Community
 
dolceametista
   
 

EMANUELA

Essere allegri non significa necessariamente essere felici, talvolta si ha voglia di ridere e scherzare per non sentire che dentro si ha voglia di piangere...(J. Morrison)

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 
 
 
Essere soli, confusi, tristi ed afflitti. Essere come nessuno sa. Essere con te stessa come non sei mai con gli altri. Non riuscire ad aprire il tuo cuore. Essere profondamente triste mentre gli altri ti credono felice. Non riuscire a dire più "Ti voglio bene". Essere fiduciosi, non avendo mai fiducia. Porre dei limiti nei sentimenti e non riuscire ad oltrepassarli più di una volta...Cercare di non fare mai male e riuscire a fartene a te stessa. Odiarsi. Annullarsi. Offendersi. Piangere e gridare quando nessuno ti può sentire. Chiudere gli occhi e riaprirli sperando di aver fatto solo un brutto sogno. Dare affetto, ma non volerlo ricevere per paura di amare. Stare qui a scrivere per cercare di far capire,che non mento, che non sono cattiva ma solo STUPIDA.
 
 
 
 
 

I MIEI BLOG AMICI

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 22 Gennaio 2008 da dolceametista

Che strano...conoscere qualcuno, farlo entrare piano piano nella tua vita e lasciarlo a far parte di te....trovarsi a pensare a qualcuno, trovarsi a sentire la sua mancanza, a desiderare di averlo vicino...e ci si rende conto di aver idealizzato, di avergli dedicato un posto che probabilmente non meritava...sono attimi, pensieri fugaci che lasciano un segno profondo, pensieri che cambiano le carte in tavola, che confondono il cuore e lo lasciano sgomento, senza sapere dove andare...che strana la vita...ciò che desideriamo lo abbiamo davanti a noi eppure non riusciamo a tenerlo, troppo presi a cercare qualcosa che neanche noi sappiamo cosa sia...ci affanniamo stanchi e disperati verso mete che non sappiamo dove siano e cosa siano e lasciamo davanti a noi la felicità...chi potrebbe donarci tanto, tutto ciò che abbiamo bramato, desiderato nelle notti insonni, tra le lacrime, nel dolore! E allora cosa fare??? Quando siamo in grado di capire che ciò che ci potrebbe rendere felice è davanti a noi cosa fare? Continuare ad inseguire il nulla o fermarsi, e vivere ciò che abbiamo??? Ci sono due strade, due scelte...ci sono due percorsi totalmente diversi, certezze da una parte e incertezze dall'altra...impareremo a volare, impareremo a scegliere...e a guardare...forse ad amare noi stessi!

 
 
 

Post N° 15

Post n°15 pubblicato il 25 Dicembre 2007 da dolceametista

Camminano le parole
su strade parallele
accompagnano la nostra vita
a volte illuminandola.
A volte sono silenziose
e rimangono nei nostri occhi
a volte escono fuori da noi...
incontrollate…
ma segnano costantemente la nostra esperienza
formando i contorni della nostra anima.
Le parole ci fanno incontrare
per le nostre affinità
o a volte ci dividono
per le nostre ottusità...
ma noi le abbiamo sciolte insieme
formando nei nostri cuori la più grande di esse:
Amicizia...

(sunirl)

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 21 Dicembre 2007 da dolceametista

E' NATALE
 
Buon natale
x i tuoi pensieri
x i tuoi respiri
x i tuoi segreti
x i tuoi sorrisi
x le tue lacrime 
x il tuo cuore...
in ogni tuo cammino
leggero o faticoso
che sarà...
porta tra la gente
per sempre
questa mia gioia
questo mio cuore

(Kosi)

 
 
 

Post n°13 pubblicato il 09 Dicembre 2007 da dolceametista

 

 

Perchè scrivo? Per sfogarmi un pò, è ovvio,

per vincere la noia,

il vuoto esistenziale dei miei giorni.

Sì,

è proprio quello che mi sta succedendo in questo momento,

è stato un fenomeno progressivo,

in costante proporzionale aumento

col passare delle giornate,

delle ore, dei minuti spesi come non avrei voluto,

è la noia, questa tremenda malattia

che inspiegabilmente e improvvisamente ti assale

e sembra non volerti più mollare,

affinchè non ti avrà completamente rissucchiato

ogni entusiasmo.

Io non voglio abbandonarmi a reazioni stupide...

inutili come l'apatia, ma cosa posso fare?

Sono stanca di rapporti umani

che non mi danno nulla

e attraverso i quali mi esauriscono anzichè crescere.

Capita a volte,

che proprio quando ti sembra

di vivere un momento tremendo o vuoto

di quelle emozioni e sentimenti

di cui tanto abbiamo bisogno,

eccole...arrivare all'improvviso,

magari tutte assieme pronte

a far ricredere su tutte le nostre delusioni e amarezze.

un caloroso abbraccio

Dolceametista

 
 
 

Post N° 11

Post n°11 pubblicato il 05 Dicembre 2007 da dolceametista

MI PARLI

Già al risveglio
mi parli
in tanti modi
a volte mi stupisci
a volte mi accendi
a volte mi scuoti
ma mi accarezzi sempre
così attraversi
il paesaggio naturale
e i colori della giornata
e arrivi dolcemente a me
per portarti nei passi miei

(cosimo)

 
 
 

E' VITA

Post n°10 pubblicato il 05 Dicembre 2007 da contedelmister0


Ci ritroveremo ancora
oltre questo orizzonte
ci stringeremo ancora
in un abbraccio di vita
non abbiamo mai cercato di perderci
siamo nel silenzio nell'infinito
anche se il tempo è già finito
e il mare a volte
toglie il respiro
siamo ancora sulla luce del faro
ad inseguire la rotta
rincorriamo luci di stelle
per arrivare insieme al nord
lassù
dove l'eternità è la nostra vita

 
 
 

UN BALLO

Post n°9 pubblicato il 05 Dicembre 2007 da contedelmister0

Una magia all'alba
un mistero
con la luna lassù
e la pioggia a cadere
a fare cerchi
sull'acqua del mare
a danzare sull'ombrello
palcoscenico a spicchi d'arcobaleno
un tip tap
dolcemente ritmato
che avvolge trasporta
emozioni uniche
d'altri tempi
nel tempo di ogni giorno

 
 
 

Post N° 8

Post n°8 pubblicato il 04 Dicembre 2007 da dolceametista

Da un pò nn si parla altro che di amore e di amicizia, causa di moltissime storie. Sto costatando che sia l'amore che l'amicizia viene preso x gioco, senza tener conto degli inconvenienti che possono causare. Dovrebbe essere spontanea e naturale...nulla di calcolato...nn sono certo sentimenti di serie B come molti li usano, creando frustrazioni e infelicità... idealizziamo le persone... ritenendo che siano qualche cosa di unico, per poi arrivare alla conclusione che non lo meritavano, perchè il loro modo di dare diventa un gioco egoistico...Scopri che le persone che ritenevi diverse da tutti non erano altro che un succhiare caramelle a destra e a manca per poi sputarle in un angolo...da qui comincia la delusione, il nn fidarsi più di nessuno perchè è quella la cosa più importante... la fiducia...che sfuma dal momento che vedi tutto con un'ottica diversa, ciò che capisci troppo tardi...il confidarsi...il condividere momenti...nn c'è rispetto nemmeno in quello... quanta tristezza!!

 
 
 

