IL RAMO RUBATO

... e ogni giorno, avidamente, il mio lato oscuro cresceva, cresceva, cresceva...

 

COPYRIGHT

Il materiale fotografico pubblicato in questo sito è composto esclusivamente da mie fotografie. E' assolutamente vietata la pubblicazione, o la riproduzione, di foto o di porzioni di esse, senza la mia esplicita autorizzazione. Andrà comunque segnalato il riferimento all'autore.

Sono tutelati da copyright legalmente dimostrabile tutti i racconti del blog. Alcuni sono stati pure pubblicati su un libro. E' possibile copiare parte dei miei racconti su altri siti o blog, parzialmente o integralmente, solamente con la mia esplicita autorizzazione, e segnalando il mio nome e linkando questo blog.

 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

 

« Scrivevo per viaggiare

Nel buio della tua camera

Post n°99 pubblicato il 06 Gennaio 2018 da il_ramo_rubato

Nel buoi della tua camera

"Mai ti ho visto, bambina mia. Se non nel buio della tua camera.

Io sono il principe delle ombre. Non mi si vede. Mi si puo' solo attraversare. E di me non resta nulla. Nemmeno il ricordo. Nemmeno un pensiero. Ma un giorno sentirai il mio odore tuonare nell'aria.  E crederai di avermi visto, da qualche parte. Ricorderai la follia più intima. Il buio ed il silenzio. Le nostre fughe. Il nostro universo fuori dall'universo. 

E allora il mondo ti sembrerà piccolo. E allora desidererai di nuovo scivolare attraverso di me. Di nuovo senza luce. Infinito è il mio abisso, ma tu lo dilati ancora di più.E allora desidererai di essere abbracciata a me, che pure non hai mai visto.

Scappa dalla tua vita- Rinuncia alla perfezione. Al tuo destino già scritto. Sono solo giorni e giorni del più assoluto nulla. Siamo stati concepiti, noi esseri infernali, per sfuggire alla sobrietà. Uccidi i buoni propositi. Abbatti ai templi che inneggiano al nulla di un futuro sempre uguale a se stesso. 

Siamo vivi nel fuoco. Nella distruzione. 
Noi siamo l'errore, lo sbaglio, la corruzione.

E se mi sentirai lontano, ancor di più allontanati. Dimenticami. Evitami. Sfuggimi. Io sono l'eco dell'urlo che imperava dentro di te. Io sono la malattia contagiosa.La degenerazione. L'incertezza. Il dubbio. Il valico da superare. La frontiera impervia. La scommessa sul nulla.

Sappi però che un giorno futuro ti riporterò nel mio regno, oscuro ed assassino. Porta qui, come se fossero nuovi, tutti i tuoi pudori. Ridammi le tue vergogne. Perchè quel giorno noi non ci saremo mai incontrati. Non ci siamo forse mai visti. Io forse appartengo solo ai tuoi incubi, e quel giorno li dipingerò nell'aria come fossero verità"

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: il_ramo_rubato
Data di creazione: 28/10/2006
 

IL RAMO RUBATO

Nella notte entreremo
a rubare un ramo fiorito.

Passeremo il muro,
nelle tenebre del giardino altrui,
due ombre nell'ombra.

Nella notte entreremo
fino al tremulo firmamento,
e le tue piccole mani e le mie
ruberanno le stelle.

(P.Neruda)

 
Citazioni nei Blog Amici: 233
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom