Creato da: freeminoi il 12/02/2007
Pensieri istintivi e all'istante senza contare fino a 3

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

freeminoininaciminellisabbia555solicino1cile54il_pablogiovanni80_7lubopolinovenamoschettiere62oscardellestellenavighetortemposergioragusahard_boneDJ_Ponhzi
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Libri: "Zibba' " e "La strada dei diamanti"

News:

"ZIBBA' Racconti brevi"

 di maria gabriella conti - www.youcanprint.it

***************

"La strada dei diamanti"

Una selezione di 26 poesie scelte dall'autrice con inserite photodigital di dipinti.

www.ilmiolibro.it

 

I miei link preferiti

 

Contatta l'autore

Nickname: freeminoi
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 116
Prov: RM
 

Libro n.10 - "Io dipingo...."

Una foto gallery tascabile di Freeminoi in veste di pittrice...e fotografa

www.ilmiolibro.it

 

 

 

Ricordo per Casaleggio

Post n°1213 pubblicato il 13 Aprile 2016 da freeminoi
 

Dispiace sempre quando viene a mancare una persona giovane che ancora aveva molto da dire e da fare.

Ho un rispetto enorme per i cosiddetti creativi che sono tali perchè fanno e pensano cose che altri neanche immaginano.

Una bella frase di Casaleggio mi piace ricordare:

"E' una battaglia persa quella contro chi non molla!"

Al M5S  vorrei poter dire, continuate a fare quello che non fanno altri e agli Altri: coninuate a fare quello che potete fare solo voi.

Inoltre, coltivate questo spazio del web, è una chance di Libertà che vi aiuterà a consolarvi nei momenti nei quali altri neanche vi ascoltano o vi denigrano.

La Libertà, comunque ha un peso specifico molto basso, il più basso, prima o poi viene sempre a galla.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Immaginare un dialogo...

Post n°1212 pubblicato il 28 Marzo 2016 da freeminoi
 

Da un paio di settimane ho saputo di un sito nel web che si chiama "Scrittore Anonimo"che ogni settimana bandisce una specie di contest a tema.

Questa settimana prima della Pasqua il tema era: "I vizi capitali"

Il regolamento richiede un testo o racconto breve di 1000 spazi da inviare in anonimo.

Così, per la quarta volta ho voluto partecipare ed  inserire un mio racconto e appositamente ho voluto redigere un testo un po' provocatorio proprio per sentire come sarebbero stati i commenti a cui possono partecipare tutti gli scrittori che inviano un racconto e un certo comitato...

Ecco il mio testo e lo voglio inserire nel mio blog tanto per tenerlo a mente.

Racconto 13 

"Odor di santità"  - (998)

Mai aveva invidiato qualcuno. Non sopportava i compagni pieni d'ira e in cuor suo, innamorato da sempre della bambina della porta accanto. Non l'avrebbe tradita.
Per questo la lussuria non era una parola del suo vocabolario che da lussureggiante saltava direttamente a lussuriare. Fu sua nonna a cancellare quel sostantivo dal dizionario del Bemporad dei primi del '900. Sulla gola, c'erano peccati veniali, qualche cioccolatino alle feste a ai compleanni. Sapeva bene che anche S.Pio da Pietrelcina, in vita aveva fatto una scorpacciata di peperoni...e tranne il suo stomaco, nessuno aveva fiatato. Era umile e non superbo e neppurem accisioso. Rimaneva l'avarizia e per come agì con persone bisognose, da togliersi il pane di bocca, anzi il computer di bocca, il rischio di santità e senza passare neanche dalla beatificazione gli sembrava certezza. Si era attivata la congregazione dei santi. Non poteva starsene con le mani in mano, doveva agire e commettere qualche stravizio ma era così impreparato!

 

Chiaramente, il racconto non è stato assolutamente compreso nella sua diversificata ed insolita formulazione seppur tutti i sette vizi capitali erano stati contemplati.

L'ironia sopraffina e provocatoria del contesto era troppo esuberante!

Certamente il limite delle 1000 battute aveva anche reso il testo molto sintetico ma si voleva mettere in risalto il fatto che a questo mondo, alla luce di come vanno le cose, occorreva dire in maniera diversa come fosse e sia difficile concepire un'esistenza priva di manchevolezze...un forma di ironia molto spinta.

Appena posso inserirò anche gli altri racconti da me inseriti in quel contest di Scrittore Anonimo dove non è facile venire accolti con bonarietà assoluta, quindi lo consiglio a tutti coloro che amano scrivere ed esprimere le proprie opinioni tanto per divertirsi e confrontarsi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Chi crea il buio...

Post n°1211 pubblicato il 10 Marzo 2016 da freeminoi
 
Foto di freeminoi

Come può nascere il buio...

Il buio non è luogo del silenzio anzi il buio nasce dalle parole anche non dette ma percepite, immaginate o trattenute.

Quando ti capita di sentire in un dialogo a due di cosa stia uscendo dalla bocca di chi hai davanti...Quanti di noi non ha mai percepito il fragore interiore nell'udire parole sconvenienti, proprio quelle che non ti aspettavi e che mirano a colpirti quando sei più fragile. Quel tuo lui di anni fa che si alterava ad ogni minimo disguido verbale e ti ricopriva di frasi che non sentivi di meritare.

Parole...parole che non avresti voluto udire mai. E dopo quel momento il buio che si faceva largo e scempio di ogni buon ricordo.

Saprai o avrai fatto memoria delle parole che incutono paura. A chi non è mai capitato? Siamo testimoni ingombranti di tutto il buio che i fatti che accadono creano e inquinano come elementi contrari alla vita.

Ci si ammala per questo.

Ascolti, tenti di capire, non ci riesci, lo scontro si fa assordante e una nuvola di buio incrementa il buio e annienta la luce. Poi, la crudeltà delle parole che spengono gli affetti, li affogano e li disintegrano all'infinito e tu vaghi nel buio del pensiero più nero. Non sono sempre gli altri a far nascere il buio nella nostra mente, siamo noi stessi promotori del buio, creature e matrici del buio.

Il buio fatto di parole, di quelle sconvenienti, di quelle che mirano a colpire, di quelle che non ti meriti, di quelle che non vorresti mai sentire.

Parole che uccidono gli amori, che offendono la vita, che distruggono la memoria. Il buio è il niente più concreto.

Il buio è l'incertezza, il terremoto costante dell'agire.

Il buio opposto all'equilibrio.

Il buio è il disaccordo, il buio è l'arroganza, la prepotenza, la tracotanza, il malessere che crea l'incomprensione, l'emarginazione.

Il buio è cellula dell'indifferenza.

Il buio c'era prima e imprigiona la luce.

Il buio è cosa complessa, ottenebra e blocca o devia il pensiero.

Il buio voluto e ricercato a generare il caos.

M.Gabriella Conti

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Soledad dedicata a Papa Francesco

Post n°1210 pubblicato il 06 Marzo 2016 da freeminoi
 
Foto di freeminoi

 

Poesia dedicata a Papa Francesco

 

SOLEDAD
Si me siento sola
y me gusta,
siempre es sabado por mi.

Si esto te pasa a ti
y sufres por esto
llegas a envolverme
porque olfateo el olor
de tu sufrir
y te veo hundido en un Lunes eterno y oscuro,
todo tuyo.
Sin ninguna rendija
y alli,quiero llegar.

No estoy de acuerdo
con quien afirma
que la Senora Soledad
sea una urbana ciudadana.

La soledad es nomada.
No tiene relaciones con el territorio,
ella le teme..
aunque a un minimo anclaje a algo
la haria desaparecer.

Ella se fortifica,se esconde y pone
su asedio en la dura cerviz
que porque alli, bien serrada,
nadie sabe interpretarla y entenderla.

Es la ilusion para la grande "Ville"
el sentido que la hace nacer y derretir
sin saber y recordar
que si nunca ha estado solo
nunca se amara a alguien.

Mi soledad,
si todavia no llegaste
yo voy a sufrir por esto
y llegarè a buscarte
....Saliendo de casa,
en el medio de la multitud
alli, te encontrarè.

Maria Gabriella Conti

Traduction di F.T.

(Poesia La Solitudine di M.Gabriella Conti - pubblicata in vari libri dell'autrice)

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

"La Preferita" di M.Gabriella Conti

Post n°1208 pubblicato il 19 Febbraio 2016 da freeminoi
Foto di freeminoi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Un tema per la maturità...

Post n°1207 pubblicato il 28 Gennaio 2016 da freeminoi
 

Oggi, 28 gennaio 2016 ho seguito in diretta tv il discorso del primo Presidente della Cassazione Giovanni Canzio all'assemblea annuale.

M'è parso uno di quei discorsi che in molti dovrebbero ascoltare per poter dialogare su temi molto importanti del nostro Paese e così mi è venuto in mente, come sarebbe interessante che nelle tracce della prova di Italiano per gli esami di maturità  prossimi venissero inseriti tali tipi di discorsi, non dico proprio questo, ma ce ne sarebbero tanti di indubbia efficacia ed utilità.

Senza avere nessun tipo di contatto con questo onorevole presidente, ho scritto quanto sopra perchè amo molto i discorsi fatti bene e adoro gli oratori, magari senza entrare nel merito della questione ma chi parla a braccio per me è un - onorevole vero -.

Per esempio, ricordo bene, anni fa, ascoltando S.Giovanni Paolo II, durante uno dei suoi viaggi apostolici all'estero, fece un discorso che a me parve un vero e proprio Trattato di Umanologia, così denso di significati e di messaggi da commuovere e da ricordare per sempre.

Saluti a tutti e buongiorno e buonasera!

Spero e conto di riprendere in mano questo spazio, perchè scrivere pensieri e riflessioni sui social, frammenta troppo le opinioni e non focalizza i temi trattati mentre per trattare meglio un argomento senza per questo chiedere commenti o - mipiace - è meglio scrivere in un blog.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Luce di Ametista

Post n°1206 pubblicato il 26 Novembre 2015 da freeminoi
 
Foto di freeminoi

 

Finalmente ho pubblicato 3 video su youtube!

 

Sono anni che scrivo e quasi nessuno se ne accorge...è forse anche questa l'indifferenza di cui parla

Papa Francesco!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Viaggio in Africa di Papa Francesco

Post n°1205 pubblicato il 26 Novembre 2015 da freeminoi
 

 

 

 

Papa Francesco. " i nuovi deserti: l'egoismo e l'indifferenza verso gli Altri"....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pensando a S.Giovanni Paolo II

Post n°1204 pubblicato il 15 Marzo 2015 da freeminoi
 
Foto di freeminoi

Oggi, 15 marzo 2015, in una Parrocchia di Roma, si sono ricordati 20 anni dalla visita di S.Giovanni Paolo II e oltre ad altre manifestazioni religiose e culturali, in mattinata si è piantato un albero, una sughera, bellissimo e significativo. E' una pianta che cresce lentamente ma molto robusta. Come del resto siamo tutti noi che abbiamo vissuto per intero  più di 26 anni di Pontificato con Papa Karol. irrobustiti dalla Sua bontà e fortissima Fede.
Crediamo, specie noi artisti, che credere in un Amore così grande sia di grande aiuto, sostegno e ispirazione. Ecco la poesia che ho scritto appositamente per ricordare questo nostro amatissimo S.Giovanni Paolo II che resterà sempre nei nostri cuori e che per fortuna Papa Francesco ci ricorda con altrettanto Amore e Misericordia.

Il 2 aprile 2015 saranno 10 anni dalla Sua salita al Cielo

Così per ricordare questo Santo Papa nel febbraio 2015  ho scritto così...

A S.Giovanni Paolo II

Caro Padre paziente,

penso a te e ricordo il Tuo sguardo  come un ebriante sorriso degli occhi – un frammento del divino pensiero…
Da quando sei volato via, in quella sera di aprile del 2005, m’è rimasto in gola oltre al  ricordo dei singhiozzi di quell’istante, anche un pensiero: “avrei voluto…”
Avrei voluto dirti tante altre cose oltre a quelle che scrissi nelle poesie che la tua vita mi ha ispirato.
Ricordo la prima volta. Lo scrissi nella poesia   in occasione del Congresso Eucaristico a Bologna, descrivevo le tue lacrime che non vedemmo ma che erano cocenti nel tuo cuore quando soffrivi per gli Altri.
Avrei voluto dirti:
 - Da Te ho imparato che la poesia è Amore
la Tua presenza è stata come poesia
la Tua lietezza quando seguivi il ritmo della musica con il Tuo bastone alle GMG
la Tua tenerezza verso i deboli è Poesia
la Gioia che diffondevi è Poesia
il volerci bene a  piene mani è Poesia
la tua Anima contro il disamore è Poesia
quel Tuo baciare la terra che visitavi era Poesia
l’Amore verso i piccoli era Poesia
Hai riservato spazi ad ognuno di noi:
vicini o lontani ci sentivamo amati.
Hai donato un messaggio sublime
amando la Madre di Gesù,
la Donna tutta pura
e l’hai posta accanto a tutti  noi
perché sia Luce, Preghiera e Speranza
che irradia il mondo.
Ho voluto rileggere i pensieri e le parole
che ci dedicasti nella Tua visita nella
nostra Parrocchia in quel marzo del 1995
e ho compreso appieno quello che hai
significato per noi: il Tuo Amore per i bambini
per i Giovani e quel brano del Vangelo con le parole del Padre: “mi sono compiaciuto in te” ed è così che hai voluto che fosse.
Il regalo che un Papa, che un uomo possa fare
ad un suo simile, donargli la Felicità nel compiacersi con lui e quindi con quel Lui, tramite Te e con tutti coloro che lo seguono. E fu così:
mi sono impegnata nell’attesa che accada che qualcuno si compiaccia …con noi.
E’ la ricerca continua dell’infinito, della Luce,
del Perdono e della Gioia da condividere.Ed è così che hai ispirato talenti e uniche emozioni
Hai accolto il dolore del Figlio sulle Tue spalle
quasi a sollevare il nostro con veemente esempio.
Hai sollevato al cielo quella beata invocazione:
“non abbiate paura!” “perché c’è chi vi ama”
Hai visitato Paesi,nazioni e parrocchie,
luoghi della gioia e del dolore
tra i terremotati, negli ospedali e nelle carceri.
Abbiamo vissuto con Te il Grande Giubileo
 del 2000
facendoci capire che ogni giorno la vita è un “piccolo Giubileo sostanziale”
sollevando ogni ceto sociale, nelle chiese domestiche delle famiglie e nelle grandi Aule istituzionali
Dagli artisti agli studenti universitari, dai carcerati ai barboni, dagli artigiani agli sportivi, dalle persone semplici
ai grandi luminari della scienza… le donne i bambini e gli anziani. Tutti compresi nel Tuo abbraccio.
Hai insegnato a tutti il Perdono come cura dell’anima
che illumini il nostro cammino.
Ogni volta nel vederti così sofferente, inondavi
 i nostri cuori
di ardente commozione fino alle lacrime
ed era il nostro omaggio silenzioso per un
S.Padre che è  oggi in noi presenza speciale in virtù della Fede che riempie l’essere Successore di Pietro.
E sotto quel Tuo ampio mantello continui a custodire  tutti  noi che Ti abbiamo visto subito…Santo, donandoci  il Tuo Amore infinito per la Madre e pregandola  di renderci docili al Figlio Suo.

Grazie!

M.G.Conti

®Tutti i diritti Riservati

p.s. Di solito non inserisco questo simbolo, ma non è mai troppo tardi!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

20Titoli Sanremo2015-Storia Italiana

Post n°1203 pubblicato il 13 Febbraio 2015 da freeminoi
 

Sanremo 2015: Vi dedico uno scoop....Carlo Conti non solo un conduttore ma anche biografo dell'Italia attuale.
Provate a leggere di seguito i 20 titoli delle canzoni in gara e leggerete un'interessante storia che appartiene ad ognuno di noi in questo momento:

Adessoèqui,Fattiavantiamore,Straordinario,

Sola,Siamouguali,Unventosenzanome,

Buonafortunaamore,Grandeamore,Iosonounafinestra

Voce,Comeunafavola,Ilsoloalmondo

Oggitiparlocosì,Un attimoimportante,Vitad’inferno

Ilmondoesplodetrannenoi,Chegiornoè

Sogniinfranti,Unafinestratralestelle,Libera.

CMG.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ricordare

Post n°1202 pubblicato il 27 Gennaio 2015 da freeminoi
 
Foto di freeminoi

 

Ricordare

Quando, il silenzio della crudeltà
perfora i timpani della storia
nascono come zampilli
le parole
con il rispettoso compito
di rifocillare un ardore
che si fa missione…

Ricordare…ricordare…ricordare…

G.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

E' quasi trascorso un anno...

Post n°1201 pubblicato il 04 Dicembre 2014 da freeminoi
 

Buongiorno a te, cara Valery, come vedi delle persone care non ci si può dimenticare, anche perchè, te ne sei andata via l'8 dicembre di un anno fa e credimi penso sempre più spesso che un'artista così umana, così affettuosa e generosa con chi come te amava l'arte non se ne trovano altre in giro.

In questo momento poi, che non rimane altro da fare che rivolgere uno sguardo proprio all'Arte per tentare di rasserenare lo sguardo e distoglierlo da tante malefatte che stanno accadendo nella nostra amata città di Roma.

E' proprio così, ci manca il tuo ardore verso quella Pittura che tu amavi tantissimo. Non mi riesce proprio di prendere in mano i pennelli senza ripensare a quanto tempo tu hai trascorso davanti a quelle tele che ancor prima di dipingere tu già vedevi realizzate perchè l'idea ti nasceva dall'anima e i colori si spandevano come pilotati da un pensiero già nato.

Chissà se dove sei adesso ti riesce di dipingere?

Mi auguro sia così e certamente i fiori, le piante, i mari, le sorgenti, le montagne, le rocce ricche di colori, saranno sicuramente ancor più belle o simili a quelle che dipingevi...

Spero proprio di ritrovare consolazione dalle intemperie che succedono in questi giorni e dalle quali per fortuna persino non ne capisco niente...e questo per fortuna mitiga il disgusto, ma che rendono questo vivere nella capitale da far vergognare le persone oneste se ancora ce ne sono rimaste...e sono purtroppo poche e addolorate.

Soltanto, ammirando le tue opere così luminose e la Pittura di altri tempi, ascoltare Musica armoniosa, soltanto così riusciremo a sopravvivere noi che siamo rimasti qui a ricordare...solo l'Arte ci solleverà !

Addio Valery...e se puoi prega per noi.

G.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'anima indossa maschere di protezione...

Post n°1199 pubblicato il 14 Ottobre 2014 da freeminoi
 

E' un  tempo questo per me nel quale mi capita di pensare a troppe cose tutte insieme.  La realtà che intravvedo non corrisponde alle mie aspettative più elementari e rendersene conto non è una cosa felice. Succede di snaturare quello che siamo e intraprendere quel cammino mentale tortuoso che ci porta a fare cose futili proprio per il fatto di non riuscire a focalizzare ciò che più vale.
Si parla di problematiche economiche a più non posso e per chi non possiede molto non è un problema nuovo... Si parla del Sinodo della famiglia e ritengo forse sbagliando che ci si possa avvedere di coppie regolarmente coniugate che però come cristiani non si avvicinano ai Sacramenti neanche a pagarli...mentre vediamo e si parla di coniugi non sposati in Chiesa o divorziati che invece desidererebbero accostarsi all'Eucarestia...Certo è un bel problema! Così, tra alluvioni, incurie varie,violenze e malattie, povertà e ingiustizie, la mente pare non riesca a mettere a fuoco ciò che nel proprio animo urge. Buona serata!

Sarà, tutto questo incedere barcollante dovuto al fatto che noi esseri umani abbiamo bisogno di sentirci sostenuti e quando anche succede non si apprezza un bel niente proprio perchè l'indifferenza ha modificato tutto il nostro essere portandoci a diffidare o a farci domande alle quali nessuno può rispondere.

Sono sicura che se scrivessi quello che mi passa per la testa, nessuno mi riconoscerebbe per quella che normalmente sembro, quindi, significa che sembrare non è essere e se ci perdiamo nel nulla delle incomprensioni cosa mai potrà mai restare di quel noi che vorremmo che fosse?

Credo che tutta questa acqua che è fuoriuscita dai torrenti genovesi e inondato ogni cosa e casa  abbia in qualche modo offuscato quel modus vivendi che credevamo fosse proprio di noi Italiani. Insomma sono le sciagure e le violenze ad aprirci gli occhi davanti ad una realtà così crudele e questo non va bene affatto. Il riscontro con la pubblicità di questi giorni sull'anniversario dell'Autostrada del Sole, grande vanto del Paese, ci induce a ritenere che quel che siamo non va bene con quello che eravamo....Cosa è mai accaduto per cambiare così  e cosa si dovrà fare affinchè l'Italia e l'Europa non diventino un popolo di incompiuti?

Dovremo forse sperare di sentirci dire da Benigni  a metà dicembre cosa i Comandamenti ci inducono a rispettare e a ricordare? Ma non dovrebbe essere un attore a scuotere le coscienze e la TV sarà forse diventata un confessionale, un sinodo in diretta e l'anticamera di tutte le sacrestie del mondo?

Papa Francesco ci invita a liberarci di questa Fede troppo di apparenza, ma lui ben saprà che ormai indossiamo quasi tutti una maschera di protezione per salvarci e per celare l'inquietudine che sovrasta i nostri cuori...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La luna del 10 agosto 2014

Post n°1198 pubblicato il 10 Agosto 2014 da freeminoi
 

Stasera c'è una luna molto particolare, emana una luce incredibile, supera se stessa e ogni possibilità di vedere le stelle cadenti della notte di san Lorenzo rimane una chimera da rimandare all'anno prossimo, però, a questa luna per la sua bellezza dedico questa poesia che ho scritto tanti anni fa dedicandola ad una Lady...e a tutte le donne che brillano di luce propria...

A' luna de' Roma

De notte e de jorno, te vedo.

Tu me risponni celandome er viso

cambianno er profilo,

la faccia me ride lontana.

Io muta, ripenzo, che tu le storie le sai.

Dimmele tutte.

O luna de li Colli,

luna de li Palazzi,

luna de li Romani sapienti.

Luna de Pietro,

luna de le piazze, de li sordi e de li muti,

luna de li somari ripetenti,

luna de le genti.

Che serve avecce na' luna solo pe' noi?

Tu sei de tutti e quaggiù i visi illuminati de notte

nun fanno differenza,

so' li volti rischiarati da la storia,

quelli der biancore luccicante

arrivestiti da n'accoglienza purificante.

 

Novembre 1997

Poesia dedicata ad una Lady per i suoi cinquanta anni. Tratta dal  mio primo libro "e se fosse:profumo di sostanza?" luglio 2000

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Quasi 6 mesi...

Post n°1197 pubblicato il 25 Maggio 2014 da freeminoi
 
Foto di freeminoi

Cara Valery,

sono quasi sei mesi da quando te ne sei volata via ma ricordarti rimane un pensiero che accompagna ogni  sguardo fissando i tuoi dipinti e ricordando i bei momenti trascorsi insieme quando si viaggiava con tanta gioia nell'anima portando cultura pittorica e poesia e tanto affetto nei luoghi che sapevano apprezzare il talento e il tuo modo di comunicare passione per l'Arte.

  Quaggiù, non rimane che tanta nostalgia per quei momenti e la consapevolezza di quanto sia diventato difficile se non impossibile divulgare l'amore per la pittura e per la poesia.

Sta iniziando l'estate e spero nel contemplare certe immagini pittoriche di rivedere i bei panorami che tanto amavi tratteggiare e portare a vita sulle tue tele...

Un caro saluto

Gabry

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I libri ci parlano...

Post n°1196 pubblicato il 10 Maggio 2014 da freeminoi
 

Ieri m’è capitato un miracolo tra le mani.
Lo considero un miracolo perché  è accaduto proprio un giorno prima dell’incontro di oggi a S.Pietro  di Papa Francesco con il mondo della Scuola. Ora vi racconto.
Stavo rovistando tra vecchie cose cercando di fare un po’ spazio alle cose nuove ed ecco uscire fuori da un cassetto un vecchio sussidiario delle Scuole Elementari forse di mia madre o di qualche anziano zio. Sicuramente dei primi anni del ‘900. Un libro dalla copertina invecchiata dal tempo color terra della Libreria dello Stato datato 1933 il cui costo stampato in quarta di copertina  era di 12 lire.

Un vecchio libro, apparentemente senza tanto valore ma non è così. Sulla copertina  sono riportate le materie che vi sono inserite e che facevano parte del programma ministeriale scolastico di quegli anni e sapete quali erano?  Stampate in questo ordine: Religione, Storia, Geografia, Aritmetica e Scienze per un totale di più di 600 pagine. Un libro talmente massiccio da far chissà quanto  spaventare  gli studenti di quei tempi che ad appena 6 anni dovettero trovarselo davanti sfogliarlo e studiarlo tutto. Ma a quel tempo non esistevano i mass media, la tv e altri mezzi di comunicazione ed il libro rappresentava una vera ricchezza per molti o quasi tutti.

Ma la sorpresa vera continua ed infatti per curiosità sfogliando le prime pagine ho cominciato a leggere che v'erano stampate  delle Preghiere in progressione c’era all’inizio la Preghiera Quotidiana con anche un Salmo, poi l’Orazione per la Chiesa, l’Orazione per il Papa, l’Orazione per il Re per terminare con l’Orazione per il Capo del Governo.

Si comprende bene come il mio stupore si trasformò da subito in una luce simile ad un arcobaleno improvviso.

Capite bene, che alla luce di questa scelta editoriale  che  avevo sotto gli occhi ho compreso in un attimo quanto tempo sia trascorso  e senza che ci si rendesse conto di come certi percorsi siano simili a quelli di un gambero, come dire, che certe disavventure della nostra generazione, certi ritorti pensieri, certe azioni malevole e disumane forse, forse traggono origine proprio dal fatto che un cristiano se così si vuole considerare non abbia più neanche la più pallida idea di cosa voglia significare il voler pregare ogni giorno per qualcuno con Amore, rispetto e devozione.Gli studenti debbono essere  invitati a riflettere  e su come sia indispensabile rapportarsi agli altri in funzione di un qualcosa che possa guidare i propri atti.

Siamo più liberi ma certi libri non ci indicano più la strada maestra e ci si perde in strade pur cittadine che però conducono verso viottoli incustoditi dove si calpestano anche i più sacrosanti diritti umani.

C’è da chiedersi e da interrogarci se occorra riavvicinarsi e guidare verso  rette vie e per quali motivi validi se anche ce ne fossero, si continui a ritenere che sia una libertà il poter scegliere sull’esonero dall’ora di religione…Non sarebbe meglio inserire un supplemento in ogni libro sussidiario che si rispetti di almeno qualche preghiera magari come si dice oggi multietnica che ogni studente delle più varie confessioni presente possa ritrovare tra le righe il consolidamento del proprio credo?

Insomma, la crisi dei valori si paga anche per questo modo di accantonare il messaggio veritiero e  costante che nonostante i nostri progressi, la storia del libro si manifesta in modi desueti ma continua a farci intendere che la verità di chi scrisse altre verità non si affonda con l’evoluzione più spinta ma che il progredire è sempre fondato sul ricordo e sul rispetto di quel che di buono c’è stato anche nei secoli scorsi. Insomma, crediamo di essere informati invece non abbiamo i più minimi strumenti per poterci meglio barcamenare in un sistema di mondo che tende a vacillare.

I libri continuano a parlare…e il passato ci chiede il conto alla fine dei propri errori e dimenticanze e sottovalutazioni.

M.Gabry Conti

Studentessa a vita

Roma, 10 maggio 2014

p.s. forse converrebbe pensarci un po' su...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sport del Calcio e dintorni....

Post n°1195 pubblicato il 04 Maggio 2014 da freeminoi
 

Sui fatti criminosi accaduti ieri nei pressi dello Stadio per la partita di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, si  sono dette molte cose tra le quali che non sia stato a causa dello sport del calcio, neppure per scontri di tifoserie e ultrà e tantomeno per questioni di denaro. E allora, cosa ci rimane sul tavolo sui cui riflettere per capire quali siano le cause.

E’ certo che stia venendo sempre meno in ogni ambito e non solo  sportivo il rispetto per la vita.

Viene meno il rispetto perché comunque a comandare sono sempre gli interessi personali, individuali e sempre e soltanto per discordie e dissapori che scaturiscono proprio essenzialmente da lacunose carenze di  rispetto verso il prossimo.  E credo fermamente che a farla da padrone è sempre essenzialmente  il dio denaro.

Lo sport nasce come elemento ludico e massimamente insegnamento alla disciplina sportiva.

Oggi, lo sport è passatempo, intrallazzo e progetto economico nonché fonte di guadagno.

Dovrebbe essere fondamento di condivisione, di crescita e di utilità preventiva contro derive di malcostume e incremento della medicina preventiva per la salute umana.

Non è così.

Lo sport e le società sportive sono essenzialmente fonte di guadagni e questo guida tutta la storia sportiva.

Se il nostro Presidente Napolitano mi chiedesse  chi indicherei da  nominare Cavaliere del Lavoro della nostra Repubblica, sicuramente di nomi ne avrei veramente pochi e sarebbero soltanto quelle persone che amano lo sport, lo rispettano, lo esercitano  e lo sostengano ma senza mettere in tasca neanche un centesimo. Questo tipo di persone quasi non esistono. Basterebbe guardare i  conti bancari  delle personalità che bazzicano  l’ambiente sportivo o il numero di case di proprietà il cui possesso non si giustifica neanche con le più ardenti passioni sportive e tantomeno con gli esigui redditi denunciati e quindi, quasi tutti sono evasori fiscali ufficiali perenni. Parlano di sistemi di redditometri ma sarebbe tanto facile scoprire fior di evasori partendo da tutti coloro che pur percependo salari medio-bassi conducono vita super agiata e non si fanno mancare niente: allora c’è da chiedersi, perché non si riesca a fermare questo mondo di interessi macroscopici che gira intorno al mondo dello sport. Cosa questa impossibile da realizzare perché si avrebbe soltanto un numero maggiore di disoccupati. Almeno  ritornino ad essere rispettati quei principi sacrosanti che rendano la pratica sportiva, sia come dilettanti che professionisti, motivo e mezzo  per crescere, maturare, scambiare valori e dare esempi da ammirare e seguire.

Con l’onestà e il rispetto reciproco forse certi episodi da criminali non accadrebbero e se invece  succedono è perché nonostante tutto, il mondo  e la società è coerente con se stessa e si rappresenta come essa è maggiormente reale e ne pagano le spese anche coloro che onesti e rispettosi lo sono

Cambiare questo modo  errato di esistere si può e si deve fare e questo credo sia il progetto politico di Renzi.. Lo sport deve essere inteso come sano esercizio fisico ma per coloro che abbiano di sano anche la mentalità.

CMG

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Grazie Papa Francesco...

Post n°1194 pubblicato il 12 Aprile 2014 da freeminoi
 

Visita guidata  ai Giardini della Villa Pontificia Barberini a Castelgandolfo.

Dal 1° marzo 2014 Papa Francesco ha voluto riservarci un bel dono.

L'apertura della Villa Barberini e giardini a Castelgandolfo al pubblico.

Lo ringrazio di cuore perchè il luogo è una benedizione per gli occhi.

E' una visita-passeggiata che vale la pena di percorrere.

Un'immersione nel verde tra giardini all'Italiana, viale dei lecci, viale delle rose, anfiteatro romano, viale dei ninfei, Giardino della Madonnina, Giardini del Belvedere,giardino della Magnolia, viale delle erbe aromatiche, criptoportico di Domiziano.

 Un itinerario veramente splendido da dove si gode una vista su Roma fino al Mare tra alberi secolari e piante spontanee e glicini rigogliosi.

Consiglio di non perdere questa occasione unica di visitare questo luogo incantato  che ci ha elargito Papa Francesco con immensa generosità.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Un Presidente del Consiglio...è sempre un Presidente del Consiglio...

Post n°1193 pubblicato il 10 Aprile 2014 da freeminoi
 

 

Finora ho voluto fare dell'ironia, ma confesso di non essere in grado di giudicare nessuno come semplice cittadina non ne ho il diritto.

Quindi, ritengo che  essendo stato  Presidente del Consiglio non si può pensare che vada ai servizi sociali. Occorre pensare che milioni di cittadini lo hanno votato e quindi ci vuole rispetto verso quel popolo.

E poi, che servizi sociali sono, una mezza giornata a settimana, ma allora a me dovrebbero dare una medaglia che tutta la vita con genitori malati altro che servizi sociali ho svolto...

Insomma, non mi piace giudicare non è il mio mestiere preferito - "chi sono io per giudicare"...lo ha detto il Papa.

Buonanotte!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Tutti i nodi vengono al pettine...segue LISTAdellaSPESA

Post n°1192 pubblicato il 09 Aprile 2014 da freeminoi
 

segue LISTA della SPESA...

Oggi ho sentito dire che  Berlusconi sarà forse indirizzato ai servizi sociali in una casa di riposo.

La scelta se sarà questa non mi sembra sia biasimabile perchè col carattere che ha Berlusconi se dovesse andare in una casa di riposo ringalluzzirebbe tutti gli ospiti e questo farebbe un gran bene e una buona azione..

Inoltre, siccome la - livella - di Totò, esiste ed è come la bilancia della giustizia, ricordo bene che nel governo Berlusconi lui promise che tutti i pensionati avrebbero preso una pensione non inferiore ai 500 euro.

Promessa non mantenuta, anche se penso che di INPS lui non se ne sia potuto occupare e quindi durante il suo governo e non solo sotto il suo, molti pensionati pur avendo cominciato a lavorare da minorenni, pur avendo contributi regolari e versamenti in regola, pur essendo anche invalidi al 100% hanno continuato a recepire molto meno di 500 euro...ma addirittura 240 euro. Ora nutro sempre un dubbio, fu un errore di calcolo o qualcuno ha goduto della pensione al posto di un altro?

Per tutto questo, penso che Berlusconi ai servizi sociali in una casa di riposo possa fare molto del bene e sia utilissimo. Io le ho frequentate le case di riposo e confesso di aver imparato moltissimo da tutti gli ospiti anziani e ognuno di loro ha belle storie da raccontare e con uno come Berlusoni può anche darsi ne possa nascere o una bellissima e utile fiction o anche un film sulla realtà, di quel verismo che sui grandi schermi manca da fin troppo tempo...

Saluti cari e fatemi sapere dove andrà che se posso andrò a fare una partitina a briscola con lui...e a cantare "O mia bela Madunine e Roma nun fà la stupida stasera..."

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »