Community
 
iaio59
   
 

Poetìa

Poesie del Corado da Caoriana

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

TRASUMARE...

Post n°81 pubblicato il 30 Marzo 2014 da iaio59


Sentimenti puri
quasi trasparenti
mi sfiorano...
Voli radenti
di bianca essenza
d'anima rarefatta.
Ali spiegate
veleggiano verso l'universo
mentre inclemente
impatta la sera
in un cielo ormai terso...

 

 

 

 
 
 

QUESITO NATALIZIO...

Post n°80 pubblicato il 23 Dicembre 2013 da iaio59

 

DENÀNZI AL PRESEPIO

 

Denànzi al presepio, pena ruà

en matelàt de quei furèsti

el m'à domandà: «ma 'ndó Èl,

che la cùna l'è ancór vòida,

e gh'è demò el bò e l'asenèl?".

Ghe respòndo sotovoze:

«el popìn l'ariverà,

gh'è so mama che 'l lo spèta,

e gh'è ànca el so papà!.

La cicògna co 'sto tèmp

l'èi restàda 'mpegolàda

e la spèta demò en momént

che ruàssa sta fiocada...

Ma vedràs che po' sta nòt

quan che cùca fòr la luna

quan che él bàte mezanòt,

la Lo pògierà 'nté la cùna»!.

Demò alór, par en momént

tuti ensèma par la man

saron tuti en pò fradèi

tuti fiòi de l'istes Mondo,

na speranza ... par doman.

DAVANTI AL PRESEPIO - Davanti al presepio appena ultimato / un bambino straniero / mi ha chiesto: "ma dov'è, / che la culla è ancora vuota, / e c'è soltanto il bue e l'asinello?". / Gli rispondo sottovoce: / «il bambino arriverà, / c'è la mamma che lo aspetta / così come il suo papà! . / La cicogna con questo tempo / è rimasta intrappolata / e aspetta solo un momento / che finisse di nevicare... / Ma vedrai che questa notte / quando apparirà la luna / quando suonerà la mezzanotte, / lei lo adagia nella culla!». / Soltanto allora per un istante / tutti assieme per la mano / saremo tutti un po' fratelli / tutti figli dello stesso Mondo, / una speranza... per domani.

 

 
 
 

IN UN ANGOLINO...

Post n°78 pubblicato il 22 Novembre 2013 da iaio59

 

MERCATALE...

Trento, è tutta in fermento!

Una città che si trasforma in un palcoscenico natalizio, e siamo al venti di novembre. Tra qualche giorno si inaugureranno i mercatini!

Trento-Italia, Stazione Mercatale, si arresta il vagonee scende Babbo Natale. Lunga sosta al mercato, capezzale di un Dio malato. Sorrisi compiaciuti, venditori di fumo, mercanti risoluti! Eppure, qualche decina d'anni fa nessuno si sognava di profanare il mese dei morti per quella che possiamo definire "iniziazione profana".La contaminazione del Santo Natale!

Ès vegnù al mondo nùt... Ma po', valgùn el t'à vestì da festa, metèndote 'n gabàn, guanti e mon but. Ma, a mi, negùn me lèva da la testa che ès vegnù al mondo nùt. E, a quel "Babo Nadal" vegnù da oltre confìn, te preferiso sèmpro Ti ... Gesù Bambin.

-Sei venuto al mondo nudo... Ma poi, qualcuno ti ha vestito a festa, mettendoti un paltò, guanti e monn boot. Ma, a me, nessuno mi toglie dalla testa che sei venuto al mondo nudo. E, a quel "Babbo Natale" venuto da oltre il confine, preferisco sempre Te .... Gesù Bambino.-

Forse tra un mese, in un angolino, apparirà ancora Gesù Bambino! 

 

 
 
 

PELLEGRINI...

Post n°76 pubblicato il 09 Novembre 2013 da iaio59


Riflessioni sulla cima: 
L'òm del domili / l'à le man enciodade /  su i braci de na cros / e 'l cao presoner / de 'n scartòc, comprà / su la piazza del mercà! -L'uomo del duemila / ha le mani inchiodate / sulle braccia di una croce / e la testa prigioniera / di un cartoccio, comperato / sulla piazza del mercato. / 

Ieri, 7 novembre ho saltato la pausa pranzo per salire sul Cimon del To dela Trapola. Una breve pausa immerso nella quiete che solo la montagna puo' offrire! Arrivato alla sommità ho scoperto di non essere solo. Una corposa comitiva di trentini stava tranquillamente seduta ai piedi della croce "batolando"
-chiaccherando- nel tipico "patuà zitadin"... -dialetto cittadino...-
È bello scoprire che la montagna -quella vera- ha ancora i suoi fans!
Gènt  che da la zità, a peòti i vèn su da la Val -parché de 'sti tèmpi i impianti i è seradi- par gòderse la paze de ste montagne fiamazze!"
- Gente che dalla città, a piedi salgono dalla Valle -perché di questi tempi gli impianti di risalita sono chiusi- per godersi la pace di queste montagne Fiammazze!-
È bello questo sostare ai piedi di una croce, questo condividere "en rasìn de ùa co' i sòzi... -un acino d'uva con gli amici...-  Emulando una sòrta di ofertòrio (Uno di loro dispensava a tutti un assaggio di quest'uva novembrina)... 

 
 
 

SUL PONTE...

Post n°75 pubblicato il 06 Ottobre 2013 da iaio59

"Sul pònt svèntola bandéra bianca..." Una frase già sentita, titolo di una splendida canzone. Una frase significativa che non puo' passare inosservata!  I miei occhi hanno visto cose inusitate, ma i miei occhi non hanno ancora visto niente... gente!

Cosa dovranno vedere ancora questi occhi che oramai non si sorprendono di niente... gente? L'esodo forzato di migliaia di disperati, la dissoluzione di uno Stato alla mercé di politici corrotti e talvolta depravati! Una fila lunga di candidati aspiranti la poltrona, altri slogan mal-sdoganati che  inneggiano a Roma... ladrona?

 I miei occhi hanno visto un popolo sconfitto e nauseato da una politica sconsiderata. Ma, se il peggio deve ancora arrivare, i miei occhi si dovranno abituare a non vedere, a guardare altrove...  Ma dove?

SUL PÒNT...

 

I mè òci i à vìst

dedi ramaisar  'ntéi bidoni

par pò recuperar

na plécia, na pianta de salata...

Ma i mè òci

no' i à ancór vìst gnènt, gènt!

I mè òci  i à vìst

man svoltolar muci de stranfarìe

par po' scontratar na plus...

Ma i mè òci

no' i à ancór vìst gnènt, gènt!

I mè òci i à vìst

gènt far calandàri

a la mènsa dei poréti

par podér sbarcar en magro lunari.

Ma i mè òci

no' i à ancór vìst gnènt, gènt!

I mè òci i à vìst

bèse spaesate

stondar a scarmenón

chi a drìta, chi a ciànca

sbreghelar, e no' capìrne la resón...

Ma fòrsi, l'è demò el coragio quel che  manca!

Sul pònt svèntola bandéra bianca.

 

SUL PONTE... / I miei occhi hanno visto / dita rovistare nei bidoni / per poi recuperare / una foglia  di cavolo, un piede d'insalata... / Ma i miei occhi / non hanno ancora visto niente, gente! / I miei occhi  hanno  visto / mani rivoltare  mucchi di cenci / per poi contrattare una blusa... / Ma i miei occhi / non hanno ancora visto niente, gente! / I miei occhi hanno visto / gente fare affidamento / alla mensa dei poveri / per poter sopravvivere. / Ma i miei occhi / non hanno ancora visto  niente, gente! / I miei occhi  hanno visto / pecore spaesate / girovagare sparpagliate / chi a destra, chi a sinistra / belare, e non comprenderne la ragione... / Ma forse, e soltanto il coraggio quello che manca!

Sul ponte sventola bandiera bianca.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: iaio59
Data di creazione: 03/12/2011
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

btristanso_far_from_youpsicologiaforensestreet.hasslecercoilcoraggiochristie_malryDJ_Ponhziannare38MarquisDeLaPhoenixpantouffle2011diaolinmax_6_66fin_che_ci_sonoiaio59les_mots_de_sable
 

ULTIMI COMMENTI

Bellissima... e la finale devo dire...
Inviato da: diaolin
il 14/02/2014 alle 12:03
 
Ala fin "la pica de a" l' el quadro de la...
Inviato da: diaolin
il 27/11/2013 alle 10:00
 
Ges Bambino in fondo ad ogni angolo di strada solo che...
Inviato da: diaolin
il 27/11/2013 alle 09:57
 
... (senza parole)
Inviato da: btristan
il 21/11/2013 alle 19:33
 
Grazie Diablo Sempre troppo buono...
Inviato da: iaio59
il 19/10/2013 alle 13:36
 
 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom