Community
 
kyvar
   
 

 

Il Mito di Del Piero

         

    255 gol in bianconero

 

Area personale

 
 

   

 
 
 
immagineimmagine     
 

Ultime visite al Blog

nickmorlucpapacirolasignoraetornatarobigigliototti790michele.rega91sdp82blondbierealberto9ircatellomalafronte0dugansaraste22zinelli.simonemunari1988eltitan
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 49
 

FACEBOOK

 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

per non dimenticare...Scirea & Fortunato

immagine

 

momenti di alex...momenti di juve

 immagine
  
 
  
 
immagine  immagine immagine  
 

immagine

immagine

   immagine immagine

immagine  

 
 
Creato da: kyvar il 12/03/2006
Azzurro&Bianconero: tutto in una fede

 

 

RIECCO GIGI

Post n°531 pubblicato il 23 Novembre 2010 da kyvar

E' da oggi tornato ad allenarsi tra le nebbie di Vinovo Gianluigi Buffon, fermo ai box dai nefasti sudafricani per un ernia del disco. Sotto gli occhi del preparatore Claudio Filippi, ha lavorato sul campo il portiere della Nazionale, 33 anni il 29 gennaio prossimo.Gigi Buffon A sostituirlo egregiamente fin' ora tra i pali bianconeri, ci ha pensato e ci penserà ancora per un po', Marco Storari, 34 anni il 7 gennaio prossimo.

Rendimento esaltante quello del portiere ex Messina e Milan, solo 13 i gol subiti in questo campionato al cospetto di parate spesso decisive e a fronte di uno stipendio pari a 1,2 milioni di euro. Imbarazzante il confronto con quello del collega campione del mondo: è di 6 milioni lo stipendio del numero 1 azzurro.

Prossima dunque la gatta da pelare per mister Del Neri e per la società stessa, il primo dovrà decidere a chi dare il posto da titolare, Marotta e Agnelli dovranno decidere se è giunto il momento di monetizzare su Buffon, sgravandosi così della più onerosa busta paga, e investendo in un nuovo campione...magari un attaccante.. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Addio Re David

Post n°530 pubblicato il 01 Settembre 2010 da kyvar

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LETTERA DI UN TIFOSO: "ANDRE SANTOS E' IL TOP"

Post n°529 pubblicato il 29 Giugno 2009 da kyvar

Credo che per la Juventus si stia presentando un vero affare:
Andrè Santos, 26 anni terzino sinistro del Corinthias e del Brasile, a
soli 5 milione e 850 mila euro.
La Juve stava pensando a Grosso, 31 anni, che quindi ha già dato il
massimo in carriera e con la Juve  non farebbe più di tanto,
si pensava a Dossena che a mio parere è meglio di Grosso vista anche
l' età (27 anni), ma è uno "scarto" del Liverpool.
Ora si presenta una vera occasione: Andrè Santos.
Per me Andrè Santos è meglio di tutti e due messi insieme, ha piedi
buonissimi, è giovane e può dare veramente tanto alla Juve , in più si
troverà benissimo con gli altri brasiliani Diego ed Amauri.
Io penso che la dirigenze biancora non si debba far scappare questa
occasione dato anche il buon prezzo del giocatore.
Dario Chiassarini, Roma.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TACCHINARDI CONTRO LA DIRIGENZA

Post n°528 pubblicato il 08 Maggio 2009 da kyvar

TORINO, 8 maggio - Alessio Tacchinardi, 11 stagioni in bianconero, con la Juventus ha vinto tutto dal 1994 al 2005: 6 scudetti (di cui 1 revocato), 1 Champions League , 1 Coppa Intercontinentale,1 Coppa Uefa, 4 Supercoppe Italiane e 1 Coppa Italia. L'ex centrocampista bianconero si confessa ai microfoni della trasmissione "Soccer Time" (IES TV, intervista inregrale questa sera alle 21) ed esce allo scoperto parlando dei problemi attraversati dall Vecchia Signora puntando pesantemente il dito su Cobolli Gigli, Blanc e Secco, una dirigenza a suo avviso non all'altezza: «La colpa è la loro... Nel calcio di oggi non si inventa niente, hanno buttato milioni di euro in 3 anni comprando giocatori che non hanno lasciato il segno: Almiron, Tiago, Andrade, Poulsen, De Ceglie, Grygera, Saliahmidzic, Marchionni e molti altri... A parte Sissoko e Amauri hanno buttato via un sacco di soldi»

- Rincara la dose: «Io ho avuto la fortuna di lavorare con una dirigenza competente (Moggi e Giraudo, ndr). Quando prima di lasciare la Juve sono tornato dalla Spagna con il nuovo entourage in una settimana di ritiro nessuno mi ha mai chiesto e detto niente, ero visto come un figo della triade e mi hanno messo alla porta»

- Sul suo amico Buffon: «Vedere quello sfogo di Buffon mi ha fatto malissimo, una pugnalata al cuore».

- Tacchinardi ne ha davvero per tutti, anche per Cannavaro, pronto a rivestire il bianconero: «Un altro sbaglio della dirigenza: 36 anni, uno che è scappato per non andare in B e adesso torna perchè gli fa comodo... Allora prendiamo anche Zambrotta, Emerson e Capello...»

- Sul nuovo allenatore: «Spalletti? Spero che non si sbagli ancora, Conte o Vialli gli uomini giusti. Si prenda esempio dal Milan: solo chi ha indossatola maglia e ha dimostrato quel senso di appartenenza ai colori può allenarlo»
 
- Su Moggi: «Gli sarò sempre grato, un grande conoscitore di calcio che non ha mai sbagliato un acquisto, l'ultimo un certo Ibra... Vederlo con la maglia dell'inter mi fa male, senza di lui i nerazzurri avrebbero 30 punti in meno»

- Su Secco: «Un bravo ragazzo, ma vederlo come Direttore Sportivo sinceramente... Le responsabilità di questa situazione è anche sua»

- Sulla sfida col Milan: «La Juve non può vincere, e credo che arriverà quarta»
TUTTOSPORT.COM

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RIECCOLO...IL FABIO NAZIONALE

Post n°527 pubblicato il 21 Aprile 2009 da kyvar

«Tutti sanno che alla Juventus tor­nerei con la gioia nel cuore, perché a Torino ho vissuto due stagioni bellis­sime, due stagioni che hanno portato ad altrettanti scudetti. Che considero miei e che nessuno mi potrà togliere», l’ammissione di Fabio Cannavaro, classe 1973, a essere sinceri non uno sbarbatello. «Il mio spirito e la mia voglia sono rima­ste le stesse».

Mercenario e traditore sono state le definizioni più carine con le quali i sostenitori bianco­neri lo hanno accolto per la sfida di Champions con il Real, l’ostilità per­mane, le truppe scelte sono sul piede di guerra, non basterà una chiacchierata per ricomporre i cocci di una passione frantumata: «Mica vivo sulla luna... La gente si aspettava che rimanessi, ov­vio, ho già spiegato mille volte come è andata ma sono disposto a rifarlo sen­za problemi. Non sono preoccupato: parlerò con i tifosi, certo».  tuttosport.com

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ALLA JUVE NON BASTA IL CUORE

Post n°526 pubblicato il 11 Marzo 2009 da kyvar

Non è bastato il cuore Juve per eliminare il Chelsea, dimostratosi squadra compatta, guidata da un allenatore, Hiddink, che da il meglio di se quando vede il tricolore.  Aveva illuso Iaquinta con lo splendido gol frutto di una magica combinazione con Trezeguet, poi, la sfortunata deviazione di Tiago, sul tiro di Lampard, ha messo fuori tempo Buffon  consentendo il tape in di Essien, che ha di fatto chiuso il match. Il rigore trasformato da Del Piero ha solo illuso una Juve ridotta in 10 dall' espulsione di Chiellini. La rete di Drogba nel finale ha solo messo il punto esclamativo.

 La squadra esce a testa alta: peccato non aver potuto usufruire di tutti gli effettivi. L' impatto è stato positivo, anche se dopo il gol si son tirati troppo i remi in barca, atteggiamento che troppo spesso la squadra mostra ogniqualvolta si porta in vantaggio. Ottima l' impronta di Giovinco sulla gara, ma ormai i giochi erano già conpromessi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

QUALIFICATECI !

Post n°525 pubblicato il 10 Marzo 2009 da kyvar

E' quanto chiedono tutti i tifosi bianconeri d' Italia e del Mondo tutto! Battere il Chelsea, andare avanti in Europa e continuare a sognare la marcia su Roma. Sulle spalle del magico duo Del Piero-Trezeguet gravano le speranze bianconere: insieme hanno realizzato un mare di gol, stasera potrebbero bastarne "solo" un paio. Difficile scegliere l' atteggiamento giusto per la gara: buttarsi all' arrembaggio significherebbe esporre il fianco al contropiede micidiale dei blues, viceversa, tergiversare troppo potrebbe non produrre reti e andare incontro al terzo 0-0 consecutivo, dopo quelli Champions contro Arsenal e Liverpool degli anni di Capello. L' unica cosa giusta da fare è gettare il cuore oltre l' ostacolo e confidare nel portiere più forte del mondo!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DERBY, CHELSEA...E DECO

Post n°524 pubblicato il 07 Marzo 2009 da kyvar

Tempo di derby in casa bianconera, anche se a dire il vero la testa dei tifosi e probabilmente dei giocatori è già alla sfida verità di martedi sera, battere il Chelsea spalancherebbe le porte dell' Europa d' elitè. Intanto impazza ancora il calcio mercato: ecco quanto riportato da Tuttosport

Non solo Diego del Werder Brema. Ritorna anche una vecchia idea in casa Juventus per il dopo Pavel Nedved. Vista la fortissima concorrenza del Barcellona per David Silva, i bianconeri starebbero valutando l'acquisto di Deco, trequartista del Chelsea, che non sembra rientrare nelle grazie del nuovo tecnico Hiddink. Secondo quanto riportato dal Sun, il Chelsea sarebbe pronto a cederlo per 6 milioni di euro.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DI UN UOMO COSI' NON C' ERA BISOGNO

Post n°523 pubblicato il 03 Marzo 2009 da kyvar

E' venuto in Italia spacciandosi per colui che possedeva la verità in tasca, è venuto a parlare alla stampa sorprendendo tutti, sfoggiando da subito un italiano invidiabile, si è presentato come amante del senso dello sport, aveva detto di essere lo "special one". Il sospetto invece che fosse soltanto "uno dei tanti" era già forte sin dalle sue prime apparizioni. Il suo calcio fatto di ali, acquistate a suon di milioni di euro, ha finito presto per rinculare in un italianissimo 4-4-2, il suo senso sportivo si è da subito piegato alla poco nobile logica del proprio "particulare", calpestando i meriti degli avversari, aizzando gli animi dei più pacati. Si è preso beffa in ordine  di Lo Monaco del Catania, di Beretta del Lecce, di tanti altri sino a finire a Spalletti, Ancelotti, a Ranieri e al mondo Juve tutto. Oggi ha pensato bene di dare il peggio di se.

Ecco lo stralcio della sua conferenza stampa tratta da tuttosport.

MILANO, 3 marzo - Mourinho a ruota libera. Il tecnico dell'Inter ce l'ha con tutti dopo le polemiche per il rigore dato a Balotelli nella sfida contro la Roma. Un durissimo monologo. Eccolo: «Voi avete il mio permesso per chiedere a Ranieri cosa voleva dirmi questa mattina quando mi ha chiamato. A me non piace la prostituzione intellettuale ma l'onestà intellettuale. Negli ultimi giorni è stata fatta una grandissima manipolazione, un lavor organizzato per cambiare l'opinione pubblica. Un lavoro fantastico di un mondo che non è il mio».

L'ATTACCO -
«Negli ultimi due giorni non si è parlato di una Roma con il miglior centrocampo d'Italia che concluderà la stagione con zero titoli. Non si parla di un Milan con 11 punti in meno di noi e della Juve che ha conquistato tanti punti grazie agli errori arbitrali. Se Ranieri sta con Spalletti io sono al fianco di Zenga, Del Neri e Prandelli che sono stati tutti penalizzati contro la Juve. Sono anche al fianco di Marino e Novellino: è meglio che sabato non giochino contro la Roma e la Juve. Che mandino la seconda squadra o la Primavera. Chissà, magari sarà meglio anche per noi perché sta arrivando il giorno dello scandalo».

IL PRIME TIME - «Io tra 91 giorni vi darò il mio arrivederci e me ne andrò in vacanza. D'ora in poi ci saranno solo conferenze stampa da medioevo: si, no e frasi politicamente corrette. Parlo con la stampa perché sono obbligato per contratto e parlo quando devo farlo. Ranieri e Spalletti sono sempre in prime time. Sono amici di Ilaria (D'Amico ndr), Mauro (Massimo ndr), amici di tutti, io ripeto non manipolo l'opinione pubblica. L'unica partita che abbiamo vinto con un errore arbitrale è stata Siena e l'ho detto pubblicamente. Il giorno dopo un allenatore di una squadra con la maglia bianconera l'ha visto, si è svegliato e ha fatto altrettanto».

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MOGGI: "L' INTER? NON FA MAI UN FALLO!"

Post n°522 pubblicato il 02 Marzo 2009 da kyvar

«L'Inter - ha detto Moggi a Radio Kiss Kiss- non ha un rigore contro da un anno? Sono evidentemente ordinati in campo, si difendono bene. Sono educati e non fanno fallo sugli avversari».
«COSE CHE ESISTONO DA SEMPRE» - «Diciamo come stanno le cose - ha detto ancora Moggi -: la realtà è che queste cose esistono da quando è nato il calcio. C'è stato un momento in cui si doveva far fuori la Juventus, perchè era morto l'avvocato Agnelli, non c'era la forza nella società ed è stato facile mettere fuori gioco la squadra e un club che lavorava bene». «Adesso che sono rimasti soli, facciano loro - ha concluso l'ex d.g. della Juventus - ma il campionato dimostra di non essere più divertente, perchè l'Inter è la più forte e arriverà in testa. Il prossimo anno ci sarà il Milan a dar fastidio ai nerazzurri e tutte le altre società resteranno a guardare». tuttosport.com

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DIEGO, ORA C' E' LA PROVA CHE E' UN CAMPIONE

Post n°521 pubblicato il 28 Febbraio 2009 da kyvar

Fino a qualche tempo fa l' ostracismo di mister Ranieri era netto ed intransigente. Oggi qualcosa è cambiato:
Nel giro di una settimana Diego Ribas da Chuna ha piazzato due prestazioni fenomenali controil Milan in Coppa Uefa: gol del pareggio all'andata, dopo una provanotevole, e numeri da genio nel ritorno a San Siro. Morale dellafavola? Rossoneri eliminati e lui uomo copertina in Italia. Nessunavrebbe potuto fare di meglio e, nel giorno in cui compie 24 anni, ilbrasiliano si gode la bella sensazione di essere obiettivo della Juve el'uomo più indicato per sostituire Pavel Nedved.

Sarà davvero lui l' uomo giusto per il salto di qualità della squadra?
tratto da lastampa.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AFFAMATI DI CHAMPIONS

Post n°520 pubblicato il 24 Febbraio 2009 da kyvar

Giornata di vigilia per tutti i tifosi bianconeri: una giornata attesa tre lunghi anni. La vigilia della splendida vittoria del Bernabeu di qualche mese addietro, sazia infatti solo in parte la fame di grande calcio patita per colpe sicuramente non della  Juventus. Un ottavo di finale di Champions è ben altra cosa rispetto a un turno di qualificazione, sebbene brillantemente superato contro una squadra ancor più blasonata del Chelsea che si va ad incontrare domani! Stasera intanto uno sguardo al deus in terra Mou diamoglielo, pare abbia sempre qualcosa da insegnare, sarà...o sarà che Sir Alex avrà in serbo per lui una bella lezione !?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ALEX PENNELLA ANCORA

Post n°519 pubblicato il 12 Gennaio 2009 da kyvar

La musica non cambia...il direttore d' orchestra è sempre lui, Alex Del Piero, divenuto ormai un autentico cecchino quando la palla è posata sulla sua mattonella preferita. E' bastata la sua prodezza per battere un Siena davvero in palla e per conquistare 3 punti che puniscono eccessivamente la squadra di Giampaolo, mal tempo stesso accorciano a 4 le lunghezze dall' Inter. Ancora impeccabili le prove dei precari di lusso Manninger e Marchisio, orami prossimi a lasciare il campo a compagni ben più decorati come Buffon e Zanetti. Faticano più del previsto i due centrali di difesa Mellberg e Legrottaglie nel contenere lo spavaldo Ghezzal. Amauri in avanti catalizza palloni a non finire e permette alla squadra di salire quando il Siena prova ad incalzare. A questo scudetto si può credere, così come nella restituzione degli altri due.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AD UN PASSO DAL PRIMATO

Post n°518 pubblicato il 10 Dicembre 2008 da kyvar

Dopo aver espugnato Lecce grazie alla prodezza di Giovinco (il piccoletto cresce bene a scuola del grande Alex) e allo stacco portentoso sul filo di lana del brasiliano Amauri, stasera ecco la clamorosa opportunità di chiudere in testa il girone di Champions League: non perdere con il Bate Borisov significherebbe evitare incroci super pericolosi neglii ottavi, quelli stessi incroci che vedranno protagonista l' Inter del luminare Mourinho! Alzi la mano chi a settembre pensava di guardare dall' alto in basso il Real Madrid del neo tecnico Juan de Ramos. Stasera ci sarà anche il gradito ritorno di quel Cristiano Zanetti autentico faro del centrocampo nella stagione passata. Dunque ore 20:45, pronti a prenderci il primo posto!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DELPIERMINATOR

Post n°517 pubblicato il 01 Dicembre 2008 da kyvar

Ha impiegato più tempo a passare da 150 a 200 gol che da 200 a 250: «Vuol dire che sono in accelerazione», ride l’uomo bionico della Juventus, ovvero Alessandro Del Piero. Il grande momento di squadra che sta vivendo la Juventus rischia quasi di offuscare il suo incredibile record (250 reti con la stessa maglia sono un primato che pesa), ma è lui stesso, in fondo, a dare la priorità alla Juventus: «I numeri fanno piacere, ma quello che conta sono le vittorie di squadra». E in proposito, ha le idee chiarissime: «Scudetto o Champions? Non scelgo. Adesso siamo in corsa per entrambi, vediamo come andrà in primavera». Lui ci arriverà di corsa, anche perché la forma continua ad assisterlo.

ALEX BIONICO - Dall’inizio della stagione non ha avuto un calo ed è l’unico, fra i grandi della Juventus, a non essersi infortunato. Destino e scienza, perché se la fortuna gioca la sua parte, Alex non lascia nulla al caso. La sua preparazione atletica personalizzata è ormai un esempio per tutti, al punto che qualcuno inizia anche a interessarsi dal punto di vista scientifico al fenomeno Del Piero che a 34 anni gioca come un ventenne. Ha per esempio suscitato molta curiosità l’utilizzo della Dynabiopsy un programma che studia, elabora e monitra il fisico. In base ai risultati dei test, l’equipe che lo segue può mettere a punto la tabella degli allenamenti, calibrati alla perfezione. tuttosport.com

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »
 

Contatta l'autore

Nickname: kyvar
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 36
Prov: TA
 
 

ITALJUVENTINI ON LINE

 
 

          

                                            inghilterra '96

  immagine

 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Registra il tuo sito nei motori di ricerca   directory blog
 

francia 98

 
 

belgio-olanda 2000

 

corea giappone 2002

 

portogallo 2004

 
 

germania 2006, il trionfo

immagine

immagine  immagine immagine 

Add to Technorati Favorites
 
immagine                                            immagine immagine  austria&svizzera 2008, la speranza