 08:17
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom