Creato da mauriziocamagna il 24/05/2006

ilcamagna

politica, calcio, sesso e vivere quotidiano

 

Senza Famiglia

Post n°244 pubblicato il 21 Settembre 2014 da mauriziocamagna
 

Sottotitolo per chi mi conosce: non mi sono separato.

Secondo sottotitolo per gli amici: siete tutti invitati alla festa nella mia nuova casa-garage.

Senza famiglia, è stato uno dei primi libri che ho letto, scritto da Malot, è la storia di Remigio un trovatello che parte alla ricerca della sua vera madre.

Adesso io una madre ce l'ho, ho anche un padre, una moglie e un numero imprecisato di figli, ne ho riconosciuti solo tre, ma sicuramente prima o poi mi si presenterà davanti qualche ragazzone dai 20 ai 30 anni che sosterrà di essere mio figlio.

Un figlio di mignotta in quanto sicuramente non avrò la più pallida idea di chi potrà essere la mamma.

Mignotta, letteralmente significa donna dai facili costumi, e io ne ho frequentate tante, ma sapete da dove deriva questo termine?

Quando un figlio veniva abbandonato dalla madre sui documenti scrivevano di madre ignota che nella formula abbreviata veniva fuori con un M.Ignota.

Adesso se il figlio non è riconosciuto dal padre cosa diventa?

Chissà perche se viene abbandonato da un figlio di puttana non lo diventa anche lui, in automatico, un figlio di buona donna.

Mi sono perso, quando scrivo minchiate mi perdo per strada e perdo il filo conduttore dell'argomento.

Ah si, eravamo al titolo, senza famiglia, ed è quello che sta succedendo a me.

Allora torniamo indietro di tre anni, mi ritrovo un figlio in quarta e uno in prima elementare, siccome le scuole sono divise, i primi tre anni in uno stabile, gli ultimi due in un altro (insieme alle scuole medie) mi ritrovavo tutti i giorni a fare le corse tra una scuola e l'altra.

Quest'anno finalmente il piccolo passa in quarta, e si ritrova nello stesso edificio di suo fratello che nel frattempo è arrivato alla seconda media, il sottoscritto finalmente tira un po' il fiato, non devo più correre.

Abbandoniamo il discorso scuola per passare a quello del lavoro.

Io faccio un lavoro bello per certi aspetti ma molto impegnativo sotto il profilo dell'orario.

Una delle poche cose belle del mio orario è che, andando al lavoro alle nove, ho la possibilità di portare i figli a scuola, dopo di che sono libero di andare al bar per un'ora a leggermi il giornale.

Un'altro lato piacevole è la pausa lunga all'ora di pranzo, questo mi permette di mangiare con calma, insieme ai figli e al resto della famiglia, e riuscire anche a fare una pennichella di una ventina di minuti.

All'improvviso tutti questi meccanismi se ne vanno a puttane.

Quel figlio di mamma ignota del preside della scuola dei miei figli si è inventato un orario nuovo, lui dice sostenuto dal consiglio di istituto, io dico pilotato da lui con sondaggi fatti con il culo e sostenuto dagli insegnanti che cosi si ritrovano il sabato libero.

Lo scorso anno le medie facevano dalle 8 alle 13 compreso il sabato, che da quest'anno non esiste più, e l'orario nuovo diventa dal mattino alle 8 sino alle 14, mi è sorto il dubbio che vogliono allevare una nuova squadra di impiegati delle poste.

E cosi all'una mi ritrovo davanti alla scuola a prendere il piccolo, torno a casa mangio con lui e poi con il boccone nel tubo digerente vado a prendere il grande che esce alle due, arrivo a casa, guardo il divano, lo saluto e parto per andare al lavoro.

Mia moglie si è vista raddoppiare i tempi da trascorrere in cucina, quindi il pranzo tutti quanti insieme diventa quello della domenica.

E qui casca l'asino.

In un mondo che sta lasciando gran parte dei lavoratori a casa il sabato e alla domenica, nel mio settore un parente del preside della scuola, ovvero un figlio di madre ignota, si è inventato il decreto salva Italia, e quindi ha dato la possibilità di tenere aperti i negozi sette giorni su sette.

Cosi Ilcamagna si ritrova ad andare al lavoro nei giorni festivi, domenica compresa.

Per il massimo della sfiga c'è da dire che mia moglie fa il mio stesso lavoro, quindi lavoriamo a domeniche alternate, una volta tocca a me, l'altra a lei, altrimenti non sappiamo dove parcheggiare i figli.

Se siete bravi in matematica e fate uno più uno capirete che il risultato porta Ilcamagna a non avere più una famiglia, o perlomeno una famiglia che si ritrova a rate, molto probabilmente mi sono sposato in una filiale della Findomestic.

Il lavoro domenicale, quello festivo, ma che necessità c'era, forse quello di dare il tempo a chi non è capace organizzarsi durante la settimana di avere un giorno in più per rimanere disorganizzato.

Bastava una domenica al mese per dare il servizio ed eravamo tutti più contenti, invece scimmiottiamo gli americani, che hanno gli store aperti 24 ore al giorno, ma tutti sappiamo anche che gli americani non si godono la vita, sempre presi a lanciare mode che regolarmente, nel resto del mondo, falliscono.

In negozio poi è tutto un divertimento, non prendetemi sul serio, volevo dire incazzatura, perché alla domenica vedi sempre le stesse facce, da qui il modo di dire facce da culo.

In una giornata dove all'esterno c'è una temperatura paradisiaca, un grado d'umidità perfetto, trovi gente in un centro commerciale con il passeggino che trasporta dei bambini pallidi che piangono, a questi genitori darei l'ergastolo del sesso, cosi non metteranno più al mondo figli da far soffrire.

C'è anche chi sostiene i commessi.

 Domenica scorsa, appena si aprono le porte della bottega entra una vecchietta e riceve un flaccido saluto da parte del primo commesso che incontra, il secondo non è più allegro del primo, al terzo la donna avvia una conversazione adducendo al fatto che capisce il perché di tanta tristezza,sostiene che non è giusto tenere aperti i negozi di domenica, e intanto lei è li che gira, cosa dobbiamo fare, sorriderle o mandarla a cagare?

Quello che è successo domenica scorsa è allucinante:

Ore 11 del mattino, arriva una famiglia composta da padre, madre, due figli, il nonno, la nonna, e un'altra persona che deve essere stata la solita vicina di casa che fa la sarta.

Quest'ultima si avvicina e mi dice che avrebbe bisogno di un abito.

Guardo il gruppo, dei tre uomini presenti spero sia il ragazzo ad avere necessità di un abito, è quello che fisicamente mi sembra più normale.

No, non è per lui, è per il nonno.

Porca puttana, è gobbo, alto un metro e sessanta scarso, e ha una faccia antipatica a prima vista.

Lo studio e gli propongo un abito di misura 61, questo cosa vuol dire?

Semplice la sua circonferenza è all'incirca di 120 centimetri, in poche parole si fa prima a saltarlo che a girargli intorno.

Sono un professionista, e mi ritengo anche bravo, quindi al primo colpo gli do il vestito che gli sta a pennello, una meraviglia.

Nessuno fiata, tutti concordano che misura e colore sono quelli giusti.

Mi chiedono il prezzo, e per mia fortuna è quello giusto, infatti una delle donne commenta "va bene".

Il vecchio si toglie il vestito, me lo passa, lo ricompongo.

Propongo anche camicia e cravatta, mi dicono che sono a posto, hanno già tutto.

Allora vi accompagno alla cassa......

Il padre mi dice di riporre l'abito nello scafale, domani lo passano a prendere.

Domani? ma siete qua adesso?

e l'uomo mi risponde: siamo contrari a fare acquisti di domenica, non è giusto nei confronti dei commessi, veniamo domani a prenderlo.

Adesso ditemi cosa avrei dovuto fare? sparare, mandarlo a fanculo o farmi una risata?

Ho optato per la risata, in fondo il mondo è pieno di matti.

Comunque tra scuola e lavoro sono rimasto senza famiglia, ci vedremo tutti quanti nelle feste comandate, Pasqua, Natale e Settebello (sette giorni di ferie).

Adesso vi lascio ma ricordatevi che, se andate a comprare di domenica, c'è un commesso o una commessa che non potrà stare con i suoi figli perché voi siete li a fare una cosa che potete fare tranquillamente durante la settimana.

Buon proseguimento a tutti voi........

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mauriziocamagnaDJ_Ponhzimassimocoppastreet.hassleseveral1urka.sempre.nuda.sonioeilmiomondogeishaxcasoblue.sky00BunnyBannerintemperieBenedettadalcieloladolcehollyjohnkeating2012qmr
 

IN LINEA ORA:

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

UN VOTO PER LA VITTORIA

questo blog partecipa all'estrazione del maialino d'oro.

se volete votarlo cliccate QUI,QUO,QUA