Post N° 7

Post n°7 pubblicato il 01 Dicembre 2007 da dolceametista

Il semplice gesto di uscire dal letto produce una brusca rottura: dalla dimensione erotica alla realtà, perchè il risveglio è accanto a una persona di cui si sa poco e occorre, in un modo o nell'altro, ricucire all'istante il filo della nostra vita, anche quando la notte è stata predisposta da tempo, immaginata nei minimi dettagli. Una parte di noi vorrebbe vivere l'evvento senza porsi troppe domande, l'altra contro si sente a disagio ("Di che cosa si parla?". "Che cosa c'è dietro al suo sguardo?"). Certamente abbiamo passato una notte di passione, però non sappiamo ancora chi sia l'altro, che iniziamo a scoprire veramente solo al risveglio. Il mattino dopo ci richiama soprattutto a noi stessi: divisi tra la paura di perdere la nostra identità e il desiderio di abbandonarci a un nuovo amore. Non è tanto la questione di chi è l'altra persona nel letto, ma di chi siamo noi. E di cosa ci sta accadendo. Non sono certo le prestazioni erotiche della notte che ci permettono di saperlo. E' una tappa essenziale, ma solamente per capire subito se richiameremo l'altro o saremo richiamati. Esenziale non significa però che tutti i giochi siano già fatti. Tramontato l'idea romantico, in tempi di libertà sessuale, in cui l'incontro sessuale anticipa la conoscenza, il mattino dopo non è, come il passato il punto di arrivo in cui tutto è già deciso. E lo stare assieme è un percorso che si costruisce giorno dopo giorno, alla ricerca di emozioni e sentimenti forti. I primi mattini incantati sono eccezionali. La realtà è sempre diversa. Si prova un certo disagio, perchè temiamo di non essere all'altezza, perchè noi stessi non sappiamo quale sarà lo stato della relazione che sta nascendo: una semplice avventura o una grande storia d'amore? Sono davvero tante le emozioni in gioco......Il mattino dopo è uno dei rari momenti della vita in cui la libertà è totale. Tutto dipende solo da noi.

Buona domenica

 
 
 

Post N° 6

Post n°6 pubblicato il 01 Dicembre 2007 da dolceametista

Pericoloso e tenero
il volto dell'amore
m'è apparso la sera
d'un lunghissimo giorno.
Forse era un'arciere
con l'arco
o un musicante
con l'arpa.
Non so piu'
Non so niente
La sola cosa che so
è che mi ha ferita
forse con una freccia
forse con una canzone.
La sola cosa che so
è che mi ha ferita...

e brucia come brucia la ferita dell'amore

(Jacques Prèvert)

 
 
 

Il mio dolore

Post n°3 pubblicato il 30 Novembre 2007 da dolceametista

 

IL MIO DOLORE E' UN GRIDO SENZA VOCE

IL MIO DOLORE E' UN PIANTO SENZA LACRIME

LO SENTO ARRIVARE ALL'IMPROVVISO

QUANDO TUTTO SI PLACA

MA NON LO SENTO QUANDO SE NE VA'

PERCHE' NON SE NE VA'

RIMANE SILENZIOSO NELL'ANIMA

E ASPETTA LA PROSSIMA OCCASIONE

ASPETTA CHE IL PROSSIMO SOGNO

MI FACCIA ACCAREZZARE I LORO VOLTI

PER DIRMI CHE TUTTO E' ILLUSIONE

ASPETTA CHE LA MIA RABBIA ESPLODA

PER GETTARMI A TERRA DISTRUTTA

IL MIO DOLORE E' LA MIA RABBIA

LA MIA INSOFFERENZA

LA MIA IMPOTENZA

EPPURE LEI CHIEDE SOLO DI ESSERE LIBERATA

IN UN GRIDO A SQUARCIAGOLA

ANNEGATA IN UN PIANTO DI BAMBINA

(anonima)

 
 
 

Post N° 1

Post n°1 pubblicato il 30 Novembre 2007 da dolceametista

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: dolceametista
Data di creazione: 30/11/2007
 
 
 
 
 
 
Io che scrivo queste righe… Io che nascondo le mie vergogne nel baule dorato che ho di fronte…Io che viaggio,viaggio ma non arrivo mai alla meta Io che scrollo le spalle e mi innalzo in volo…Io che mi specchio nell’egoismo degli altri e nell’altruismo dei pochi e non so cosa scegliere Io che conto poco…Io che non so contare…Io che cucio le asole a vecchi ricordi…Io che cerco e seguo le ragnatele sul soffitto della mia mente Io che mi addormento alla loro ombra sottile e leggera…Io vita…Io morte…Io presente,
passato, futuro…Io tutto io niente…
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

dolceametistaciaccia52viviEvolagiovbella1957martytina920felisdgl0licja1donnasola655cri253SOLOCAREPatty62scsvfranca.bajreginadeisogni3
 
 

ULTIMI COMMENTI