Creato da g.nr il 11/12/2009

GattoNeroRandagio ©

Viaggi di parole_tana di idee

 

 

EVO, AVO, PSSSST.

Post n°33 pubblicato il 28 Giugno 2010 da g.nr


Volevo dirti che.

Volavo darti chi.
PSSSST.

Paracadute, Cadoparate.
PSSSST.


 
 
 

LATTE+SA

Post n°32 pubblicato il 20 Gennaio 2010 da g.nr


L'attesa è un ippopotamo rosa.
Che se ne sta placido nell'acqua bassa.
Attende la barca più fragile. Forse la punta.
Forse la rovescia.
Forse no.

Fammi succhiare il tuo seno sinistro.


 
 
 

15

Post n°31 pubblicato il 23 Dicembre 2009 da g.nr


Ho 15 anni e una botte mezza vuota sulle spalle.

15 piccole edere sulle gambe, 15 piccole cicatrici.
15 voglie, 15 desideri, 15 pesci nell'acquario.
15 schegge di legno, 15 biscotti di pasta frolla.

Ogni 15 anni la mia botte si riempe sempre un po'.


 
 
 

P_I_ACE

Post n°30 pubblicato il 19 Dicembre 2009 da g.nr


Se trovo la pace non cerco la pace,
se cerco la pace non trovo la pace.

Pace-pece-pace-pece-pace.

La pace è un pesce sdrucciolevole e luccicante.
Un aliante con le ali fini di cartone.
Un virus che droga poi muta e distrugge.

Pace-tace-pace-tace-pace.

Sì. Ora ho la pace, mi piace.


 
 
 

ANGELETTA HA PERSO UN PIEDE

Post n°29 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da g.nr


Angeletta camminava per strada e camminando ha perso un piede.
Tutta colpa del ghiaccio -maledetto- che se lo è mangiato.

Saltellando sul piede risparmiato Angeletta è arrivata fino a casa
Rompato.
Neanche a farlo apposta, proprio all'ora del tè.
Ha scalato sulle mani i 107 gradini e appena dentro l'antro ha esclamato:
<<Ho dimenticato in strada il corpo del reato!
                                         Nell'umido l'avrei buttato!>>


Adesso Angeletta ha un piede in meno e per consolarsi beve tè bollente.
Direttamente dal beccuccio.
Sospesa come una gru, capelli mossi e naso all'insu.


 
 
 

OSTINATO

Post n°28 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da g.nr


Ostinato riprovo e riprovo.
Appena finito ci riprovo.
Mi assassino ma non mollo.
Il mio castello di sabbia asciutta. Starà in piedi.


 
 
 

ANNARELLA

Post n°27 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da g.nr


Annarella era così
pennello sporco di acquerello dopo quadro astratto.
Mangiava poco, rideva tanto.

I suoi occhi avevano lo scatto di un trapezio scaleno
inscritto in una noce.
Parlava poco, osservava tanto.

Passeggiava e passeggiando accarezzava
i suoi gatti randagi - collo forte baffi lunghi.
Sognava poco, viveva tanto.

Annarella, ti ricordi del tuo gatto mulatto?


 
 
 

ANGELA GELA

Post n°26 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da g.nr


Stretta stretta a me col suo caschetto marsh-mellow.
Buca, saltello. Buca, saltello. Tum!
Fredda freddissima l'aria si appiccica al naso minuto.
Le calze doppie avvolgono, le scarpe pelose bardano.
Buca, saltello. Buca, saltello. Tum!

Angela sfreccia (accoccolata a me).
Le guance rosse, le braccia che si stringono a morsa.
Le rido nello specchietto e bonk! Sbatte il casco sul mio.
Angela mi chiama, attenta le dico.
<<Voglio caffè!>>

Le sue manine sottili son pallide, color pergamena.
Angela gela, vuole il suo caffè.
Mi fermo, parcheggio, troc troc troc chiudo.
Entriamo nel bar.
Angela beve: lungo, amaro, bollente.
Sorseggia piano, cala il tramonto e si alza la sera.
Angela gela? Non gela più.


 
 
 

S S T E S V D L

Post n°25 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da g.nr


Sangue. Sangue tuo. E solo voglia di leccarlo.
                          Lingua. Lingua tua. E solo voglia di farla sanguinare.


 
 
 

MINA_RETO

Post n°24 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da g.nr


Perché devi minare il mio minareto?
Rispettami, lasciami osannare, fammi respirare.
Tu dici: a casa mia la tua croce sarebbe bruciata?
Forse: ma il taglione non è mai una buona ragione.
Pari dignità la tua croce, il mio minareto, la sua vacca sacra.

                                          Tolleranza è una parola velenosa.
                                          Tu mi tolleri, io ti tollero, lui ci tollera.
                                          Che bisogno c'è di tollerarsi?
                                          Siamo uguali. Identici. Medesimi.
                                          Stesso sangue, stessa carne, stesso cervello.
                                          Unica differenza la casualità della nascita.
                                          variabilità delle esperienze.

Vieni da me, vengo da te, sorridiamoci sul bus.
Ti offrirò il mio kebab, mangerò la tua pizza.
Ti racconterò le mie storie, mi racconterai le tue.
Non pensare di civilizzarmi, educarmi, salvarmi.
Farò il mio corso, farai il tuo corso.
Scambiamoci, fondiamoci, mixiamoci.


                                          Dalla notte dei tempi lo stivale
                                          è un calderone confuso.
                                          Matematici arabi, predoni cartaginesi,
                                          mercanti persiani, sanguinosi germani,
                                          raffinati francesi, potenti spagnoli.
                                          Chi è chi? Chi viene da dove?
                                         
Che importanza ha chiederselo?
                                         
Perché manifestare la propria appartenenza
                                          con il sangue?

Che senso hanno le crociate? L'evangelizzazione sudamericana?
La logica delle bombe per un pozzo di petrolio?
Nessuna. E non puoi pretendere che la mia casa distrutta
mi lasci indifferente.

                                          Tollerare fa già rima con discriminare.

 

 
 
 

GLI ODORI

Post n°23 pubblicato il 17 Dicembre 2009 da g.nr


25 dicembre: questione di odori.
Acri che vengono da lontano.

Smog pietrificato nell'aria gelida.
Pelo di cappotti, termosifoni roventi.
Panni umidi.
Ciambelle allo zucchero.
Cappa di fumo in locali bassi, stivali di cuoio.
Pioggia tagliente. Spezie.

Un traghetto che solca il lago:
non era Natale.

 

 
 
 

S

Post n°22 pubblicato il 17 Dicembre 2009 da g.nr


S.
Volevo dire scopare.
Solo una S mi è uscita dalla testa.
Ci devo riflettere.
La parola non mi piace e io non mi piaccio un granché.

Stamattina ho rovesciato il caffè sulle S.
Scarpe.
Color ghiaccio, un colore che si S.
Sporca.

L'attinenza è lampante, anche la malattia.
Il dominio quasi assoluto della ragione sulle forze del M.
Male.
C'è qualcosa di male. C'è qualcosa di male?


 
 
 

K-TAT

Post n°21 pubblicato il 17 Dicembre 2009 da g.nr


Dimmi dammi diktat.
Dimmi dammi dimmi do.
Denigra digrigna deflora devasta.
Dondola donnola dannosa dannami.

Diktat diktat dik-tat dik-tat-tat-ra-ta-ta-ta-tat.
Depura depila disincaglia
dipana.

 

 
 
 

NEL

Post n°20 pubblicato il 15 Dicembre 2009 da g.nr


Nel silenzio c'è l'alicanto e io scendo nel mio buco.
E l'alicanto mi segue ingollando gli ultimi resti di argento.
Accendo incenso, riaccendo, dall'elevato potere irritante.
Scendo nel mio buco dove le rocce cangiano.
Verde nero grigio nero verde grigio. A volte blu.
Abituati, gli occhi. A vedere quando c'è ben poco da vedere.

Vorrei semplicemente non conoscere parole.
Evitare in special modo le vocali.
Dilettarmi in suoni gutturali, discorsi iniettati d'istinto.
Fiale colme di senso gettate giù, per la scarpata più aguzza.
Comunicare con l'odore. Fondere sapore.
Sciacquarmi via tutto con un pugno di sabbia.

                                          (Ho paura del mio buco ma non potrei uscirne.)


 
 
 

CODICE

Post n°19 pubblicato il 14 Dicembre 2009 da g.nr


Trova il codice!
Trova quel cazzo di codice!

Bastardo, il codice!

- - - - - - - - -
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Analizza
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Traduci
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Decodifica
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Trascrivi
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Trasmetti

Quel cazzo di codice!
Veloce!
Voglio il codice!

Ti prego, dammi il codice...


 
 
 
Successivi »
 


 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vitalina.yakovkaninokenya1Io.maddyunamamma1ZETAMATalmera1974Smilla79AttimiEterniitaliantheater04Ramona_dgl1michelangeloamatoremidimarepsicologiaforensecharquai67luli.11
 

ULTIMI COMMENTI

Buongiorno! un sorriso..Hengel
Inviato da: hengel0
il 29/06/2010 alle 08:11
 
sì, ma che fatica.
Inviato da: g.nr
il 17/12/2009 alle 12:19
 
Mi piacciono le parole. Le parole cannibali, le parole...
Inviato da: nastenka_d
il 16/12/2009 alle 10:41
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom