Community
 
crazyinlove...
   
 
Creato da crazyinlove_2008 il 09/09/2011

Un giorno per caso

diario semiserio di una persona speciale

 

 

Piccoli drammi adolescenziali...

Post n°329 pubblicato il 16 Aprile 2014 da crazyinlove_2008

 

tutte le volte che ho sperato
che accadesse qualcosa,
puntualmente, non è accaduta.

Mi chiedo il perché.
Se solo avessi un po’ della fortuna
che hanno certe ragazze,
di certo no sarei qui,
ma sarei famosa a scuola,
avrei successo con le amiche,
forse i ragazzi andrebbero oltre,
mille altre cose
o semplicemente mi sentirei
una persona apprezzata.

Ma le persone scappano,
vanno via come trasportate dal vento
e non hanno neanche
la forza di dire che non ti vogliono
ti fanno sentire in colpa,
in colpa per delle cose che neanche fai,

Mi sembra di sentire il peso del mondo quando
semplicemente la colpa
è di aver scelto loro,
essermi adattata per essere parte del gruppo

Ti chiedi se hanno sentimenti,
ma ti rendi conto che sono troppo impegnate
a guardare i loro riflessi negli specchietti delle auto
piuttosto che pensare al tuo cuore.

Bisognerebbe saper scegliere le amicizie,
ma a volte il cuore sceglie e vede
cose che non ci sono,
o che vengono soppresse per paura.

Tutte soffriamo, tutte perdiamo
piccoli pezzetti di anima durante la vita,
è con quella che paghiamo i prezzi
per le nostre scelte o per le nostre azioni.

Io però resto sempre con una domanda:
cosa devo pagare ancora?
Ho pagato anche conti
non miei ho pagato tutto,

Non voglio che qualcuno paghi per me,
ma sono stufa di pagare io per loro....

 
 
 

Nuvole Bianche.

Post n°328 pubblicato il 15 Aprile 2014 da crazyinlove_2008

 

Dedicata alla mia amica Ilaria.

Va bene lasciala dormire
lei adesso non può sentire
no tu non le parlare
perché non sente più questo cuore
vento pure tu non dire
lei ora non può sentire
dorme dorme e non vuole
non le piace più questo cuore

Quattro venti ed io sono sola
mie note senza fortuna
lasciala dormire ancora
lasciala morire prima
quest'anima senza l'amore
no tu non glielo dare
passa tempo e non parlare
passa tempo e non le dire niente

Tanto tu lo sai
quello che vorrei
che succedesse a noi
sentirti ancora qua
solo se vuoi
nina se ci stai
a tornare con me

E tu se vuoi il mio cuore sta qui
basta che chiudi gli occhi e poi
vedrai che lo troverai
canto e penso insieme a te
sospiri e lacrime
io che non ho più amore
eri tu il mio bene

Vento lasciami impazzire
lei ora non mi può amare
lasciami soffrire sola
lasciami dimenticare il prima possibile
quest’anima vuole me
no tu lasciala fare
passa tempo e non parlare
passa tempo e non le dire niente
lasciala prendere quello che vuole
sola sola devo restare
lascia che diventi il sole
io al buio devo rimanere
ora tu non ti fermare
lei ora non mi può amare
passa tempo e non parlare
passa tempo e non le dire niente

Tanto tu sai
quello che vorrei
che succedesse a noi
averti ancora qua
solo se vuoi
se ci stai
a tornare con me
e tu se vuoi tornare indietro, sai
basta che chiudi gli occhi e poi
vedrai che mi troverai

Canto e penso insieme a te
sospiri e lacrime
io che non ho più l'amore
eri tu il mio bene

Canto e penso insieme a te
sospiri e lacrime

 
 
 

Ridere di te.

Post n°327 pubblicato il 14 Aprile 2014 da crazyinlove_2008

E' da un pò di tempo che piove,
è stato un mese di Gennaio davvero tremendo,
e con la statale sorrentina sempre più in bilico per il
rischio frane.

Per questo sono stata costretta a lavorare a casa...
Mentre mi accingo a posizionare
ordinatamente i piatti
in lavastoviglie della precedente cena,
sento
aprirsi la porta d'ingresso..

"Fede sei tu ?!"
Si in effetti era lei, ma si trascinava in cucina
con un'aria troppo dismessa...

“Tesoro, Che succede?”,
Fede, con i lunghi capelli bagnati dalla pioggia,
si sedette sul divano e lasciò
scivolare a terra la borsetta.
“qualcosa è andato storto ?”.
“In un certo senso...”,
“Ah, ma dai, che succede?”,
le dissi sorridendo...
"c'è una cosa che devo dirti”.
“Oddio, maggia' preoccupa' ?”,

“con tutto quello che abbiamo
passato negli ultimi anni
non so cosa potrai
dirmi di così allucinante”.

“In effetti invece è un po' allucinante”,

“Ok, dai , che è stato ?”,
“Temo... di non averti detto tutto
riguardo a me e ad Maria...”,

“quando due anni fa sono stata
la sera a sperlonga
in stato confusionale...
non ero sola, non ho immaginato
le cose che sono accadute lì...

Maria c'era davvero e...
abbiamo fatto l'amore...”.

“Ah...”, le risposi,
chiudendo gli occhi.

Fede abbassò lo sguardo,
già temendo la mia
sfuriata con probabile strascino...

Invece le sorrisi...
sorriso che subito
fiorì in una grande risata,
sotto  il suo sguardo allucinato...

“Scusami”, riusciì a biascicare
“non voglio ridere di te, scusami!”.

Detto questo mi buttai sul divano
al suo fianco e lentamente ripresi fiato.
“sai quanto me ne importa !!!”,

“voglio dire...ok
lo so bene che in quel
periodo eri fuori di te, stavi male e
dovevi chiudere il periodo della tua vita
che riguardava questa dannata Maria,
anche se in modo forse un po'..."

“Vuoi dire... che non ti interessa
se ti ho... tradita?”,

“Mah, tradita è una parola grossa in quel caso,
certo preferirei non fosse successo
però spero anche
che questa sia davvero l'ultimissima
cosa che mi nascondi!”,

“Si... l'ultima”, disse scoppiando in lacrime,
“non c'è nient'altro, è l'ultima,
non intendo più nasconderti nulla!”.

L'abbracciai con tutta me stessa...
“Sei troppo buona con me”, piagnucolò Fede
col viso premuto contro le mie spalle

“Non dire sciocchezze”, mentre le carezzavo
i capelli bagnati di acqua piovana.

Quindi le presi il suo viso tra le mani
e guardai i suoi meravigliosi
occhi lucidi.

la baciai sulle labbra dolcemente
e con ardore al tempo stesso.

la spinsi lentamente
giù dal divano e la seguì sul tapeto persiano...

Qui iniziai a spogliarla con
dolce lussuria negli occhi,
lasciandola solamente in mutande.

Fede mi guardava con piacevole sorpresa,
rasserenata dal suo aver preso così
bene quel segreto appena svelato.
le baciai il collo e lo morsi avidamente,
sfiorandole contemporaneamente
l'inguine con una mano.

Fede gemette a quell'improvviso
contatto e iniziò a sentire in
tutto il corpo calore,
infilai senza indugiare
la mano sotto i suoi slip,
rossi come le sfumature del tappeto,
e mentre cercavo di farmi spazio
sotto il tessuto iniziai a succhiarle
un capezzolo.

I tuoi grossi seni erano ancora
una volta lì davanti a me,
pronti a godere a più non posso,
per l'ennesima volta.

Le mie labbra ne agguantarono i capezzoli,
stringendoli in una calda morsa di piacere.

Abbassati anche i miei slip neri,
Iniziai quindi una lenta penetrazione
con due dita,
insistendo nel succhiare un capezzolo
ormai rosso.

Fede gemette e si contorse ,
si divincolò come non riuscisse
a tollerare un tale piacere, mentre io,
che ora mi solleticavo
velocemente tra le gambe
con l'altra mano, mugugnavo,
raggiungendola in quel paradiso dei sensi.

Sfinite e rigenerate,
ci staccammo l'una dall'altra,
rimanendo tuttavia a contatto coi fianchi,
e rimanemmo distese sul tappeto ad ascoltare
il rumore della pioggia e a guardarla attraverso
il lucernaio..

“Credi che smetterà mai di piovere?”,
“No”,
“non smetterà mai...."


 
 
 

Beer

Post n°326 pubblicato il 11 Aprile 2014 da crazyinlove_2008

 

Appena uscita dall'Herr Daniel,
un pò su di giri per la bevuta
di Auerbrau Pils

Di notte la città è così diversa...
sembra che si trasformi
o forse quella diversa sei tu....
 
con le luci della strada e delle
case che senti
scivolarti addosso
e sembra che tutto ti appartenga.

Ti lasci un po’ andare e pensi anche di più,
pensi alla giornata com’è andata
e se è andata male,
sembra quasi che non sia così pesante perché
corre via insieme agli stop e alle scie
delle auto in lontananza.

ecco le scie...
Ieri Stasera mi sono sentita
come una di quelle
foto scattate con tempi lunghissimi
e che creano scie con le luci delle auto.

Tutto indefinito come se stessero
rincorrendo qualcosa…
ma cosa?

Non hanno un inizio ed una fine..
solo i bordi della foto,
che non sono dei limiti ma dei margini.
Per me possono anche
viaggiare all’infinito senza
mai incontrarsi, rincorrono l’infinito…

Non sai più dove inizi e dove finisci
sai solo che ormai non puoi più fermarti.....

Ps. Buon Weekend, stasera serata Liga.

 

 
 
 

Suoni lontani...

Post n°325 pubblicato il 09 Aprile 2014 da crazyinlove_2008

 

A volte di notte mi capita di affacciarmi
sul terrazzo e di sentire in lontananza
un disco ad alto volume. 

Non conosco il brano ma
sicuramente sarà uno di quei vecchi LP,

il testo è molto triste,
e allora comincio a pensare su chi
può mettere su la stessa canzone
quasi tutte le sere…

una dedica d’amore,
un amore perduto;
di quelli non dimentichi
e che ti restano nel cuore.

ogni notte un messaggio inviato alla
persona amata, un messaggio
d’amore nella speranza che torni da lei.

Chissà magari è vero,
il vero amore non si perde...

ti troverà sempre,
e che tu sarai sempre
disposta a prenderlo con te.

Quante occasioni sprecate,
quanti momenti che già
sai che non torneranno,

quanti baci, quante carezze che non ci saranno… 
A volte mi chiedo e se si perdesse ?
non trovasse più la strada?
Insomma può capitare davvero di perdersi,
è per questo che si inviano messaggi d’amore
anche nelle bottiglie, no?

messaggi che ti fanno ritrovare la strada giusta. 

Se servisse credo che lo farei
ma ci sono volte in davvero cui tutto è vano...

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 60
 

ULTIME VISITE AL BLOG

KirgoloRocki_dicpazzaserialkiller666spugnetta36lulunonmollaninokenya1intheoriameravigliemarinecrazyinlove_2008astrogoalsonovergine11fanthomas10lauren18ybor.b
 

ULTIMI COMMENTI