Un blog creato da luc.conifru.nic il 29/12/2011

creando

un po' di tutto

 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

prolocoserdianaanna545morositasdgl18mgf70falco1941onlyemotions71Sky_Eaglespartakusdg3pagambelorenzo1mazara1950Stolen_wordsequantestorieelektraforliving1963perlacea0
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IN RICORDO DI AUGUSTO DAOLIO

 
 
 
 
 
 
 

PARIS MON AMOUR

 
 
 
 
 
 
 
QUESTO BLOG NON E' UNA TESTATA GIORNALISTICA
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità,a discrezione dell'autore
e comunque non sistematicamente. 
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore lo comunichi all'autore del blog che provvederà

alla loro pronta rimozione. 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

WEST LIFE

..hai preso le mie mani
hai toccato il mio cuore
mi hei sempre presente
vicino a me notte e giorno
attraverso tutte le difficoltà
ma vada come vada
spazzata via da un'onda di emozioni
sopraffatta dall'occhio della tempesta
e ogni volta che mi sorridi
faccio fatica a credere che
tu appartenga a me
questo amore è indistruttibile
è inequivocabile
e ogni volta che ti guardo negli occhi,
so perchè questo amore è intoccabile
sento che il mio cuore non può proprio negarlo
abbiamo riso insieme abbiamo pianto insieme
entrambi sappiamo che da qui ce la faremo
perche insieme siamo forti
le mie braccia sono il luogo a cui appartieni....ai abbracciato forte

...sono stato sfiorato dalle mani di un angelo
sono stato benedetto dal potere dell'amore
e ogni volta che sorridi
faccio fatica a credere che tu appartenga a me
questo amore è indistruttibile
tra fuoco e fiamme
quando arriverà la fine di tutto
il nostro amore continuerà ad esistere...

 

 

 
 
 
 
 
 
 

 

 

Buonanotte

Post n°366 pubblicato il 08 Agosto 2014 da luc.conifru.nic
 

Mancano cinque minuti alla mezzanotte; ho appena terminato di lavare la mia solita carovana di piatti.

Questa sera non ha piovuto, c'eravamo ormai abituati ad addormentarci con il ticchettio della pioggia che cullava i nostri sogni, o ci svegliava di soprassalto con rumorosi tuoni e lampi super luminosi. Forse è iniziata l'estate?

Ho pensato a voi: la ranocchia potrà fare le sue nuotate e raggiungere la sua boa preferita, altri o altre potranno godersi il calore del sole e specchiarsi nell'azzurro del mare.

Io "dovrò" godermi il silenzio della città non riuscendo a fare le meritate vacanze e accontentare gli occhi ammirando immagini e foto di spiagge fiabesche.

In questi giorni non ho fatto altro che girare per ospedali, non per cose gravi, ma per esiti, visite di familiari.

Mia suocera dopo che è tornata dal mare il 25 Giugno. (ci era andata con mia cognata) si è accorta di un'eruzione bollosa ad una gamba. In farmacia le avevano data una crema antibiotica...ma guarda caso le bolle si sono aperte e si sono infettate. Per evitare che l'infezione si propagasse a tutta la gamba la dottoressa le ha dato una dose di antibiotico che avrebbe steso anche un cavallo e le aveva prescritto una visita angiologica. La specialista dopo non aver riscontrato una lezione arteriosa (ci mancava solo quella)le ha fatto un bendaggio che le infermiere domiciliari avrebbero dovuto cambiare più volte alla settimana. E così è stato. Era fasciata dal piede fino al ginocchio. Non riusciva a camminare, si attaccava ai mobili, non aveva l'equilibrio.  Dopo alcuni giorni ha dovuto smettere l'antibiotico perche le aveva fatto gonfiare un labbro e poi ciliegina sulla torta gli ha sballato tutti i valori del sangue, così si sentiva stanca e non aveva voglia di fare nulla. Le piaceva solo venire a tavola apparecchiata come se fosse stata al ristorante. La terapia anticoagulante non faceva più il suo effetto  per cui ha dovuto fare tre prelievi nel corso di 10 giorni. E io ho sempre fatto la taxista, nelle mattine più piovose. Per sistemare la gamba c'è voluto più di un mese e sapete perchè? Semplicemente non si era data la crema protettiva perchè diceva lei"Ma ero all'ombra". Si, era sotto all'ombrellone con la testa ma non con le gambe. Gliel'ho abbiamo spiegato più volte io e mio marito, ma lei rimaneva nella sua convinzione : " Ma io ero all'ombra".

Adesso comincia a stare un po' meglio e si sta preparando per tornare al mare i primi 10 giorni di Settembre. Continua a dire "Ah, io al mare non ci rinuncio". Lei va in vacanza quando io sono a scuola e quando torna visto che non si può lasciarla da sola le ferie vanno a farsi benedire. Lei non può rinunciare,ma io sì, io devo. Sono stanca, mi sento un po'come un uccello in una prigione di cristallo. Posso vedere fuori, ma non vi posso vivere. Uffa che borsa!

Nei giorni della settimana scorsa in concomitanza con i temporali mi saltava la luce, quando c'erano accesi sia la televisione che il forno, per cui mio marito dava la colpa al maltempo. L'altro giorno la corrente è saltata più volte, per cui abbiamo cominciato a fare una ricerca verso l'elettrodomestico che causava ciò. Sospettavamo già che fosse colpa del forno. Abbiamo staccato tutte le spine e poi una alla volta le abbiamo riattaccate, niente da fare la corrente continuava a saltare. I contatori sono giù al piano terra, chiusi in una stanzetta, per cui bisogna prendere la chiave, scendere giù, tirare su i pulsanti e riattivare la corrente. Su e giù una volta e due e tre, se per ogni gradino fatto avessi perso un grammo sarei diventata un fuscello...ma così non è stato. Dopo varie peripezie finalmente mio marito è riuscito a togliere la spina del forno dalla presa, nascosta sotto allo zoccolo della cucina: una vera impresa; non si vede, bisogna sdraiarsi per terra e cercarla.

Dopo aver tolta la spina dalla presa in cui era inserita grazie ad una prolunga ho provato ad inserire la spina in un'altra presa e la luce?...è saltata ancora ovviamente.

Morale della favola oggi nel pomeriggio mi hanno portato il forno nuovo: "Una Ferrari signora" mi ha detto l'istallatore della ditta SMEG. Sarà anche una ferrari...ma peccato che ci voglia un corso d'aggiornamento per imparare ad usarlo. Il mio vecchio (è durato 30 anni) aveva due manopole, una per accenderlo e una per regolare la cottura; era semplicissimo da usare, questo ha i comandi touch, 10 ricette preimpostate, si possono cuocere più vivande contemporaneamente, ha le guide telescopiche, la funzione vapore per la pulizia; può essere utilizzato statico, statico-ventilato o ventilato a seconda delle preparazioni. E' tutto computerizzato, mi ci vorrà un mese prima d'impararne il corretto uso.. Vi terrò informati/e.

E pensare che volevamo acquistare un letto nuovo o un armadio con l'angolo spogliatoio...non è la stessa cosa...ma il forno serviva per cui gli altri acquisti dovranno aspettare.

Scusate per le chiacchiere, non mi resta che augurarvi Buonanotte e un dolcissimo risveglio.

A presto. Lucy

forno ecco il forno

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

finestra

Vilma (gallovil), Massimiliano Gentile e i nostri cari guidano i nostri passi dalla finestra dell'universo.

 
 
 
 
 
 
 

PREGHIERA PER IL NUOVO ANNO

 

Quando ho paura
inghiottita dalla notte scura,
vedo la tua luce
il tuo volto che riluce.

Quando perdo la speranza
sento la tua voce in danza,
che mi indica la via
e sostiene l'anima mia.

Quando non vedo coi miei occhi
tu li apri e il cuore tocchi,
la tua strada è sempre là
per chi cerca la verità.

Quando guardo le mie mani
vuote senza domani,
trovo la tua forza infinita il futuro oltre la vita

Tu ci sei non mi abbandoni
sono io che non vedo i tuoi doni,
donami Signore il coraggio
di portarti nel cuore in questo viaggio.

Manuela