Colora il Silenzio

L’adoro, è una passione, lascia stare!

Creato da vaudrey il 22/10/2008

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

STO LEGGENDO...


 Il grande libro della
     gravidanza

 a cura di Anne Deans



  Angeli protettori
  di Jacky Newcomb

 

STO GUARDANDO IL TELEFILM...


      Grey's Anatomy
     (Shonda Rhimes,
             2005 -)


The Big Bang Theory
(
Chuck Lorre, Bill Prady,
          
2007 –)


        Fringe
      (J.J. Abrams,
      Roberto Orci,
     Alex Kurtzman,
           2008 -)

 

V KNOWS BEST

 Editoriale del mio 
 giornale on-line, 
 dove potrete trovare 
 veramente di tutto.

 

VEDO QUEL CHE SENTO


    Di volta in volta,
  assocerò a un’opera
    d’arte la musica
  (classica e non) che
    sembra evocarla,
      e viceversa.

 

VITA IN TECHNICOLOR

     Le mie fotografie

 

CINE CITY

La mia città del cinema
dove vivono tutti (o quasi)
i film che guardo.

 

RED CARPET

Selezione di immagini dal
Tout-Monde 
del XXI° secolo

 

LE INTERVISTE DI LITTLE MISS VIXEN


    Il senso della vita
   secondo Miss Vixen!

 

IL CLUB DI CARTOOMICS


   Notizie, curiosità e
   citazioni dalla fiera
      Cartoomics
   (www.cartoomics.it) 
  e dal mondo dei fumetti,
  cartoni animati, manga,
   fantasy, supereroi e
           icone pop!

 

COSMO GIRL


  Le mie icone femminili
di bellezza, fascino, stile,
     eleganza e talento.

 

KID CHARME


    Ragazzi famosi con il
superpotere di trasformare
 i miei occhi in due languidi
  cuoricini!

 

 

Il meglio e il peggio di Olivia Wilde sul Red Carpet

Post n°393 pubblicato il 28 Aprile 2014 da vaudrey
 

 
 
 

Un muro molto romantico

Post n°392 pubblicato il 21 Aprile 2014 da vaudrey
 

Qual è il regalo più romantico? Un mazzo di fiori, un viaggio a Parigi, una cena a lume di candela? Non lo so. Ma esiste poi un regalo più romantico in assoluto? Direi di no, così come non esiste la donna più bella del mondo o il cibo più buono, in quanto si tratta di valutazioni che rientrano nell’infinita e iridescente sfera della soggettività. Tutto dipende dai gusti di ognuno e, in questo caso, dalla concezione di “romantico” che ognuno di noi ha. Per quanto mi riguarda, “romantico” significa “fatto col cuore”. Una frase fatta, certo, ma non così scontata. Fare qualcosa col cuore non significa,  ovviamente, “mettere cuori dappertutto”, come fa il tenero Valentino all’inizio del divertentissimo film di Ficarra e Picone Anche se è amore non si vede. E non significa neanche fare qualcosa volentieri e in modo spontaneo, spinti unicamente dall’affetto che si prova per qualcuno. Quest’ultima definizione fa evidentemente parte della mia idea di “fare col cuore”, ma non la completa, non basta, non si tratta solo di questo.
Secondo me, il regalo più romantico, quello fatto col Cuore (proprio con la C maiuscola), è un gesto che parte dal nucleo delle cellule dei nostri sentimenti, dalla parte più vera di noi e dell’amore che proviamo, quell’amore che non riusciamo a spiegare a parole e che si manifesta in un semplice sguardo – rivolto al proprio compagno, amico, a una persona cara – lo sguardo estatico che, in una fugace epifania, ci fa pensare: «Cazzo! Ma io quella persona la amo veramente e voglio che sia sempre felice!». È da questa constatazione che nascono i gesti più romantici.



Dawson’s Creek - 3x16 "Decisioni difficili"
Pacey regala a Joey un muro!

 
 
 

Anno sabbatico (Levitico, 25, 1-7)

Post n°391 pubblicato il 25 Febbraio 2014 da vaudrey
 

“Il Signore disse ancora a Mosè sul monte Sinai: «Parla agli Israeliti e riferisci loro: Quando entrerete nel paese che io vi do, la terra dovrà avere il suo sabato consacrato al Signore. Per sei anni seminerai il tuo campo e poterai la tua vigna e ne raccoglierai i frutti; ma il settimo anno sarà come sabato, un riposo assoluto per la terra, un sabato in onore del Signore; non seminerai il tuo campo e non poterai la tua vigna. Non mieterai quello che nascerà spontaneamente dal seme caduto nella tua mietitura precedente e non vendemmierai l'uva della vigna che non avrai potata; sarà un anno di completo riposo per la terra. Ciò che la terra produrrà durante il suo riposo servirà di nutrimento a te, al tuo schiavo, alla tua schiava, al tuo bracciante e al forestiero che è presso di te; anche al tuo bestiame e agli animali che sono nel tuo paese servirà di nutrimento quanto essa produrrà.


 
 
 
 
 

VEDO QUEL CHE SENTO - Mentre si danza...

Post n°389 pubblicato il 28 Dicembre 2013 da vaudrey
 

La Danza (1910) di Henri Matisse
Voglio vederti danzare (1982) di Franco Battiato

 
 
 

Il “momento” di Izzie e Denny

Post n°388 pubblicato il 20 Novembre 2013 da vaudrey
 

Denny: «…Izzie… No, non posso vederla, ma a volte siamo nello stesso posto, proprio nello stesso momento. Riesco quasi a sentire la sua voce. È come se la toccassi. Mi piace credere che lei mi senta lì. È questo che avrai dopo la morte, solo questo. Momenti con le persone che ami. Loro andranno avanti e tu vorrai che loro vadano avanti. Però è tutto quello che avrai…momenti».

(Grey’s Anatomy - 3x17 "Una specie di miracolo")


 
 
 

Purtroppo basta poco, basta poco per fortuna

Post n°387 pubblicato il 09 Novembre 2013 da vaudrey
 

Basta poco per deprimersi. Un po’ di sonno, un po’ di pigrizia, un po’ di ritardo. Basta poco. Un attimo, una notizia. I capelli sporchi e le sopracciglia da fare. L’orlo dei jeans che striscia sull’asfalto bagnato e poi batte sulle tue caviglie nude, mentre stai correndo per non perdere il treno. Un brivido di freddo. L’azione che non avresti voluto fare, ma che hai fatto e rifatto e rifarai. Le parole che non avresti voluto dire, ma che hai detto e ridetto e dirai ancora. Un senso di colpa, una distrazione, un dubbio, un dito nella piaga. Basta poco e la tua giornata diventa tutta sbagliata, frammento di un’esistenza tutta sbagliata. E senza senso.
Basta poco per ritrovare la serenità. Un bacio, una canzone, un cuore che batte. Basta poco. Un attimo, una sorpresa. Mettere l’acqua per la pasta e accendere una candela. Pensare ai viaggi e a tutte le cose divertenti che potresti fare e che farai, forse, alle sensazioni che proverai. L’entusiasmo degli inizi, il venerdì sera, la vigilia di Natale. Quel foglio bianco, quell’abbraccio, quel “grazie”. Un film e poi tornare a casa. Basta una persona, una sola persona al tuo fianco, dalla tua parte. Basta poco e quella stessa giornata diventa perfetta.


 
 
 

Marco Mengoni, bello e sensibile

Post n°386 pubblicato il 06 Novembre 2013 da vaudrey
 

 

Marco Mengoni

-  Nato a… Ronciglione (Viterbo)

-  il giorno… 25 dicembre 1988

-  segno zodiacale… capricorno

- professione... cantautore

- ultimo lavoro… #PRONTOACORRERE – album (2013)

-  Ha detto… “Sono un giovane vecchio: la botta e via non fa per me, non ne sono capace. Vorrei tanto un bambino, ho un fortissimo istinto paterno. Mi dicono che dovrei aspettare, che ho solo 24 anni, ma io un figlio lo farei volentieri adesso”.

 
 
 

Bellezza pura, eleganza innata: Diane Kruger

Post n°385 pubblicato il 03 Ottobre 2013 da vaudrey
 

 

Diane Heidkrüger

-  Nata a… Algermissen (Germania)

- il giorno… 15 luglio 1976

- segno zodiacale… cancro

- professione... attrice e modella

- ultimo lavoro… The Bridge – serie TV, 13 episodi (2013-in corso); The Host, film, regia di Andrew Niccol (2013)

- Ha detto… (parlando del film Il colore della libertà e della sua indole cosmopolita) “L'impatto con l'Africa è sempre molto forte per me, ricco di emozioni, portatore di forti contraddizioni nell'analisi dei suo squilibri sociali, nel senso anche tattile, olfattivo di una parte del mondo che spesso è totalizzante nel coinvolgimento che ti provoca. Modella per anni, ho girato il mondo, ma se c'è un posto dove sempre mi sento contagiata dalla gioia di vivere e da un sano e goloso appetito, ebbene è l'Italia. Considero, poi, la Francia una mia seconda patria, e ho casa a Parigi”.


 
 
 

"Maierà" (Valentina Cristofaro)

Post n°384 pubblicato il 10 Settembre 2013 da vaudrey
 

Tante graziose casette felici

siedon sul monte di fronte al mare,

anfiteatro che sembra toccare

il cielo tinto di azzurre vernici.

 

Il sole scalda le verdi pendici

che han cullato persone a me care,

umile Olimpo, paese solare

in te riposan le mie radici.

 

Nubi di lana traversan le strade,

fra fronde e frasche fri fri di cicale,

terra feconda, oasi di quiete

 

fresca sorgente che placa la sete,

il mondo cambia, tu rimani uguale

inermi aspettano le tue contrade.


 
 
 
Successivi »
 

Ultime visite al Blog

paoloortellipf2008mirellaqsols.kjaerOrlok.980willymuchoSoc.Agr.Mantovanellidanielevaleria94eddyfrenkbairroaltofordalan0vaudreyEl_Bartdlgdeciso1970elisa.lepori
 

Il mio personalissimo metodo di valutazione

  = 10
   = 8/9
  = 6/7 
 =

 

I ♥ QUOTES

Questa  nostra  società variamente descritta,  e  giustificata, come postmoderna,poststorica, neobarocca,spettacolare, video-visiva, virtuale, vive sulla CITAZIONE. La citazione è insieme lo strumento e la nota dominante della società della sostituzione : in un'epoca dove tutto è già stato detto, tutto è già stato visto non ci resta che procedere nella combinazione di nuove figure, assemblando spezzoni di frasi e di sequenze.

- Aldo Grasso -

 

Ultimi commenti

 

 Chi si perde nella sua passione ha perso meno di chi perde la passione.

-Sant'Agostino-

 

Vivi come se dovessi morire domani.
Impara come se dovessi vivere per sempre.

-Mahatma Gandhi-