Community
 
vivirencamino
   
 
Creato da vivirencamino il 01/08/2006
...per conoscere l’Italia che non si vede in tv e sui giornali...Grande e umile, eroica e mite, fatta di padri, madri, figli, di laboriosità e generosità. Di Fede.

La CITAZIONE

 

"Non abbiate paura"

 

Area personale

 

Contatta l'autore

Nickname: vivirencamino
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 31
Prov: RM
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

SonoSorrisolauviahasilviaerculeopierocasciarob2679mpsollaPrincepsmary1carinodolcegiunto62rosanna.toscanomary015lumoleskinilly830clarystedonantonello
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

immagine

immagine

immagine

 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
 

 

« LUISA VERONICA CICCONE E...L' APOSTOLO DELL'AFRICA »

L'AFRICA DIMENTICATA

Il mio pensiero, guardando in questi giorni i telegiornali che parlano sempre e solo di Iraq, Israele, Libano e Afghanistan (come tempo fa parlavano solo del Kosovo...), va all'Africa ormai dimenticata da tutti...Non interessa ai media, alla destra, alla sinistra, ai pacifisti di piazza, ai no-global.
L'Africa dei negri può morire di fame, di sfruttamento, di guerra. Non ci interessa nulla!

Se l'Africa in qualche modo sopravvive lo deve ai 7.000 missionari cattolici, i quali tengono in piedi ospedali, dispensari, scuole, orfanotrofi, Università e farmacie...Per non parlare dell'agricoltura...

Le ideologie di destra e di sinistra, i sogni comunisti irrealizzabili hanno creato foschi tiranni che producono miseria nel popolo e fortune colossali al loro portafoglio.
Ci sono soldi per le armi e per la guerra; non ce n'è per il cibo e per le medicine.

Dal 1980, non meno di 28 Paesi dell'Africa sub-sahariana sono stati in guerra. Su 25 milioni di sfollati nel mondo - i più esposti a ogni emergenza e violenza - 13,5 sono africani (10 milioni tra Sudan, Angola, e Congo); su 22 milioni di rifugiati fuori dal loro Paese nel mondo, 8 sono africani. In 10 anni, 2 milioni bambini morti, da 4 a 5 quelli mutilati, 1 milione ha perso i genitori.

In questa drammatica situazione, unico baluardo è la Chiesa con i suoi pastori (Vescovi e sacerdoti) detestati dai potenti perchè parlano chiaro e denunciano al popolo e alla stampa una situazione del tutto insostenibile.
Di tutto ciò né una riga sui giornali, né un cenno sulle televisioni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/elcaminoporEl/trackback.php?msg=1496095

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
luloca
luloca il 09/08/06 alle 19:22 via WEB
senza nulla togliere a quello che fanno i cattolici per l'africa, penso che quando dici che che tutti gli altri se ne fregano, non sei obiettivo. Esistono anche molte organizzazioni non cattoliche che aiutano l'africa, alcune anche laiche. In certe zone ci sono molte missioni protestanti, in altre gli islamici forniscono molti aiuti economici, ma anche gli israeliani. Io sono in contatto con un'organizzazione laica di volontariato che opera soprattutto in africa in campo sanitario. Certo, considerata la popolazione e lo stato di bisogno in cui versa sono delle gocce nell'oceano, ma penso che la soluzione migliore per aiutarli sia di tipo politico: l'azeramento del debito pubblico, il piccolo credito, la repressione del contrabbando di armi... sono tutte azioni che potrebbero fare molto per l'Africa... e queste sono idee portate avanti dalla sinistra delle piazze e dai no global che tu disprezzi tanto.
(Rispondi)
 
vivirencamino
vivirencamino il 09/08/06 alle 19:57 via WEB
..Vedo che stai diventando affezionato al mio blog =). Sono contento..Sul serio.. Anche se abbiamo idee molto discordanti. Quanto all'obiettività del mio messaggio, non ho mai scritto e non mi verrebbe mai in mente di pensare che la Chiesa sia l'unica organizzazione che aiuta questo continente. So benissimo che ne esistono molte e di varia natura: laiche, islamiche, soprattutto cristiane protestanti... La Chiesa è unico baluardo in quanto a capacità di denuncia, data la sua forte presenza sul territorio e la sua autorevolezza riconosciuta a livello mondiale. Sono totalmente d'accordo con te sulle azioni che potrebbero fare molto per l'Africa, ma esse purtroppo non bastano... Con l'attuale situazione politica e socio-economica a nulla servono gli aiuti che provengono dall'esterno... «Salvare l'Africa con l'Africa»... Solo le capacità umane e religiose dei popoli Africani, liberate dallo sfruttamento e dalla tirannia, dall'oppressione e dalla fame, potranno risollevare questo continente martoriato.
(Rispondi)
 
 
luloca
luloca il 09/08/06 alle 22:09 via WEB
a me piace molto discutere e farlo con persone molto lontane dalle mie idee, per me è molto stimolante. Sei stato tu a dire che "Se l'Africa in qualche modo sopravvive lo deve ai 7.000 missionari cattolici" ed a riferti alla sinistra delle piazze con un certo disprezzo, come di gente che se ne infiscia dei problemi dell'Africa. Eppure la tobin tax e l'azeramento del debito pubblico sono i temi dominanti di tutte le manifestazioni "no global" (meglio dire new global). Alle manifestazioni per il G8 di Genova, nel 2001, erano questi i temi all'ordine del giorno. Se Comboni fosse vissuto in questa epaca, sarebbe stato di certo con noi alla manifestazione dei migranti... per altro erano presenti molti missionari comboniani.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 10/08/06 alle 00:01 via WEB
Anche a me fa piacere discutere se il tono rimane pacato e cordiale come lo è stato fin'ora... L'intento era quello di includere un po' tutti nel mio post...destra e sinistra...e di evidenziare il fatto che, in sostanza, dell'Africa se ne parla solo quando ci fa comodo... Sull'azzeramento del debito pubblico sono del tuo stesso parere mentre sulla Tobin tax non mi trovi d'accordo. Lo stesso James Tobin affermerà: «La mia proposta è stata usata per più ampie campagne, che vanno oltre le sue ragioni originarie, che erano di ridurre la volatilità dei tassi di cambio». E anche l'Ocse: «È stato un grande equivoco. Allora Tobin temeva che l'instabilità valutaria danneggiasse i commerci. Oggi quel pericolo non esiste più». Tutte le ricerche in materia mostrano che afflussi di capitale assistenziale in Paesi poveri distruggono i mercati locali, creano dipendenze e bloccano lo sviluppo invece di favorirlo. Il metodo redistributivo-assistenziale proposto dalla sinistra cosiddetta 'new global' impoverisce, invece di arricchire, pur pretendendo il monopolio morale della tutela dei deboli... E, per concludere, in tutta sincerità, se Comboni fosse di quest'epoca non sarebbe sicuramente stato con voi alla manifestazione contro il G8 di Genova. Sarebbe stato convinto del fatto che, quando tutto il lavoro missionario si concentra sulla fame nel mondo e la protesta contro le multinazionali e la globalizzazione capitalistica, si perde di vista il vero intento della missione: l'annunzio della resurrezione di Gesù Cristo. Perché la vocazione missionaria è trasmettere la fede in lui, l´unica vera ricchezza che abbiamo.
(Rispondi) (Vedi gli altri 36 commenti )
 
 
 
luloca
luloca il 10/08/06 alle 08:06 via WEB
La manifestazione dei migranti non era una manifestazione religiosa, ma penso che Combani vi avrebbe partecipato, così come lo hanno fatto altri comboniani. Il beneficio più rilevante della tobin tax è quello di evitare le speculazioni valutarie a breve termine, che poi è il problema che non riesce a portare fuori certe nazioni dal debito pubblico... è un tema dibattuto anche dentro la sinistra, ma credo abbia in se ottimi propositi. So bene che la missione coboniana è di tipo religioso... però come lo esprimi tu sembra quasi che gli aiuti arrivino solo per chi si converte, ma non è proprio così. Una suora di quelle seguaci di madre Teresa (non riconrdo come si chiamano), un giorno mi disse che quello che fanno lo fanno per convertire se stesse, mica gli altri. A Calcutta infatti prestano assistenza a persone delle religioni più disparate e quando muoino gli fanno il funerale secondo i dettami della loro religione. Per me meritano tutto il respetto.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 10/08/06 alle 11:07 via WEB
Io piuttosto sono a favore della variante cosiddetta Spahn Tax, ma non completamente... In periodi di tassi di cambio stabili, la percentuale di prelievo dovrebbe essere veramente minima (molto al disotto dello 0,05...) altrimenti c'è un rischio alto di paralisi dell'intera economia mondiale... Le speculazioni a breve termine sono possibili solo in periodi di alte variazioni dei tassi... Dunque sarebbe importante relazionare l'importo della tassa alla varianza effettiva... In ogni caso quello che più mi preoccupa è la motivazione con cui si porta avanti questa "lotta"... Attac, l'associazione che ha cominciato la campagna a favore della Tobin Tax ha come obiettivo quello di distruggere l'economia mondiale così com'è ora...il mondo come lo conosciamo...Per crearne un altro più bello puro e giusto... Lo stesso identico pensiero di Lenin, Stalin, Mao, Pol Pot, Kim Il Sung, Castro... Tutti noti per aver creato dei paradisi in terra... Sappiamo bene come è andata a finire... Le 'Suore della Carità' che continuano l'incredibile opera della beata Maria Teresa di Calcutta sono spinte proprio da quel messaggio di cui ti parlavano... Operano per amore a Gesù Cristo, danno la vita per Lui. Non c'è traccia di lotta alla globalizzazione, alle multinazionali... Non meritano solo rispetto ma ammirazione sincera... Ricorda che non potrebbero fare ciò che fanno senza aver incontrato nella loro vita l'Amore misericordioso di Dio che le spinge a donare se stesse agli altri, ai poveri, agli ammalati, agli ultimi della Terra... In questi poveri, nel corpo e nello spirito, riconoscono il volto di Cristo ancora sofferente per l'infedeltà dell'uomo...
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 11/08/06 alle 18:43 via WEB
Attac è uno dei movimenti che ammiro di più. Aspiro anch'io, come loro, ad un mondo più giusto. E' stato uno dei loro esponenti che mi ha insegnato il valore del consumo consapevole. Secondo me, le loro idee metterenno in atto una rivoluzione pacifica, ma ancora più importante e determinante delle altre rivoluzioni. Per come vanno le cose, aspirare a cambiare il mondo è da ammirare... ma come fai a criticarli tu: il Gesù di cui parla il vangelo era un grande rivoluzionario, secodo me anche comunista, il suo messaggio era prevalentemente politico: è stato il primo a dire che tutti gli uomini sono uguali. Se oggi esistesse una persona così starebbe politicamente a sinistra, non certo a destra.
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 11/08/06 alle 18:46 via WEB
ma poi guarda... mettere attac al fianco di Pol pot o di stalin mi sembra una vera sciocchezza. Come mettere madre teresa di calcutta al fianco di Torquemada.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 11/08/06 alle 22:09 via WEB
Non era mia intenzione mettere sullo stesso piano Attac e le altre figure che ho nominato... Ho solamente affermato che l'ideologia che sta alla base è la stessa... Quello che contesto non è la finalità, condivisibile...anzi...auspicabile..., quanto piuttosto l'ideologia su cui si fonda... Non si può negare la natura fortemente politicizzata di questa associazione che paragona Israele ai terroristi sostenendo che ha pianificato la distruzione del Libano e il massacro della popolazione libanese!!! Che vuole chiudere i Centri di permanenza temporanea aprendo le frontiere a chiunque voglia entrare, terroristi compresi!!! (Sei d'accordo con tutto ciò...?!?). Ancora non si è capito, purtroppo, che cercare di realizzare il Paradiso in Terra è pura utopia finchè permarranno nel cuore dell'uomo invidia, ira, voglia di potere, slealtà... Non sono bastati i milioni di morti di tutte le ideologie del Novecento...! Cristo è venuto proprio per questo... Non per lottare contro i potenti, non per abbattere i ricchi, non per azzerare le disuguaglianze temporali... Quanto piuttosto per convertire i cuori all'amore di Dio. All'uomo, creato a Sua immagine e somiglianza, basta questo... Sapere nel fondo del suo cuore che Qualcuno lo ha creato e lo ama così com'è, che Qualcuno ha sacrificato Suo Figlio per Amore a lui, che c'è Qualcuno fedele a lui per tutta la vita...fino all'ultimo istante...! Cristo, come vedi, non era un rivoluzionario.
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 12/08/06 alle 10:03 via WEB
vedo che il tuo modo di concepire la religione è di tipo ideologico. Attac è un movimento politico... ci mancherebbe! In ogni caso ti sbagli: nessuno paragona i terroristi pseudo islamici ad israele, ma il sionismo è un nemico tanto temibile quanto il terrorismo, diciamo che si completano a vicenda. Fin quando nel mondo ci sarà ingiustizia non potrà mai esserci pace: questo non lo dico solo io, ma lo diceva anche Giovanni Paolo II. Fin quando ci sarà qualcuno che crede che il paradiso sia in un altro mondo, in questo ci saranno solo l'inferno. In ogni caso, ti informo che i terroristi non entrano mica con le carrette del mare, quelli sono solo dei poveracci. I criminali ed i terroristi entrano in prima classe e con il visto turistico... quando non sono già cittadini europei da generazioni.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 12/08/06 alle 10:47 via WEB
Guarda... Capisco le tue buone intenzioni... Ma tenti di difendere l'indifendibile... Le parole sono chiare... Se mi si dice testualmente che: "Israele ha un piano di DISTRUZIONE del Libano e di massacro della POPOLAZIONE LIBANESE" si sostiene che è alla pari dei terroristi... Questo per me è fuori da ogni logica di ragionamento civile. E' strano come venga tirato il Papa da una parte e dall'altra per i propri interessi... Non si sosteneva che il Papa dovesse parlare solo di religione e di fede...?!? Ora si cambia prospettiva...? C'è sempre da imparare...! Comunque sono ben contento della tua citazione e, se mi permetti, per essere obiettivi, la completo...: "Non ci sarà pace sulla terra sino a quando perdureranno le oppressioni dei popoli, le ingiustizie sociali e gli squilibri economici tuttora esistenti. Ma per i grandi e auspicati cambiamenti strutturali NON BASTANO iniziative ed interventi esterni; si richiede innanzitutto una corale CONVERSIONE DEI CUORI all'Amore. "Ritornate a me con tutto il cuore" (Gl 2, 12). "Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio ... (2 Cor 5, 20; 6, 2)." ... Una conversione dei cuori all'Amore, una Fede in Dio creatore che non è presente, anzi è considerata superflua, forse dannosa, quantomeno poco importante nel 'programma politico' dell'organizzazione citata...! Quanto ai criminali... Sei veramente tanto certo che nelle 'carrette' non ci siano fondamentalisti islamici? Io non ci metterei la mano sul fuoco... E poi...ti sei risposto da solo: "Sono già cittadini europei da generazioni..." Vogliamo aprire le porte a tutti e dare la cittadinanza dopo soli 5 anni per "allevare" altri islamici che un giorno diventeranno terroristi...? Spero di essere stato chiaro.. Io starò via per circa una settimana e per questo non potrò risponderti.. Sarei felice comunque di continuare il confronto al ritorno... Ti saluto.. Buone vacanze!
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 25/08/06 alle 21:56 via WEB
cito le tue parole:"Vogliamo aprire le porte a tutti e dare la cittadinanza dopo soli 5 anni per "allevare" altri islamici che un giorno diventeranno terroristi...?" vuoi sterminarli subito prima che diventino terroristi? Non saresti il primo, c'è chi adotta la guerra preventiva e chi è a favore, come i sionisti, dell'eliminazione preventiva. A me non infiscia un fico secco della religione, ma la vita umana sta sopra ogni cosa. Per quanto riguarda il sionisti (bada bene, sionisti, non idraeliani!) è palese che sia nei loro programmi l'eliminazione con qualsiasi mezzo di ogni impedimento all'allargamento dello stato ebraico. Io non amo hezbollah perchè sono dei fanatici religiosi, ma a difendere i confini libanesi possono avere solo ragione... e tutti i torti sono di chi fa strage di bambini e di popolazione civile per indurli ad abbandonare la loro terra. Oggi in Libano ci sono centinaia di migliaia di profughi e puoi stare certo che se l'esercito sionista avanza con le truppe di terra, nei territori arabi si insedieranno altri kibuz israeliani cn le guardie armate pronte a sparare a ddosso alla prima kefia avvistata all'orizzonte. C'è una certa differenza tra chi difende la sua terra e chi cerca in tutti i modi di conquistarla con i metodi più cinici e sanguinari. Questo stato di cose creerà nella popolazione così umiliata, un odio feroce che porterà di certo altre persone a farsi esplodere in mezzo alla folla. Non crederai mica che la gente che si fa esplodere negli autobus lo faccia perchè qualcuno gli ha pestato il callo? Per concludere, penso che l'unica speranza per il mondo sia solo un po di giustizia. Il paradiso in terra ce lo abbiamo già, basterebbe pregare di meno e pensare di più. Citavo Giovanni Paolo secondo solo perchè speravo che avessi a cuore il suo messaggio, ma fa niente. Non importa. Penso che molta altra gente lo abbia capito.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 27/08/06 alle 13:49 via WEB
Caro luloca, mi inviti ancora una volta a ripetere testualmente: "Israele (lo Stato di Israele...non i cosiddetti 'sionisti' come dici tu...) ha un piano di DISTRUZIONE (distruzione!!!) del Libano e di MASSACRO (!!!) della POPOLAZIONE LIBANESE (popolazione civile!!!)". Ma ci si rende conto delle parole utilizzate, che pesano come macigni?!? Io non ho nulla da aggiungere sotto questo aspetto; ricordo solamente che l'idea di fondo di una certa ideologia, che mi sembra essere alla base di queste assurde dichiarazioni, è quella di un Israele che non avrebbe diritto ad una propria terra e che starebbe occupando ingiustamente un territorio che spetterebbe ad altri... Da qui l'odio verso questo Stato... Secondo. C'è chi ha a cuore veramente il messaggio di Giovanni Paolo II e chi lo cita, purtroppo, soltanto quando gli fa comodo... C'è chi cerca di accogliere tutte le sue parole, anche quelle più scomode e chi invece estrapola da un discorso solamente quello che gli interessa... Non si può accantonare la conversione dei cuori all'Amore, la Fede in Dio creatore, la Gratitudine, la vicinanza a Cristo nei discorsi e nelle parole del Grande Papa perchè sono le fondamenta del suo pensiero, sono i pilastri su cui poggiano i suoi discorsi sulla Pace, sulla Giustizia, sulla povertà nel mondo. Non si può citare il Papa prescindendo da Cristo e dalla Chiesa. Purtroppo, come sottolineo nel mio ultimo post, che ti invito a leggere, anche una parte di chi si professa credente e cattolico pensa ancora che sia possibile creare solamente con le proprie forze il "Paradiso in terra" (...). Riprendendo la tua conclusione... Basterebbe convertirsi veramente a Cristo e pregare un po' di più, come ci ha insegnato Santa Teresa di Calcutta, per contribuire concretamente alla creazione di una società di Pace e Giustizia.
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 28/08/06 alle 11:44 via WEB
Idraele ha tutto il diritto di vivere e di prosperare, ma questo diritto non può essere solo loro. Quarantanni fa l'ONU ha dato il diritto ad idraele ed alla palestina di costituirsi come stati su un territorio. Oggi esiste uno territorio idraeliano, ma non esite un territorio palestinese. A prescindere da come la pensi tu, per me, tutti dovrebbero avere pari diritti e dignità, a prescindere dalla loro razza e credo religioso. Se in passato gli ebrei hanno subito gravi torti, oggi li subiscono ogni giorno molte popolazioni arabe, colpevoli solo di non essere amici degli stati uniti. Non ho parlato di giovanni paolo secondo come papa (aspetto che non mi interessa) ma come mediatore internazionale. Per quanto riguarda la conversione, oggi i guasti che procura il fanatismo religioso sono sotto gli occhi di tutti, ritengo quindi che in questo momento, il sano laicismo sia la carta vincente per portare un po di pace.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 03/09/06 alle 14:27 via WEB
Sono totalmente in sintonia con la prima parte del tuo commento: "Tutti dovrebbero avere pari diritti e dignità, a prescindere dalla loro razza e credo religioso"... A questo proposito non posso fare a meno di riportare alla tua attenzione ancora una volta ciò che è stato scritto di Israele da uno dei movimenti "che ammiri di più": "Israele (lo Stato di Israele...non i cosiddetti 'sionisti' come dici tu...) ha un piano di DISTRUZIONE (distruzione!!!) del Libano e di MASSACRO (!!!) della POPOLAZIONE LIBANESE (popolazione civile!!!)". Ogni parola in aggiunta mi sembra superflua... Prendo atto inoltre che consideri la beata Teresa di Calcutta una esponente del fanatismo religioso che procura "guasti" che sono sotto gli occhi di tutti... Beh...se così stanno le cose e il simbolo della Carità e dell'amorevole dedizione al prossimo viene considerato un fanatico religioso integralista...Allora... W il fanatismo religioso!!!
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 05/09/06 alle 09:57 via WEB
Se è lecito, quale movimento ammiro di più? E' troppo comodo mettere in bocca agli altri quello che non hanno mai detto. Tu non vuoi discutere... mi sembra chiaro.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 05/09/06 alle 11:52 via WEB
"...Inviato da luloca il 11/08/06 @ 18:43 via WEB: Attac è uno dei movimenti che ammiro di più." E Attac, testualmente, senza una virgola in più né una virgola in meno, sostiene le tesi che ti ho riportato. Questo è essere chiari, riportare i fatti così come stanno, non è non voler discutere...
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 05/09/06 alle 16:01 via WEB
mi citeresti la fonte da dove hai estrapolato queste sciocchezze?
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 06/09/06 alle 00:28 via WEB
Sciocchezze...? Sono enormi falsità, sostenute dall'associazione che tu ammiri... Dai un'occhiata qui: http://italia.attac.org/spip/ sotto il titolo: FERMIAMO IL MASSACRO. Mi spiace constatare come l'associazione di cui si parla sia impregnata di un ideologia ceca che la porta fuori strada... Dispiace soprattutto perchè, oltre a sostenere falsità di dimensioni macroscopiche, propone alcune iniziative lodevoli e condivisibili...
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 06/09/06 alle 09:29 via WEB
così come è scritto l'articolo è condivisibile. Un massacro c'è stato ed un piano di distruzione del libano anche. Almeno che tu non abbia il salame sugli occhi, dovresti ammetterlo anche tu.
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 06/09/06 alle 09:36 via WEB
come ti dicevo, il pericolo sionista è equivalente a quello dell'estremismo islamico. In israelle, oggi, la politica è in mano a dei fanatici ed i moderati devono stare zitti, altrimenti fanno la fine di Rabbin. Negli intenti di attac non c'è quello di prendersela con lo stato israeliano, ma con le azioni che fa il loro governo. In ogni caso nessuno si sognerebbe di intraprendere azioni violente. Attac promuove il boicattaggio economico... mica i bombardamenti.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 06/09/06 alle 15:47 via WEB
Menomale che non promuove azioni violente, altrimenti Israele sarebbe già scomparso dalle cartine geografiche perchè "ha un piano di DISTRUZIONE (distruzione!!!) del Libano e di MASSACRO (!!!) della POPOLAZIONE LIBANESE (popolazione civile!!!)". Prendo atto che tu condivida queste "sciocchezze". La verità è che, purtroppo, ci sono ancora molti pregiudizi verso gli ebrei e lo Stato d'Israele. Ti rispondo con le parole condivisibili di un ministro dell'attuale governo pronunciate nel corso della crisi: "La situazione è tragica, la prudenza sempre raccomandabile ma a patto di non cancellare la minaccia in corso. E' un attacco a Israele, globale, concentrico, premeditato e organizzato. Non vedete, mi viene da chiedere a chi fa troppi distinguo, che amici fraterni, intellettuali di grido, scrittori amati ovunque e assai critici con il loro governo, Amos Oz, Avraham Yehoshua, David Grossmann, stavolta si stringono insieme, capiscono che la trappola è mortale? E cosa facciamo? Offriamo solo equidistante freddezza? Qui è in gioco la sopravvivenza della nazione, il suo diritto alla vita. L'opinione pubblica in Israele lo sa ed è unita»...«Sbaglia chi vede in Hamas, in Hezbollah, pazzi estremisti, fanatici incapaci di intendere e volere. Al contrario è un piano coordinato, davanti a cui noi, il governo e la sinistra, non possiamo non vedere. Tutto è stato calcolato per scatenare la reazione di Israele e isolare le voci moderate in Palestina e in Libano. E né la Siria, né l'Iran stanno a guardare. Siamo sull'orlo di una guerra globale in Medio Oriente» (...)
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 06/09/06 alle 17:21 via WEB
la guerra in medio oriente è iniziata almeno nel '48. Quando sono stati tolti i territori agli arabi e sono stati dati agli israeliani. La pace non è assenza di guerra. Mi sconcerta che tu non abbia mai usato una parola di condanna verso chi ha bombardato le popolazioni civili facendo un ecatombe di bambini. Che siano ebrei per me non significa niente... chi fa azioni di questo tipo è solo un assassino. Oggi anche i cristiani maroniti e di altri culti presenti in libano, che un tempo erano in aperto contrasto con i drusi e con gli sciiti, appoggiano pienamente hezbollah... il guaio di israele è che con questa politica dei bombardamenti di ritorsione sui civili non gli porterà niente di buono, questo è sicuro.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 08/09/06 alle 00:14 via WEB
..Sono colpito profondamente dall'evento a cui ti riferisci...Ogni essere umano degno di questo nome lo è... Ma riconosco che non si tratta di attacchi deliberati contro la popolazione civile... E' necessario distinguere le democrazie dalle organizzazioni terroristiche e non si possono fare discorsi di equivicinanza fra questi due termini... Parli ancora una volta di "politica di bombardamenti di ritorsione SUI CIVILI" palesando i pregiudizi di cui ti parlavo...a quanto pare molto difficili da superare...
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 18/09/06 alle 12:59 via WEB
che differenza c'è tra un massacro su persone innocenti fatto da una organizzazione terroristica ed un massacro su altre popolazioni innocenti fatto dall'esercito di uno stato democratico? Mi spieghi la differenza perchè non riesco a coglierla?
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 18/09/06 alle 18:07 via WEB
L'intenzionalità luloca, l'intenzionalità... O forse metti sullo stesso piano Al Qaeda e gli USA? Sei uno di coloro che vorrebbe "10, 100, 1000 Nassiriya"? Beh... Se è così, è difficile poter continuare la discussione...
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 05/10/06 alle 20:05 via WEB
mi chiedo tu che razza di ideologia religiosa stia abbracciando. Non ci vedo ombra di cristianesimo.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 05/10/06 alle 21:33 via WEB
Cosa c'entra l' "ideologia religiosa" con la discussione che stavamo sostenendo su questo post...? Piuttosto non hai risposto alle questioni che ho posto alla tua attenzione...
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 05/10/06 alle 23:53 via WEB
la tua non è una visione religiosa ma ideologica. Non ti ho risposto perchè la tua domanda non merita una risposta. Io metterei l'arabia saudita sullo stesso piano degli usa... ed i terroristi islamici al fianco dei terrorizzatori occidentali. Il tuo è solo un modo per strumentalizzare la realtà. Tu parli di verità ma non ne conosci il significato perchè sei accecato dall'ideologia.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 06/10/06 alle 11:34 via WEB
..Ma cosa stai dicendo..? Intuisco il senso del tuo discorso ma non c'entra nulla con gli esempi che ti ho fatto e con la discussione che abbiamo aperto.. Quali sarebbero questi terrorizzatori occidentali? Dalle tue risposte traspare che metti sullo stesso piano democrazie e teocrazie, governi del popolo e dittature. Ti importa poco o niente della libertà negata, delle torture, delle fucilazioni, del carcere a vita per gli omosessuali, del linciaggio degli adulteri, ecc..ecc..ecc.. Vi 'scaldate' tanto per le presunte 'libertà negate' in Occidente e poi non vi importa nulla di miliardi di persone che vivono private dei loro diritti fondamentali...? E' questo che non riuscirò mai a capire... Accecati dall'ideologia pacifista e antiamericana, vedete il male solo da una parte e ve ne fregate di tutto il resto..
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 09/10/06 alle 12:41 via WEB
forse non tieni presente che io sono un occidentale. La mia società mi sta più a cuore di quanto pensi. Se vogliamo portare la giustizia agli altri, prima dobbiamo costruirla noi una società giusta. E fin quando nelle fantademocrazie occidentali ci sarà gente come te che pensa ad un valore diverso della vita in funzione della razza, dell'ideologia o della religione questo obbiettivo sarà ancora lontano.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 14/10/06 alle 15:09 via WEB
..Come sta accadendo sempre più spesso mi attribuisci valutazioni che non ho mai espresso.. Su quale basi sostieni ciò? La vita è un dono che va difeso a prescindere da tutto..questo è il mio pensiero! Io fossi in te farei un po' di autocritica invece di dire sciocchezze figlie di un'ideologia che parla di abusi solo se americani, si interessa di guerre solo se hanno il nome di Iraq o Afghanistan, sostiene le libertà individuali e la laicità dello Stato solo in Occidente contro le 'presunte' intromissioni della Chiesa fregandosene di tutto ciò che accade nel mondo... nei regimi comunisti e non... nelle teocrazie islamiche e nelle dittature filoterroristiche.. Mi fermo qui.
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 15/10/06 alle 12:00 via WEB
ho sempre condannato la violenza da qualsiasi parte provenga. Sei tu che l'assolvi se viene da un paese che culturalmente è vicino al tuo. Forse non ti è chiaro che non propendo per alcuna fazione politica o religiosa e che dico sempre e solo quello che penso. Prima di guardare alla scheggia nell'occhio degli altri faresti meglio a vedere la trave che c'è nel tuo.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 15/10/06 alle 22:27 via WEB
..E' chiara la mia posizione di netta condanna della violenza da qualsiasi parte essa provenga e della difesa della vita umana dal suo concepimento fino alla morte naturale.. Non sono io a fare distinguo in base a ideologie e logiche di tornaconto.. D'altro canto invece, dai tuoi pregiudizi nei confronti dello Stato di Israele, dai tuoi fantomatici discorsi sull'influenza repubblicana all'interno del Vaticano, dalle tue critiche alle presunte ingerenze della Chiesa cattolica, dalla tua equivicinanza tra i predicatori di violenza e la società civile, si intravede una visione quantomeno distorta della realtà. Non una parola per le continue volazioni dei diritti umani negli stati islamici, non una parola per le decine di guerre sparse per il mondo, non una parola per i crimini commessi nelle feroci dittature che ancora esistono nel mondo.. Per quanto mi riguarda non posso fare a meno di proteggere le conquiste della nostra civiltà difronte agli attacchi sempre più evidenti da parte delle truppe laiciste inspiegabilmente vicine all'estremismo islamico..Difendere l'Occidente senza più radici destinato a scomparire insieme a tutti i suoi valori di libertà e dignità della persona umana.
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 20/10/06 alle 17:49 via WEB
forse sei annebbiato dalla verita che ti ho espresso prima. Ma ogni tanto è il caso che qualcuno te le dica certe cose, non ti pare? Circa la mia predilezione per l'islam forse vaneggi o hai saltato pié pari ogni mio commento in proposito. Per me un bombardamento su civili è un atto di barbarie a prescindere da chi lo metta in campo: una nazione civile e democratica non lo farebbe mai, di fatto la civiltà e la democrazia al momento latitano un po ovunque. La menzogna sta avviluppando tutto il mondo come una grossa piovra. Non credo nel diavolo ma quello che vedo gli somiglia molto.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 20/10/06 alle 21:30 via WEB
..Nessuna tua presunta verità (quale scusa?!?) mi ha 'annebbiato'.. Se ti riferisci al fatto che non metto sullo stesso piano il terrorismo islamico e le operazioni militari in Afghanistan e Iraq beh...Allora hai perfettamente ragione..! Tutto è nato da un mio commento che, volendo, ti posso ripetere..Inorridisco difronte ai cori "10, 100, 1000 Nassiriya" gridati in nome di una presunta resistenza.. Se questo vuol dire assolvere la violenza, permettimi, hai capito poco o nulla... Provocatoriamente...: Gioisci del fatto che gli americani ci abbiano liberato "con la violenza" (come dici tu) da Hitler e Mussolini o avresti voluto la diffusione del Reich fino ai nostri giorni? Di quale violenza parli? Qual'è la violenza che io starei assolvendo? Mi dispiace ma non ti capisco...
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 21/10/06 alle 10:29 via WEB
Siamo d'accordo: gli angloamericani e i sovietici ci hanno salvato dall'avanzata del nazifascimo. Ma sei convinto che la giustizia abbia trionfato? La politica è qualcosa di molto diverso da quello che pensi tu. Non c'è mai una sola ragione ed i torti non stanno mai solo da una parte. Sarebbe bello poter distinguere il bene ed il male come le pecore dai cani, ma non è mai così. Di certo in alcuni film potrai distinguere i buoni dai cattivi, ma ti assicuro che il demonio ha la faccia di un angelo. Sono fiero di fare parte della cultura occidentale, solo che la cultura alla quale mi riferisco non è certo quella di occhio per occhio dente per dente o del distruggi tutto e fai piazza pulita. La vendetta non è mai giustizia, e l'unica giustizia possibile è il perdono. Negli anni abbiamo costruito una cultura di gran lunga superiore a quella della famiglia Bush o di Regan: la cultura della pace. E' per questo che torno a ripeterti che una bomba a frammentazione scagliata, come dici tu, da un paese "democratico", non dilania solo le carni dei malcapitati che se la vedono scagliare contro... ma fa a brandelli ogni idea di giustizia e di civiltà che abbiamo del nostro mondo. Di questo possiamo esserne sicuri. In queste tristi circostanze delle guerre preventive, pretese e ricercate da un certo tipo di mondo che definisco dei "potentati", viene fuori tutta la debolezza della nostra civiltà, che da un lato sfama e cura e dall'altro distrugge ed uccide indiscriminatamente. All'inizio di questa epopea bellica, quando gli Stati Uniti si apprestavano a bombardare i primi malcapitati, lo disse anche Giovanni Paolo secondo, papale papale: "questa guerra è ingiusta, questa guerra è il male". Avendo un osservatorio politico e di intelligenze di tutto rispetto, Giovanni Paolo II, parva a ragion di causa e sapeva perfettamente che le motivazioni di Bush fossero solo delle balle (come in seguito si è dimostrato). Fatto sta che veniva fuori tutta la debolezza dell'uomo più potente della terra di fronte alla forza di un vecchio stanco e piegato in due dalla malattia. Chi digrigna i denti, o è feroce o ha paura. Sono convinto che affidare a Bush ed ai suoi amici, gente così debole ed incapace, le sorti dell'occidente, equivale a perderla questa guerra. In qualche misura, quando il parlamento americano si appresterà ad approvare delle leggi che limiteranno fortemente le libertà individuali, la conquista più importante della nostra civiltà, l'avremo già persa. Inorridisco anch'io sui cori "10, 100, 1000 Nassiriya", ma non sono capace di tacere sulla realtà che mi circonda. Non sarò complice di questo macello.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 23/10/06 alle 22:00 via WEB
Condivido molte delle tue valutazioni. "L'unica giustizia è il perdono".. Nulla di più vero.. Il cardine del messaggio cristiano.. La Pace è figlia del perdono..Moltissimi martiri del nostro tempo hanno testimoniato al mondo questa sconcertante Verità.. Da ultima suor Leonella che in punto di morte ha perdonato i suoi aggressori.. Anch'io non condivido in pieno la politica di Bush. Non sono fiero della guerra preventiva e non affiderei mai esclusivamente all'America le sorti dell'Occidente. In ogni caso non posso fare a meno di tacere difronte al suicidio della nostra civiltà. Le critiche, alcune giuste, altre meno, che vengono portate all'Occidente finiscono per indebolire i suoi valori e scardinano le fondamenta sulle quali è sorto. Non posso accettare che si guardi soltanto in casa propria quando in gran parte del mondo i diritti umani sono quotidianamente violati. Non sono capace di tacere difronte agli attacchi continui alla nostra libertà in nome di un modello di società che discrimina il 'diverso' e annulla il concetto stesso di laicità. Ho il dovere di difendere il mio patrimonio culturale e religioso perchè è ciò che mi permette di essere quello che sono: un uomo libero di pensare e di agire, un privilegiato nel mondo della sottomissione, della discriminazione, delle dittature, dei regimi e delle teocrazie. E riconosco che il grande tesoro che dobbiamo custodire è figlio della Novità del Cristianesimo che ha plasmato la società per oltre 2 millenni permettendo la nascità e il radicamento di quei valori che ancora oggi gran parte del mondo ci invidia.
(Rispondi)
 
 
 
luloca
luloca il 24/10/06 alle 11:20 via WEB
Allora concordi con me che questa guerra si combatte sul terreno sbagliato, tra l'atro quello a noi meno congeniale? Come ti ho più volte detto, mi sento anniluce lontano dall'islam. Da ragazzo ho vissuto con degli studenti islamici e quell'esperienza mi è bastata per comprendere l'enorme distanza culturale che ci divide. Ritengo che così come si sta conducendo questo conflitto, l'unico risultato ottenuto sia quello di esasperare ancora di più i contenuti di fanatismo dell'islam, ma di fondo l'aspetto che mi spaventa di più è il fatto che piano piano ci sta rendendo sempre più simili a loro. Nel mondo occidentale è in atto una profonda regressione. Le conquiste sociali relative alle libertà individuali di carattere culturale, sessuale e religioso, sono fortemente minacciate... e questo non è certo dovuto alla presenza islamica, ma a quelli che in teoria dovrebbero difendere le nostre prerogative culturali. A mio parere è tutto sbagliato. Tutto da rifare! Il fanatismo religioso, non può certo combattersi con altro fanatismo. La mia impressione è che questo conflitto sia stato messo in piedi ad arte e che l'unico motivo sia di portare tanta confusione nel modo, tanto da poter farne quello che gli pare. "Dividi ed impera" è il motto di chi comanda in questo momento, l'impero sarà saldo, ma temo molto per le nostre vite e per le nostre libertà. Vedrai che quando i repubblicani saranno cacciati dal governo degli Stati Uniti, nessuno si sentirà più minacciato e le donne in Afghanistan toglieranno il burka per sempre.
(Rispondi)
 
 
 
vivirencamino
vivirencamino il 24/10/06 alle 12:48 via WEB
..Sembra essere tutto così chiaro e semplice... E invece nelle tue valutazioni dimentichi un aspetto fondamentale, senza il quale non si riesce ad interpretare il momento storico che stiamo vivendo.. L'11 Settembre 2001. 3000 morti nel cuore dell'America. E' da qui che la storia cambia.. Non dobbiamo mai dimenticarlo.. E poi Madrid, e poi Londra.. Per non parlare di tutti gli attacchi terroristici anteriori alla strage del World Trade Center.. Non è più possibile vivere in tranquillità in casa propria.. Le libertà e i diritti che faticosamente abbiamo conquistato sono di nuovo in pericolo.. Non è facile vivere nell'insicurezza, nella precarietà, essendo consapevoli che esiste un nemico che ci odia solo per il fatto che siamo liberi.. Sono stati commessi molti errori ma...permettimi: è pura utopia pensare che con un governo democratico tutto si risolva.. E' una valutazione alquanto superficiale che esula dalla natura stessa del terrorismo.. Si ragiona come se Al Quaeda non esistesse. Si ragiona come se l'estremismo islamico non fosse colpevole di migliaia di morti nel mondo.. Si vorrebbe inquadrare il terrorismo nell'aspetto reazionario che raccoglie le richieste dei 'poveri del mondo'.. Si immagina un mondo che non esiste mentre si sventolano bandiere dell'arcobaleno prive di ogni significato.
(Rispondi)
luloca
luloca il 24/10/06 alle 16:39 via WEB
No caro vivereincamino, niente è chiaro e semplice e le mie parole dovrebbero avertelo chiarito. Niente è più difficile da trovare quanto la verità. Ma le menzogne, quelle si, le puoi vedere anche tu. L'11 settembre per me è una data storica, ma non per l'attacco alla civiltà occidentale, ma per farci comprendere quanto la nostra civiltà sia vulnerabile, tanto dall'esterno, quanto dall'interno. Non voglio entrare nel merito se le torri gemelle siano crollate per l'attacco terroristico, anche se molti aspetti documentali lo mettono in serio dubbio: si innesterebbe la solita polemica e questo francamente non mi va. Voglio invece entrare nel merito del fatto che se esiste un terrorismo islamico non è certo a supporto della causa islamica. A chi fino ad oggi abbia fatto più comodo lo lascio stabilire a te. I talebani, come di sicuro sai, sono una "creatura" di Bush padre. Hanno ricevuto miliardi di dollari e di armi al tempo della guerra contro l"URSS e fino all'altro ieri erano ospiti fissi della famiglia Bush, anche se era dominio di tutti il fatto che governassero quel paese con il terrore, facendo uso ed abuso della legge coranica e di ogni altro brutale mezzo di potere... perfino alla casabianca entrarono con tanto di pugnali e di kalashnikov (nessuno prima di loro era mai entrato armato alla casabianca, ma evidentemente di loro la famiglia Bush si fidava). Saddam Hussein, rampollo prediletto della vecchia lobby americana del petrolio, nonchè pupillo di Bush padre, al tempo della guerra contro l'iran era stato armato fino ai denti e gli erano state fornite persino le armi batteriologiche (botulino, antrace e peste polmonare), oltre chiaramente ad abbondanti forniture di gas mostarda e nervino, gli stessi gas che hanno testato sui ribelli curdi al nord dell'iraq. Queste nobili famiglie del medioriente, venute dal nulla, hanno fatto la loro fortuna con i repubblicani americani e le lobby del petrolio e delle armi. Persino la famiglia Laden, come di certo saprai, fino all'altro ieri era in società con la famiglia Bush. Come vedi in questa guerra infinita non c'è niente che sta al suo posto... l'unico aspetto chiaro è che le lobby petrolifere e delle armi stanno ricavandoci una fortuna e che finalmente si stanno realizzando oleodotti in Afghanistan e trivellazioni nel nord dell'Iraq (sembra gli ultimi giacimenti non ancora sfruttati). In ogni caso, ritengo che, comunque la si pensi su questa questione, la famiglia Bush ed i repubblicani americani e le loro lobby di potere, siano le persone meno indicate per farci uscire dalla cacca in cui siamo piombati, proprio perchè ci hanno portato loro fino a qui... e chissà dove ci porteranno di questo passo...
(Rispondi)
ctthsoe
ctthsoe il 25/03/09 alle 06:43 via WEB
podiatrist, basis, generic levitra cheap mobile, duodenase, generic levitra online pharyngostenosis, aphorism, cheap levitra isoprenylation, mesectoderm, buy cialis tadalafil coracobrachialis, anaesthetist, generic levitra harvestman, momot, cheap levitra theft, haematocolpos, cheap generic levitra ekaluminium, myxasthenia, buy levitra lowest price oligozoospermatism, inframarginal, buy cialis online ciliastatic, mythologist, original levitra diplomate, ametropic, levitra online scabrid, estimate, levitra online pharmacy mush, millimole, pharmacy levitra synesthesialgia, allogotrophia, best online generic levitra exsanguinate, diluent, levitra on line
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.