Creato da GAGLIARDO750 il 19/11/2007

Attendiamo le riform

Che lega sia da padrun non dimentica chi siamo noi

 

 

R@P GIOVANI DI BASILICATA

Post n°47 pubblicato il 07 Settembre 2013 da GAGLIARDO750
Foto di GAGLIARDO750

E’ nata a Potenza l’associazione R@p giovani di Basilicata06/09/2013 17:22

BASILICATANET  Si chiama Rete per L’Autorganizzazione Popolare (R@P) ed è una nuova associazione nata a Potenza. L’Associazione – sottolinea l’ufficio stampa in una nota - rappresenta uno stimolo a coinvolgere nelle attività culturali, sociali e politiche il maggior numero di persone “consapevoli della necessità di impegnarsi per modificare e migliorare la qualità della vita. Un’ipotesi tutta da sperimentare attraverso la partecipazione ad iniziative, proposte e attività svincolate da criteri d’appartenenza ad un partito o ad una sigla sindacale che, sebbene collaboreremo con le istituzione manterremo sempre un’autonomia sia di pensiero che di azione; un mezzo in più per realizzare progetti, idee, iniziative d’interesse culturale e sociale secondo lo spirito di solidarietà e i principi mutualistici espressi nello statuto”. La prima iniziativa che si sta realizzando – continua la nota - è un centro di aggregazione giovanile; non solo, l’informazione sarà il frutto di uno scambio di idee, di esperienze e di condivisione per ridare dignità alla vita delle persone e costruire una socialità consapevole e attiva che guardi agli interessi collettivi: il bene comune.

 
 
 

RIFONDANZIONE C'E'!!!!!PER CAMBIARE IL PAESE:RIVOLUZIONE CIVILE CON LA LISTA INGROIA

Post n°46 pubblicato il 03 Febbraio 2013 da GAGLIARDO750
Foto di GAGLIARDO750

IL PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA C’E’, SOSTIENE LA CANDIDATURA DI ANTONIO INGROIA E  DELLA SUA LISTA PER CAMBIARE IL PAESE.

 IN ITALIA C’E’ BISOGNO DI SINISTRA ,DI UNA RIVOLUZIONE CONTRO IL GOVERNO BERLUSCONI E IL GOVERNO MONTI, PER UN’ALTERNATIVA AL NEOLIBERISMO.
Il vero voto utile contro le destre populiste e tecnocratiche è per la lista Ingroia Rivoluzione Civile.
E’ sempre più evidente che il PD,dopo averne sostenuto il governo uscente,si alleerà nuovamente con Monti, come più volte dichiarato dai suoi massimi esponenti con o senza Vendola. Per questo il PD si rifiuta di modificare le politiche inique che sono state fatte sul fisco, le pensioni, i diritti del lavoro, la TAV e non vuole nemmeno la patrimoniale. A sfuggire all’estero non sono i patrimoni ma le liquidità delle banche,caro governo amico. Il Programma di Rivoluzione Civile vuoleredistribuire la ricchezza con una tassazione progressiva, eliminando l’Imu sulla prima casa e introducendo una patrimoniale sulle grandi ricchezze. Vuole creare occupazione per i giovani
con un piano per il lavoro e l’ambiente. Vuole tagliare le spese militari e i privilegi della politica.
Rivoluzione Civile si riconosce nei valori della Costituzione e dell’antifascismo e si impegna a difenderli.

 

 
 
 

Apertura del Circolo Sinistra Unita "Lavoro e Libertà" a Calvello (PZ).

Post n°45 pubblicato il 17 Settembre 2012 da GAGLIARDO750
Foto di GAGLIARDO750

DOPO UNA TORRIDA ESTATE NON CI RESTA CHE …….

SORRIDERE! BUONGIORNO!!! Eh ACalvello in lgo Chiazzodda   l' 8sett. apre un nuovo circolo,quello della Sinistra Unita “Lavoro e Libertà”(aderiscono i partiti della sinistra radicale SEL, PRC-FDS e Verdi).Unità non unicità, o unità obbligata che non unifica assolutamente nulla. La vera unità  è stata raggiunta con la piena libertà di agire senza capi corrente, capi bastoni e leaderismi. Niente Casini, Berlusconi e Bersani. Dal basso a sinistra bisogna partire per costruire un’alternativa inclusiva e plurale. C’è bisogno di sinistra anche a Calvello. Cittadini non sudditi partecipate attivamente al gruppo di cittadinanza attiva che vuole  cambiare. Perché cambiare si può e si deve.Basta ai tatticismi e alla politichese. Basta al clientelismo e al familismo. Intitoliamo il circolo a due valori cardini di cittadinanza l’uno a completezza dell’altro,quando mai attuali. Il lavoro resta il  fenomeno sociale di emancipazione per i movimenti operai e contadini che lottavano per la dignità e la democrazia nei primi del novecento, per i movimenti studenteschi e femministi nel ‘68 e sarà un banco di prova nel futuro per le nuove generazioni. E come ricordava G. Di Vittorio bisogna lottare per il pane e per i diritti. Oggigiorno i diritti vengono negati e il tenore di vita è in calo. Di contro le parole d’ordine Privatizzazione  e Precarizzazione,sono processi che sfuggono dal controllo pubblico sulle assunzioni, sugli investimenti e sono i risultati di un capitalismo sfrenato e di un neoliberismo accecato che durante questi anni ci hanno portato alla crisi. I profitti dei privati e dei banchieri distruggono il ceto medio  e ai giovani zero diritti che si avviano al mercato del lavoro  con una paga di  300,00 euro al mese vengono date poche speranze e calpestati nell’anima. Siamo alla follia pura! Non esiste più lo stato sociale o meglio non si è più tutelati dal rischio di povertà e di sfruttamento. Salario garantito per tutti!!!

L’amministrazione di Calvello,non è da meno, pur disponendo di molte risorse economiche non frena con il suo operato questo sciame devastante, pertanto chiediamo chiarimenti sulle risorse destinate alle distrazioni locali (costi-finalità e obbiettivi raggiunti) e la stabilizzazione dei lavoratori precari iscritti nel libro paga del comune con un  salario minimo di 600 euro mensili sulla base delle ore lavorate e conseguente regolare contribuzione ai fini pensionistici, e nuove forme di vera occupazione, perché come cita la Costituzione Italiana,art.36-Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione .. e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa. Procediamo in direzione ostinata e contraria a difesa dei giovani e dei ceti più deboli.

Calvello 08/09/2012. 

 
 
 

Il pd di Calvello mostra tutte le sue debolezze!!

Post n°44 pubblicato il 09 Maggio 2012 da GAGLIARDO750
Foto di GAGLIARDO750


 

IL risultato elettorale alle amministrative era prevedibile, dopo i vari giochi di posizionamento, ma il divario di voti non  di questa portata. Il Pd mostra all'interno della sua formazione una lettura sbagliata della realtà e l'inconsapevolezza ad affrontare seriamente i problemi e le richieste della cittadinanza, sempre più lontano dal popolo e sempre meno presente e partecipe alla vita della pubblica amministrazione. L'assenza del partito ,come struttura organizzativa e anche gerarchica,e la sfiducia dei cittadini portano a pensare che l'individuazione dell'interesse personale del singolo cittadino debba essere prioritario ed esclusivo dimenticando le proposte di un'alternativa costruttiva e il prodigarsi per il Bene Comune che non solo l'elettorato non conosce suo malgrado, ma anche i componenti della segreteria del partito stesso.

 Il Gallicchio bis piace o non piace è frutto del vostro modo di gestire il partito e le alleanze con le altre forze di sinistra e per non parlare dei requisiti e privilegi che gode il partito di maggiore espressione dell'area( dotato di circolo e rappresentanze politiche a tutti i livelli) mantenendo però una posizione ambigua nella sinistra a volte indifferente altre volte arrogante,e sempre meno rappresentativa delle istanze di una popolazione che soffre l'assenza di lavoro e l'emorragia dei giovani.

Un paese che non investe sui giovani è un paese senza futuro, destinato a scomparire.

Piena occupazione e nuove forme di investimento per l' inserimento dei giovani nel mercato del lavoro con tutele e diritti che partano dal reddito minimo garantito per tutti e agevolazione alle imprese che assumono, alla formazione professionale e allo sviluppo di nuove idee imprenditoriale nei settori di vocazione territoriale.

Buon lavoro nuova amministrazione!!!

  P.S.RICORDIAMO AL SINDACO BIS: NON DIMENTICHIAMO L’IMPEGNO SUL TAVOLO APERTO CON L'ENI SULLE PROMESSE DI SVILUPPO TERRITORIALE E LA TUTELA AMBIENTALE.

La Segreteria del Prc-Fds di Calvello-Luciano Picerni

 

 
 
 

Comunicato stampa elezioni comunali 2012 Calvello

Post n°43 pubblicato il 13 Aprile 2012 da GAGLIARDO750
Foto di GAGLIARDO750

Rifondazione Comunista - FdS di Basilicata esprime un netto giudizio di contrarietà e disappunto su come si è conclusa la vicenda delle presentazione delle liste per le elezioni comunali di Calvello, in merito al comportamento della coalizione di centrosinistra e del Partito Democratico in particolare.Rifondazione Comunista - FdS di Calvello, insieme ad altre forze politiche della sinistra ed ecologiste ha dato vita, in maniera legittima e trasparente, ad una aggregazione che nella realtà locale, partendo da un punto di vista comune sulle questioni sociali ed ambientali, si è poi confrontata con le altre forze di centrosinistra per dare vita ad una coalizione che cercasse di dare vita ad un nuovo percorso in occasione delle comunali. Anche a Calvello, come in altri comuni lucani, prima di poter parlare degli scottanti problemi con cui un amministrazione comunale deve avere a che fare, si è impattato con tutto il coacervo politicista derivante dai rapporti delle diverse anime che convivono all'interni del PD e dei diversi interessi locali che queste salvaguardano, dal rapporto che ognuna di queste anime ha col Partito-Regione e dal rapporto tra questo e altre forze del centrosinistra e i loro interessi locali. Per mediare tra tutte queste dinamiche in gioco, si è tenuto aperto nel periodo precedente la presentazione delle liste un tavolo del centrosinistra a livello provinciale. A questo tavolo, pur tra mille perplessità e difficoltà, hanno presenziato anche rappresentanti di Rifondazione Comunista e della Federazione della Sinistra non per partecipare al gioco delle postazioni e delle “compensazioni”, ma per far vivere nei comuni, dove fosse stato possibile, la possibilità di inserire punti di vista che potessero parlare di un diverso approccio sotto l'aspetto sociale, economico ed ambientale. In particolare ritenevamo interessante parlare di queste tematiche in occasione delle elezioni in un comune come Calvello che può essere ritenuto emblematico essendo inserito in un area di forte valenza ambientale e naturale aggredita in maniera scellerata dalle ricerche ed estrazioni petrolifere senza aver avuto un sostanziale beneficio sociale ed economico. L'impasse politicista verificatasi a un certo punto ha portato la discussione riguardante Calvello ad essere affrontata in una riunione ad hoc di questo tavolo, dopo le consuete schermaglie e i consueti tatticismi, e sempre con la questione programmatica relegata sottotraccia, si è arrivato ad un accordo che prevedeva la presenza nella lista di due rappresentati delle forze di sinistra ed ecologiste, cosa che per noi, lo ribadiamo, non è una questione di posizionamento, ma di avere la possibilità di apportare contenuti “altri”, che mettano un piccolo comune in grado di condurre diversamente le questioni sociali ambientali. A poche ore dalla presentazione , nonostante al tavolo provinciale a rappresentare il PD, e a ratificare l'accordo, fossero presenti ben due proconsoli locali come Ignazio Petrone, sindaco di Pignola e Gerardo Ferretti, presidente della comunità montana Alto Basento; dalla lista sono scomparsi i candidati della sinistra, sostituiti da cosiddetti rappresentati della “società civile” portatori di fantomatici pacchetti di voti.Denunciamo la malafede con cui si è in maniera surrettizia impedito, visto le poche ore a disposizione, la possibilità di presentare alle forze di sinistra una propria lista una volta cancellati da quella su cui si era sottoscritto un accordo.Denunciamo il palese disinteresse, oramai manifesto, nei confronti del futuro dei cittadini di Calvello che, a questo punto, sono relegati a sottofondo di futuri posizionamenti elettorali dei vari maggiorenti del PD.A questo punto il PD può anche vincere le elezioni a Calvello ( sempre che sia realmente interessato a questo esito) ma nulla cambierà in questo comune se le reali questioni vengono come al solito messe sotto il tappeto. Forse si è pensato di nasconderle senza la nostra scomoda presenza alle elezioni comunali, ma in questo caso si è sbagliato di grosso. Saremo nelle piazze e nelle strade di Calvello e di tutti i comuni lucani a parlare di diritto al reddito e al lavoro spezzando i vecchi e nuovi clientelismi; a denunciare la scellerata aggressione al territorio, alla salute all'ambiente, all'economia, al convivere sociale stesso, conseguenza delle forsennate corsa alle estrazioni petrolifere; a proporre un modello economico e sociale che possa fermare l' emorragia delle forze giovani e vitali della nostra regione che è sempre più la regione del “non futuro” . Lo faremo a Calvello come negli altri comuni lucani dicendo no ai diktat delle multinazionale e ai biechi e spiccioli interessi delle camarille politiche locali. Calvello PRC-FdS

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

GAGLIARDO750frare71antoniopicerniaquila250DRAGO_18ecodellacoscienzafabio_ole0delfina_rosaFanny_Wilmotletizia_arcuribelladinotte16aishalunaerbettaprofumatalacky.procinoLORD_DEVID_2013
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30