giorno dopo giorno

giorno dopo giorno

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

SERIE TV DI CUI SONO DIPENDENTE

Battlestar Galactica
Scrubs
Lost
Ncsi
Smallville
Heros
Jerico
Veronica Mars
LasVegas
Criminal Mind

 

 

Bushido

Post n°33 pubblicato il 02 Giugno 2007 da lordofdarkling

  • 義, Gi: Onestà e Giustizia

Sii scrupolosamente onesto nei rapporti con gli altri, credi nella
giustizia che proviene non dalle altre persone ma da te stesso. Il vero
Samurai non ha incertezze sulla questione dell'onestà e della
giustizia. Vi è solo ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.


  • 勇, Yu: Eroico Coraggio

Elevati al di sopra delle masse che hanno paura di agire,
nascondersi come una tartaruga nel guscio non è vivere. Un Samurai deve
possedere un eroico coraggio, ciò è assolutamente rischioso e
pericoloso, ciò significa vivere in modo completo, pieno, meraviglioso.
L'eroico coraggio non è cieco ma intelligente e forte.


  • 仁 ,Jin: Compassione

L'intenso addestramento rende il samurai svelto e forte. È diverso
dagli altri, egli acquisisce un potere che deve essere utilizzato per
il bene comune. Possiede compassione, coglie ogni opportunità di essere
d'aiuto ai propri simili e se l'opportunità non si presenta egli fa di
tutto per trovarne una.


  • 礼 ,Rei: Gentile Cortesia

I Samurai non hanno motivi per comportarsi in maniera crudele, non
hanno bisogno di mostrare la propria forza. Un Samurai è gentile anche
con i nemici. Senza tale dimostrazione di rispetto esteriore un uomo è
poco più di un animale. Il Samurai è rispettato non solo per la sua
forza in battaglia ma anche per come interagisce con gli altri uomini.


  • 誠,Makoto o 信,Shin: Completa Sincerità

Quando un Samurai esprime l'intenzione di compiere un'azione, questa
è praticamente già compiuta, nulla gli impedirà di portare a termine
l'intenzione espressa. Egli non ha bisogno né di "dare la parola" né di
promettere. Parlare e agire sono la medesima cosa.


  • 名誉,Meiyo: Onore

Vi è un solo giudice dell'onore del Samurai: lui stesso. Le
decisioni che prendi e le azioni che ne conseguono sono un riflesso di
ciò che sei in realtà. Non puoi nasconderti da te stesso.


  • 忠義,Chugi: Dovere e Lealtà

Per il Samurai compiere un'azione o esprimere qualcosa equivale a
diventarne proprietario. Egli ne assume la piena responsabilità, anche
per ciò che ne consegue. Il Samurai è immensamente leale verso coloro
di cui si prende cura. Egli resta fieramente fedele a coloro di cui è
responsabile.

 
 
 

Qualcuno un giorno ha detto....

Post n°32 pubblicato il 02 Giugno 2007 da lordofdarkling

"Ricordate ch in tutti i tempi ci sono stati tiranni e assassini...
Ma alla fine cadono sempre..Sempre..."
"Se gli uomini si conoscessero veramente fra loro  non adorerebbero e non odierebbero"
"I difetti e le tare dell'anima sono come le ferite del corpo ferite , nonostante gli sforzi inimmaginabili fatti per guarirle rimangono sempre delle ciccatrici"
"alcuni dicono che il tempo sana tutte le ferite, ionon sono d'accordo.Le ferite rimangono . Col tempo la mente per proteggere se stessa le cicatrizza. Ma non se ne vano mai."
"Il senso morale di una civiltà si misura su quello che fa per i suoi bambini."
"Tra tutti gli animali l'uomo è il più crudele, è l'unico a infliggere del male solo per il piacere di farlo"
"Le anime più forti sono quelle temprate dalla sofferenza, i caratteri più solidi sono cosparsi di ciccatrici"
"Il fondamento della vergonga non è il nostro sbaglio personale ma che tale umiliazione sia visibile da tutti"
"Il mopndo è pieno di sofferenze ma è altrettanto pieno di gente che le ha superate."

 
 
 

Gocce di mare

Post n°31 pubblicato il 25 Maggio 2007 da lordofdarkling

E' più forte di me!
E' un richiamo inresistibile come incantato da una sirena!
Fermo quello che il mio vascello su questo fiume d'asfalto e prendo con me le chiavi!Apro la porta scendo dalla macchina e nemmeno la chiudo.Arrivo sul marciapiede e inizio a levarmi le scarpe poi le calze mentre i miei piedi iniziano ad affondare nella sabbia ancora fredda!Ancora ho le chiavi fra lemani che non mi servono quindi si coprono di un velo di sabbia dopo essere cadute con un suono sordo.I rumori della strada ,le urla i clacson,tutto scompare e l'unico canto che riesco a udire è il frangersi delle onde.Una mano mi prende la spalla ma senza guardare a chi appartiene la scaccio con uno scossone!COntinuo a camminare e i miei piedi nudi si bagnano toccando la sabbia bagnata dalle onde più potenti.
Mi sbottono la camicia continuando a lasciare i vestiti alle mie spalle.
L'acqua arrica oramai alla mia cinta e mi levo anche i boxer.
Ad ogni passo , ad ogni onda il mio corpo trema per il freddo e lo sbalzo di temperatura.
con fatica resisto come un molo di fronte alla tempesta onda dopo onda.
E vado avanti.
Sono nudo di fronte al mare.
Faccio un lieve saltello per salire più alto della prossima onda che mi bagna fino al collo.
Poi un brivido di freddo mentre il vento mi pugnala.
Poi l'acqua si abbassa fino all'ombelico.
Ecco la prossima onda!
Si alza si inciampa e mentre sta per cadere in avanti!
In quel momento!
Apro le braccia con i palmi rivolti al cielo chiudo gli occhi!
L'onda si frange sul mio petto ed io esplodo in mille gocce di mare!
Inizia così il mio vaggio...

 
 
 

Rosso

Post n°30 pubblicato il 20 Maggio 2007 da lordofdarkling

Il carion suona dolcemente riempiendo il silenzio con le sue note  e la ballerina di ceramica gira su se stessa riflessa sul piccolo specchio incastonato nel coperchio del carion.
Dentro la vasca con le orecchie sommerse nell'acqua il ritmo della piccola scatola era ovattato e sincronizzato con il pulsante metronomo del suo cuore.
I biondi capelli Immersi nell'acqua ancora bollente si colorano di porpora e la melodia inizia a calare di intensità.
Poche note ancora,pochi giri della ballerina e i respiri si nascondono nel silenzio.
Un piccolo battito ancora chiede un ultimo applauso e poi nel teatro tutto tace.


 
 
 

Auguri

Post n°29 pubblicato il 11 Maggio 2007 da lordofdarkling

E' martedì.
E' il nostro anniversario..
Sono uscito presto per poter preparare tutto alla grande.
Ho preso la giornata di ferie e prenotato tutto.
Prima dalla bottega di Bianca che mi ha tenuto tutte quelle cosette buone poi da Franco per quel bianchetto che le pizziaca in bocca e la fa caricare in un lampo e la fa ridere e ridere poi il fioraio e di corsa a casa  apreparare tutto.
Col tempo sono diventato un otimo cuoco, un po grazie a lei che mi ha insegnato e un po per lei.Ricordo la puzza di bruciato dei primi soffritti e le sue smorfie dicendomi.."mmm..ottimo...davvero... proprio ottimo.." e poi fingeva di vomitare..!Stronza!!:) Quante risate..E quante liti..
Oggi sono passati 16 anni da quando ci simao sposati.
Passa la mattinata e tuto è perfetto.La tavola è apparecchiata a puntino , i fiori sono sul tavolo e il loro aroma inonda la stanza..
Tiro giù la tapparela chiudo tutto in modo che non entri luce poi accendo la candela al centro del tavolo, mi sfilo la collana la sgancio e dopo averla liberata poso la sua fede sul tavolo davanti alla sua sedia.Servo in tavola il mio piatto, mi verso il vino e dop aver detto " Buon appetito " inizio a gustarmi l'ottimo pranzo.
Auguri amore mio.Ovunque tu sia ora.
Per un istante la stanza trema..Solo le ombre veramente...
Forse è stato il mio sospiro..
Forse è stata lei..
Non lo so..
Mi piace pensare che sia stata lei che mi ha detto
"Auguri anche a te"

 
 
 

Primo di cento

Post n°28 pubblicato il 08 Maggio 2007 da lordofdarkling

Sulle mura gli archi erano tesi e le frecce pronte ad essere scoccate contro il nemico che aveva osato avvicinarsi alle mura impenetrabili della fortezza.Il silenzio che c'era fuori coprima il via vai febbrile di ogni cavaliere e ogni uomo pronto a difendere l'unica porta d'entrata.
Alcuni uomini iniziano a ridere affacciandosi dalle torri.
"Sono solo un centinaio" urla uno di loro.
Poi uno dei cento si stacca dal gruppo assieme ad altri nove.
Non portano bandiere ne armatura solo un mantello colorato con la porpora e la polvere.Poi i loro cavalli si arrestano e uno di loro scende da cavallo.I suoi capelli sono lunghi e castani raccolti in una coda.Fa un cenno ai propri  compagni e inizia a camminare verso le mura.Mattias il più preciso degli arceri chiede cosa deve fare.E' a meno di cinquanta passi oramai ma cento uomini non sono pericolosi per queste mura e non lo sarà di certo un solo uomo."Rilassatevi signori o vi stancherete troppo."Tutti gli arcieri al suono di quelle parole rilassarono le braccia e abbassarono l'arco.
"Mi chiamo Thomas e sono stato mandato qui per parlare col Re immortale e per farmi da lui dare la spada di  Re Ferdinando."Queste , sono le parole che hano preceduto una grossa risata.
"Torna da dove sei venuto straniero.Non puoi essere degno di parlare col nostro Re e non puoi avere quella spada.Quello non è solo un oggetto ma un simbolo."
A quel punto il cavaliere ,cosi piccolo di fronte alle possenti mura riprende a camminare fino a poggiare una mano sul grande portone.Tutto il castello lo guardava, chi con i propri occhi chi con le parole di altri che riuscivano a vedere.Poi si girò su se stesso e ad alta voce iniziò a scandire i propri passi com eper misurare la distanza.
"uno,due,tre,...""Cosa sta facendo?"La domanda era di tutti  senza distinzione per chi vedeva e per chi non riusciva."
"Novantotto,novantanove,cento!"
La voce era lontana ma il leggero vento la portava fino alle mura sulla propria mano.
"Cento passi "iniziò ad urlare il cavaliere"Cento passi mi dividono dal vosro  castello.Chiedo cento uomini.Cento cavalieri che osino sfidarmi prima che il solo tramonti.Duello dopo duello prenderò la spada del cavaliere battuto e la pianterò passo dopo passo fino a tornare d'innanzi alle vostre mura e a quel punto mi riterrò degno di poter parlare col Re Immortale!Esistono cento cavalieri abili  e abbastanza coraggiosi fra di voi?"
Fra le mura una iniziarono a correre insulti verso quel gesto arogante e ogni spada si offriva volontaria per bagnarsi col sangue dello straniero!
Il brusio dei difensori venne interrotto dal singolo rintocco della grande campana.Al centro della fortezza c'era una torre dalla quale si affaccio il Re che fece un gesto al comandante delle sue guardie a che rispose accennando un inchino.
"Cento uomini cavaliere e se sopravviverai ai primi due sarai già degno del nostro rispetto!"
Un cenno col capo i nove compagni del cavaliere sconosciuto si allontanarono per tornare nei ranghi.
Un ora di attesa poi dal grosso portone iniziarono ad uscire i cento uomini che si disposero lungo le mura.Uno di loro dopo aver fieramente estratto la spada fece i primi passi all'indietro guardando i propri compagni e disse "Che parte preferite come ricordo?"E tutti scoppiarono a ridere.Iniziò così i suoi cento passi per raggiungerlo.
"Fermati cavaliere.Sei ancora in tempo per rinunciare e tornare fra quelle mura."
Al suono di quelle parole l'uomo con la spada sguainata fece quei pochi passi con l'impeto di un leone!Ofesso per la seconda volta da quello sconosciuto alzo la spada correndo e si scagliò con cattiveria e senza pietà.
Ma lo straniero non sguaino la propria lama.Schivo il colpo e  con un abile gesto fece cadere il furente cavaliere a terra poggiando poi la punta della guaina alla gola del caduto.
"Siete vinto cavaliere datemi la vostra spada!"
"Mai!Non mi avete ancora ucciso!"
"Questa lama oggi non cerca il sangue di nessuno , vi prego lasciatela pulita e datemi la vostra cosi che io possa fare il mio passo"
"MAI!"Gridò il cavaliere a terra che provò velocemente ad alzarsi ma venne fatto ricadere.
"Avete perso ancora.La mia non è presunzione ma siamo consapevoli entrambi che avete perso.Dimostratevi uomo e cedetemi il passo."Nel dire questo allungò la mano all'uomo sconfitto e lo aiutò ad alzarsi.
"La spada, di grazia."
"Chi site cavaliere?Perchè siete qui?"
"Il mio nome è Thomas e sono un cavaliere libero.Sono qui per rivendicare un oggetto per poter continuare la mia vendetta verso l'assassino dei miei genitori."
"Il mio nome è Midas e questa è la mia spada cavaliere.Lasciate però che sia io a piantarla al suolo."E dopo aver segnato il primo passo si voltò verso i compagni e urlò:"E' abile amici miei , abile come mai avrei mai immaginato.Fate attenzione!"

 
 
 

Perfetta

Post n°27 pubblicato il 27 Aprile 2007 da lordofdarkling

Apro gli occhi e guardo l'ora: le dieci.ho dormito abbastanza ma andare è tardi per il giretto inmoto.. staranno tutti tornando indietro..
Non importa.
Mi alzo e faccio una bella doccia rinfrescante e poi metto su pantaloni e giacca con le varie protezionucce,casco guanti e vado ad aprire alla mia bimba che aprendo il garage inizia a scodinzolare.L'accarezzo un po prima di accenderla perchè è da tanto che non andiamo a farci un bel giro e se lo merita. richiudo il garage dietro di noi , innesto la prima e mollo piano la frizione...
Si parte..
Passo oltre il traffico della città e passato l'ultimo viadotto alla prima curva un po lenta scalo un paio di marce,il motore sale su di giri e la bambina inizia a ridere di felicità prorpio come me!Le curve si susseguono una dopo l'altra , il motore ruggisce e le ginocchia si avvicinano a terra piega dopo piega..
Lungo la strada incontro tutti quelli che stanno tornando indietro o arrivano per la vacanza e ci salutiamo con un gesto o una flesciata dei fari..Mi piace sta cosa!!!L'adoro!!!
Arrivo in cima e mi fermo al parcheggio davanti al bar assieme a tutte le altre moto,dopo di me ne arrivano un altra decina..
Riconosco un paio d'amici.. facciamo due chiacchere e poi risaliamo in moto..Però io vado piano mi dice... certo.. anche io gli rispondo..
I buoni propositi ce li mettiamo..
Ma poi arriva uno che alla seconda curva ci sorpassa e prova ad allungare..
 Povero lo facciamo andare tutto solo?
E visto che siamo buoni di cuore giu due marce e via a riprenderlo!!Mi piace guardare la moto davanti a me che piega :) anche perchè cosi mi rendo conto di quanto sto scendendo anche io..Arriviamo alle prime case e iniziamo a rallentare.. la città si avvicina e arrivati tra le sue vie ci si saluta e si va ognuno per lapropria strada..Arrivato a casa il pranzo era quasi pronto e la pancia ancora di più..Super mangiata e poi dinuovo dalla bambina per una bella lavata e lucidata dopo di che crogiolamento al sole tipo salamandra..qualche ora ad abbrustolirmi giusto per essere meno mozzarella e poi dinuovo dalla bimba fino al tromonto per vedere la mia ombra allungarsi davanti alla spiaggia.risalgo in moto e vado a casa parcheggio e felice ,doccetta e finalmente a letto visto che lasveglia,quella puttana infame suonerà prestissimo.(scusate se sono stato volgare la prossima volta censurerò la parola sveglia)Ecco il mio perfetto mercoledi di festa:)








 
 
 

Incontro

Post n°26 pubblicato il 23 Aprile 2007 da lordofdarkling

Era l amia prima volta da solo.Nephertary ,questo è il nome del cavallo che stavo montando fra i sentieri nel bosco.Era la prima volta ed ero afascinato e spaventato.La paura più grande era quella di perdermi anche se quei sentieri li avevo gia fatti molte volte .Avevo appena affrontato un passaggio un po impegnativo su alcune pietre e finalmente ricominciava il sentiero fra gli alberi.Io stavo guardando alla mia destra davanti a me vicino alle zampe del cavalo quando ad un certo punto qualcosa si muove velocemente verso il suo muso!Il cavallo si spaventa e io in quella frazione di secondo penso che quella cosa sembrava un braccio ma era sottile come un ramo e probabilmente non era niente di più!Il cavallo era terrorizzato camminava indietro agitato e non poteva girarsi perchè era troppo stretto il passaggio,continuava a nitrire e sbuffare saltava sulle zampe davanti come per schiacciare qualcosa.Ho pensato a una vipera o un altro animale ma ero solo preoccupato di non cadere;preoccupazione che in poco tempo è diventata realtà.Un cespuglio aveva ammortizzato la caduta e il cavallo era scappato.Il mo primo pensiero era stato "Merda il cavallo!!!E ora come glielo spiego!!!"Il mio cervello non era ancora arrivato a capire che ero in un bosco a distanza sconosciuta dalla civiltà caduto da un cavallo e con una gamba dolorante!Poi sono iniziati gli insulti!me la sono presa col cavallo chiamandolo urlandogli contro prima con dolcezza poi pregandolo e in fine insultandolo..Ma chi sadov'era gia.A quel punto mi trascino fino a un albero e provo ad alzarmi.La gamba fa male.Istintivamente guardo verso dove avevo visto quel ramo toccare il cavallo e non vedo nulla.A terra non c'è nulla e attorno all'albero nemmeno.I rami più bassi erano più alti di me.Poi, per un istante,qualcosa,qualcuno si affaccia.Un momento soltanto tanto che credo di essermi sbagliato.Guardo meglio:Attraverso ilsentiero zoppicando rimanendo a distanza e c'è qualcosa,qualcuno.Ha una mano sull'albero e si nasconde dietro di lui.Probabilmente ha una mimetica perchè lo vedo poco.ho iniziato a chiamarlo a chiedergli di aiutarmi ma stava li a fissarmi Ancora un passo verso sinistra per vedere qualcoa di più che un paio di dita e scopro ilsuo viso,la sua testa,il suo braccio.Sembrava fatto di gelatina e muovendosi in mod molto lento la sua pelle o la sua tuta cambiava i suoi colori.Sembrava una  tuta ma non aveva bottoni o cerniere e non aveva una bocca.Le braccai erano come ramu di un albero,non avevano una forma muscolare ed erano più lunghe del normale.Non riuscivo a capire se anche lui era spaventato come me o mi stava solo studiando .Era uno scherzo?Era una persona?Sicuramente non era un persona perchè il corpo non era normale,non era un animale e non era uno scherzo perchè quella tuta che indossava se terrestre sarebbe costata veramente troppo per chiunque.Non sapevo più cosa fare ma se avesse voluto farmi del male lo avrebbe gia fatto.

 
 
 

Post n°25 pubblicato il 23 Aprile 2007 da lordofdarkling
Per le donne che passeranno di qui donne attente E' uno dei miei blog amici.Dateci un occhiata credo sia importante. non sono stato ad approfondire molto ma c'è un truffatore credo.nel dubbio dateci un occhiata
 
 
 

Vento

Post n°24 pubblicato il 17 Aprile 2007 da lordofdarkling

Qualcuno ha colto il fiore.Mi sono avvicinato anche oggi al campo  e tu non c'eri più.
Forse ho atteso troppo ma guardarti mi bastava.Ieri mi sono avvicinato a te,i tuoi petali erano dischiusi e si scaldavano al sole.Oggi sono tornato in quel campo.Ho seguito il tuo profumo ma tu non c'eri più.
Qualcuno ha colto il fiore più prezioso e ciò che mi resta e il profumo del vento.

 
 
 

Pioggia

Post n°23 pubblicato il 14 Aprile 2007 da lordofdarkling

Questa notte ho voglia di guidare un pò.
Piove e terrei la radio spenta per sentirne la musica.
Fermerei l'auto con noi dentro vicino al mare ,
anzi,
in un posto in alto che lo sovrasti e con esso la città per ammirare le sue luci e i suoi riflessi sull'acqua entrambi velati dalla pioggia.
Con la macchina spenta resterei in silenzio ad ascoltare il temporale e il tuo respiro mentre le mie labbra baciano il tua pelle.
Lungo il le carezze della dei nostri corpi avvolgerei i tuoi capelli fra le mani e complice del tuono incontrerei il tuo sguardo anche solo un istante ma basterebbe per incantarmi.

 
 
 

Felice

Post n°22 pubblicato il 25 Marzo 2007 da lordofdarkling

Felice che esisti da quando ancora eri solo un pancione.
Felice che esisti da quando mi hanno detto "fai piano le carezze "
Felice che esisti.
Felice che esisti per tutti quei sorrisi a bocca spalancata quando ancora non avevi messo su nemmeno un dentino.
Felice che esisti per tutte le volteche hai pianto digioia,di tristezza o purtroppo per colpa mia.
Felice che esisti per le sciate assieme.
Felice che esisti per i documentari sulle maledette api cartacee.
Felice che esisti per le giornate in piscina.
Felice che esisti per le pattinate sui roller. 
Felice che esisti per le volte che ti facevo addormentare mettendo michael jackson.
Felice che esisti per tutti i danni che combini.
Felice che esisti e che stai diventando grande o forse gia lo sei.
Triste solo di un acosa:
di aver guardato erigersi tra noi un muro alto più di quanto io possa salire anche in punta di piedi.Ci incontriamo spesso fuori da quel muro ma non mi lasci mai entrare.

Grazie che esisti.

Per Silvia la maestrina.
Per Fausto il super patchatore.
Per Saretta la piccolina gia troppo grande.

Per i miei tre piccoli cuginetti questo post è per voi.

 
 
 

Genio

Post n°21 pubblicato il 12 Marzo 2007 da lordofdarkling

Vedi luccicare qualcosa dietro l'albero,lo raggiungi e tiri fuori dalla terra quello che sembra un beccuccio e mentre tocchi quella buffa teiera ti accorgi che inizia ad uscire del fumo.La prima emozione è paura e ti allontani,poi il fumo si dirada e ciò che vedi sono io.Sono il tuo genio...Qual 'è il tuo desiderio?

 
 
 

Parole non mie

Post n°20 pubblicato il 01 Marzo 2007 da lordofdarkling


Ragazza che non ho è tanto che non ti scivo più,l'ultima
volta che l'ho fatto ero più giovane dentro e fuori e sognavo
che dal monitor davanti ame  potessi uscire tu col mio sos di
carta fra le dita in uno di quei sorrisi che sembrano dire
perchè ti meravigli tanto luca ?non hai mai visto una ragazza
ucsire da un computer?avrei guardato le tue gambe svelte scavalcare
la finestra luminosa del mio q.bell ,ti saresti lasciata ammirare
quel vestitino di carta giaponese con i fiori d'acqua e tutti i miei
problemi si sarebbero accucciati in un angolo come un cane pentito
perchè avevo osato dubitare della materia dei sogni.
vedi ragazza,credere nell'impossibile è stata la causa di tutti
i miei guai e di tutte le mie grandezze io ho puntato su tutte le
roulette ho guidato contromano nella notte ,sono andato sulla
spiaggia con le scarpe d'inverno e mi sono steso in cappotto
davanti al mare bruciante perchè disprezzavo i luoghi comuni
e così non ho mai smesso di credere che esisti,che esistono ragazze
che escono dai monitor con i vestiti a fiori.
ecco perchè ti ho riscritto ed invio queste parole nell'universo
non sono così sciocco da credere che tu non verrai mai.
i miracoli sono più reali dei sogni
la verità è che temo di deluderti!
sono sgorbutico e pieno di dubbi e non ho mai imparato a ballare
ti annoieresti temo e dopo qualche minuto di silenzio mi diresti
"usciamo?"
ma non mi va di uscire poi questa sera in televiose c'è il mio
documentario preferito e di la la cena è apparecchiata per uno
e poi ho l'ansia da prestazione va bene?!
tu hai fatto l'amore fra stelle io in letti di serie b che la
sigaretta dopo era l'orgasmo.
attenta,
non credermi ragazza che non ho
il mio era un vecchio gioco provocare miracoli e smettere di
stupirsi un'attimo dopo
se a quel punto te ne andassi via sarei perduto
siamo mezzi uomini ,mezzi maghi,eterni bambini!
non credermi!basta!portami fuori!è una sera così dolce
ci sarà pure da qualche parte una balera deserta dove potrai
insegnarmi il ritmo semplice della vita.
ragazza che non ho
oggi saramo in tanti ad attenderti lo sai?
fai così
non pensare a me
a forza di credere ai miracoli io ho imparato a reggerne l'assenza
ma uno oggi
uno almeno di noi
fallo felice





Queste perole non sono mie, le ha scritte Diego Cugia in Alcatraz io ne ho solo cambiate un paio.Preferisco lasciare cose scritte per intero da me fra queste paine ma a volte ci sono cose che ti colpiscono e che ti entrano dentro o che ti accorgi che vorresti aver partorito tu bhe questa è una di quelle.Così l'ho messa tra i miei post perchè in qualche odo possa diventare mia anche se nonla è.

 
 
 

Luna

Post n°19 pubblicato il 27 Febbraio 2007 da lordofdarkling

Scendo dalla macchina,chiudo la potiera,abbasso la serranda del garages e guardo in alto.Il cielo è limpido,l'aria punge un po sulla pelle e si riesce a distinguere la via lattea fra  i miliardi di stelle che mi coprono.Cammino lungo la casa , volto l'angolo e di fronte a me si apre un'altro spicchio di cielo con la luna al centro.La luna riflette nella notte la luce del sole ...
La luna non è altro che uno specchio quindi..
Se la luna non è altro che uno specchio allora forse guardandola bene posso trovarti in un suo riflesso, posso guardare quei gesti naturali che tanto amo di te anche se non sei qui vicino.Se ho fortuna potrei addirittura incrociare il tuo sguardo..
Buona notte.

 
 
 

Tela bianca

Post n°18 pubblicato il 25 Febbraio 2007 da lordofdarkling

Immagina una tela bianca poggiata su un tre piedi
immagina ora di essere circondata da ombre traballanti mosse dalla flebile luce di una candela
Immagina di avere in una mano un pennello e nell'alra una tavolozza con i colori
Immagina le mie mani che avvolgono le tue e la tua schiena che si poggia sul mio petto
Immagina ora di avere gli occhi coperti da una benda
Iniziamo a dipingere
Che colore scegli?
Quale immagine vedi dietro quella benda?

 
 
 

Il gioco

Post n°17 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da lordofdarkling

Ho un idea scrivimi qualcosa qualche riga qui come commento o in privato e io proverò a continuare.
Ti aspetto.

 
 
 

Fragola

Post n°16 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da lordofdarkling

I tuoi vestiti sono caduti ai piedi del letto dopo essere scivolati lentamente su di te.
Ora sei sdraiata al mio fianco mentre intingo una fragola in un calice di rosso , frizzante , fresco bracchetto.
Muovo la fragola sul tuo corpo mentre piccole gocce ti fanno rabbrividire cadendo su di te.
Costruisco un piccolo sentiero rosso sul tuo corpo e poi con la bocca ne assaporo il gusto unito al sapore della tua pelle.

 
 
 

Orologio

Post n°15 pubblicato il 11 Febbraio 2007 da lordofdarkling

Ieri sera ero al pub da solo , un locale di amici e mi ero fermato per mangiarmi un panino visto che mi era venuta fame ed erano le tre.Mi siedo al bancone,scambio due parole con gli amici poi arriva gente a e loro vanno a servire.Intanto che aspetto il mio panino mi si siede vicino un uomo sui trena trentacinque abbastanza alto , si gira verso di me e mi dice ciao,vieni spesso qui?Inizia così l anostra conversazione che tura qualche scambio poi torna il ragazzo del pub dietro il bancone e inizia a preparare le ordinazioni e il tipo vicino fa una cosa strana : mette l'indice davanti alle labbra e mi fa cenno di non parlargli fin che c'è il barista.Va bhe magari si fanno qualche gioco tra loro li faccio spesso anche io perchè sono molto sipatici e fuori di testa.Paolo , il barista  va a consegnare le ordinazioni e il tipo riprende a parlare:" è la prima volta che vengo qui."
La cosa inizia a sembrarmi strana.
"Ma conosci i proprietari?"
"No, affatto."
"E perchè la cosa del non parlare davanti a lui?"
"Perchè sembreresti un pazzo a parlare da solo"
"Ma che cosa stai dicendo?"
"Dico che sei l'unico che può vedermi."
"Dai piantala mi state facendo un altro cherzo?"
Nel frattempo arriva Paolo che mi sente e dice:
"Che scherzo?parlavi con me o sei al telefono?"
"No parlavo con questo qui davanti:"
"A si lui . é piacevole parlare con lui perchè non ti contraddisce mai. Se vuoi ti presento anche i tavolini sai sono più simpatici."
"Non l'ho capita"
"Sei lento sta sera:Mi dici che parli con uno sgabello e io ho ribattuto dicendo che ti presento il tavolo."
"Dai Paolo piantala Non vedi che sto parlando col tipo seduto sopra lo sgabello?!"
"Si certo e non vedi che sul bancone c'è sdraiata la Ferilli che si masturba?"
Il tipo seduto davanti a me annuisce sorridendo come per dire io te l'avevo detto.Ok non so ancora dove vogliono andare a parare ma è certamente uno scherzo.
A quel punto i ltipo tira fuori un orologio lo mette sul bancone davanti a me e mi dice: " Quando avrai bisogno di tempo premi sulla corona e lui ti darà il tempo che servirà ma ne avrai a disposizione solo 12 orequando risolleverai la corona lui si fermerà a contare e io verro a riprenderlo."
" Ma di cosa parli?Cosa vuol dire?"
"Lo capirai.Ci vediamo alla dodicesima ora."
Detto questo si alza ed esce dal locale lasciandomi in custodia il suo orologio da taschino.
La cosa mi puzza vermente tanto.Prendo l'orogogio in mano apro lo sportello e guardo il quadrante.: è fermo sulle dodici.Schiaccio la corona in cima per farlo partire e la lancetta inizia a muoversi e subito il locale crolla nel silenzio.Mi volto e nessuno parla,sono tutti immobili!Mi alzo vado verso l'altra stanza e non si muove nessuno.Torno al banco , guardo l'orologio che continua a contare i secondi, siamo quasi a un minuto.Rialzo la corona e facendomi sobbalzare dallo spavento tutto torna a muoversi ,al musica a suonare nelle casse la gente a parlare.
E' davvero possibile che ho fermato il tempo?O sono solo pazzo?

 
 
 

Scopa

Post n°14 pubblicato il 03 Febbraio 2007 da lordofdarkling

Il pubblico è incantato e alcuni hanno gli occhi chiusi per immaginare il cammino delle note!
Io sono qui per loro e suono!Li adoro e mi danno forza!Ecco il mio assolo!Corro con la chitarra in mano e scivolo sulle ginocchia suonando! Mi fermo al centro del palco e poi dietro di me un rumore!!La porta si apre veloce e mia madre con la borsa della spesa in mano mi guarda e dice:
"Abbassa lo stereo Jimmy Page e quando hai finito il concerto rimetti la scopa a posto"

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: lordofdarkling
Data di creazione: 08/01/2007
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

dangirOtaking83mailvenditasaffgtizianaciuchimark.melibellantevincenzo1980fbrcampmassimopierleoniste_p_60strong_passionfrank2000acnirvana2000gficodglo7sicutnox
 

ULTIMI COMMENTI

Cose vere che ti fanno pensare...che nella vita tutto...
Inviato da: amor20
il 09/05/2010 alle 00:24
 
Buon fine settimana con un abbraccio e un (clicca)^_^ Isa...
Inviato da: briciolabau
il 08/11/2008 alle 00:33
 
Buon fine settimana ^_^ un bacio Isa...
Inviato da: briciolabau
il 13/06/2008 alle 19:56
 
Buon fine settimana ^_^ un bacio :-)Isa...
Inviato da: briciolabau
il 07/06/2008 alle 17:13
 
Buon fine settimana un abbraccio Isa...
Inviato da: briciolabau
il 15/03/2008 alle 15:27
 
 
 

I MIEI GIOCHI IN RETE

Guild Wars
Guild Wars  Profecis
Guild Wars Nightfall
Ghost Recon Advanced
Rainbow six LasVegas
 

ULTIMI FILM VISTI

The Prestige
007
Dead Or Alive
Puttano In Saldo
Good Morning Vietnam
Batman Begin