Creato da Seochisei il 05/08/2014

Creare un blog

Consigli pratici per la creazione di un blog si successo

 

 

Come scrivere per un blog

Post n°3 pubblicato il 28 Aprile 2015 da Seochisei
 
Foto di Seochisei

Devi scrivere per una persona

Il primo è il lettore del tuo blog, il primo destinatario della voce che si sta scrivendo. Che cosa, se si sa nulla, sarà difficile preparare un contenuto che suscita interesse.

- leggi come creare un blog su http://www.comecreareunblog.net/ -

Non solo se il lettore è maschio o femmina, in cui si vive, quanti anni hanno, i loro interessi e la professione, se non principalmente ciò che i loro attuali preoccupazioni, le esigenze e come si potrebbe contribuire a risolvere alcuni problemi che interessano veramente nel loro giorno per giorno.

Da qui l'importanza della decisione di posizionarsi in una nicchia. Se è possibile acquisire un'immagine del desktop e capire le vostre esigenze, sarà molto più facile per cercare di contribuire ad alleviare questi problemi. Pensate ad un amico, si sviluppa un ambiente favorevole per le conversazioni intime.

Scrivi per farti leggere

L'altro lato della medaglia è che si vuole che legga, con cui il soggetto dei tuoi post è importante, o più ampiamente, la linea editoriale generale del tuo blog.

Si dovrebbe ottenere un miracolo per non annoiarvi, suscitare interesse, mantenere l'attenzione una volta che raggiungono i potenziali lettori al tuo blog per la prima volta. Il tuo durata media della visita e il numero di pagine viste / visita vi dice qualcosa su quanto bene si sta facendo.

Ma c'è un passaggio precedente. Dovete ottenere visibilità e traffico verso il tuo blog. Ci sono migliaia di modi per ottenere questo, alcuni più intelligenti di altri, generando flussi di visitatori automaticamente. Ho preso la verità, Google. Parlo di tecniche di posizionarsi meglio te stesso nei motori di ricerca (SEO). Ma altrettanto parlo dei social network e il tasso di testina di scrittura che catturano l'attenzione e facilitare viralización tuoi contenuti.

Dovrete imparare a vivere con la mente impostata in entrambi i mondi.

 
 
 

Ancora sull'importanza di creare un blog

Post n°2 pubblicato il 12 Agosto 2014 da Seochisei
 

Perché è importante per un’azienda esserevisibile su internet. La visibilità sul web è un importante vetrina pubblicitaria che offre la possibilità di essere presenti in tutto il mondo 24 ore su 24, con una spesa davvero molto ridotta rispetto ad altre forme di pubblicità.

Tale visibilità rappresenta la forma più intelligente di pubblicità che possa esserci: é possibile definirla pubblicità attiva, o meglio la pubblicità in target per eccellenza. Questo perché il cliente realmente interessato arriva su un determinato sito web attraverso l’utilizzo dei motori di ricerca, che rappresentano circa il 70% traffico mondiale su internet.

La ricerca di nuovi clienti è strettamente legata all’essere visibili sui motori di ricerca come Google, Yahoo ed Msn, solo per elencarne alcuni. Ciò si può ottenere grazie ad una strategia di web marketing. Molte aziende, in modo particolare quelle che riguardano i settori del turismo, i corsi, ed alcuni servizi di pubblicità, devono la loro presenza quasi unicamente al web. Infatti quasi il 95% dei contatti di tali aziende con i loro clienti avviene attraverso internet.

Forme pubblicitarie come quella cartacea o quella radio-televisiva presenta dei costi molto alti affinché si possa raggiungere un’efficacia reale. Tali investimenti, inoltre, richiedono grosse risorse economiche e vanno a colpire solo “nel mucchio”, e non effettivamente clienti interessati realmente ed in maniera concreta come invece riesce a fare il servizio sul web.

 
 
 

Perché creare un blog aziendale

Post n°1 pubblicato il 05 Agosto 2014 da Seochisei
 
Foto di Seochisei

Creare un blog

La domanda che ogni giorno si pongono direttori di aziende, responsabili del marketing e promotori di brand è: 'Cosa posso fare per aumentare le vendite?' o 'Come posso aumentare la visibilità del mio prodotto/marchio/azienda?'. Vent'anni fa la risposta sarebbe stata a suon di spot su emittenti Radio e TV, e pagine intere di rotocalchi e quotidiani occupate da pubblicità. 
Ma oggi tutto questo non basta più.
Ci sono molte novità in questo campo e una tra le soluzioni emergenti, dimostrata dal successo planetario dei social network, e che si misura in milioni di euro di fatturato è: crea un blog!

Ritenere che aprire un blog sul proprio sito aziendale o sul proprio marchio sia una perdita di tempo o una semplice distrazione, è l'errore fatale che può mandare in fumo anche la carriera del miglior venditore vecchio stampo.

Ma cosa si nasconde dietro al successo di creare un blog? Nessun segreto, il principio è molto semplice. Se voglio rendermi visibile ai potenziali clienti devo farmi trovare esattamente nel luogo dove essi trascorrono la maggior parte del loro tempo, ossia in rete. E il modo più diretto per farsi trovare in rete è creare blog.
Vi sono strumenti appositamente studiati dai principali motori di ricerca, che dimostrano che il tempo trascorso in rete è un trend che tende ad aumentare giorno dopo giorno e che segue di pari passo la sempre più vasta gamma di servizi offerti via internet: dall’ormai noto internet banking all’acquisto di qualsiasi prodotto online, dalla prenotazione di ristoranti e alberghi all’effettuazione del check-in di voli aerei, e via dicendo. Inoltre la continua evoluzione tecnologica di tablet, smartphone e notebook con la creazione di interfacce intuitive e di semplice utilizzo, ha consentito la diffusione assolutamente capillare di internet, raggiungendo fasce di utenti sempre maggiori.

A questo punto , però , serve sapere come si crea un blog. Tecnicamente non è difficile e non servono particolari competenze di web, dipende da cosa si vuole . Esistono varie piattaforme che rispondono all’esigenza gratuitamente, tramite l’iscrizione , sempre gratuita, del proprio account. Tanto per citarne qualcuna troviamo il solito Google+ , WordPress o Tumblr, in cui le modalità di creazione sono più o meno equivalenti: si definiscono il titolo del blog e il dominio e si inizia a postare. Google+ consente, volendo, di integrare tutti i servizi collegati allo stesso account, ma è un’opzione che si può scartare. Questi tipi di blog gratuiti, però, hanno alcune limitazioni in termini di personalizzazione, inserimento di pubblicità o aggiunta di plugin.

Quindi la domanda fondamentale cui invece rispondere è: come creare un buon blog? Un blog per valere l’investimento che richiede, in termini di tempo e denaro, deve essere raggiunto dal maggior numero di potenziali clienti cui esso si rivolge. Meglio quindi affidarsi ad esperti in tecniche di posizionamento nei vari motori di ricerca (SERP), che studieranno la migliore soluzione.
Con l'ausilio di strumenti di monitoraggio delle parole chiave sarà possibile infatti redigere contenuti inerenti all'azienda e/o al prodotto che si desidera promuovere, affinchè essi vengano proposti entro le prime pagine di risposta di una ricerca di quel prodotto.
Concludendo: Crea il blog della tua azienda, inserisci contenuti interessanti e attentamente studiati che descrivano servizi, marchi e i prodotti offerti, e il ranking aziendale inizierà ad aumentare in popolarità. 
 
 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ervaz72francimartone1affarimiei3Paolinosonoiolumil_0yulyusvivi.a.nami.descrivosensibilealcuoreSeochiseidoctor.itbrescianivaldimirofconchettobach1962
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom