Community
 
AlessioFerr...
   
 

IGNOTA VERITAS

MISTERI - ENIGMI - RIVELAZIONI

 
 

TAG

 

UN VANGELO SPIRITUALE

Gesù disse: "Colui che cerca, non smetta di cercare finchè non trova e quando troverà sarà commosso e quando sarà commosso contemplerà  e  regnerà  su  tutto"    Vangelo di Tommaso

  

 

LA PORTA ALCHEMICA

La Porta Alchemica, detta anche Porta Magica o Porta Ermetica o Porta dei Cieli, è un monumento edificato tra il 1655 e il 1680 da Massimiliano Palombara marchese di Pietraforte (1614-1680) nella sua residenza, villa Palombara, sita nella campagna orientale di Roma sul colle Esquilino. La villa che ora non esiste più, si trovava vicino piazza Vittorio, dove oggi è stata collocata la strana porta. La Porta Alchemica è l'unica sopravvissuta delle cinque porte di villa Palombara, sull'arco della porta perduta sul lato opposto vi era un iscrizione che permette di datarla al 1680, inoltre vi erano altre quattro iscrizioni perdute sui muri della palazzina all'interno della villa.

 

AFFRESCO CON CAVALIERI CROCIATI A CLERMONT

 

PASTORI IN ARCADIA DI N. POUSSIN.

 

L'ULTIMA CENA,DI LEONARDO DA VINCI

 
 

CHI E'?

 

MARIA MADDALENA, ATTRIBUITO A LEONARDO DA VINCI

 

SAN MICHELE ARCANGELO

 

MADONNA DEL PILERIO, COSENZA

 

LA DEA ISIDE CHE ALLATTA HORUS

 
Questo blog non è a scopo di lucro, le immagini e il contenuto degli articoli presenti, sono dei rispettivi proprietari.
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 21
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

 

« Celestino V, un papa scomodo.Giovanna D'Arco, strega... »

 SATOR, un messaggio inquietante.

Post n°4 pubblicato il 27 Novembre 2007 da AlessioFerrazzoli
 

Nella foto il SATOR di "San Pietro ad Oratorium", Capestrano (AQ)  
Il quadrato del SATOR è  uno dei misteri più affascinanti e complessi della storia.   
SATOR    AREPO   TENET  OPERA  ROTAS  
ROTAS    OPERA   TENET  AREPO  SATOR
Il quadrato è composto da una frase palindroma di oscuro significato. Palindroma, è essenzialmente una frase  o parola, che può essere letta liberamente da sinistra a destra o da destra a sinistra, senza che cambi significato. Il SATOR potrebbe avere origne nelle più antiche comunità gnostiche. Lo gnosticismo é un movimento filosofico-religioso, molto complesso, la cui massima diffusione si ebbe nel II e III secolo del periodo cristiano. Il termine gnosticismo deriva dalla parola greca gnósis (γνwσις), «conoscenza». Una definizione piuttosto parziale del movimento basata sull'etimologia della parola può essere: "dottrina della salvezza tramite la conoscenza". Mentre il giudaismo sostiene che l'anima raggiunge la salvezza attraverso l'osservanza delle 613 mitzvòt e il cristianesimo sostiene che l'anima raggiunge la salvezza attraverso la fede, le opere e la Grazia, per lo gnosticismo la salvezza dell'anima può derivare soltanto dal possesso di una conoscenza quasi intuitiva dei misteri dell'universo e dal possesso di formule magiche indicative di quella conoscenza. Gli gnostici erano "persone che sapevano" e la loro conoscenza li poneva in una classe di esseri superiori, il cui status presente e futuro era sostanzialmente diverso da quello di coloro che, per qualsiasi ragione, non sapevano. Una definizione più completa di gnosticismo potrebbe essere: "nome collettivo indicante un gran numero di sette panteistico - idealistiche fortemente diverse tra loro che sorsero da poco prima dell'Era cristiana al V secolo e che, prendendo in prestito la fraseologia ed alcuni dei dogmi delle principali religioni contemporanee, specialmente del cristianesimo, sostenevano che la materia fosse un deterioramento dello spirito e l'intero universo una depravazione della Divinità, ed insegnavano che il fine ultimo di ogni essere era il superamento della bassezza della materia ed il ritorno allo spirito Genitore, tale ritorno, sostenevano, era stato facilitato dall'apparizione di alcuni Salvatori inviati da Dio." Per quanto insoddisfacente possa sembrare questa definizione, l'oscurità, la molteplicità, e la confusione dei sistemi gnostici permette difficilmente di formularne un'altra. Adesso vediamo i luoghi in Europa dove è stato ritrovato il SATOR. In Germania, furono rinvenuti numerosi quadrati palindromi, precisamente nelle località di: Hamersleben. Halberstadt, Rosenheim, Oberraudorf. In Francia il SATOR fu trovato nel castello di Chinon, Bergfried, una casa a Puy, il castello di Jarnac, la dimora di Agnes Sorel (concubina di Carlo VII), a Beaulieu-les-Loches. A Santiago di Compostela, in Spagna. Il castello di Chinon, in Francia è un luogo di grande interesse storico-archeologico. E' importantissimo ricordare che proprio nel castello di Chinon furono imprigionati molti cavalieri templari ed il loro Gran Maestro Jacques De Molay.  I cavalieri templari, durante la prigionia, incisero sulle pietre  delle celle,  inquietanti graffiti,  i quali sono ancora ogetto di studio da parte di storici ed esoteristi.   In Italia sono stati ritrovati numerosi palindromi del SATOR per lo più luoghi templari. Nel   medioevo, il SATOR, potrebbe essere stato interpretato  così:  IL SEMINATORE (DIO) IMPRIME L’ORDINE INIZIALE (CREA), L’UOMO, CON LE OPERE, GOVERNA LE RUOTE DEL DESTINO
Questo nuovo significato, è  veramente rivoluzionario, soprattutto  nel  medioevo. Infatti in quel periodo la gente temeva Dio, o forse temeva soltanto il papato e quindi l'uomo non era certo considerato importante e la vita aveva ben poco valore.  Il messaggio del SATOR in effetti,  potrebbe non discostarsi molto dalla mia interpretazione.  La vera rivoluzione del SATOR , era affermare il principio, che l’uomo è l'arterfice del suo destino. In Italia il SATOR  è stato ritrovato in molti luoghi che  riporto di seguito:
Vercelli: in un manoscritto della Biblioteca capitolare
Verona 
Palazzo Benciolini (palazzo privato)
Pieve Terzagni Chiesa di San Giovanni Decollato (CREMONA)
Arce: su un frammento litico si può osservare il palindromo in forma incompleta.
Bolzano, Castel Mareccio
Siena, Duomo di S. Maria Assunta
Pistoia: i Templari, qui avevano una chiesa, San Giovanni del Tempio
Campiglia Marittima (LI) Pieve di S. Giovanni
Urbino (PU). Canovaccio Chiesa di S. Andrea in Primicilio
Fabriano (AN) Marischio Chiesa di S. Maria in Plebis Flexiae
Paggese di Acquasanta Terme (AP)  Chiesa di S. Lorenzo
Capestrano (AQ) Chiesa di San Pietro ad Oratorium
Monterubbiano (AP) Chiesa di S. Agostino
Collepardo (FR) Trisulti, Cartosa di Trisulti.
Campotosto (AQ): cripta della chiesa della Madonna Apparente
San Felice del Molise(CB) Chiesa di Santa Maria Ester di Costantinopoli
Magliano de Marsi (AQ) Chiesa di Santa Lucia, detta Chiesa Matrice.
Acquaviva Collecroce (MOLISE)
Pompei (NA) Pompei scavi, Casa di P. Paquio Proculo
Aosta: qui c'è un Sator Circolare. Si trova nella collegiata di Sant'Orso
Se avete altre segnalazioni scrivetemi.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ignotaveritas/trackback.php?msg=3662869

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
olish82
olish82 il 19/01/08 alle 20:31 via WEB
sarebbe interessante sapere dove è possibile trovare il SATOR in Italia
 
AlessioFerrazzoli
AlessioFerrazzoli il 22/01/08 alle 16:28 via WEB
Grazie del commento, i luoghi dove il SATOR è stato trovato in Italia, li ho riportati sul post. Ciao, torna a trovarmi.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Katia il 14/04/09 alle 09:47 via WEB
A Pompei si trova anche su una colonna della Palestra Grande
 
AlessioFerrazzoli
AlessioFerrazzoli il 16/04/09 alle 20:05 via WEB
Grazie per il tuo suggerimento. Altri quadrati palindromi, di diversa fattura furono trovati anche in medio-oriente incisi su degli ostrakon (frammenti di cocci utilizzati come supporti per scrivere) scritti in copto, e conservati al museo del Cairo. Questi palindromi con significati diversi furono investiti di poteri magici e utilizzati come amuleti.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
francesco il 25/10/11 alle 11:38 via WEB
Scusami Alessio, ma come fai a sapere degli ostrakon?Dove hai trovato la documentazione? Sto facendo un lavoro su questo quadrato e mi sarebbe utile sapere anche di questi pezzi. Poi una domanda aperta a tutti: Cosa c'è di affascinante in queste cinque parole? Scusate ve lo chiedo perchè nella mia ricerca ho constatato che c'è una 'venerazione' per questa frase. grazie per qualsiasi risposta. ps. il mio personale censimento del Rotas/Sator ad oggi è di 62 record.
 
salvatore.romeo
salvatore.romeo il 25/04/09 alle 17:57 via WEB
complimenti. ti ho aggiunto come blog amico. buona continuazione, ti consulterò spesso spero. un ciao
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Armin Rieble il 16/02/11 alle 19:04 via WEB
Penso che il quadrato del SATOR sia precristiana e si debba leggere come una serpentina (in parte) con la riga terza ripetuta: SATOR OPERA TENET - TENET OPERA ROTAS Il creatore tiene le sue opere - Tiene le ruote con cura. Vedi anche: La tavola pitagorica ed il quadrato del sator
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
emilio il 01/08/10 alle 17:40 via WEB
Penso che il quadrato del sator risalga a un tempo romano precristiano. Il quadrato si dove leggere come una serpentina (in parte) e la riga terzia due volte: SATOR OPERA TENET - TENET OPERA ROTAS Il creatore tiene le sue opere - Egli tiene le ruote con cura. Vedi anche: La tavola pitagorica ed il quadrato del sator
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Giusi il 03/10/11 alle 08:40 via WEB
Ho trovato un Sator in un paesino in provincia di Foggia, credo fosse Castelluccio dei Sauri, proprio nella piazza vicino alla chiesa.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Alessandro de Simoni il 10/11/13 alle 15:52 via WEB
Ciao volevo segnalarti un altro sito in Italia dove si trova un altro Sator , e per di più' rappresenta un unicum nel suo genere , in quanto ha un andamento circolare , questo si trova presso l abbazia di Valvisciolo (LT) nel sito ci sono altri evidenti simboli che testimoniano la presenza templare. Alessandro
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: AlessioFerrazzoli
Data di creazione: 25/11/2007
 

TORRE MAGDALA, RENNES-LE-CHÂTEAU

 
 

CHIESA DELLA MADDALENA, RENNES-LE-CHÂTEAU

 

CHIESA DELLA MADDALENA, RENNES-LE-CHÂTEAU.

Il demonio Asmodeo, sostiene l'acqua Santa
 

LABIRINTO, CATTEDRALE DI CHARTRES

 
 

SAN GALGANO, SIENA

L'abbazia di San Galgano, dalle marcate caratteristiche architettoniche gotico-cistercensi, fu costruita a partire dal 1218 e poco lontano dalla Rotonda. L'edificio è imponente e testimonia, così, la diffusione ed il grande seguito del culto di san Galgano. L'abbazia raggiunse, nel XIV secolo, una grande potenza, anche grazie alle immunità ed ai privilegi concessi da vari imperatori, tra i quali Federico II, ed alle munifiche donazioni ricevute; a ciò si aggiunse l'esenzione dalla decima da parte di papa Innocenzo III. La ricchezza raggiunta nel Cinquecento fu tale da scatenare una contesa tra la Repubblica di Siena ed il Papato, che portò nel 1506 ad un interdetto del papa Giulio II contro Siena, che resistette ordinando ai sacerdoti la celebrazione regolare di tutte le funzioni liturgiche.

 

CATTEDRALE DI SANTIAGO

 

CHIOSTRO, CATTEDRALE DI SANTIAGO DE COMPOSTELA

 

ABBAZIA DI CASAMARI

 

L' Abbazia di Casamari è uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense. Fu costruita nel 1203 e consacrata nel 1217. Si trova nel territorio del comune di Veroli, in provincia di Frosinone.

 

CORO DELL'ABBAZIA DI CASAMARI

 
 

BASILICA DI COLLEMAGGIO, L'AQUILA.

 

INTERNO DELLA BASILICA DI COLLEMAGGIO,(AQ)

 

PIETRA DEI COSTRUTTORI, COLLEMAGGIO, (AQ)

 

SAN PIETRO AD ORATORIUM, CAPESTRANO, (AQ)

La chiesa di San Pietro ad Oratorium, si trova nel territorio di Capestrano, a sinistra del fiume Tirino, nella valle Tritana, fu fondata da Desiderio, ultimo re dei Longobardi verso la fine del 756 d. C. Il re Desiderio, donò all'abate di allora, Attone, molti beni e possedimenti perchè vi edificasse anche un monastero da dare ai monaci. La chiesa che oggi vediamo, è un rifacimento del 1100 come si legge dall'iscrizione sul portale. Nell' VIII secolo fu uno dei principali monasteri di tutto l'Abruzzo e godeva di particolari privilegi, rinconfermati successivamente anche da Carlo Magno nel 775 e da re Pipino, Ludovico, Lotario I e II. Pochi monasteri, furono così celebri, Papi, imperatori, re, cardinali, granduchi e in specialmodo i Medici di Firenze, lo resero celebre con la loro protezione e questo condizionò profondamente la vita delle popolazioni della valle Tritana.

 

SATOR, SAN PIETRO AD ORATORIUM, CAPESTRANO (AQ)

 

ARCHEOLOGIA E MISTERI

EGITTO 2007

 

ULTIME VISITE AL BLOG

angelosandronemtscaroludlikforlinikPYRIELzuzzurroneclaudioit53ariannafragomeliaxelfoley1987tosca.tampellinisantini_eliosimopolispinafranca2albagrandegiunovi
 

ULTIMI COMMENTI

Ciao volevo segnalarti un altro sito in Italia dove si...
Inviato da: Alessandro de Simoni
il 10/11/2013 alle 15:52
 
Per favore mi scrive il nome del tuo sito,grazie,Alice.
Inviato da: Alice
il 22/04/2013 alle 13:39
 
con la U
Inviato da: ilpoeta68
il 09/11/2012 alle 11:22
 
Qualunqismo o forse apologia dell'ignoto indagabile...
Inviato da: ilpoeta68
il 06/11/2012 alle 15:35
 
La Maddalena è un'anima pura che riconosce subito il...
Inviato da: AURORA
il 27/04/2012 alle 18:26
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom