Creato da new_rainbow il 20/12/2006
-------------------------------------------------------------------
 

 

MILK

Post n°17 pubblicato il 31 Gennaio 2010 da new_rainbow
 

Giusto l’altro giorno gironzolano per la nuova libreria Feltrinelli Express nella stazione centrale di Napoli mi sono imbattuto in questo DVD, a suo tempo ebbi già occasione di vedere il film al cinema e appena l’ho visto non ho potuto non comprarlo.

MILK è la storia degli ultimi anni di vita di Harvey Milk, dalla sua entrata in politica al suo assassinio nel 1978. Milk è stato il primo militante del movimento gay ad essere eletto consigliere comunale della città di San Francisco o meglio il primo uomo apertamente gay ad essere stato eletto ad una qualsiasi carica pubblica negli Stati Uniti ed ha contribuito in maniera fondamentale alla lotta per i diritti civili del movimento GLBT americano.

Il film è diretto magistralmente da Gus Van Sant (se non ve lo ricordate è lo stesso regista di Belli e dannati) ed interpretato da un grande cast di attori quali Sean Penn, vincitore per questo film del premio Oscar come miglior attore protagonista, James Franco, bravissimo e bellissimo come sempre (da non trascurare la scena in cui nuota nudo in piscina), Brandon Boyce e Josh Brolin.

Il voto che io dò al film è un bel 8+ e consiglio a chiunque non l'abbia ancora fatto di vederlo, difficilmente ve ne pentirete.

 

Alcune battute tratte dal film ed il trailer in italiano:

- La società non può esistere senza la famiglia

- Ma noi non siamo contro la famiglia

- Perché due uomini possono procreare?

- No, ma Dio sa quanto ci proviamo…

 
 
 

Scandalo a Londra - Touch of pink

Post n°16 pubblicato il 23 Novembre 2009 da new_rainbow
 

Regia: Ian Iqbal Rashid

Interpreti: Jimi Mistrà, Kristen Holden-Ried, Mathew Suleka.

voto personale: 7 +

 

copertinaSi tratta di una simpatica commedia datata 2003 che oggi si può definire ormai un classico del cinema gay. Vede come protagonista Alim un giovane di origini Indiane trasferitosi a Londra e felicemente fidanzato con Giles un atletico e brillante giovane inglese con cui ormai convive da tempo; le cose per i due vanno splendidamente se non fosse per l’arrivo inaspettato di Nuru, la madre di Alim, ignara della sua omosessualità e ben intenzionata a riportarlo a casa.

Il tutto è poi condito da un’infinità di citazioni cinematografiche del cinema americano degli anni ’50 a cui tutto il film attinge a piene mani, compresa la presenza in tutto il film di Cary Grant che, come un angelo custode, affianca Alim per tutto il film consigliandolo e supportandolo nei momenti di bisogno.

È un film che merita decisamente di essere visto, è divertente, ma anche se non è un film impegnato lascia comunque i giusti spunti di riflessione e poi come tutte le commedie romantiche ha il giusto lieto fine, il che non guasta mai.

 

 
 
 

Kissin Jessica Stein

Post n°15 pubblicato il 18 Luglio 2008 da new_rainbow
 

Stavolta è il turno di una simpatica commedia lesbo dallo stile metropolitano (che piacerà molto agli amanti di Woody Allen) scritta delle due attrici protagoniste, la Juergensen e la Westfeldt.

È una divertente commedia che racconta una storia le cui premesse sono quelle che albergano agli inizi di molti film di questo genere ma, gli sviluppi sono senz'altro originali e non privi di un qual certo interesse sociologico.
Jessica, dopo una serie di delusioni amorose, legge una citazione di Rilke in una inserzione nella rubrica "Donna cerca donna" e si lascia attrarre dall'intrigante annuncio, tanto da rispondere.

L'inserzionista è Helene, direttrice di una galleria d'arte, disinibita annoiata ed in cerca di nuove emozioni che troverà in Jessica la quale però, prima di raggiungere il completamento del rapporto lesbico che ha intrapreso, dovrà essere condotta da Helene, mano nella mano, per le vie di un lento percorso di educazione sessuale saffico.

Quello che mi è piaciuto di questa commedia è che non c’è nulla di macchiettato, ne di politicizzato, non si vuole portare avanti nessun concetto di omosessualità positiva a negativa, ma si assiste semplicemente all’evoluzione di un rapporto sentimentale che potrebbe essere benissimo vissuto da un uomo ed una donna…

 
 
 

Prima che sia notte

Post n°14 pubblicato il 29 Gennaio 2008 da new_rainbow
 

 

locandinaIl film è di Julian Schnabel e tra il cast sono da ricordare oltre a Javier Bardem (nella parte del protagonista) anche Johnny Depp e Sean Penn, in un paio di ruoli minori, ma decisamente ben riusciti.

Si tratta di uno splendido film tratto da un altrettanto fantastico libro che per altro consiglio a tutti di leggere, in quanto la dimensione intimistica del libro rende ancor più tangibili le vicende vissute da Arenas.

Trattandosi di un film tratto da una biografia è doveroso riportare alcune note:

Reinaldo Arenas nasce nel 1943 nella provincia di Oriente di Cuba. Dopo un'infanzia di povertà assoluta, a 14 anni viene raccolto ed educato dalla rivoluzione. A venti anni pubblica il suo primo romanzo destinato a restare l'unico uscito nel suo Paese. Il manoscritto del suo secondo romanzo viene censurato, esce da Cuba, arriva in Francia dove vince il premio come miglior romanzo straniero nel 1969. La pubblicazione di un libro senza il permesso del governo castrista lo fa diventare un ricercato e un braccato. La condizione di omosessuale, che Arenas non nasconde, aggrava la sua situazione nei confronti dell'autorità. Nel 1973 viene arrestato e, dopo la confisca del suo lavoro, portato nella prigione di El Morro. Qui passa due anni, insieme a criminali comuni, scrivendo lettere alle mogli e alle amanti degli altri detenuti. Dopo un tentativo di evasione, passano ancora anni difficili, prima che arrivi, nel maggio 1980, il permesso da parte di Castro a omosessuali, malati e detenuti comuni di lasciare Cuba. Tra i 250.000 che lasciano l'isola c'è anche lui. Arenas arriva a New York, ma la sua vita è tutt'altro che felice. Ridotto a vivere modestamente e isolato da tutti, consumato dall'Aids, Arenas muore nel 1990.

voto personale: 7

 
 
 

I segreti di Brokeback Mountain

Post n°13 pubblicato il 26 Gennaio 2008 da new_rainbow
 

Regia: Ang Lee

Interpreti: Heath Ledger, Jake Gyllenhaal

voto personale: 8

Vidi questo film una notte di qualche anno fa tutto d’un fiato e senza un secondo d’interruzione. È uno dei film più belli e struggenti che abbia visto negli ultimi anni e seppure non lo rivedo da allora lo ricordo e credo lo ricorderò per molto molto tempo.

A Signal, nel Wyoming, Ennis Del Mar (Heath Ledger) e Jack Twist (Jake Gyllenhaal) si incontrano nell’ufficio del rancher locale Joe Aguirre (Randy Quaid), dove entrambi sono alla ricerca di un lavoro.
I due i ragazzi sembrano certi degli obiettivi che vogliono raggiungere nella vita: un lavoro stabile, il matrimonio e la famiglia, ma ambiscono anche a qualcosa che non riescono ancora a vedere con chiarezza.
Quando Aguirre li manda a lavorare come guardiani del gregge in cima alla montagna di Brokeback, fra di loro si instaura prima un rapporto cameratesco e poi un’intimità più profonda.
Alla fine dell’estate i due devono lasciare Brokeback e separarsi. Ennis rimane in Wyoming, sposa la sua fidanzata Alma (Michelle Williams), con la quale avrà due figlie, e cerca di tirare avanti come meglio può.
Jack, in Texas, conquista la reginetta del rodeo Lureen Newsome (Anne Hathaway). Si fidanzano, si sposano, fanno un figlio e cominciano a lavorare per il padre di lei.
Quattro anni dopo, un giorno Alma porta a Dennis una cartolina di Jack, che è in viaggio verso il Wyoming. Ennis aspetta ansioso il suo amico e quando Jack finalmente arriva si capisce subito che il tempo non ha fatto altro che rafforzare l'amore tra i due uomini.
Negli anni successivi, Ennis e Jack fanno di tutto per mantenere vivo il loro legame segreto. Si vedono diverse volte l’anno e anche quando sono lontani si trovano costretti ad affrontare le eterne problematiche della fedeltà, dell’impegno e della fiducia.
In definitiva la sola costante della loro vita è una forza della natura, l’amore.

 
 
 

De-Lovely

Post n°12 pubblicato il 01 Agosto 2007 da new_rainbow
 

Regia: Irwin Wincler

Interpreti: Kevin Kline e Ashley Judd

voto personale: 7

Ho appena visto questo splendido film che, seppur trattando argomenti drammatici riesce a farlo con la leggerezza che solo un musical può avere.

De-Lovely è un film del 2004 che narra la vita del noto compositore statunitense Cole Porter e vede come protagonisti principali Kevin Kline e Ashley Judd.

Il titolo è tratto dal testo di una delle più conosciute canzoni di Porter. Nel film fanno la loro apparizione in alcune scene noti cantanti che interpretano le canzoni di Cole Porter dando vita ad una ideale colonna sonora. Tra questi: Robbie Williams, Elvis Costello, Alanis Morissette, Sheryl Crow e Nathalie Cole.

Il film è costruito attorno alle prove di un immaginario musical sulla vita di Cole Porter. Gabe, il regista dello spettacolo, porta alle prove un Cole Porter ormai anziano, e con lui ripercorre la vita del compositore, dal momento in cui incontra a Parigi Linda, che sarebbe diventata sua moglie, e lungo tutta la carriera dell'artista. Un grosso peso viene dato alla relazione d'amore tra Cole e Linda e alla bisessualità dello stesso Porter.

(fonte Wikipedia)

 
 
 

Vite Nascoste - Get Real

Post n°11 pubblicato il 16 Luglio 2007 da new_rainbow
 

Regia: Simon Shore

Attori: Ben Silverstone, Charlotte Brittain, Brad Gorton

Il mio voto: 8

 

Oggi vi parlo di un film che mi ha colpito molto. Nonostante sia un film di una decina di anni fa (1998) è ancora estremamente attuale, di cero uno dei migliori che io abbia visto negli ultimi tempi; è a tratti una commedia e a tratti un film drammatico, proprio come la vita non è piatto e presenta un’alternanza di episodi divertenti, romantici e drammatici. È una storia di crescita individuale molto bella che tratta diversi temi come l’amore fra persone dello stesso sesso, lo scoprirsi gay, la difficoltà del rapportarsi in un ambiente scolastico e con i propri genitori, insomma un film davvero pieno di spunti di riflessione.

Il protagonista, Steven, è cotto perso del più “figo” della scuola, John, al quale mai penserebbe di potersi avvicinare, ma un giorno per caso viene approcciato proprio da lui e con lui inizia una storia che fra alti e bassi lo porterà a prendere una decisione importantissima, ossia rivelare la propria omosessualità all’intera scuola… Il finale (quello vero, che non vi rivelo) è un po’ scontato, ma comunque credo il più adatto: infondo essere capace di accettarsi per quello che si è non è cosa da tutti.

 
 
 

La Donna Perfetta

Post n°10 pubblicato il 13 Giugno 2007 da new_rainbow
 

Regia: Frank Oz

Attori: Nicole Kidman, Matthew Broderick, Bette Midler, Gleen Close

Il mio voto: 6 1/2

Trama: Joanna è una produttrice di reality per una grande rete televisiva, ma a seguito di un insuccesso viene licenziata in tronco e ciò le comporta un grave trauma, a questo si aggiunge che il suo matrimonio con Walter è in crisi e per questo la coppia decide di trasferirsi nella tranquilla e periferica Stepford. Qui le cose sembrano ferme agli anni ‘50 e le donne si comportano come se fossero programmate per essere perfette sotto ogni punto di vista…

Commento: visto che la trama non è estremamente complessa non voglio raccontarvi troppo altrimenti finirei per togliervi il divertimento. Però se ora vi chiedete perché ho aggiunto il film in questo blog ve lo dico subito: fra le persone che Joanna incontrerà nella piccola cittadina ve ne sono due arrivate da poco, ossia una scrittrice di gialli (interpretata da Bette Midler) ed un architetto gay (trasferitosi in città insieme al suo compagno) e vittima in seguito anch’egli delle strane vicende che colpiscono la cittadina di Stepford.

Seppure il film è ricco di stereotipi (non solo verso i gay, ma anche verso  le donne), resta comunque a mio avviso molto divertente e con vari (anche se non approfonditi) spunti di riflessione. PS è solo una commedia, non aspettatevi troppo e non sarete delusi.

 
 
 

Little Miss Sunshine

Post n°9 pubblicato il 06 Giugno 2007 da new_rainbow
 

Regia: Jonathan Dayton

Attori: Abigail Breslion, Steve Carell, Toni Collette, Greg Kinnear

il mio voto: 7 1/2

Non credo si possa considerare un vero e proprio film gay, nel senso che c’è solo un accenno all’omosessualità, per la presenza di un personaggio gay che ha tentato il suicidio per amore… comunque credo si tratti di uno dei migliori film che io abbia visto quest’anno e quindi mi sono sentito in dovere di citarlo.

È la storia di una famiglia folle, formata da Richard, ossessionato dall’idea di sfondare nel mondo dell’editoria con un libro basato su un sistema per aver successo nella vita; Sheryl, la moglie di Richard; Dwayne, il primogenito dei due che vuol entrare nell’aeronautica americana e per questo ha fatto voto di non parlare fino ad allora; lo zio Frank, fratello di Sheryl che è appena uscito da un reparto psichiatrico ospedaliero per aver tentato il suicidio dopo essere stato mollato da un suo studente; il nonno cocainomane ed in fine la piccola Olive che deve partecipare ad un concorso di bellezza e che l’intera famiglia decide di accompagnare su un pulmino giallo sgangherato fino in California dove si terrà il concorso…

Tutto ciò è solo la premessa per una serie di situazioni fra il tragico ed il comico che nel complesso creano un film davvero eccezionale, realizzato con basso costo, ma vincitore fra l’altro di due premi Oscar.

 

 
 
 

Billy's Hollywood screen kiss

Post n°8 pubblicato il 04 Giugno 2007 da new_rainbow
 

Regia: Tommy O’Haver

Attori: Sean P. Hayes, Meredith Scott Lynn, Brad Rowe

Il mio voto: 7+

La strada per trovare l'amore è tutto tranne che facile, in questa deliziosa commedia che sorride al modo di concepire l'amore negli anni '90. Il fotografo Billy Collier si invaghisce di un bellissimo cameriere e gli chiede di posare per una serie di fotografie che ricreano i grandi baci storici dei film di Hollywood in versione gay… Questo sarà solo il punto di partenza per tutta una serie di situazioni fra la fantasia (una vera e pro chicca sono le scene dei sogni di Billy) ed il reale che porteranno poi avanti il film.

È una commedia che ho trovato molto carina in cui Sean Hayes si allontana dal cliché che ci aveva mostrato nel telefilm “Will & Grace” che lo ha reso famoso al grande pubblico.

Seppure la storia, man mano che si va avanti, diventa più lenta resta comunque godibilissima fino alla fine, poi le atmosfere scelte, i colori e soprattutto la fotografia sono veramente azzeccate.

 

 
 
 

L'Oggetto del Mio Desiderio

Post n°7 pubblicato il 04 Giugno 2007 da new_rainbow

Regia: Nicholas Hytner

Attori: Jennifer Aniston, Paul Rudd

il mio voto: 7

Ecco un altro film che a me è piaciuto moltissimo, ma che la critica non ha certo osannato. Personalmente io c’ho visto una sceneggiatura più che accettabile interpretata da un cast di attori di tutto rispetto… poi la tematica trattata dal film non è banale e cioè la scelta tra l’amore platonico, però sospinto da una forte affinità e quello invece inteso come passione… insomma un film da vedere.

George Hanson durante una festa scopre da Nina, una ragazza che nemmeno conosce, di essere stato scaricato dal suo ragazzo. Fortunatamente la dolce Nina gli offre una stanza nel suo appartamento a Brooklin, George accetta l’invito quando il suo fidanzato ammette che la loro relazione è ormai finita. Nei mesi che seguono la relazione tra Nina e George diventa qualcosa di veramente speciale e i due vivono come se fossero una vera famiglia. Tutto ciò sconvolge Vince, il fidanzato di Nina, che è però costretto di buon grado ad accattare la cosa. Quando però Nina resta incinta di Vince le cose si complicano e lei chiede a George di dare da padre al bambino; George inizialmente è titubante, ma il suo istinto paterno (lui è maestro in una scuola elementare) si fa sentire e alla fine accetta. Vince e Nina litigano e si lasciano e George e Nina ricominciano la loro vita finché l’ex di George non si fa risentire e chiede a George di accompagnalo ad un convegno nella sua ex università, George accetta e qui cominciano i guai, infatti sarà qui che conoscerà Paul del quale si innamorerà minando le basi del rapporto con Nina… alla fine lei lo metterà di fronte ad una scelta dicendogli che nella vita bisogna scegliere una persona e farla felice, ma di fronte a questa scelta George opterà per l’amore di Paul. Il bambino, in realtà una bambina, nascerà il giorno dopo e sarà George ad aiutare Nina in ospedale, ma sarà proprio in ospedale che lei gli chiederà di abbandonare l’appartamento prima del suo ritorno a casa. Il film continua qualche anno dopo con i due protagonisti felicemente sistemati con i rispettivi partner ed ancora molto amici (George è il maestro della bambina).

 

 
 
 

Il Club dei Cuori Infranti

Post n°6 pubblicato il 03 Giugno 2007 da new_rainbow
 

Regia: Greg Berlanti

Interpreti: Zach Braff, Dean Caine, Andrei Keegan, Timothy Olyphant

Il mio voto: 6 ½

Dennis, promettente fotografo gay di West Hollywood, non riesce ancora a capire se i suoi amici sono per lui una benedizione oppure la peggiore cosa che potesse capitargli nella vita... perchè? Ve ne accorgerete quando avrete avuto modo di conoscerli.
Questo film è per chi crede nell'amicizia, nella tolleranza e per tutti quelli che per trovare quello che cercano sono andati inutilmente lontano...

Ovviamente trattandosi di una commedia americana (lo si capisce benissimo considerando che i protagonisti sono stati saccheggiati qua e là va vari telefilm tipo “Lois e Clark”, “Scrubs”, “Settimo Cielo” ed il regista è il produttore di “Dawson’s Creek) le situazioni sono piuttosto stereotipate e i personaggi non molto approfonditi, ma è una bella commedia, io l’ho trovata godibilissima e divertente.

 

 
 
 

All Over The Guy

Post n°5 pubblicato il 02 Giugno 2007 da new_rainbow
 

Regia: Julie Davis

Interpreti: D Bucatinsky, Richard Roccolo, Sasha Alexander, Adan Goldberg

Il mio voto: 6 +

 

Avevo già sentito parlare tempo fa di questo film come di un lavoro senza infamia e senza lode, infatti non era nelle mie intenzioni vederlo, ma essendo io appassionato di film giro spesso nei mercatini alla ricerca di qualche film interessante sotto coso e scava che ti riscva mi sono trovato questo DVD fra le mani e sul retro di copertina ho letto:

"All over the guy” è una commedia romantica moderna che parla della ricerca dell'anima gemella e di come quando la si trova, ella non si renda conto d'esserlo… Il film esplora in modo ironico e divertente le peripezie amorose dell’improbbabile coppia formata da due ragazzi ventenni, Eli e Tom, spinti ad unirsi dai rispettivi migliori amici, Jackie  e Brett, nella speranza da parte di questi ultimi che ciò possa far esplodere il loro amore. Nonostante le pressioni, tuttavia, mentre fra Jackie  e Brett, nasce una sempre più crescente passione, la coppia formata da  Eli e Tom fa di tutto per non innamorarsi, ma alla fine anche loro dovranno arrendersi…

L’ho preso per quella prima frase che mi ha davvero incuriosito ed alla fine mi sono ritenuto soddisfatto dall’acquisto; non è il film banale che credevo fosse, certo non è un classico da cineteca, ma molto meglio di certi polpettoni che propinano in tv con la scusa dei cicli di film per l’estate … poi sono molti i punti in cui si può rivedere un po’ di se stessi e certo questo in un film non fa mai male.

 
 
 

Scusate l'assenza....

Post n°4 pubblicato il 02 Giugno 2007 da new_rainbow

Sono stato lontano molto da questo blog, ma vi prometto che presto mi farò perdonare con nuove recensioni su film gai e e non solo....

 
 
 

MAMBO ITALIANO

Post n°3 pubblicato il 23 Dicembre 2006 da new_rainbow
 

Regia: Èmile Gaudreault

Interpreti: Ginette Reno, Sophie Lorain, Paul Sorvino, Luke Kirby

Il mio voto: 7 ½  

immagineTrama: Maria e Gino, emigranti a Montreal, non prendono molto bene la notizia che il loro unico figlio maschio, Angelo, manifesti il desiderio di andare a vivere per conto suo. Si sentono comunque sollevati quando l’amico d’infanzia, Nino, decide di trasferirsi da Angelo. Il loro sollievo ha vita breve, scoprono che Nino e Angelo sono molto più che compagni di stanza… Si scatena l’inferno (in stile italiano, naturalmente!). Tutta la famiglia scende sul sentiero di guerra.

Commento: questo film mi è piaciuto molto, mi ha fatto fare delle gran belle risate ed in tutta onestà sono in disaccordo con la maggior  parte delle critiche che ho letto; infatti da molte parti il film è stato definito omofono e razzista (nei confronti degli italiani). Sinceramente credo che chi la pensa così lo fa perché non ha il coraggio di farsi una bella risata. Certo gli italiani vengono inquadrati con un occhio grottesco e teatrale, ma anche terribilmente divertente (non è forse questa la chiave comica che hanno usato molti grandi attori ?); e frasi pronunciate come “Non c’è niente di peggio che essere gay e italiani” finiscono per perdere il significato letterale ed assumere una connotazione molto divertente se lette nell’ambito della scena in cui sono dette.

Il film di suo non vuole avere grandi pretese; è una commedia leggera e divertente e in tale ambito è davvero un ottimo film.

 

 

 
 
 

FOOD OF LOVE -Il voltapagine

Post n°2 pubblicato il 21 Dicembre 2006 da new_rainbow

Regia: Ventura Pons

Interpreti: Kevin Bishop, Allan Corduner, Paul Rhys

Il mio voto: 7

Trama: Paul, studente di musica di talento, viene ingaggiato per girare le pagine degli spartiti durante un concerto del grande pianista Kennington. Paul non è solo diligente e puntuale, ma è anche molto attraente, caratteristica che non sugge al maestro e al suo agente Mansourian, due uomini all’apice delle loro rispettive carriere.

Il caso porta Paul e Kennington ad incontrarsi ancora, questa volta a Barcellona (nel libro originale è a Roma), dove Paul sta passando le vacanze con sua madre Pamela, la quale sta cercando di riprendersi dall’abbandono del marito.  Paul e Kennington fatalmente si innamorano l’unoimmagine dell’altro, ma questa storia comporta differenti implicazioni e difficoltà. È così che Kennington scompare, lascia Paul alle proprie passioni e emozioni che cominciano a non essere più solo quelle di un ragazzo.

Una volta tornato negli Stati Uniti, Paul si accorge che la sua carriera non sta andando nella direzione giusta; forse, più semplicemente, realizza di non essere abbastanza dotato per diventare un grande musicista. Paul e Pamela iniziano così ad imparare giorno per giorno e dalle proprie esperienze quotidiane, come costruire una relazione umana ed affettiva più profonda. 

Commento: Il film è davvero ben realizzato e riprende quasi perfettamente il libro, Il Voltapagine di David Leavitt, da cui è stato tratto (Il libro è davvero bello e consiglio a tutti di leggero, è stato il primo di Leavitt che ho letto ed a seguire non ne ho perso nessuno), tranne che per alcune sfaccettature come l’aver sostituito Roma con Barcellona.

La storia è bella, intricata e appassionante e gli attori sono molto bravi. Mi sento davvero di consigliarlo.

 
 
 

Post N° 1

Post n°1 pubblicato il 20 Dicembre 2006 da new_rainbow
 
Tag: altro

Salve a tutti , oggi provo a mettere insieme due miei interessi: il cinema e il web.

Molto spesso nella trasmissione televisiva le pellicole a tematica gay vengono relegate in seconda serata o di notte, perché si temono critiche o peggio ancora da parte di ben pensanti.

Un esempio è stato la trasmissione poche settimana fa su raiuno del film “Il padre delle spose” interpretato da un bravissimo Lino Banfi. Bene la trasmissione è stata in forse fino all’ultimo momento perché si sono mosse critiche da tutte la parti, eppure il film non trattava argomenti scabrosi.

Spesso c’è una profonda mancanza di conoscenza da parte di chi muove certe critiche e con questo blog vorrei provare a parlare un po’ di questo cinema.

 
 
 

Come cercare

Per cercare un film specifico potete inserire il titolo oppure il nome del regista o di uno degli attori nel riquadro qui sotto
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

FACEBOOK

 
 

Ultimi commenti

Ho visto da poco il tuo blog, interessante, siccome anche...
Inviato da: Teo
il 24/02/2010 alle 11:33
 
Film davvero molto carino! CINEMAeVIAGGI
Inviato da: amosgitai
il 02/10/2008 alle 22:32
 
gauarda di certo non c'è niente le voci sono varie ma...
Inviato da: new_rainbow
il 18/07/2008 alle 20:50
 
salve,scusate ma richard ruccolo nella vita privata...
Inviato da: Anonimo
il 07/07/2008 alle 16:18
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 16:57
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Ultime visite al Blog

romolo_2010kiocciolina82lattedilunabomber1981aquilafeniceJessica.Steinmelissacorti1gattino1nicolamoretti2008coco31cmaga_morenagiuliabiagiuseppe_giuliariaxia5streghetta92
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Sean P. Hayes

 

Paull Rudd