Creato da drunkenbutterfly0 il 12/12/2013
blog
 

 

Time fly

Post n°228 pubblicato il 15 Novembre 2017 da drunkenbutterfly0

Un altro compleanno è passato.

Un altro anniversario maledetto è passato.

Eppure, a volte, non mi capacito di come sia potuto volare così il tempo.

Nessuna novità di rilievo nella mia vita.

Sono ancora in cerca di un bassista per la mia band e tutto il resto scorre senza infamia e senza lode.

Ho molta voglia di riprendere in mano più spesso la macchina fotografica. Mi ci dedico troppo poco rispetto a quanto vorrei...
Il freddo che è arrivato tutto insieme non aiuta, ma devo assolutamente organizzare qualche gita fotografica. 

Chissà, magari prima o poi posterò qui qualche scatto...

 

 
 
 

Si ricomincia...

Post n°227 pubblicato il 06 Ottobre 2017 da drunkenbutterfly0

Mi rimbocco le maniche e riparto per nuove avventure.

La bassista ha lasciato il gruppo. Io e il batterista vogliamo portare avanti il progetto ma ci sarà da trovare un/una sostituto/a.

Non penso sarà semplice, ma voglio essere fiduciosa.

Sarà un nuovo inizio e se così non fosse, io non mi fermo qui. Non sono ancora pronta ad appendere la chitarra al chiodo.

 

 
 
 

E a proposito di paure superate

Post n°226 pubblicato il 29 Settembre 2017 da drunkenbutterfly0

un'altra delle tante è: la pentola a pressione.

Non so da dove mi mi sia nata questa paura dato che mia mamma la usava molto senza aver mai avuto problemi di alcun tipo.

Eppure io ne ero (sono?) terrorizzata.

Poi, parlando con vari amici e amiche che la usano regolarmente e che me ne decantano le lodi, ma soprattutto dopo aver assaggiato alcuni piatti che fatti lì dentro vengono mondiali e che a me invece vengono immangiabili 9 volte su 10 (come il polpo, le seppie e tutte quelle robe lì), mi sono decisa  a buttar giù anche questo muro e ieri l'ho usata per la prima volta.

Ce l'ho fatta. Sono viva. Nessuna ustione né scoppi improvvisi. 

Il lato serio di questo post è che risentire il suono della pentola a pressione, che per l'appunto ho usato a casa dei miei, mi ha fatto piombare nella nostalgia. Per un attimo ho sperato con tutta me stessa che mia mamma entrasse in cucina da un momento all'altro, che si mettesse lì con me, seduta a tavola mentre la pentola fa il suo classico sibilo in sottofondo.

Ci sono cose piccole, insignificanti per molti, come questa, che a qualcuno invece scombussolano l'anima e fanno venire il groppo in gola...

 
 
 

Piccole grandi conquiste

Post n°225 pubblicato il 21 Settembre 2017 da drunkenbutterfly0

Mi sento fiera di me stessa. Non capita spesso e quindi mi godo questa sensazione che è davvero appagante.

Non ho scalato l'everest, né ho fatto chissà quali mirabolanti imprese, semplicemente quest'estate ho abbattuto alcune delle mie paure constatando quanto a volte ci mettiamo i bastoni fra le ruote da soli.

In Sardegna abbiamo deciso di visitare l'isola di Tavolara ma per andarci ovviamente c'è da prendere un piccolo traghetto, di quelli su cui il mare mosso si sente tutto per intendersi. C'era un gran vento quel giorno e il mare non era proprio una tavola. Stavo per rinunciare alla gita per questo, dato che ho molta paura del mal di mare ma soprattutto dei ricordi che possono affiorare se comincia a girarmi la testa. Anni fa infatti, ho avuto la labirintite e al sol pensiero di quanto sono stata male e del poter star di nuovo in quel modo, mi prende l'ansia. 
Stavo per dire al mio compagno:" ok non se ne fa di niente, andiamo da un'altra parte oggi" , quando d'un tratto ho cambiato marcia e ho pensato: "no cazzo. La paura non mi impedirà di rinunciare all'ennesima esperienza che voglio fare. Ciò di cui ho paura NON E' SICURO che si manifesti innanzi tutto e poi anche se succedesse, in qualche modo riuscirò a gestire la cosa. " 

Così ho fatto il biglietto e preso quella barchetta instabile. 

E' stata la scelta più giusta che potessi fare! Oltre a non aver avuto particolari problemi per via del mare mosso, ho potuto visitare quel paradiso meraviglioso che è l'isola di Tavolara. Uno spettacolo della natura con un mare cristallino pieno di pesci e natura selvaggia e incontaminata! Me ne sono innamorata e se avessi dato ascolto per l'ennesima volta alle mie paure, mi sarei persa tutto ciò.

Teoricamente sapevo di perdermi tante occasioni stando dietro alle mie paranoie, ma averne avuto la conferma e soprattutto aver abbattuto quel muro,  mi ha dato una carica nuova, una spinta a non rinunciare a ciò che vorrei fare se non ci sono validissimi motivi. 

Non si finisce davvero mai di imparare...

 

 
 
 

E' passato così tanto tempo?

Post n°224 pubblicato il 12 Settembre 2017 da drunkenbutterfly0

Non mi sono resa conto che sono mesi che non scrivo qui.

In effetti prima di andare in ferie sono stata più impegnata del solito e senza che nemmeno me ne rendessi conto , l'estate è volata.

Ho fatto delle belle vacanze però, lunghe e con annesso viaggio in Sardegna. Bellissima terra in cui ho passato una settimana di vita di mare passando da una spiaggia all'altra, trovandone sempre di bellissime.

Ma ora sono tornata al tran tran e alla vita quotidiana di sempre. Sono contenta però che arrivi l'autunno. Mettersi al calduccio a mangiare castagne sorseggiando del vino nuovo è un'idea che mi piace.

 

 

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

paneghessadrunkenbutterfly0neimieipassispagetiamorino11ildiariodellalindaelektraforliving1963mlr777Sky_EaglequattrozeroquattroalesandradipSussurro.LontanoIltuocognatinoStolen_wordsa_solitary_man
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom