faiky's land

la vita è una scalata, ma la vista è grandiosa

Creato da faiky il 02/01/2006

Contatta l'autore

Nickname: faiky
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 37
Prov: PR
 

trent'anni

[...] sono stupendi i trent'anni, ed anche i trentuno,i trentadue, i trentatrè, i trentaquattro, i trentacinque!
Sono stupendi perché sono liberi, ribelli, fuorilegge, perché è finita l'angoscia dell'attesa, non è cominciata la malinconia del declino, perchè siamo lucidi, finalmente, a trent'anni!
Se siamo religiosi, siamo religiosi convinti; se siamo atei siamo atei convinti.
Se siamo dubbiosi, siamo dubbiosi senza vergogna.
E non temiamo le beffe dei ragazzi perché anche noi siamo giovani, non temiamo i rimproveri degli adulti perché anche noi siamo adulti.
Non temiamo il peccato perchè abbiamo capito che il peccato è un punto di vista, non temiamo la disubbidienza perché abbiamo scoperto che la disubbidienza è nobile.
Non temiamo la punizione perché abbiamo concluso che non c'è nulla di male ad amarci se c'incontriamo, ad abbandonarci se ci perdiamo: i conti non dobbiamo più farli con la maestra di scuola e non dobbiamo ancora farli col prete dell'olio santo.
Li facciamo con noi stessi e basta, col nostro dolore da grandi.
Siamo un campo di grano maturo a trent'anni,non più acerbi e non ancora secchi: la linfa scorre in noi con la pressione giusta, gonfia di vita. é viva ogni nostra gioia, è viva ogni nostra pena, si ride e si piange come non ci riuscirà mai più.
Abbiamo raggiunto la cima della montagna e tutto è chiaro là in cima: la strada per cui scenderemo.
Un po' ansimanti e tuttavia freschi, non succederà più di sederci nel mezzo a guardare indietro e avanti e meditare sulla nostra fortuna.
(Oriana Fallaci)
 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

I MIEI LIBRI

 

 

IN LETTURA

 

 

I MIEI FILM

 

AI MIEI CUCCIOLI


 
AVRAI

 (C.Baglioni)

  

Avrai sorrisi sul tuo viso come ad agosto grilli e stelle,storie fotografate dentro un album rilegato in pelle
tuoni d'aerei supersonici che fanno alzar la testa e il buio all'alba che si fa d'argento alla finestra
avrai un telefono vicino che vuol dire già aspettare, schiuma di cavalloni pazzi che si inseguono nel mare
e pantaloni bianchi da tirare fuori che è già estate, un treno per l'America senza fermate.

Avrai due lacrime più dolci da seccare, un sole che si uccide e pescatori di telline
e neve di montagne e pioggia di colline, avrai un legnetto di cremino da succhiare
avrai una donna acerba e un giovane dolore, viali di foglie in fiamme ad incendiarti il cuore
avrai una sedia per posarti e ore vuote come uova di cioccolato ed un amico che ti avrà deluso tradito e ingannato...

Avrai, avrai, avrai il tuo tempo per andar lontano,
camminerai dimenticando, ti fermerai sognando...
Avrai, avrai, avrai la stessa mia triste speranza
e sentirai di non avere amato mai abbastanza
se amore, amore avrai...

Avrai parole nuove da cercare quando viene sera e cento ponti da passare e far suonare la ringhiera
la prima sigaretta che ti fuma in gola un po' di tosse, Natale di agrifoglio e candeline rosse
avrai un lavoro da sudare, mattini fradici di brividi e rugiada
giochi elettronici e sassi per la strada, avrai ricordi ombrelli e chiavi da scordare

Avrai carezze per parlare con i cani e sarà sempre di domenica domani
e avrai discorsi chiusi dentro e mani che frugano le tasche della vita
ed una radio per sentire che la guerra è finita...

Avrai, avrai, avrai il tuo tempo per andar lontano,
camminerai dimenticando, ti fermerai sognando...
Avrai, avrai, avrai la stessa mia triste speranza
e sentirai di non avere amato mai abbastanza
se amore, amore, amore, amore avrai...

 

 

 

 

 

 

« Quello che non mi va...E anche la scuola finirà... »

Momento così

Post n°1320 pubblicato il 30 Maggio 2012 da faiky

Esattamente un anno fa a quest'ora mi preparavo per andare al lavoro.
La sera ci sarebbe stato lo spettacolo di fine anno dei bambini.
Una giornata come tante, un pezzettino di vita.
Nessuno di noi avrebbe mai immaginato quello che sarebbe successo, nessuno pensava che da quel giorno la nostra vita sarebbe cambiata per sempre.
Quel giorno è stato l'inizio della lenta fine di mia suocera e, siccome la parola "suocera" non sempre rende giustizia, della mamma di mio marito, della nonna dei miei bambini.
Non voglio stare a parlare di quello che abbiamo passato, di quello che abbiamo perso, della devastazione della malattia, del desiderio che finisca e, quando finisce, del dolore causato dal pensiero che aspettavi solo quel momento.
No, non voglio parlare di quello.
Mi viene solo da dire una cosa, a chi mi ha detto di "capire perché è un momento così". A chi, per una battuta, mi ha aggredito come se avessi detto chissà che e chi doveva ragionare mi ha riso in faccia dicendo di non darci importanza.
Certo, ci sono stata male un pomeriggio e una notte, perché per me era davvero solo una battuta e non volevo offendere nessuno ed essere aggredita mi ha fatto male.
Beh... qualcuno si è mai sforzato di capire me "perché è un momento così"???
E' un anno ormai che vivo in un "momento così".
Eppure vivo, sorrido, vado avanti.
E il mio "momento così" non comprende solo la malattia e la morte di una persona cara, ma una serie di altre cose di cui sapete.
Eppure sorrido alle battute e mi incazzo se c'è da incazzarsi.
Non mi sogno neanche di aggredire le persone.
Come giustamente ha detto questo "cugino acquisito", non siamo neanche parenti, quindi perché dovrei farmi dei problemi?
Forse perchè io non sono così. Perché io difficilmente offendo le persone e se dico"vaffanculo" ridendo, non ti ci sto mandando, sto ridendo...
E il "momento così" ce l'abbiamo tutti, quindi, tu, che acquisita non sei, dovresti pensare prima di parlare.
Ma il mondo gira intorno a te, quindi chissenefrega degli altri.

E a proposito di "momento così",  ci si mette il terremoto e le notti a svegliarsi al minimo rumore... da dieci giorni si balla e si continua a ballare. E non mi lamento eh, perché sicuramente c'è gente in mezzo alla strada che sta peggio di me... ma come si fa a stare tranquilli quando ti svegli in piena notte con i muri che ballano?!
Mia madre che mi dice che sono fissata e il terremoto ce l'ho nella testa, perché le dico che la macchina dondola e poi la notizia dell'ennesima scossa.
I bambini a scuola non hanno sentito niente e quell'evaquazione è un momento per stare fuori a giocare... per fortuna è bel tempo, per fotuna non piove...
E io sono stanca di tutte queste preoccupazioni.
Di passare a togliere il giro di chiave che mio marito continua a dare alla porta, di mettere in fila le ciabatte per non uscire scalzi, di preparare una torcia e un plaid, perchè comunque la notte fa ancora freddo e poi ancora di pensare che fra poco più di un mese sarò definitivamente a casa e continuare a fare conti su conti rendendomi conto che non tornano.
I bambini che capiscono e dicono che a loro non interessa andare al mare, ma a me dispiace tanto non poterli portare in vacanza qualche giorno. E  nella sfiga c'è pure la rivolta degli elettrodomestici che ci abbandonano uno alla volta.
So che c'è gente che non ha da mangiare, so che c'è gente che ha ben altri problemi, so che sono fortunata, perché non rischio che mio padre mi dia lo sfratto o che la banca mi porti via la casa... lo so...  però ogni tanto ho bisogno di lamentarmi anch'io, di sfogarmi un po'.
Chiedo scusa a chi sta peggio, chiedo scusa a chi ha visto cadere la sua casa per il terremoto e non solo dondolare il lampadario, chiedo scusa a chi è senza lavoro e quattro figli da mantenere.
Chiedo scusa a chi sta vivendo un "momento così" peggiore del mio, che il mio non è niente.
Ma questi giorni sono duri da digerire per molte ragioni.
Ieri alle 10 sul cellulare lampeggiava un promemoria, era il suo compleanno e non l'avevo cancellato dall'agenda...

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/faiky/trackback.php?msg=11345647

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
volevofareilcuoco
volevofareilcuoco il 30/05/12 alle 08:59 via WEB
io credo che invece nn devi proprio scusarti ocn nessuno.....questo è il tuo spazio, chi vuole leggere legge, chi nn vuole passa oltre, tu hai le tue idee è giusto discutere nn è giusto aggrdire perche' puoi sempre e cmq passare oltre se ti sta bene o no.....quindi....sfogati... è casa tua
 
 
faiky
faiky il 31/05/12 alle 07:48 via WEB
ma qui forse non mi ha mai aggredito nessuno... sono io che forse mi faccio troppi scrupoli e mi sembra di lamentarmi in un momento in cui c'è gente che sta davvero peggio di me! è fuori di qui, sono quelle persone che pensavo che prima di parenti fossero quanto meno amiche che mi rendo conto di non conoscere e per una cavolata (ma una cavolata vera) ancora un po' mi piantano uno schiaffo!
 
mammapasticcio
mammapasticcio il 30/05/12 alle 09:20 via WEB
Delicata. più ripenso a cosa scrivere nel commento e più ho questo aggettivo in testa. Il tuo momento così non merita tante scuse. C'è chi sta peggio, certo, ma rimettere in ballo tutte quelle abitudini che a fatica ci si sforzava di mantenere mentre quelle certezze costruite si sfaldano e gli affetti mancano non è solo un "momento così": è una rivoluzione. Chi non lo capisce, è decisamente miope.
 
 
faiky
faiky il 31/05/12 alle 07:46 via WEB
Chi non lo vede è cieco non solo miope... E soprattutto mi infastidisce chi pretende di essere capito, ma non fa niente per capire te... Gente che piange perché non arriva a fine mese, ma non rinuncia a rifarsi le unghie e vestire dolce e gabbana... tanto per capirci...
 
   
mammapasticcio
mammapasticcio il 31/05/12 alle 14:19 via WEB
Volevo essere buona. :-)
Sì, capisco bene a quale tipologia ti riferisci. Persone che poi magari inarcano il sopracciglio se compri l'olio buono sempre e comunque e considerano "sprechi" le attività sportive dei bambini eprchè loro sono cresciuti muovendosi al parco...pffff
 
artemisia_gent
artemisia_gent il 30/05/12 alle 13:30 via WEB
ognuno vive la sua vita e interpreta cio' che gli accade in maniera più o meno grande, io mi lamento in continuazione, eppure sono messa molto meglio di te. Nei miei lamenti penso sempre a chi sta peggio, poi mi dico questa è la mia vita, questo è il mio spazio e ho tutto il diritto di urlare che io sto male. Apparte questo, speravo che "il tuo momento così" fosse finito. Mamaramente mi rendo conto che non lo è. Forza.
 
 
faiky
faiky il 31/05/12 alle 07:43 via WEB
Ho paura che il momento non finirà mai, perché certe ferite restano. Le cose sono migliorate negli ultimi mesi, questo post nasce dopo questa uscita di mia cugina commentando la reazione del marito (che non è mio parente come ha detto lui) dicendo che devo capirlo perché è un momento così. E io sono un po' stufa di dover capire i momenti così degli altri...
 
sposa_di_giugno
sposa_di_giugno il 01/06/12 alle 08:36 via WEB
Sono entrato, ho letto e sono uscite almeno cinque volte. Vorrei dirti "ti capisco" ma io un lavoro ce l'ho, e pure la mamma di sposo_di_giugno. Vorrei dirti ti capisco perchè anche io riapro la porta, ma qui, grazie al cielo non trema. Ti abbraccio Faiky
 
 
faiky
faiky il 04/06/12 alle 11:58 via WEB
di sicuro capisci più tu di certi personaggi di mia conoscenza! grazie per l'abbraccio, fa sempre piacere!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

quanti siamo?

hit counter

 

Area personale

 

Ultimi commenti

grazie!
Inviato da: ici
il 30/03/2014 alle 19:09
 
Grazzie!
Inviato da: Vente de jouets
il 09/08/2013 alle 09:35
 
A questo proposito ho letto una frase che mi è piaciuta...
Inviato da: lisa_m
il 08/11/2012 alle 11:01
 
io mi concentro fortissimamente sull'ultima frase: hai...
Inviato da: sposa_di_giugno
il 29/10/2012 alle 09:18
 
pure io lo faccio per loro, per non far loro mancare...
Inviato da: faiky
il 28/10/2012 alle 14:55
 
 

Ultime visite al Blog

ioalicesaratwisted_rootsmammapasticcioDIAMANTE.ARCOBALENOcristi86faikyilaria.micarinuovamente_IosupergengiArcobalenellasamantha_wincubo_bianco92lunetta4evermobilidinoi
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

anch'io blog del giorno!

La nostra canzone



TENENDOMI
(Max Pezzali)

Quell'apatia di chi si è già
buttato via nell’anima
gettandosi in storie sterili
l’hai spinta via
mi hai detto credici

Solo tenendomi.

La forza che hai fatto crescere
quando io ormai stavo per cedere
la volontà di non arrendersi
la dignità e il rispetto che sai rendermi

Tenendomi.

E non capiterà mai, non capiterà a noi
se mi vorrai accanto a te.
La passione brucia presto però tu lo sai
che la stima tra noi, lei può resistere.

Le paranoie che a volte ho
che accanto a te poi passano,
la tua allegria, come sai ridere
la tua lealtà, il tuo non chiedere
e non pretendere.

La forza che hai fatto crescere
quando io ormai stavo per cedere
la volontà di non arrendersi
la dignità il rispetto che sai rendermi


Tenendomi
Tenendoci.

immagine

 

il mio angioletto personale

 immagine

 

bacheca premio D eci e lode

Tag