liberamente

confronto libero e democratico, aperto a tutti, chiunque può contribuire con i propri post o commenti

 

GOLPE

 

NUCLEARE? NO GRAZIE!

Foto di coscienzacollettiva

 

NO MAFIA

libera

 

NO AL RAZZISMO

 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

DICHIARAZIONE DIRITTI UMANI

 

RAZZISMO

 

ULTIMI COMMENTI

ciaoooooooooooooooo luisa
Inviato da: mariselene
il 18/05/2012 alle 17:55
 
Un caro saluto da Luisa
Inviato da: mariselene
il 22/04/2012 alle 16:37
 
impossibile dimenticare... luisa
Inviato da: mariselene
il 15/09/2011 alle 20:10
 
Bellissima!!!!!! Sono sempre stata convinta che se Cristo...
Inviato da: luste.ig
il 02/08/2010 alle 13:43
 
STRAGE DI DESTRA!!!!!! Figurati se levano il segreto di...
Inviato da: luste.ig
il 02/08/2010 alle 13:39
 
 

AVVERTENZE

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo a http://blog.libero.it/idlike e saranno subito rimosse

 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

RISARCIMENTO SUBITO!

 

 

 

Io non dimentico!!

Post n°117 pubblicato il 02 Agosto 2010 da coscienzacollettiva
 

 
 
 

il papa in vendita (preso in rete)

Post n°116 pubblicato il 30 Luglio 2010 da coscienzacollettiva



 Ci fu un giorno nel quale un tale di nome Gesù prese a randellate i banchetti dei mercanti di fronte al Tempio. Oggi distruggerebbe il Parlamento e lo ricostruirebbe in sei giorni. Se questo ritorno del Messia non è una sbruffonata, allora lo aspetto con ansia.  Il tale in questione radunava folle oceaniche e non si curava di allestire nessun palco, né di assoldare un service, né tantomeno di pagare rockstar. Nessuno vendeva lattine di cocacola o bottigliette d'acqua a prezzi da rapina. Casomai, bastava dare una moltiplicatina a pani e pesci e il buffet era servito. Nessuno pagava il biglietto, nessuno pagava il conto. Nessuno scontrino, nessuno spreco di alberi, nessuna verifica fiscale, nessuna SIAE... Dio è eco-sostenibile, equo-solidale e open-source.
 
 Fatto fuori lui, i suoi discepoli ricostruirono i banchetti. Iniziarono a vendere souvenir della sua esecuzione capitale (a proposito: chi produce tutti i crocefissi appesi per legge nella maggioranza dei luoghi istituzionali? Così, tanto per sapere...), e misero in commercio addirittura biglietti d'ingresso per il regno dei cieli. La chiamavano indulgenza divina ed era dispensata in cambio di un ragionevole corrispettivo: un'assoluzione in scatola, una specie di ricarica spirituale in comodi tagli da dieci e da venti. Poi inventarono i pellegrinaggi, il fenomeno del turismo religioso, l'esenzione ICI ed altre amenità che consentono di gestire un esercizio alberghiero in regime di totale e sleale concorrenza; eressero lenzuoli di lino orditi con trame complesse e con più di due fili - introdotte in epoca successiva a quella del corpo che si vuole vi fosse avvolto - a oggetti di culto, simulacri della divinità da adorare a pagamento dopo lo smaltimento di interminabili code. Riempirono i mercati di vitelli d'oro, immaginette, medagliette, collanine, ciondoli, statuine di plastica ricolme di acque sacre, riproduzioni in miniatura di santuari ove miracolose apparizioni impongono almeno un costoso pellegrinaggio nella vita, viaggi della speranza verso luoghi di guarigione per ammalati senza speranza e così via. Alcuni seguaci divennero addirittura tesorieri di attività illecite, altri diedero vita ad un impero economico coinvolto nei più grossi scandali finanziari come l'affare Sindona e il crac del Banco Ambrosiano. Tutto questo in nome dello stesso tale che prendeva a calci in culo i mercanti del Tempio.
  
  Ora, causa ristrettezze economiche, mettono in vendita il Papa. Se lo vuoi vedere, paghi. 10 sterline per una veglia di preghiera ad Hyde Park, il 18 settembre, e ben 25 per assistere allo show della beatificazione del cardinale John Henry Newman, il giorno successivo. Organizzare un evento costa, e del resto il tale che moltiplicava pani e pesci (e prendeva a randellate i box office) non è più disponibile. E poi, vuoi mettere: canteranno gruppi cattolici provenienti dall'Inghilterra, dalla Scozia e dal Galles, compreso il formidabile trio di sacerdoti: The Priests.
 Certo, non si tratta di un vero e proprio biglietto di ingresso. Piuttosto, dicono, è un contributo spontaneo. Fisso. 35 sterline da versare volontariamente. Se poi uno è indigente, si fa uno strappo. Eppure, a voler essere populisti e qualunquisti -che ci piace tanto - mi domando quante veglie di preghiera si potrebbero finanziare mettendo all'asta l'anello di Ratzinger
 Sono lontani i tempi del discorso della montagna.


« Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio.
   Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati.
   Beati voi che ora piangete, perché riderete. [...]
   Ma guai a voi, ricchi, perché avete già la vostra consolazione.
   Guai a voi che ora siete sazi, perché avrete fame.
   Guai a voi che ora ridete, perché sarete afflitti e piangerete.
 »

Quanti chiodi bisogna ancora piantare nelle carni di questo povero Cristo?

http://www.byoblu.com/post/2010/07/30/Il-Papa-in-vendita.aspx

 
 
 

INTERCETTATEMI

Post n°115 pubblicato il 24 Maggio 2010 da coscienzacollettiva

            

 
 
 

NEMMENO AI TEMPI DI KOSSIGA

Post n°114 pubblicato il 21 Maggio 2010 da clason6160
 

Ieri il Senato ha approvato il cosiddetto pacchetto sicurezza (D.d..L. 733) tra gli altri con un emendamento del senatore Gianpiero D'Alia (UDC) identificato dall'articolo 50-bis: /Repressione di attività di apologia o istigazione a delinquere compiuta a mezzo internet;

la prossima settimana Il testo approderà alla Camera diventando l'articolo nr. 60.

Il senatore Gianpiero D'Alia (UDC) non fa parte della maggioranza al Governo e ciò la dice lunga sulla trasversalità del disegno liberticida della"Casta".

In pratica in base a questo emendamento se un qualunque cittadino dovesse invitare attraverso un blog a disobbedire (o a criticare?) ad una legge che ritiene ingiusta, i /providers/ dovranno bloccare il blog.

Questo provvedimento può far oscurare un sito ovunque si trovi, anche se all'estero; il Ministro dell'Interno, in seguito a comunicazione dell'autorità giudiziaria, può infatti disporre con proprio decreto l'interruzione della attività del blogger, ordinando ai fornitori di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine.

L'attività di filtraggio imposta dovrebbe avvenire entro il termine di 24 ore; la violazione di tale obbligo comporta per i provider una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50.000 a euro 250.000.

Per i blogger è invece previsto il carcere da 1 a 5 anni per l'istigazione a delinquere e per l'apologia di reato oltre ad una pena ulteriore da 6 mesi a 5 anni perl'istigazione alla disobbedienza delle leggi di ordine pubblico o all'odio fra le classi sociali.

Con questa legge verrebbero immediatamente ripuliti i motori di ricerca da tutti i link scomodi per la Casta!

In pratica il potere si sta dotando delle armi necessarie per bloccare in Italia Facebook, Youtube e *tutti i blog* che al momento rappresentano in Italia l'unica informazione non condizionata e/o censurata.

Vi ricordo che il nostro è l'unico Paese al mondo dove una /media company/ ha citato YouTube per danni chiedendo 500 milioni euro di risarcimento.

Il nome di questa /media company/, guarda caso, è Mediaset.

Quindi il Governo interviene per l'ennesima volta, in una materia che, del tutto incidentalmente, vede coinvolta un'impresa del Presidente del Consiglio in un conflitto giudiziario e d'interessi.

Dopo la proposta di legge Cassinelli e l'istituzione di una commissione contro la pirateria digitale e multimediale che tra poco meno di 60 giorni dovrà presentare al Parlamento un testo di legge su questa materia, questo emendamento al "pacchetto sicurezza" di fatto rende esplicito il progetto del Governo di /normalizzare/ con leggi di repressione internet e tutto il istema di relazioni e informazioni sempre più capillari che non si riesce a dominare.

Tra breve non dovremmo stupirci se la delazione verrà premiata con buoni spesa!

Mentre negli USA Obama ha vinto le elezioni grazie ad internet in Italia il governo si ispira per quanto riguarda la libertà di stampa alla Cina e alla Birmania.

Oggi gli unici media che hanno fatto rimbalzare questa notizia sono stati il blog Beppe Grillo e la rivista specializzata Punto Informatico.

Fate girare questa notizia il più possibile per cercare di svegliare le coscienze addormentate degli italiani perché dove non c'è libera informazione e diritto di critica il concetto di democrazia diventa un problema dialettico.

 
 
 

COMPLIMENTI!!!!!

Post n°113 pubblicato il 20 Maggio 2010 da coscienzacollettiva
Foto di coscienzacollettiva

 

 

 

 

 

Davanti a migliaia di fedeli a Fatima il Papa ha detto:

"I problemi dell'umanità sono i gay, le unioni di fatto, l'aborto...".

Ed io che pensavo fossero guerre, inquinamento, mancanza di risorse, malattie, fame e povertà.

Forse è colpa mia che non ho studiato teologia.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: coscienzacollettiva
Data di creazione: 03/01/2010
 

MULTIETNICO

  Foto di clason6160

 

AVVISI

-- Consiglio a tutti gli utenti di utilizzare il TAG inserendo se possibile anche il proprio nome, al fine di rendere più facile un'eventuale ricerca.

-- Chiunque passa per questo blog; che ricordo è libero, è pregato di fare commenti attinenti al tema dei singoli post. Se si vuole parlare di un argomento diverso, può farlo inserendo; nel blog stesso un proprio post. Questo rende più leggibile da tutti le eventuali discussioni sulle singole tematiche

--  Il fatto che abbia creato questo spazio aperto a tutti non dà il permesso di volgarizzarlo, pertanto chiunque scrive, pubblica, dichiara a nome proprio e per conto di altri contenuti lesivi o comunque offensivi nei riguardi di altri se ne assume la responsabilità.   Grazie. Claudio

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

CALAMANDREI SULLA COSTITUZIONE 1955

 

BELLA CIAO

    

 

O' PERNACCHO