faiky's land

la vita è una scalata, ma la vista è grandiosa

Creato da faiky il 02/01/2006

Contatta l'autore

Nickname: faiky
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: PR
 

trent'anni

[...] sono stupendi i trent'anni, ed anche i trentuno,i trentadue, i trentatrè, i trentaquattro, i trentacinque!
Sono stupendi perché sono liberi, ribelli, fuorilegge, perché è finita l'angoscia dell'attesa, non è cominciata la malinconia del declino, perchè siamo lucidi, finalmente, a trent'anni!
Se siamo religiosi, siamo religiosi convinti; se siamo atei siamo atei convinti.
Se siamo dubbiosi, siamo dubbiosi senza vergogna.
E non temiamo le beffe dei ragazzi perché anche noi siamo giovani, non temiamo i rimproveri degli adulti perché anche noi siamo adulti.
Non temiamo il peccato perchè abbiamo capito che il peccato è un punto di vista, non temiamo la disubbidienza perché abbiamo scoperto che la disubbidienza è nobile.
Non temiamo la punizione perché abbiamo concluso che non c'è nulla di male ad amarci se c'incontriamo, ad abbandonarci se ci perdiamo: i conti non dobbiamo più farli con la maestra di scuola e non dobbiamo ancora farli col prete dell'olio santo.
Li facciamo con noi stessi e basta, col nostro dolore da grandi.
Siamo un campo di grano maturo a trent'anni,non più acerbi e non ancora secchi: la linfa scorre in noi con la pressione giusta, gonfia di vita. é viva ogni nostra gioia, è viva ogni nostra pena, si ride e si piange come non ci riuscirà mai più.
Abbiamo raggiunto la cima della montagna e tutto è chiaro là in cima: la strada per cui scenderemo.
Un po' ansimanti e tuttavia freschi, non succederà più di sederci nel mezzo a guardare indietro e avanti e meditare sulla nostra fortuna.
(Oriana Fallaci)
 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

I MIEI LIBRI

 

 

IN LETTURA

 

 

I MIEI FILM

 

AI MIEI CUCCIOLI


 
AVRAI

 (C.Baglioni)

  

Avrai sorrisi sul tuo viso come ad agosto grilli e stelle,storie fotografate dentro un album rilegato in pelle
tuoni d'aerei supersonici che fanno alzar la testa e il buio all'alba che si fa d'argento alla finestra
avrai un telefono vicino che vuol dire già aspettare, schiuma di cavalloni pazzi che si inseguono nel mare
e pantaloni bianchi da tirare fuori che è già estate, un treno per l'America senza fermate.

Avrai due lacrime più dolci da seccare, un sole che si uccide e pescatori di telline
e neve di montagne e pioggia di colline, avrai un legnetto di cremino da succhiare
avrai una donna acerba e un giovane dolore, viali di foglie in fiamme ad incendiarti il cuore
avrai una sedia per posarti e ore vuote come uova di cioccolato ed un amico che ti avrà deluso tradito e ingannato...

Avrai, avrai, avrai il tuo tempo per andar lontano,
camminerai dimenticando, ti fermerai sognando...
Avrai, avrai, avrai la stessa mia triste speranza
e sentirai di non avere amato mai abbastanza
se amore, amore avrai...

Avrai parole nuove da cercare quando viene sera e cento ponti da passare e far suonare la ringhiera
la prima sigaretta che ti fuma in gola un po' di tosse, Natale di agrifoglio e candeline rosse
avrai un lavoro da sudare, mattini fradici di brividi e rugiada
giochi elettronici e sassi per la strada, avrai ricordi ombrelli e chiavi da scordare

Avrai carezze per parlare con i cani e sarà sempre di domenica domani
e avrai discorsi chiusi dentro e mani che frugano le tasche della vita
ed una radio per sentire che la guerra è finita...

Avrai, avrai, avrai il tuo tempo per andar lontano,
camminerai dimenticando, ti fermerai sognando...
Avrai, avrai, avrai la stessa mia triste speranza
e sentirai di non avere amato mai abbastanza
se amore, amore, amore, amore avrai...

 

 

 

 

 

 

« E' già passato un anno....

Mamma a tempo ridotto

Post n°1332 pubblicato il 28 Ottobre 2012 da faiky

Ho sempre pensato che una mamma debba seguire i propri figli.
Soprattutto quando sono molto piccoli e hanno tanto bisogno di lei.
Non capisco le “donne in carriera” che lasciano i figli la nido, alla baby sitter, ore e ore e ore. Io non ne sarei mai stata capace, tutto qui.
E non parlo di chi è costretto a lavorare per pagarsi il mutuo o l'affitto, parlo proprio di chi lo fa per scelta e ne potrebbe fare a meno!
Come dico spesso, io non avrei nessun problema a fare la casalinga se lo stipendio di mio marito me lo permettesse!
Detto questo, per cause di forza maggiore da un paio di mesi lavoro full-time. A me andava bene tirare tutti i mesi per far quadrare i conti col mio misero part-time a 4 ore, ma qualcuno ha deciso per me, quindi ho dovuto prendere quel che ho trovato.
La mattina preparo la colazione ai bimbi, li sveglio, si preparano prendono il pulmino e vanno a scuola, io sistemo quello che posso in mezz'ora e parto.
Se mi va bene alle 17 ho finito, se il capo deve far quadrare conti di anni di casini, magari anche no.
Comunque qualcuno deve preparare loro il pranzo e in questo caso ho la fortuna di avere mia madre al piano di sotto che li prende dal pulmino e si occupa di questo.
Sono fortunata anche perché sono molto autonomi coi compiti e difficilmente quando arrivo a casa è rimasto qualcosa indietro da fare, tutt'al più c'è da ripete storia, scienze o geografia.
E poi ci sono gli impegni sportivi. Io (o il marito) riesco a passare a riprenderli, ma per portarli ho sempre bisogno di un appoggio. E pure qui abbiamo messo su un'organizzazione che neanche un esperto di logistica poteva fare meglio!
E poi si arriva a casa la sera con tutto da fare, la casa lasciata un po' come capita (ma in questo devo dire che stiamo facendo progressi), io che sono stanca e un po' mi arrabbio.
Ho due bambini grandicelli, ma mi mancano.
Anche se i pomeriggi urlavo per i compiti, anche se mi sentivo più tassista che mamma, anche se adesso guadagno qualcosina in più che ci fa arrivare tranquilli a fine mese.
Com'è fare la mamma che lavora?
Non lo so, mi ci devo ancora abituare sul serio. Fino a qualche mese fa ero io ad ascoltare i loro racconti (e le loro litigate) quando pranzavano, ora io non ci sono e al massimo posso concedermi 10 minuti di telefonata!

Forse è solo questione di abitudine, una volta stavo fuori le stesse ore e sono sopravvissuta.
Avevo 10 anni e due figli in meno, forse questo un po' di differenza la fa!
Ci sono giorni che mi sento terribilmente in colpa per non esserci. Ma non ho molte alternative quindi me ne faccio una ragione!

E poi, ovviamente, quel poco di tempo per me che avevo faticosamente guadagnato negli ultimi dieci anni, in un batter d'occhio è sparito... … …
Non so se sono una mamma migliore o peggiore lavorando, sono un mamma molto più stanca di prima, sicuramente.
Ma sono una mamma che prepara ancora la torta per la colazione della sua Principessa, che va a a vedere il suo Ometto giocare il sabato pomeriggio, che la domenica porta i bambini a Messa e catechismo, che lava e asciuga le divise in tempo per l'allenamento,  che si è presa il permesso per la riunione a scuola e si è candidata comunque per il posto di rappresentante,  insomma ... che cerca di fare comunque del suo meglio...
Non ho ancora perdonato chi mi ha messo in questa situazione, difficilmente lo farò, ma, se non altro, ho ricominciato a sorridere e cantare

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

quanti siamo?

hit counter

 

Area personale

 

Ultimi commenti

buon 2017 da kepago
Inviato da: amandaclark82
il 30/12/2016 alle 16:03
 
splendido questo articolo. Tornerò a trovarti Ciao da...
Inviato da: ambrosiadossi88
il 25/08/2016 alle 01:49
 
grazie!
Inviato da: ici
il 30/03/2014 alle 19:09
 
Grazzie!
Inviato da: Vente de jouets
il 09/08/2013 alle 09:35
 
A questo proposito ho letto una frase che mi è piaciuta...
Inviato da: lisa_m
il 08/11/2012 alle 11:01
 
 

Ultime visite al Blog

francimumamandaclark82emilytorn82ambrosiadossi88faikystrong_passionmaxvale73PDO.FCSerenadarioCyrano_de_BatapocomelunadinonsolopolpsicologiaforensevivoperquestoLadyna1975
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

anch'io blog del giorno!

La nostra canzone



TENENDOMI
(Max Pezzali)

Quell'apatia di chi si è già
buttato via nell’anima
gettandosi in storie sterili
l’hai spinta via
mi hai detto credici

Solo tenendomi.

La forza che hai fatto crescere
quando io ormai stavo per cedere
la volontà di non arrendersi
la dignità e il rispetto che sai rendermi

Tenendomi.

E non capiterà mai, non capiterà a noi
se mi vorrai accanto a te.
La passione brucia presto però tu lo sai
che la stima tra noi, lei può resistere.

Le paranoie che a volte ho
che accanto a te poi passano,
la tua allegria, come sai ridere
la tua lealtà, il tuo non chiedere
e non pretendere.

La forza che hai fatto crescere
quando io ormai stavo per cedere
la volontà di non arrendersi
la dignità il rispetto che sai rendermi


Tenendomi
Tenendoci.

immagine

 

il mio angioletto personale

 immagine

 

bacheca premio D eci e lode

Tag