Creato da forsesei il 20/10/2005

cazzari

cazzeggio che passione...

 

 

« ....COME MUSICA...IL VUOTO »

Al ritorno dal mio Viaggio a CUBA... il Comandante CHE...

Post n°309 pubblicato il 17 Novembre 2009 da forsesei
 

Chi è stato a Cuba e soprattutto chi ha parlato "in segreto" con qualche cubano può capirmi.. il Che è un Eroe ma con troppi lati oscuri... i cubani dicono di lui che è un figlio di put.. nel senso buono e cattivo della parola.. è stato un gran condottiero che però ha usato metodi brutali e disumani.. e troppe volte si è fatto prendere la mano.. Il loro vero idolo è Camilo Cienfuegos Gorriará, sarto cubano, rivoluzionario che al punto di diventare forse più popolare di castro al punto che nel 1959 il suo cessna "scomparve" nell'oceano atlantico... Se volete sapere la verità sul "Comandante" CHE Guevara.. ecco io la racconto come la penso (E'STORIA!):
Nel 1959 il CHE venne nominato da Fidel “Procuratore Militare” con il compito di reprimere gli oppositori della rivoluzione.Fu lui il GIUDICE d'appello nel contesto dell'applicazione delle cosiddette "Ley de la Sierra" comminavano la pena capitale per numerosi crimini e vennero estese all'intero territorio cubano, allo scopo di perseguire coloro che erano considerati "criminali di guerra"…processi farsa con pena di morte per fucilazione di 2000 persone, nei quali non sarebbero stati coinvolti solo criminali di guerra ma semplici oppositori politici…(Ricordiamoci che la pena di morte viola il diritto alla vita, è irrevocabile e può essere inflitta a innocenti. Costituisce una violazione dei diritti umani fondamentali, non offre alcun contributo costruttivo alla lotta contro il crimine violento ed è priva di effetto deterrente!) Nel 1960 il CHE fondò il “Campo di lavoro correzionale” inaugurando il sistema concentrazionario cubano, venendo posto a capo del primo campo di concentramento castrista, creato in quell'anno sulla penisola di Guahana. Nel periodo di attività del campo, che si potrasse ben oltre il periodo in cui Guevara ne fu a capo, si stima che trovarono la morte circa 50.000 oppositori politi. Nelle maglie dei Tribunali finiscono per sua espressa volontà molti religiosi, tra cui lo stesso Arcivescovo de L’Avana, e moltissimi “maricones” cioè omosessuali. Guevara elabora una sorta di piano di razionalizzazione delle carceri, decidendo di specializzarne alcune nella rieducazione dei gay, tra i quali si contano innumerevoli artisti cubani. Il “Che” realizza campi di lavori forzati ed elabora personalmente i regolamenti penitenziari, che fissano le punizioni corporali per i più facinorosi: taglio dell’erba con i denti, immersione nei pozzi di raccolta dei liquami di fogna, lavori agricoli eseguiti nudi.ci al regime comunista cubano e che molte altre vennero, sin dalla sua fondazione, sottoposte a svariate torture. Venne persino realizzato un campo di rieducazione per i gay tra i 12 ed i 15 anni, allontanati dalle scuole per evitare contaminazioni della nascente gioventù rivoluzionaria.
“L’odio è parte della lotta” scrisse Che Guevara, spiegando che è l’inflessibile odio del nemico che permette di andare oltre i limiti umani e “ci trasforma in efficaci, violente, selettive e fredde macchine mortali. I nostri soldati devono essere così; un popolo senza odio non può sconfiggere un nemico brutale”… io dico che dietro alla figura del Che EROE c'è di qualcosa che la Storia racconterà solo quando la Dittatura Castrista cadrà.. non prima!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/forsesei/trackback.php?msg=8004453

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
_PsychK il 01/02/10 alle 01:19 via WEB
In realtà furono proprio le cose che tu attribuisci al comandante che guevara, che quest'ultimo decise di lasciare Cuba, decisamente contrario a organismi o tentavi di repressione da parte del governo. La storia, poi, dice anche che proprio il comandante, partecipò alla rivoluzione Non solo da rivoluzionario, ma anche da medico, fu proprio lui a curare, medicare i feriti di guerra, non solo dalla parte dei rivoluzionari. La storia, che tu chiami in causa, insegna che i feriti non venivano lasciati morire sui campi, bensì venivano presi e medicati, erano forniti loro qualsiasi cura medica necessaria e possibile soprattuto. 2)La pena di morte è ancora alla base della giustizia di uno degli Stati più "democratici"(così lo si definisce) del mondo, che, contrariamente a quanto si dica, non giustizia solamente i "colpevoli". ed è lo stesso stato che fra gli anni 40 e 50, e oltre, perseguitava gli appartenenti a programmi politici di sinistra o anche comunisti. Molti di loro venivano rinchius in carcere, di molti di loro non se ne seppe più nulla, e pochi si interessarono, o si interessano, di quello che fu il loro destino. Lo stesso stato, o unione di stati, di cui stiamo parlando nel cors del 900 istituì una serie di campi di prigionia, in cui venivano detenuti avversari politici del momento, intorno agli anni 50, un campo di prigionia fu ideato solamente per alcuni italiani residenti in america. Mantengono ancora oggi il campo di prigionia, o di rieducazione, di Guantanamo. Ricordando che questa potenza mondiale si definisce, ed è defnita, la più democratica, cerchiao di precisare che stiamo Parlando degli Stati Uniti D'America.Fra le altre cose è lo stato che permette a Israele di uccidere centinaia di Palestinesi ogni giorno, perchè Israele è uno stato conveniente. è lo stesso che ha armato i talebani, a cui ora dà la caccia. Aiutò saddam hussein contro L'Iran, a cui dichiarò in seguito guerra e che uccise senza rispetto. tornando al Che, fidel castro non avrebbe nessun interesse a non rivelare la verità sulla vita buia del comandante, dal momento che si trovarono in disaccordo a pochi anni dalla rivoluzione e, in seguito a questi disaccordi, slacciarono ogni tipo di rapporto. figurati che c'è chi dice che fu lo stesso fidel castro ad avvertire le forze segrete americane della posizione di che guevara, che al momento della cattura e dell'uccisione, di trovava in Bolivia, cosa di cui in pochi erano a conoscenza, fra cui Fidel e pochi altri assistenti di cheguevara, a causa dei continui spostamenti del Che. A parte i campi di rieducazione per i dissidenti, gli oppositori, e criminali(ebbene sì, vi sono rinchiusi per lo più criminali,come traficani didroga, assassini, ladri) di cui nel mondo sono ancora molti a dubitare,( per il semplice fatto che sono dati fatti trasparire dagli Usa) ma di cui gli storici sono quasi in grado di dare una certificazione storica;quelli di cui si parla in cui sarebbero stati rinchiusi omosessuali, religiosi o altro, non sono mai esistiti. Prima di tutto perchè, sia che guevara che Fidel castro, pur essendo per forza di cose atei (erano e/o sono comunisti leninisti, marxisti) nutrivano un profondo rispetto per gli esponenti delle varie religioni, ma non per i pedofili. Il comunismo, poi, annoverava fra le altre cose il diritto d'uguaglianza per tutti( com'è ancora oggi a cuba[dati Onu]), uguaglianza e pari diritti fra uomo e donna, eteri o omosessuali, diritto al divorzio e via dicendo, già a partire dal 1923 inrussia, e a seguire in tutti gli altri stati che vi aderirono. Ovviamente con questo non voglio dire che tutto quello che fece fidel castro sia stato giusto o buono. Ma la storia è una sola, e va raccontata come si deve, non tramite fantasie degli americani per poter giustificare l'arresto e l'uccisione, avvenuta in modo fra l'altro vergognoso, di ernesto guevara, detto il che. forse è stata lunica persona al mondo che ha creduto verament di poter liberare il mondo, soprattutto sud americano, dall'egemonia statunitense, che all'epoca e anche prima uccideva l'economia dell'america latina,governando controllando ogni cosa, dall'economia alla politica, così come accadeva prima di castro u della rivoluzione. che guevara è un personaggio della storia contemporanea che viene rispettato in tutto il mondo, da sinistroidi o destroidi, da fascisti o comunisti, socialisti, dall'america all'asia, con la sola eccezione dell'usa e dei cattolici. Questo sì che fa riflettre no?
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: forsesei
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 41
Prov: NA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

rgalli40revenepantaleoefrancamastrantgas.o0roal3IORIOCAvirginia.campagnaQuetzal84ferrodrblerdjluca_bocciasilviagumieroBAGNINO23shine.7
 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

NAPOLI

 

FACEBOOK

 
 

LA DONNA PERFETTA NON ESISTE... O NO?

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom