Creato da JonathanLivingston.G il 22/01/2006

Frammenti di...

...libertà

 

 

« Da Berlino a Bamako

Piccoli spazi di libertà

Post n°832 pubblicato il 18 Dicembre 2009 da JonathanLivingston.G

Frammenti di...libertà ha quasi quattro anni. Ho parlato di politica, società, poco di me, poco della quotidianeità, della vita normale.
Da qualche tempo non scrivo più. Da un aspra critica della società, della partitica e delle politiche perpetrate in Italia e fuori, sono passato, nel mio piccolo, all'azione.

E' facile sedersi dietro alla scrivania, digitare tasti, criticare tutto e tutti, e non fare un cazzo affinchè le parole possano prendere forma e sostanza.

Ognuno di noi non può agire e intervenire nei massimi sistemi, ma partire dal basso si può. E allora parto dal basso. Da ottobre collaboro con un associazione trentina che aiuta e tenta di sostenere i rifugiati politici, lavoro per trasformare la mia indignazione verso uno dei temi che più mi fa incazzare (l'uso strumentale delle persone migranti) in azione concreta che possa migliorare qualcosa. Una goccia? Si ma una delle tante che si oppongono al pensiero che sembra domeniante, quello di esclusione e respingimento.

E nello specifico mi occupo di organizzare degli incontri nelle scuole superiori per far conoscere i problemi dei rifugiati ai giovani, al futuro.
Giovedi scorso c'è stato il primo incontro, voluto dai rappresentanti degli studenti di un liceo linguistico (il Rosmini di Trento) che dopo aver fatto un'assemblea sui diritti umani hanno pensato di mettere in contatto i loro compagni di scuola con un rifugiato.

E la soddisfazione più grande è sentirsi augurare, da un ragazzo di 18 anni, a margine dell'incontro, "buon futuro".

Insomma Frammenti di... non ha per me molto più senso di esistere. O comunque non ora. Ora porto avanti le mie idee fattivamente. I blog sono importanti, il web è fondamentale oggi per muovere le coscenze, il no-b day, per esempio, è nato dal web e ha riscosso un successo inaspettato per alcuni. Ci sono stato, con un mio amico come "giornalisti indipendenti" abbiamo intervistato molte persone. E sono tanti i giovani che, oltre la partitica, vogliono un Italia migliore.

Tanti che alzano il culo e si muovono.

Le piazze non servono più? Tutto si muove sul web. No, come al solito ci vuole il giusto mix. Ma oggi io mi voglio dedicare al contatto umano, quello virtuale può rivelare un lato umano a volte sorprendentemente bello, ma non mi basta più.

E allora Il gabbianoJL comincia il suo volo reale, lasciando in stand by la sua creatura virtuale, andando a costruire piccoli spazi di libertà.

Grazie a tutti e buona vita.

GIORDANO*

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ilgabbianoJL/trackback.php?msg=8157092

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ormalibera
ormalibera il 06/01/10 alle 20:56 via WEB
Esatto, teoria e pratica. I blog, i siti sono un mezzo di condivisione straordinaria. Fanno muovere le idee, pongono domande, possono arricchire tanto. Certo poi deve anche esserci l'esperienza, l'impegno concreto nel quotidiano piccolo o grande che sia. Non abbiamo altri mezzi all'infuori di questo se vogliamo uscire dal nostro villaggio isolato dai media. Ogni granello di sabbia fa la spiaggia e ciascuno di noi è un granello di sabbia. Un caro saluto
 
L1700s
L1700s il 12/01/10 alle 13:23 via WEB
Complimenti! Un saluto
 
mauriziospag
mauriziospag il 09/06/10 alle 15:20 via WEB
IN DUE …ogni volta, sorvegliamo la libertà mentale e la rivediamo al sicuro tra le pareti di una strada, indebolita da varie confessioni… Succede Che per la strada Sbandiamo un po’ Con l’obliqua libertà Una libertà Che vuole prendersi La parte di noi sbarazzina La furia di noi e il ragazzino innocente. E sono solo sul suolo Come un uomo imbavagliato Che lascia dei suoi occhi Il contorno dell’età. La libertà a volte È così pesante Che resistiamo in quella incoscienza Amica libertà E libertà di essere nemici. Tutti riempiamo bagagli di noi E impiliamo una sull’altra esperienze. Testardaggini Come la prima volta Che gravitiamo liberi Perché di tempo ce n’è Per fermarsi al perdono Asceso. E poi La gente fuggiasca e via Così all’improvviso Andata di segnaposto A ricominciare i vent’anni E poi Succede Che abbiamo saputo mendicare di noi Uno schianto al cuore Nel bivio più imbrigliato. E sono solo un uomo Rapito dalla libertà E dall’interrogatorio… Come se fossimo in due. © di Maurizio Spagna Da “Il cuore degli Angeli” www.ilrotoversi.com info@ilrotoversi.com L’ideatore creativo, paroliere, scrittore e poeta al leggìo-
 
lanzarda
lanzarda il 15/06/10 alle 21:29 via WEB
Good flight caro Giordano! Tanti auguri!
 
alina3
alina3 il 02/11/10 alle 00:44 via WEB
Ciao, dopo oltre due anni mi connetto. Ho avuto un periodo davvero difficile e lo sarà ancora. Ho letto il tuo ulrimo post: tutta la mia stima e, anche se non ti conosco, il mio affetto. Buona vita, Jonathan. Di cuore.
 
ninograg1
ninograg1 il 16/09/12 alle 10:19 via WEB
buon compleanno e buon 2012, scusa per il ritardo
 
ninograg1
ninograg1 il 13/09/13 alle 07:21 via WEB
buon compleanno
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

JL ONLINE

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 62
 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 36
Prov: TR
 

A.N.P.I. Associazione Nazionale Partigiani d'Italia

Forum Palestina

Emergency

Amref

Stop The Wall

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Add to Technorati Favorites

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ice612shantiom0pellino.alessandrogenebarbafrancypizzi784ever72BrandbitRavvedutiIn2max_6_66dolcesettembre.1psicologiaforenseblusky012bal_zacrobertafer06Diva_Hysteria
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom