Creato da: hermesgemini1 il 02/01/2009
poesia, arte, letteratura

I miei link preferiti

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

hermesgemini1EssehbiNues.scall.me.Ishmaelfrancescoleondalberochristie_malryantropoeticoperladilunaviolagiovanni80_7moschettiere62Kimi.777pantarei99vivi64vttedoforo3
 

Ultimi commenti

scintille infinite, si bellissimo...
Inviato da: hermesgemini1
il 13/08/2015 alle 01:31
 
Scintille d'infinito .. bellissimo
Inviato da: Nues.s
il 12/08/2015 alle 17:15
 
Amo i riflessi che sanno scolpire le parole. Se sanno...
Inviato da: Nues.s
il 19/08/2014 alle 18:24
 
come il tuo pensiero, un battito d'ali...
Inviato da: hermesgemini1
il 19/08/2014 alle 13:09
 
Tocchi il cuore. Cos'altro ..
Inviato da: Nues.s
il 12/07/2014 alle 23:16
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

Sentirsi dire “non aver paura” è bellissimo.

Post n°46 pubblicato il 11 Agosto 2015 da hermesgemini1

 

 

Scorre con piccoli vortici la vita dentro di me,

pensarti mi fa sobbalzare.

Ho l’animo aperto e il cuore sgombro,

e posso accogliere le brezze del tuo cuore,

in movimento come il mio.

 

Forte e vigoroso, eterno il nostro amore

attraversa il tempo;

ma voglio vivere ora, come fummo non m’importa.

 

Sospesa tra i ricordi del passato e l’amore di oggi,

com’altalena che attraversa la vita dondolando sulla sabbia,

mi abbandono.

Che potere che ha il mare,

e i suoi occhi, che di notte attraversano abissi.

 

Le sue onde si offrono a me,

come i tuoi sospiri,

amor mio, e si tirano indietro col risucchio delle onde,

e si fanno avanti con l’alta marea.

 

Sentirsi dire “non aver paura” è bellissimo,

è come accogliere l’amore nelle mani,

o ascoltare il cuore di un fiume in piena,

o correre sul magma di un vulcano,

o gioire guardando le stelle e  i sogni abbandonati nel cielo.

 

Ripongo il mio amore al sicuro, nella foce segreta del fiume,

con gazzelle e muschi dorati, e uccelli che gorgheggiano vita.

 

Ritroverò per sempre la strada,

 strapperò via foglie e licheni,

e quando gli dei calpesteranno di nuovo la terra,

io sarò lì e offrirò miele e frutti e spighe d’oro tra i miei capelli.

E, non aver paura, sarà bellissimo

sentire un solo battito,

un solo respiro,

un solo odore,

un solo,

si.

 

Maria Fabbricatore

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »