Creato da egos3 il 13/10/2009

visioni notturne

Un punto di vista politicamente scorretto

 

 

« Il mito del vero cretinoPioggia di primavera »

Ricordi immediati

Post n°375 pubblicato il 17 Aprile 2012 da egos3

E tu ridi mentre entri lentamente in casa mia, sei come una sorpresa da scartare, come un regalo di natale, ti muovi sapendo che ti guardo, sapendo che ti aspetto e ti sei fatta aspettare giusto quel tanto. E tu ridi perché non sei mai come ti pensavo, credevo che fossi vestita in un modo stupendo e ti scopro bellissima in un altro modo che non credevo, ti conosco da poco e sei sempre sorprendente. E tu ridi di me e del mio stupore palese, di come ti guardo se ancheggi sui tacchi e avanzi piano per farti osservare. Ridi perché ti offro un caffè sapendo che salterei qualunque preambolo inutile e utile, salterei tutto pur di restare con te. Ridi quando ti pieghi piano a per prendere il telefonino dalla borsa appoggiata sulla sedia, mentre la collana ciondola avanti e indietro come in una sorta di rito magico, io mi sento confuso e ipnotizzato, sento soltanto il mio respiro e il tintinnio dei piccoli bracciali indossati sul tuo polso, ti guardo mentre i tuoi leggings seguono la forma delle tue gambe sottili il giusto, lunghe il giusto, diritte il giusto. E tu ridi perché sai che mi lascio trasportare lontano dal tuo profumo, dai tuoi capelli mossi e dal tuo sorriso, dai tuoi occhi marroni… e io rido con te, di me e della mia voglia di toccarti, del tuo sapore aspro, dei minuti che corrono e lasciano indietro pagine di ricordi immediati, ogni volta che ti vedo, ogni volta che arrivi, ogni volta che ridi e con un bacio te ne vai…

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

virgola_dfenrico505egos3lumil_0Housewife82psicologiaforenselinovenavirginia17sifabriNepenthelubopopanpanpiMarquisDeLaPhoenixcarezzadellanima